Archivi Giornalieri: mercoledì, giugno 9, 2010

Talebani impiccano bambino di sette anni accusato di spionaggio

Secondo quanto raccontato a Pajhwok Afghan News da Daud Ahmadi, portavoce del governatore della provincia di Helmand in Afghanistan, guerriglieri talebani della provincia di Helmand hanno impiccato un ragazzino di 7 anni.  Accusato di essere una spia e di passare informazioni alle forze militari occidentali, il bambino è stato rapito dal suo villaggio di Heratyan e il corpo è stato poi ritrovato appeso ad un albero, nella zona di Sarwan Qala del distretto di Sangin.

Bertone e Hummes: “Scandalo pedofilia ha minato credibilità Chiesa, serve purificazione”

Intervenendo oggi durante un incontro con il movimento dei Focolarini nell’Aula Paolo VI, il segretario di Stato vaticano Tarcisio Bertone si è espresso con preoccupazione sulla perdita di credibilità della Chiesa a causa dello scandalo dei preti pedofili. Si tratta di “infedeltà, a volte anche gravi, di alcuni membri del clero” che hanno provocato “dolore” nella Chiesa e “inciso così negativamente sulla credibilità della Chiesa, per cui il papa rispondendo ai giornalisti durante il recente viaggio in Portogallo, ha parlato… Leggi tutto »

Lo scherzo da preti del Concordato

Piergiorgio Odifreddi* Siamo in tempo di finanziaria, e di una controversa e dolorosa manovra correttiva. Il governo spreme a destra (poco) e a manca (molto), ma si guarda bene dal ricordare che metà della manovra potrebbe essere evitata semplicemente rifiutando alla Chiesa le elargizioni che ogni anno le vengono profuse a piene mani, partire dall’otto per mille. Che, è bene ricordarlo, è anch’esso un’invenzione di Giulio Tremonti: non il sessantatreenne Ministro dell’Economia e delle Finanze di Berlusconi nel 2010, ma… Leggi tutto »

Uno spazio sempre più partecipato

Raffaele Carcano* Il sito viaggia oltre le 8.000 visite giornaliere, il forum ha superato i 3.500 iscritti: internet, per l’UAAR, è ormai un luogo dove il confronto non è nemmeno più quotidiano, ma “minuto per minuto”. Il blog del sito, le Ultimissime, è a sua volta tra i più seguiti in Italia. Anzi, stando alle classifiche esistenti è il più frequentato non solo tra quelli che scrivono di incredulità, ma anche tra quelli che trattano del fenomeno religioso: e questo… Leggi tutto »

Il rapimento di Nocera, due madri devote e la giustizia di Dio

Annalisa Cioffi, la madre del piccolo Luca, il neonato rapito a Nocera Inferiore (SA), ha ringraziato Dio per aver ritrovato suo figlio, e ha annunciato che si recherà in pellegrinaggio al santuario di San Gerardo. Anche la rapitrice, Annarita Buonocore, era una devota di padre Pio, scrive La Stampa: il suo gesto, come noto, è stato una conseguenza di un aborto naturale che le ha negato il figlio che tanto aveva desiderato.

Lazio, domani primo aborto con pillola: polemiche

Avrà luogo domani, a Ostia, la prima interruzione di gravidanza nel Lazio mediante utilizzo della pillola RU486. La Regione ha definito la decisione della ASL RmD “una fuga in avanti”, perché non sarebbero stato ancora emanate le linee-guida, la cui diffusione compete peraltro alla Regione stessa. Il direttore generale della ASL, Giusy Gabriele, replica: “il farmaco è stato autorizzato dall’AIFA per la commercializzazione, e se una donna lo vuole, noi dobbiamo darglielo”.

Andrea Bocelli racconta il mancato aborto di sua madre

Il tenore Andrea Bocelli, in un video diffuso su YouTube, racconto al pianoforte di come sua madre abbia rifiutato i consigli dei medici che le consigliavano di abortire, in quanto le probabilità che il figlio sarebbe nato con qualche infermità erano molto alte. “Sarò di parte”, sostiene, “ma mi sento di poter dire che quella fu la scelta giusta”, e si augura che le sue parole possano essere di incoraggiamento per le madri che si trovano in situazioni simili.