Archivi Giornalieri: sabato, febbraio 27, 2010

La libertà di espressione negli spazi internet ‘atei’

Richard Dawkins ha recentemente deciso di dare un taglio al linguaggio scurrile, agli insulti e ai gossip usato da alcuni utenti del suo forum, introducendo una forma di moderazione. La decisione ha sollevato critiche molto pesanti da parte degli utenti più esagitati: cfr. l’articolo del Telegraph pubblicato ieri. Alcuni gruppi cristiani ne hanno approfittato per lamentare l’assenza di libertà nel mondo ateo, e anche Il Foglio ne ha approfittato per pubblicare un articolo di costume. AGGIORNAMENTO DEL 28 FEBBRAIO. Richard… Leggi tutto »

Per la prima volta una delegazione di atei è stata ricevuta alla Casa Bianca

Non c’era Barack Obama, peraltro il primo presidente USA a citarli espressamente nel suo discorso d’inaugurazione. Ma i 60 esponenti della Secular Coalition of America che ieri hanno ufficialmente incontrato alcuni funzionari della presidenza USA hanno ufficialmente infranto un tabù: per la prima volta nella storia una delegazione ufficiale di non credenti ha varcato i cancelli della Casa Bianca. Nel corso dell’incontro i delegati hanno esposto i numerosi problemi che i non credenti statunitensi (circa un sesto dell’intera popolazione non… Leggi tutto »

Gli atei sono più intelligenti dei credenti?

I risultati degli studi compiuti sulla relazione tra l’intelligenza e la religiosità individuali compiuti negli ultimi anni hanno evidenziato, come ha scritto Richard Dawkins nell’Illusione di Dio (pp. 103-106 dell’edizione italiana), quozienti d’intelligenza più alti tra chi è meno religioso. Il valore da attribuire a tale quoziente non è da enfatizzare (e anche su questa materia sono in corso discussioni da anni): ciononostante i risultati delle inchieste continuano a riscuotere molto interesse. L’ultima ricerca è stata compiuta da Satoshi Kanazawa,… Leggi tutto »

Il sesso prima del matrimonio: in un secolo da una vergogna a un gioco

I professori Jesús Fernández Valverde, Jeremy Grenwood dell’Università della Pennsylvania e il professor Nezih Guner dell’Università Autonoma di Barcellona hanno pubblicato su VOX un articolo che riassume le loro ricerche socio-economiche svolte sul campo e sulla base di serie storiche circa le ragioni della de-stigmatizzazione dei cosiddetti rapporti prematrimoniali. Le loro osservazioni prendono lo spunto dagli studi condotti dal premio Nobel dell’economia Professor Gary Becker, il quale fin dall’inizio della sua carriera ha lavorato sull’analisi delle ragioni di taluni comportamenti… Leggi tutto »