Archivi Giornalieri: martedì, gennaio 26, 2010

Francia, burqa sotto tiro

La Commissione informativa sul velo integrale dell’Assemblea nazionale francese ha presentato oggi il suo rapporto. Tutti i membri si sono dichiarati d’accordo nel condannare l’utilizzo di abiti che coprono integralmente la donna. I commissari non sono invece d’accordo sull’introdurre un divieto generalizzato attraverso una legge: il compromesso potrebbe essere rappresentato da un interdizione al suo uso negli edifici e nei mezzi di trasporto pubblici. Le donne che, in Francia, usano burqa e niqab si aggirono intorno alle duemila unità.

Le dimissioni del cattolico Delbono

Sul conto del sindaco di Bologna Flavio Delbono (PD), fresco dimissionario, si è detto un po’ di tutto: ma solo Marcello Sorgi, su La Stampa, si è soffermato sul suo essere un Sindaco cattolico solo a parole.

Arriva la pillola dei “cinque giorni dopo”

La cosiddetta “pillola del giorno dopo” può in realtà essere assunta entro tre giorni dal rapporto (anche se la sua efficacia è progressivamente minore, cfr. scheda sul sito UAAR). Ieri è stato annunciato il possibile arrivo in Italia di EllaOne, che può essere utilizzata fino a 5 giorni dopo il rapporto. La pillola è prodotta dalla società francese HRA Pharma, che ha chiesto all’Agenzia Italiana del Farmaco l’autorizzazione alla sua commercializzazione anche nel nostro paese.

La nuova Italia sognata dal cardinal Bagnasco

Durante la sua prolusione davanti al consiglio permanente della Conferenza Episcopale Italiana, tenuta ieri, il presidente della CEI, il cardinale Angelo Bagnasco, ha auspicato “una generazione nuova di italiani e di cattolici che, pur nel travaglio della cultura odierna, sentono la cosa pubblica come importante e alta, in quanto capace di segnare il destino di tutti, e per essa sono disposti a dare il meglio”. Il presule ha incoraggiato “i cattolici impegnati in politica ad essere sempre coerenti con la… Leggi tutto »