Frattini sull'”Osservatore Romano”: “ateismo minaccia società, alleanza monoteista”

L’Osservatore Romano, organo di informazione della Santa Sede, ha pubblicato ieri un articolo del ministro degli esteri italiano, Franco Frattini, con cui si invita a realizzare una “Santa” alleanza contro l’ateismo. Ha scritto il ministro: “I cristiani dovranno essere consapevoli anche di ricercare con i musulmani un’intesa su come contrastare quegli aspetti che, al pari dell’estremismo, minacciano la società. Mi riferisco all’ateismo, al materialismo e al relativismo. Cristiani, musulmani ed ebrei possono lavorare per raggiungere questo comune obiettivo. Credo che occorra un nuovo umanesimo per contrastare questi fenomeni perversi, perché soltanto la centralità della persona umana è un antidoto che previene il fanatismo e l’intolleranza”.
Frattini ha altresì rivendicato di aver agito contro la sentenza di Strasburgo che ha detto ‘no’ alla presenza del crocifisso nelle aule scolastiche: ” Sono convinto che il Crocifisso rappresenti il diritto a esprimere il proprio credo e che non vi sia nessuna contraddizione tra questo simbolo, che è un simbolo di pace e di riconciliazione, e lo Stato laico che tutela tutte le religioni. Uno Stato che tutela però anche la mia religione, quindi ho il diritto di professarla anche pubblicamente”. Il ministro ha tuttavia espresso “grande dolore” rilevando che “solo l’Italia tra i Paesi fondatori dell’Unione europea ha sottoscritto questo ricorso”.

Archiviato in: Generale, Notizie

123 commenti

Barbara

“Mi riferisco all’ateismo, al materialismo e al relativismo. Cristiani, musulmani ed ebrei possono lavorare per raggiungere questo comune obiettivo”.

Devo dare atto che l’UAAR ci aveva proprio azzeccato allora.

“Credo che occorra un nuovo umanesimo per contrastare questi fenomeni perversi, perché soltanto la centralità della persona umana è un antidoto che previene il fanatismo e l’intolleranza”.

Ma nei monoteismi la centralità non è quella di dio?

Solo l’Italia? Chissà perché! Bertone l’aveva detto che l’Italia era uno spasso, un paese più unico che raro!

POPPER

Si Barbara, Frattini è intollerante ed è un’anomalia tutta italiana che sia ancora al governo e detti il calendario degli incontri con i capi di altre nazioni e con l’UE.

Sono preoccupato anche io per come si esprime e per come porebbe influenzare la sottocultura cattolica fatta di sette e di sigle fasciste.

rol

E’ molto pericoloso quello che, qui riportato, dice Frattini: Il suo significato è identico e, anzi, concilia perfino nelle parole con la lettera che il Presidente iraniano Ahmadinejad ha scritto in una lettera a B16 e resa pubblica il 10 ottobre scorso: “Difendiamo le religioni” assieme, uniti! Un appello non nuovo, già nel 2006 ne aveva fatto un altro cui seguirono accordi col Vaticano (Vedi Alan Posener, La crociata di Benedetto, Garzanti 2010. pag 177 ss). E’ grave perchè professarsi ateo potrebbe costare la vita, ma cosa ancor più grave la privazione dei diritti civili e della stessa dignità umana.
Addio Democrazia, addio progresso umano! Sì grave e chi non lo capisce non ha sensibilità umana.

Barbara

Sottocultura? Perché, quella non sotto com’è?
Non è Frattini, qualcuno l’avrà imboccato no? Del resto io l’ho imparato qui che volevano allearsi i tre monoteismi e mi sembrava pure esagerato.

POPPER

Intendevo Militia Christi e Lotta studendentesca o Pontifex per esempio.

nadia

si rivolge all’islam per un nuovo umanesimo in cui ci sia la centralita’ della persona? ma se non riconoscono ancora la Donna come persona pensante, che possa disporre del suo corpo e della sua vita!!! ma questo cosa fa all’estero? va a cene e incontri a parlare de che e con chiii?

POPPER

Caro Frattini, lei meriterebbe una interrogazione parlamentare per istigazione all’odio razzista, di per se stesso odioso e per nulla evangelico, visto che dovrebbe amare il suo nemico, anche se ateo, e non aizzargli contro i mastini della guerra santa catto-talebana di Militia Chrsti o di altre altre sigle e sette fanatiche come lotta studentesca legate alla chiesa cattolica apostolica romana.

