Archivi Giornalieri: giovedì, aprile 1, 2010

Pedofilia: il papa non ne parla, Bagnasco difende i sacerdoti

Giovedì santo sulla difensiva per gli alti esponenti della Chiesa cattolica. Benedetto XVI, durante la messa crismale, non ha fatto alcun accenno al tema scottante della pedofilia ecclesiastica, ma ha colto l’occasione per denunciare, ancora una volta, “l’ingiustizia che viene elevata a diritto – per esempio, quando si tratta dell’uccisione di bambini innocenti non ancora nati”. A differenza del papa, il card. Angelo Bagnasco, capo della Chiesa italiana, è intervenuto sulla questione ricordando come “nessuna ombra, per quanto grave, dolorosa,… Leggi tutto »

Maxitruffa all’erario, coinvolto anche un sacerdote

La Guardia di finanza del comando provinciale di Roma ha denunciato 14 persone, tra cui un sacerdote, per riciclaggio ed evasione fiscale internazionale. Grazie alla complicità di funzionari di banca, infatti, facoltosi redditieri trasferivano grosse cifre in Svizzera e Lussemburgo: l’arma è comunque riuscita a sequestrare tre milioni di euro riciclati.

Bonino: contro di me l’alleanza Berlusconi-Bagnasco

“Contro di me non ho avuto Renata Polverini, ma un’alleanza Berlusconi-Bagnasco che potrebbe essere anche legittima se uno potesse rispondere”: sono affermazioni di Emma Bonino, l’esponente radicale candidata dal centrosinistra alla presidenza della Regione Lazio. Bonino ha lamentato di “essere stata oscurata dai TG nel periodo tra il 21 e 26 marzo quando sono stata oggetto di ripetuti attacchi diretti e indiretti da parte del presidente Berlusconi e del presidente della Cei”.

Procuratore di Milano: “Su pedofilia mai denunce da vescovi”

Il Giornale pubblica oggi una intervista a Pietro Forno, procuratore aggiunto della Repubblica a Milano, sulla questione della pedofilia nella Chiesa e della mancata collaborazione degli ecclesiastici nelle indagini. La lista dei sacerdoti inquisiti, afferma il procuratore, “non è corta” e nonostante l’assenza di ostacoli da parte delle gerarchie una volta avviate le indagini, accade che la Chiesa non denunci. “Nei tanti anni in cui ho trattato l’argomento” chiarisce Forno “non mi è mai, e sottolineo mai, arrivata una sola… Leggi tutto »

Le Iene, confessione shock di ex prete abusato e sbattezzato

Durante il programma Le Iene, ieri sera su Italia 1, è stata trasmessa l’intervista ad un ex prete, Salvatore Domolo, che da piccolo subì abusi sessuali e dopo un lungo percorso è arrivato allo sbattezzo. Tra gli 8 e gli 11 anni Domolo subì abusi dal suo parroco, esperienza che lo segnò profondamente. Secondo Domolo, lo stesso prete – ora deceduto – abusò di altri bambini. Domolo decise poi di entrare in seminario a quattordici anni proprio per farsi prete…. Leggi tutto »

Gli abusi dei sacerdoti italiani secondo le cifre fornite dai governi

Gli organi di informazione si riempiono sempre più spesso di notizie su casi di abusi sessuali compiuti da sacerdoti, ma mancano cifre ufficiali sulla diffusione del fenomeno: di qui un balletto di cifre che assume talvolta aspetti surreali. In realtà, un modo per conoscere quantomeno le cifre “ufficiali” c’è. L’articolo 17 della legge 3 agosto 1998, n. 269 (Norme contro lo sfruttamento della prostituzione, della pornografia, del turismo sessuale in danno di minori, quali nuove forme di riduzione in schiavitù)… Leggi tutto »

Piemonte, Cota vuole bloccare la pillola RU486

Il neo-eletto presidente della Regione Piemonte Roberto Cota intende, come primo atto del suo governo, bloccare la distribuzione della pillola RU486, omettendo di inserirla nel prontuario regionale: “sono per la difesa della vita”, ha affermato l’esponente leghista, che ha trovato un immediato sostegno nel sottosegretario alla Salute Eugenia Roccella. L’Agenzia del Farmaco ha tuttavia già respinto l’iniziativa: poiché la pillola abortiva è già stata inserita nel prontuario nazionale, alle regioni non resta altro che adeguarsi. AGGIORNAMENTO DELL’1 APRILE. Secondo mons…. Leggi tutto »

Popoli (PE), va a buon fine la diffida UAAR: messa annullata

Presso la scuola primaria di Popoli (PE) martedì 30 marzo si sarebbe dovuta tenere una messa pasquale in orario scolastico. Il circolo UAAR di Pescara ha inviato una diffida, ricordando come atti di culto non possano aver luogo al posto delle lezioni. La notizia dell’invio della diffida aveva trovato un certo spazio sulla stampa locale (Il Centro, City Rumours, Il capoluogo), così come le dichiarazioni dell’assessore Concezio Galli (Il Centro): del successivo annullamento non si ha invece traccia, almeno per… Leggi tutto »