Kenya, nuova costituzione ma chiese contro: “è pro aborto e islamista”

In Kenya è stata recentemente approvata tramite refendum la nuova costituzione, che vede però critiche da parte anche delle chiese cristiane, soprattutto quella cattolica, per due motivi di fondo.
Per prima cosa, nella nuova costituzione si afferma che l’aborto non è permesso, a meno che secondo i medici non sia necessario per salvaguardare la salute della madre oppure se è prescritto da una legge. Questa formulazione secondo le varie confessioni può aprire alla legalizzazione dell’interruzione volontaria della gravidanza.
Il secondo motivo è la preminenza riservata alla religione islamica rispetto alle altre e in particolare il riconoscimento delle kadhi courts (tribunali civili islamici).

Archiviato in: Generale, Notizie