Non lo sa che queste sigle ultra clerico-fasciste sono talmente incattivite che potrebbero darle persino ascolto e intentare qualcosa contro gli atei, magari facendo del male seriamente o danneggiando luoghi di lipero pensiero? Lei è unirresponsabile, onorevole Frattini, è odioso nella sua ideologia e comportamento.

” Sono convinto che il Crocifisso rappresenti il diritto a esprimere il proprio credo e che non vi sia nessuna contraddizione tra questo simbolo, che è un simbolo di pace e di riconciliazione, e lo Stato laico che tutela tutte le religioni.”

E’ sinonimo di pace e rispetto dei diritti umani stringere un’allaenza con i fanatici islamici, magari dei pasdaran iraniani, per contrastare l’ateismo che nei fatti si tradurrebbe in razzismo vessatorio e opprimente che meriterebbe una denuncia alla CEDU solo per averlo teorizzato?

Falloppio

Se uno rappresenta l’Italia all’estero, quale minisro dovrebbe stare attento a non fare esternazioni che possono offendere societa’ politeiste o dove agli atei sono garantiti diritti.

POPPER

ecco, Falloppio, anche io volevo dire questo, mi hai tolto le parole dalle dita, e aggiungo che non fa altro che incrementare quello che invece Obama denuncia a proposito dei comportamenti vessatori e opprimenti sul web contro i gai, lesbiche e trans.

Frattini istiga all’odio razzista e inneggia alla gierra santa in modo violento, la sua dichiarazione è violenza verbale e retorica clerico-fascista.

ethan

e se invece fosse un buon segno? se ad esempio questo sproloquio dipendesse dal fatto che sanno che la sentenza di appello CEDU è già pronta e in corso di stampa?

Diocleziano

Appena letta la notizia ho avuto dei dubbi: frattini è in grado di scrivere un articolo?
Il povero frattini auspica la santa alleanza con l’islam! Allora armandinegiad non è una voce nel deserto e visto che è stato lui a lanciare l’idea sarà a capo del movimento per la riscossa dei credenti, e festerXVI a fargli da galoppino? Ma perchè si deve essere obbligati tutte le volte a ripetere concetti elementari a idio†i che azzerano costantemente gli argomenti? Lo stato tutela anche le mozzarelle e non c’è l’obbligo di esporle nelle aule dei tribunali. In quanto alla ‘centralità della persona umana’ credevo che fosse uno dei NOSTRI valori, non era dio al centro dei loro valori? (a parte il denaro).

POPPER

Non trovi strano che al Sinodo sul Medio Oriente il vescovo ortodosso cattolico abbia detto sul Corano e sulle giustificazioni teologiche degli ebrei cose ipocrite e adesso Frattini vuole insistere con ste santa alleanza con gli islamici?

E’ pazzesco! da una parte si vuole una santa alleaza con gli islamici contro gli atei ma dall’altra parte il Sinodo accusa il Corano di essere ispiratore di terrorismo e accusa gli ebrei di giustificarsi in base ala Bibbia, come per dirfe, “che ti credi ancora? Il popolo eletto?”

Diocleziano

Hai visto nei TG le immagini del sinodo? Era raccapricciante la sfilata di quelle vecchie soubrette barbute dai mantelli sgargianti e variopinti….

POPPER

Si l’ho visto, e poi lo dicono a noi dell’UAAR che siamo folklorstici.

darkzero

Che collezione di stupidaggini! Evidentemente Frattini ambisce ad essere il massimo esperto in materia di corbellerie, ma di strada da fare ne ha parecchia, ha rivali seri…

Satrapo

No no no…qui non si può semplicemente indignarsi. O lo denunciate voi o lo denuncio io per diffamazione e istigazione all’odio e alla discriminazione.

A mio parere l’UAAR dovrebbe agire in qualche modo a questo punto…è tutto scritto nero su bianco, non può rimangiarsi quello che ha detto.

Si può fare qualcosa?

POPPER

L’unica è un interrogazione parlamentare per istigazione all’odio razzista e in violazione di della Costituzione.

