Archivi Giornalieri: giovedì, febbraio 25, 2010

Il Vaticano crea una fondazione aperta agli atei, ma “l’UAAR è folcloristica”

Monsignor Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio consiglio per la cultura, ha annunciato che il suo dicastero curiale sta per creare una fondazione intitolata “Il cortile dei gentili”, isprirata al discorso tenuto da Benedetto XVI lo scorso dicembre. Gli obbiettivi della nuova struttura sarebbero quattro, secondo quanto dichiarato ad Avvenire: “Primo, creare una rete di persone agnostiche o atee che accettino il dialogo e entrino come membri nella Fondazione e quindi del nostro dicastero. Inoltre, vogliamo avviare contatti con organizzazioni atee… Leggi tutto »

Francia, sindaco aggiunge la laicità al motto repubblicano, polemiche

Il sindaco socialista di Joué-Lès-Tours, Philippe Le Breton, ha fatto apporre lunedì scorso sul frontone del suo municipio la scritta “laicità”. Per la precisione, come si può osservare dalla foto pubblicata sul sito del quotidiano Le Point, Laïcité è stato aggiunto in calce a Liberté – Égalité – Fraternité. Il sindaco ha inteso reagire alla “banalizzazione del fatto religioso nella vita pubblica” compiuta dal presidente Nicolas Sarkozy. La prefettura dell’Indre-et-Loire ha definito “illegale” l’iniziativa, chiedendo la rimozione della parola aggiunta.

Azerbaigian: rimossi i simboli religiosi dagli edifici pubblici

In seguito ai violenti scontri tra polizia e attivisti islamici avvenuti a Baku qualche giorno fa, il governo dell’Azerbaigian ha deciso di vietare dagli uffici pubblici ogni simbolo islamico e il Corano. Una fonte del ministero degli interni, scrive EurasiaNet, ha spiegato che “l’Azerbaigian è uno stato laico e la religione deve rimanere separata dallo Stato”.

Verona, nuovo confronto credenti – non credenti

L’incontro con monsignor Rino Breoni di lunedì sera è andato molto bene. Eravamo sicuramente in 130: tutte occupate le 90 sedie fisse, occupate una trentina di sedie mobili e gente in piedi. Alla mattina L’Arena aveva nuovamente dato rilievo al’incontro e la presenza di don Breoni era di forte richiamo. Abbiamo notato esponenti di varie istituzioni culturali cittadine (Università, Società Letteraria, Accademia). Non abbiamo visto, invece, esponenti delle istituzioni culturali cattoliche e nemmeno preti, suore e frati. Dopo una breve… Leggi tutto »

Spagna, approvata la nuova legge sull’aborto

Con 132 voti a favore, 126 contrari e una astensione, il Senato spagnolo ha approvato in via definitiva il progetto di legge del governo Zapatero che depenalizza ulteriormente l’aborto. La nuova legge entrerà in vigore tra quattro mesi. Il testo permette alle donne di almeno sedici anni di scegliere entro le prime 14 settimane di gravidanza; che diventano 22, dietro parere medico, qualora sia a rischio la salute della madre o vi siano gravi anomalie del feto.

Germania, si è dimessa la leader luterana

Le polemiche suscitate dalla notizia del suo fermo in stato di ubriachezza (cfr. Ultimissima del 23 febbraio) l’hanno infine travolta: la presidente delle Chiese evangeliche tedesche e vescovo di Hannover, Margot Kaessmann, si è dimessa da entrambi gli incarichi. Resterà semplice pastora.

Stalin giovane seminarista

L’editore Longanesi ha pubblicato il libro di Simon Sebag Montefiore Il giovane Stalin. Paolo Mieli ha dedicato l’altro ieri sul Corriere della Sera una recensione a questo saggio, soffermandosi su un aspetto cruciale: il futuro leader dell’Unione Sovietica, infatti, da giovane frequentò il seminario. La tesi del testo è che Stalin “non diventò prete, ma il seminario gli impartì un’educazione classica e questo ebbe su di lui un’enorme influenza. Macchia nera [un prete, NDR] ne aveva perversamente fatto un marxista… Leggi tutto »