Archivi Giornalieri: mercoledì, luglio 21, 2010

L’Istat: in aumento separazioni e divorzi

Aumentano ancora le separazioni e i divorzi in Italia. Nel 2008, scrive l’ISTAT, le separazioni sono aumentate del 3,4% rispetto al 2007, i divorzi del 7,3%. Il fenomeno presenta aspetti diversi in base al territorio: “si va dal valore minimo di 186,3 separazioni per 1.000 matrimoni che caratterizza il Sud al massimo osservato nel Nord-ovest (363,3 separazioni per 1.000 matrimoni)”. L’iter continua a richiedere molto tempo: “un procedimento consensuale di separazione si esaurisce mediamente in poco più di 150 giorni… Leggi tutto »

Spagna, il parlamento dice “no” alla legge anti-burqa

Una mozione avanzata dal Partito popolare (all’opposizione) che avrebbe impegnato il governo spagnolo a presentare un progetto di legge con cui introdurre il divieto di indossare in pubblico veli integrali (burqa e niqab) è stato respinto dal parlamento spagnolo. 162 i favorevoli alla proposta, 183 i contrari (quasi tutti del partito socialista) e due gli astenuti.

Siria, niente velo all’università

Il ministro dell’istruzione superiore della Siria, Ghiyath Barakat, ha dichiarato che alle studentesse che indossano un velo sul viso sarà impedito l’accesso ai campus universitari. Secondo il ministro, la pratica è contraria ai valori e alle tradizioni accademiche delle università siriane.

Suore blogger, guaritori di gay e dimostratori di cosmetici: le nuove vie della ricerca di vocazioni

La secolarizzazione sguarnisce giorno dopo giorno i suoi ranghi, e la Chiesa cattolica cerca di correre ai ripari. L’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, scrive Alessandra Paolini su Repubblica, ha organizzato un seminario per arginare la crisi di vocazioni. I relatori sono quantomeno inconsueti: il diacono Tonino Cantelmi, presentato come “docente di Psicologia della vita consacrata”, ma più noto come “guaritore di gay” (cfr. Ultimissima del 24 dicembre 2007); un rappresentante di prodotti per bellezza; una suora olandese che, grazie a un… Leggi tutto »

Irlanda, presidente firma legge per unioni civili

Il presidente irlandese Mary McAleese ha recentemente ratificato una legge, già approvata dal Parlamento, che istituisce le unioni civili. Il testo era già passato alla Camera (il Dail) senza essere votato e poi al Seanad, ottenendo la maggioranza (solo 4 voti contrari su 52). Anche gli omosessuali potranno quindi veder riconosciuti diversi diritti, grazie al Civil Partnership Bill. Saranno riconosciute inoltre le unioni siglate in Irlanda del Nord e negli Usa. Le coppie gay saranno quindi tutelate su questioni come… Leggi tutto »