Satrapo

Immagino che l’UAAR stia già contattando i parlamentari dei radicali o di qualche gruppo che ci possa ascoltare.
Se lasciamo passare anche questa, ci arriviamo davvero alla nuova inquisizione.

Osvaldo

Sono d’accordo: le dichiarazioni di Frattini sono molto gravi.

Roberto Grendene

questo ministro deve dimettersi

sta istigando ad uno stato etico che faccia sparire gli atei, e lo fa chiamando a se’ coloro che vantano grande esperienza in questo genere di faccende

fab

E così, alla fine il ciellino l’ha detta giusta: “solo l’Italia tra i Paesi fondatori dell’Unione europea ha sottoscritto questo ricorso”.
Bisogna ricorrere a scartine ancora poco occidentali e poco influenti per trovare un minimo di considerazione.

Roberto Grendene

“Con grande dolore rilevo che solo l’Italia tra i Paesi fondatori dell’Unione europea ha sottoscritto questo ricorso, perché le stesse nazioni che hanno ritenuto di fondare l’Europa non hanno condiviso con noi tale azione di libertà, che è poi un pilastro nella Carta dei Diritti che l’Unione europea ha voluto costruire.”

Frattini, rifletti, sei in un governo che va a braccetto con: Armenia, Bulgaria, Cipro, Grecia, Lituania, Malta, Principato di Monaco, Romania, Russia, San Marino.
11 paesi su 47 hanno sottoscritto il ricorso contro il riconoscimento di un diritto che costituisce libertà religiosa (l’imposizione del crocifisso in un luogo istituzionale e’ contro la libertà religiosa, ci arriva anche un bambino).
Solo l’Italia, tra i paesi fondatori dell’UE, ha sottoscritto il ricorso: e’ emblematico.

giuliano martellini

in effetti ha detto cose molto pericolose, sta incitando ad una guerra santa contro delle
persone che hanno tutto il diritto di essere non credenti, accusandole di essere una minaccia per la societa’.
Sia che si renda conto di quello che dice, sia che non se ne renda conto non puo’
continuare a fare il ministro,neanche in un governo da operetta come questo.
Immaginate che succederebbe se un ministro chiamasse ad una alleanza contro le religioni
invece contro gli atei si puo’ dire tutto…..
FORSE E’ IL MOMENTO DI DARE BASTA E NON FARE PIU’ PASSARE IMPUNEMENTE COSE COME QUESTE!!!!!!

giuliano martellini

scusate, volevo scrivere DIRE BASTA e non DARE BASTA.

Crebs

Vorrei far notare alcuni passaggi dell’articolo di frattini che per vari motivi mi lasciano perplesso.
Io NON ho letto l’articolo e non ho intenzione di leggerlo, scrivo sulla base di quanto pubblicato.

Scrive frattini:
“……………possono lavorare per raggiungere questo comune obiettivo. Credo che occorra un nuovo umanesimo per contrastare questi fenomeni perversi, perché soltanto la centralità della persona umana è un antidoto che previene il fanatismo e l’intolleranza”.
Notate che se al posto delle parole usate da frattini dove sono i puntini mettete “atei, agnostici, razionalisti” la frase sarebbe condivisibile perfettamente da tutti noi che cerchiamo di batterci proprio contro fanatismo e intolleranza.

Scrive frattini:
” Sono convinto che il Crocifisso rappresenti il diritto a esprimere il proprio credo e che non vi sia nessuna contraddizione tra questo simbolo, che è un simbolo di pace e di riconciliazione, e lo Stato laico che tutela tutte le religioni. Uno Stato che tutela però anche la mia religione, quindi ho il diritto di professarla anche pubblicamente”.
Quindi, secondo il ragionamento di frattini, se lo Stato laico tutela tutte le religioni e il diritto di professarle anche pubblicamente (credo che intenda: il diritto di esporre il simbolo della mia religione in un luogo pubblico, se la mia interpretazione è sbagliata non capisco cosa volesse dire), nello stesso luogo pubblico dovrebbero, a richiesta, essere esposti anche i simboli delle altre religioni (comprese ovviamente il sacro unicorno rosa invisibile, la teiera intorno a Marte, lo Spaghetto Volante, Manitù, Kalì, Giove resuscitato, magari in alternativa a Venere, ecc).
Mi sembra che la proposta di Ceccanti, se la memoria non mi inganna, andava proprio in questa direzione.

