Archivi Giornalieri: lunedì, 8 Marzo, 2010

Il commissario del Consiglio d’Europa contrario al divieto di indossare il burqa

Thomas Hammarberg, commissario del Consiglio d’Europa per i diritti umani, ha sostenuto che vietare il burqa non contribuirebbe a liberare le donne oppresse, ma al contrario potrebbe renderle, all’interno delle società europee, ancora più alienate. Lo svedese Hammarberg, che in passato ha ricoperto posizioni di responsabilità in Amnesty International e Save the Children, ha dichiarato sul sito del Consiglio d’Europa che ogni imposizione del velo integrale dovrebbe essere condannata, ma che la proibizione di indossarlo potrebbe essere incompatibile con la… Leggi tutto »

USA, nuove pesanti accuse contro Scientology

Una paga settimanale di massimo cinquanta dollari per turni di lavoro di sette giorni su sette; un contratto della durata di un miliardo di anni; percosse fisiche da parte dei responsabili; impiegate costrette persino ad abortire. Sarebbero le condizioni di lavoro nella Chiesa di Scientology, secondo quanto due ex adepti, Chris e Christie, hanno dichiarato al New York Times. Le rivelazioni della coppia, che lavorava a stretto contatto con il vertice, sono considerate credibili.

Ancora scontri in Nigeria, oltre 500 morti

Proseguono gli scontri tra cristiani e musulmani nello stato nigeriano di Jos, che si trova al confine tra il nord musulmano (dove vige la sharia) e il sud cristiano. I morti nel weekend sarebbero stati oltre 500, e tra di essi numerosi bambini. Le divisioni non sono soltanto religiose: all’islam appartengono etnie dedite alla pastorizia, mentre gli agricoltori sono fedeli cristiani. L’appartenenza religiosa non è il frutto di conversioni spontanee da parte dei nigeriani: è invece il risultato di decisioni… Leggi tutto »

Pedofilia, il ministro della giustizia tedesco attacca la Chiesa cattolica

Il ministro della giustizia tedesco, la liberale Sabine Leutheusser-Schnarrenberger (al governo insieme ai due partiti democristiani), ha lanciato dure accuse nei confronti dell’atteggiamento tenuto dalla Chiesa cattolica nei confronti dei casi di pedofilia recentemente emersi. A detta del ministro, nelle indagini svolte è stato più volte riscontrato un “muro di silenzio”, a suo dire dovuto al fatto che gli abusi “non devono essere rivelati all’esterno della Chiesa”. Leutheusser-Schnarrenberger vuole ora organizzare un confronto tra il governo, la Chiesa e le… Leggi tutto »