Al catechismo nonostante il ‘no’ del padre: il caso finisce in tribunale

Un bambino di quasi nove anni non battezzato, i genitori separati, un regime di affido condiviso. La madre decide di propria iniziativa, con il consenso di un sacerdote, di iscrivere il figlio al catechismo; il padre dice ‘no’, perché la legge sull’affido condiviso prevede che le scelte educative debbano essere condivise. Il bambino continua tuttavia a frequentare il catechismo, e il padre, socio dell’associazione FigliPerSempre Onlus, decide di avviare un’iniziativa legale. Il caso è stato discusso presso il Tribunale di Milano nei giorni scorsi.

Archiviato in: Generale, Notizie