Il ministro ha tuttavia espresso “grande dolore” rilevando che “solo l’Italia tra i Paesi fondatori dell’Unione europea ha sottoscritto questo ricorso”.
Oltre al fatto di provare un grande dolore, ha provato il ministro (per mancanza di prove) ad interrogarsi sul perchè questo è avvenuto e sul perchè gli unici sottoscrittori sono stati Armenia, Bulgaria, Cipro, Grecia, Lituania, Malta, Principato di Monaco, Romania, Russia, San Marino?
O un ministro ha l’obbligo di non pensare?

MASSIMO

Il Vaticano cerca l’alleanza con i vecchi nemici, ovverosia gli islamici e gli ebrei.

Se fa questo deve aver tanta paura di noi atei.

Ma come, non eravamo una minoranza?

FSMosconi

Sarà che considerano ateismo anche l'”indifferentismo”, cioè lo stra-fregarsene delle religioni… 😉

MASSIMO

Il Vaticano si già alleato con il fascismo, poi con Francisco e infine con Pinochet.

Qualsiasi dittatura va bene pur di conseguire il potere.

L’ateismo resta il nemico perchè gli impedisce di raggiungere questo.

Batrakos

Se Frattini fosse una persona ed un ministro con un minimo di serietà dovrebbe stare a pensare al caso di Daniele Franceschi e fare serie pressioni sulla Francia per avere chiarezza anzichè accodarsi alle posizioni del cattolicesimo più retrivo e mostrare una vergognosa intolleranza ideologica incompatibile col ruolo istituzionale che riveste.

FSMosconi

Alleanza tra monoteismi?
Cristianesimo, Islam e Ebraismo?
E il Mazdaismo dove l’hai lasciato Frattini?
Troppo scomodo?

FSMosconi

Si, in effetti pretendo troppo da lui. Porco Aeshma Daeva… 😉

ser joe

Fa parte di un partito che conosce solo il cristianesimo e il puttanesimo.

Alessandro Bruzzone

Un pazzo, da arrestare… beh come tutto il governo del resto. Ma qui siamo proprio alle Leggi di Platone, la società sacrale in cui l’ateo è bandito.

Mauro Ghislandi

Ho letto due volte l’articolo per cercare di trovare un minimo di logica in quello che questo ministro (che arriva a farmi rimpiangere De Michelis!!!!) scrive. Ma proprio di logica non ce n’è minimamente.
Mi piacerebbe sapere chi sono gli estremisti relativisti che massacrano i cristiani in giro per il mondo.

Roberto Grendene

“Mi piacerebbe sapere chi sono gli estremisti relativisti che massacrano i cristiani in giro per il mondo.”

esatto: a darsele di “santa” ragione sono proprio coloro che chiama al suo fianco, ossia i tre monoteismi

Federico Tonizzo

E’ vero il contrario di ogni affermazione di Frattini!!!

bradipo

cioè sta chiedendo a musulmani ed ebrei di allearsi ma inginocchiarsi al suo simbolo… e questi veramente se la berranno? vabè che non leggono Pontifex, ma come mossa politico/diplomatico/religiosa è veramente squallida.

Greg Petrelli

M E R A V I G L I O S O !
Era un po che non ne leggevo una di tale portata: come fosse antani con la supercazzola con lo scappellamento a sinistra. No ma se io dicessi: SANTA ALLEANZA !?!?
Probabilmente il ministro intendeva dire che l’ateismo minaccia la Società: quale società ministro? Ma come quale? La Chiesa, la S.P.A. insomma. QUello era il senso di società !

Giovanni Bosticco

” Sono convinto che il Crocifisso rappresenti il diritto a esprimere il proprio credo.”
Anche il martirio di Giordano Bruno rappresenta questo. Perché non mettiamo
anche lui?”

moreno03

è proprio lo sproloquio di uno che sta fuori dal mondo e che lo vede attraverso una lente deformata sia essa genuina o dettato dall’interesse politico: l’unica cosa che ci può rallegrare è che quanto auspicato, “l’alleanza tra monoteismo” è semplicemente impossibile perché proprio in essi e tra essi dominano “fanatismo e l’intolleranza”, visto che bolla tout court “ateismo, al materialismo e al relativismo” come minaccia per la società (e non le loro eventuali degenerazione se mai possono esistere, in quanto mi risulta veramente difficile immaginare una eventuale degenerazione del Relativismo).
E sulla sua paura di professare pubblicamente la sua religione non abbia paura, nessuno vuole vietargli di farsi i segni della croce in pubblico o di mettersi un crocifisso in giardino, ma semplicemente si vuole che lo Stato non imponga ai cittadini un simbolo religioso, perché questo non è tutela del professare, ma imposizione

