Archivi Giornalieri: martedì, aprile 27, 2010

Nuovo numero de “L’Ateo”

Da una decina di giorni è in corso di distribuzione il numero 2/2010 de L’Ateo, il bimestrale dell’UAAR. Il fascicolo è dedicato a “catastrofi e punizioni” e contiene contributi e articoli di Turchetto, D’Alpa, Ligi, Caserini, Cavazzini, Caffo, Accorti, Cirese, Gould, Gell-Mann, Dalla Casa, Scozzafava, Ajmar, Succhiarelli, Puxeddu.

In libreria: “La messa all’indice” di Zap & Ida

Da qualche settimana, in libreria, si può trovare il libro La messa all’indice, dei vignettisti Zap & Ida (Morellini ed., pp. 191, 9,90 euro). Zap & Ida hanno collaborato anche con L’Ateo, in questa raccolta riconfermano la loro vena salace. Acquista questo libro su IBS

Crocifisso, CEDU: il governo ricorre all’editorialista di “Avvenire”

Il governo italiano sta preparando il ricorso contro la sentenza con cui la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, in seguito a un’iniziativa legale promossa da una socia UAAR, ha detto ‘no’ alla presenza dei crocifissi nelle aule scolastiche. Ne ha dato notizia il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Gianni Letta, nel corso di una conferenza stampa svoltasi a Palazzo Chigi. Nell’occasione Letta ha presentato uno studio che il governo ha commissionato a Carlo Cardia, docente di diritto ecclesiastico ed editorialista… Leggi tutto »

Crocifisso, Bassa Sassonia: esponente CDU dice no

Augul Ozkan, esponente della CDU (il partito di Angela Merkel), già designata quale ministro per gli affari sociali nella Bassa Sassonia (prima immigrata musulmana a ricoprire un simile incarico), ha dichiarato a Focus che “il simbolo cristiano non appartiene alla scuola pubblica”. Nei giorni scorsi Ozkan si era dichiarata contraria anche al velo. Il segretario generale della CDU Hermann Grohe, scrive la Sueddeutsche Zeitung, ha replicato a Ozkan sostenendo che il crocifisso “fa parte della nostra cultura”.