POPPER

OT. Segnalo il libro di Amartya Sen, http://temi.repubblica.it/micromega-online/amartya-sen-lottimismo-della-ragione-che-invoca-giustizia/

Alcuni punti mi trovano del tutto d’accordo, nella panoramica del libero pensiero, il suo libro si colloca in un ambito di profonda etica istituzionale in cui affronta il problema della giustizia come equità, e sottolinea le difficoltà dell’attuale democazia a garantire una inparzialità nel proprio ambito politico. Eccone alcune: (abbreviate)

1. L’impossibilità di trovare un consenso universale attorno ai principi di una società giusta che abbiano le “carte in regola” per proporsi come imparziali ed unici.

2. Anche ipotizzando la “perseguibilità” di una teoria trascendentale – anche ipotizzando cioè che si possa arrivare a quell’accordo al quale abbiamo accennato nel punto 1 – Sen ne afferma la “superfluità”: “l’identificazione di assetti sociali completamente giusti non è né necessaria né sufficiente”, nel senso che non è necessaria per decidere in “quale direzione” deve andare il processo di cambiamento fra uno stadio “più ingiusto” di una società e uno “meno ingiusto” (come non è necessario decidere che la Gioconda è il dipinto ideale per scegliere fa un Picasso e un Dalì), e non è nemmeno sufficiente per fondare le ipotesi riformiste sul grado di prossimità all’ideale che gli assetti proposti possono raggiungere: la vicinanza nella proposizione non si traduce infatti in una vicinanza nella valutazione (un amante del vino rosso può preferire un buon bicchiere di bianco ad un bicchiere che mette insieme bianco e rosso al fine di avvicinarsi al suo bicchiere di rosso ideale).

3. Infine Sen rivendica l’importanza “delle diverse vite, esperienze e realizzazioni umane” che non si lasciano “surrogare da qualche informazione sulle istituzioni e le regole in vigore. Istituzioni e regole”, scrive Sen, “hanno senza dubbio un’influenza molto significativa su quanto accade e certamente sono parte integrante del mondo reale. Ma le realizzazioni concrete vanno ben al di là del quadro organizzativo e investono la vita che le persone riescono – o non riescono – a vivere”.

Da questa breve lettura deduco che In Italia si potrà avere in futuro ancora dei cristiani al governo e al Parlamento ma non necessariamente cattolici puri o catto-comunisti alla Gandhi, insomma, si dovrà camminare per la via di mezzo tra tutti gli opposti estremi della politica, ma senza più laicità alla Veltroni, che è proprio quella che Amartya Sen non vuole auspicare, cioè, un bicchiere che mette insieme bianco e rosso al fine di avvicinarsi al suo bicchiere di rosso ideale, quindi tentativo apparente di imparzialità ma che da agio ad una visione democratica al servizio dell’alchimia clerico-politica, di conseguenza potete immaginare che equità e giustizia ci sarà con tale alchimia senza equidistanza secondo il Supremo Principio di Laicità dello Stato.

ser joe

Com’è bravo Frattini a girare la frittata non è capace nessuno.

ser joe

A Cremona direbbero che è un “voltapirla” che non è una parolaccia, è detta in senso spregiativo che sta per: voltagabbana e banderuola, riferito a persone ignave.

Federico Tonizzo

No, non è bravo: infatti si scopre subito l’inganno (a meno di essere proprio ciechi o in malafede).

Daniele

Dopo il trionfo di “Meglio fascista che fr*cio” il Centrodestra presenta “Meglio perfido giudeo (o financo c*ne ma*mett*no) che ateo di m*rda”

venghino venghino siore e siori, chi centra l’ateo con il gavettone d’acqua santa vince una bambolina di Borghezio!

Barbara R.

Mi sembra che Frattini abbia le idee un pò confuse oltre ad essere da denuncia da diffamazione!!

L’unica cosa giusta che ha detto è che occorra un nuovo umanesimo che io da buddista intendo:Partire da se stessi.Se si voglioni cambiare le cose bisogna pensare in modo globale ma agire a livello locale,il primo luogo dove mettere le mani è dentro di noi per sviluppare le potenzialità positive dell’essere umano e realizzare la pace,il rispetto per la vita,per la natura.

FSMosconi

Se non sabglio poi bisognerebbe imparare anche da più maestri e smettere di crucciarsi per i propri errori passati…
Lo so perchè ho letto hagakure.

Barbara R.

Io sono membro della Soka Gakkai che significa “Società pe la creazione di valore”dove il termine valore non ha a che fare con concetti economici.ma valorizzare la vita di ogni persona.Creare un società pacifica basata sui diritti umani,le diversità,il rispetto della vita attraverso il dialogo e lo sviluppo dell’educazione.E’ composta da gente comune il cui obiettivo è rendere le persone forti,sagge allegre,non un gregge di pecore ,ma come un campo con fiori diversi dove ognuno manifesta le sue qualità specifiche.

FSMosconi

@Barbara

Si, la conosco. Una volta è venuta alla mia (ex-)scuola…

stefano f.

ma quale umanesimo? qui occorerebbe una camicia di forza! ma come fa un MINISTRO DELLA REPUBBLICA a parlare senza ragionare, ad accusare gli atei di essere un pericolo?? per chi? per cosa? in che razza di paese viviamo? che schifo.

Maurizio Gorni

Mi permetto suggerire questa lettura:

http://www.gionata.org/notizie/approfondimenti/la-fede-fa-bene-o-male-al-mondo.html

Articolo di Marco Ventura tratto dal Corriere della Sera del 18 ottobre 2010

Il settimanale inglese The Economist ha diviso i suoi lettori sulla domanda del nostro tempo: la religione è una «forza per il bene»?
Solo il 25% ha espresso fiducia nella fede. Per il 75%, la religione non contribuisce al bene dell’umanità.

Un buon fine settimana a tutti,
Maurizio

spapicchio

Il crocifisso non è un simbolo monoteista, bensì un simbolo confessionale e partitocratico; la storia dimostra che la sua imposizione totalitaria ed assolutistica è stata di cattivo auspicio, anche perché ora non c’è alcun divieto di esporlo negli edifici dati in gestione ai cattolici, ed alla chiesa cattolica romana (scuole, palazzi, chiese, eccetera); e inoltre noto che in Italia si continua a confondere ed a voler prendere cattolici per cristiani, ossia fischi per fiaschi, soprattutto dal Frattini.

Barbara

” “I cristiani dovranno essere consapevoli anche di ricercare con i musulmani un’intesa su come contrastare quegli aspetti che, al pari dell’estremismo, minacciano la società”.

E continuiamo ad importare musulmani e lasciamo passare anche i burqa, a sto punto pure i veli, vedremo come reggerà la Legge e il Diritto di fronte a queste sante alleanze.

Ma gli ebrei li hanno lasciati nello scantinato ultimamente? Si vede che gli interessano più musulmani in Europa, gli ebrei restano in numero pari all’attuale.

Flavio

I ministri della Repubblica faranno mai la cortesia di non andare a fare comunella con uno stato estero, contro i cittadini italiani?

stefano f.

cercate di capirlo poveraccio 😉 il suo padrone è prossimo alla fine politica, i magistrati “rossi” hanno inquisito anche il cane del portiere, report imperversa, il lodo stavolta ha fatto inc….re anche Napolitano insomma dovrà depistare gli italioti che botano pidielle o no?

Barbara

Non ho ancora capito la mossa, se intende ritirare la mano per mandare avanti le sue servette e servetti, dopo che Fini ha fatto una figura di m…, o se ci aspetta di peggio con la riforma costituzionale!

Marte

Credo che occorra un nuovo umanesimo per contrastare questi fenomeni perversi […]

Ma perverso sarà l’amante di sua moglie, non chi non crede nel trascendentale.

Losna

Ma cosa ci si poteva aspettare da Frattini. D’altra parte fa parte del partito dell’AMORE

Marco F.

Le scuole italiane, dalle materne ai licei, sono zeppe di progetti sulla “multiculturalità”.
Mi piacerebbe girare loro, a tutti i dirigenti scolastici, insegnanti, alunni, ma anche ad un ministro dell’Istruzione in carica, queste esternazioni chiedendo di approfondire sul tipo di società che prefigurano. Chiedendo magari se essa è molto diversa da quella auspicata dai cannoneggiatori delle statue di Budda….

Giorgio Villella

Tutta questa furia mi sembra esageratissima.
Frattini ha scritto esattamente questa (scorretta) frase:
“I cristiani dovranno essere consapevoli anche di ricercare con i musulmani un’intesa su come contrastare quegli aspetti che, al pari dell’estremismo, minacciano la società. Mi riferisco all’ateismo, al materialismo e al relativismo”. Nessun altro accenno agli atei.
Se si ponesse ai nostri soci questa domanda:
“L’Uaar deve allearsi con tutte le forze disposte a contrastare le minacce alla nostra società che arriva dalle religioni”? Molti risponderebbero di sì.
E allora perche’ ci si arrabbia tanto?

Diocleziano

Giorgio Villella
”E allora perchè ci si arrabbia tanto?”
Forse perchè l’Uaar non percepisce uno stipendio dallo stato e non ha un incarico istituzionale? Il signor frattini può anche arruolarsi nei talebani e fare proselitismo, ma non con uno stipendio e un incarico governativo.

POPPER

Se si ponesse ai nostri soci questa domanda:
“L’Uaar deve allearsi con tutte le forze disposte a contrastare le minacce alla nostra società che arriva dalle religioni”? Molti risponderebbero di sì.
E allora perche’ ci si arrabbia tanto?

Caro Giorgio, direi di si anche io, se questo contrasto l’UAAR lo attuasse assieme alle altre associazioni laiche con l’intento dell’applicabilità degli articoli costituzionali da parte dello stato e delgi enti statali, regionali e comunali e non per pretese ideologiche che credo l’UAAR non abbia affatto.

Penso che il miglior contrasto sia civile e giuridico, l’essere a conoscenza di fatti di discriminazione da parte delle religioni per difendere chi è discriminato, non certo per fare delle crociate contro le religioni, ma questo sito raccoglie esperienze diverse, per alcuni anche di reazione emotiva all’attacco da parte di Frattini.

Grazie comunque Giorgio, il tuo intervento è di richiamo alla razionalità e alla coerenza, nei nostri interventi, ma sai che per molti, che oggi si stanno sbattezzando e per quelli che domani e lunedì lo faranno, è molto importante anche l’euforia del momento in cui si dice NO alla subditanza al papa, quindi, che sentono come noi, già sbattezzati, l’importanza della scelta di uscire dal gregge. Io l’ho fatto il 21 dicembre 2009 ed ero felice che telefonai a Tommaso Bruni per comunicarglierlo personalmente.

Noi Uniti contro la discriminazione ma non come crociaata, come invece vuole fare Frattini contro di noi, e ti lascio immaginare come lo farebbero e con quali strumenti mediatici.

ethan

l’on.frattini scrive sulla testata di uno stato estero e le sue esternazioni vengono a futura memoria riportate sul sito istituzonale http://www.esteri.it. quelle parole di autentica istigazione all’odio verso diversamente credenti le poteva dire in qualunque altro contesto, ma se parla da ministro della repubblica italiana deve ricordarsi che non può fare carta straccia della laicità delle istituzioni. ci sono stati ministri democristiani molto più accorti e misurati, in passato.

Roberto Grendene

«I cristiani dovranno essere consapevoli anche di ricercare con i musulmani un’intesa su come contrastare quegli aspetti che, al pari dell’estremismo, minacciano la società. Mi riferisco all’ateismo, al materialismo e al relativismo. Cristiani, musulmani ed ebrei possono lavorare per raggiungere questo comune obiettivo. Credo che occorra un nuovo umanesimo per contrastare questi fenomeni perversi, perché soltanto la centralità della persona umana è un antidoto che previene il fanatismo e l’intolleranza”.»

Io leggo:
– ateismo = estremismo, minaccia alla società, fenomeno perverso, fanatismo, intolleranza
– appello al cristianesimo di allearsi con l’islam contrastare tutto cio’

e questo dalla bocca di un ministro della repubblica
A me basta per chiederne le dimissioni
E mi sentirei di farlo, come cittadino, se dicesse le stesse cose per chi e’ credente

POPPER

Roberto, potrei anche immaginare cosa possano fare per contrastarci, ma in concreto cosa possono fare davvero per contrastare l’ateismo ecc…ecc..?

la mia domanda qui sopra è retorica se vuoi, ma, dopo tanti commenti a proposito delle parole di Frattini, alla fine di questa giornata non possiamo fare altro che congratularci con coloro che han scelto di uscire dal gregge e che lo faranno nei prosismi giorni, mesi e anni e con i soci uarrini che hanno dedicato il loro tempo sulla soglia del recinto per aiutare molti ad uscirne indenni e ancora con una mente che ragiona su cose concrete più che sulla fantasia che la ccar ha voluto imporre di credere.

messaggio a chi vuole sbattezzarsi: Una volta usciti dal gregge rimanerne fuori sta alla vostra coerenza, ma almeno siete liberi di non credere.

Paul Manoni

Leggo anchio la stessa cosa…Occorre fare qualcosa di CONCRETO, per denunciare pubblicamente il Ministro Frattini.

bismarck

Frattini alla fine del sermone si è dimenticato di dire:
“La messa è finita. Andate in pace(?). Amen.
A questo punto……

Temperamatite

Le parole del ministro sono misurate e condivisibili.
Di grande valore, in particolare, mi pare l’affermazione della necessità di un nuovo umanesimo.
Che l’ateismo, con la cultura necrofila di cui è portatore (v. aborto ed eutanasia), ha soffocato e continua a soffocare.

bismarck

Non ti preoccupare l’apparato tecnico-scientifico sta costruendo un nuovo mondo dove l’uomo avrà pieno e totale controllo sui suoi destini e su quello che ci circonda.
Sarà anche piacevole vedere il “tuo mondo” crollare sotto il peso della tecnica e soprattutto dell’industria che è la cinghia di trasmissione alla gente comune delle scoperte scientifiche.
Altro che umanesimo nuovo, ci sarà una nuova umanità con regole nuove.
La rivoluzione industriale è iniziata nel 1712 e da quel momento la chiesa ha perso la sua sfida al mondo.
Questi tre secoli sono stati solo l’inizio, il prologo, il bello deve ancora iniziare.

AndreA

Credo che non esista niente di più necrofilo e di meno umanista di un cattolico. Le uscite di Frattini sono proprio a dimostrarlo.

darkzero

Invece di scrivere scempiaggini, continua a temperare le matite, che è il massimo a cui puoi aspirare nella vita.

Magar, bieco illuminista,

Giusto, abbasso la necrofilia degli atei.
Ora scusate, ma devo andare ad adorare la salma riesumata di Padre Pio e le reliquie di Sant’Antonio, portando al collo la raffigurazione del cadavere del mio dio…

Parole misurate, sì.
In galloni di birra che le hanno precedute e ispirate.

Enzo

Se questo è un uomo ….

E’ veramente intollerabile che un personaggio del genere rappresenti l’Italia e si permetta di dire certe cose in rappresentanza degli italiani; purtroppo è indice della putrefazione di questa società. E si addolora anche che “solo l’Italia tra i Paesi fondatori dell’Unione europea ha sottoscritto questo ricorso” : egregio per nulla onorevole sig. Frattini in altri Paesi esiste un Popolo non una plebe genuflessa ai voleri di un clero e di una classe politica, entrambi corrotti ! Ben difficilmente in un paese diverso dall’Italia un elemento come lei avrebbe potuto fare carriera politica e dire delle cose che offendono la Ragione Umana ! Di perverso c’è solo lei e la sua cricca che usurpa rappresentanza al Popolo Italiano, di perverso c’è solo un clero che, approfittando della credulità popolare, perpetra i peggiori crimini e i più meschini mercimoni ! Infine il suo diritto di professione nei termini in cui lo espone Lei, cioè l’imposizione di un simbolo religioso in un luogo pubblico deputato alla formazione culturale dei cittadini, non merita nemmeno replica : Le basti l’isolamento dell’Italia nel consesso delle nazioni Europee !

Sandra

Il fenomeno piu’ perverso è la “logica” di Frattini!! Prima scrive che il 75% dei morti “causati dall’odio e dall’intolleranza religiosa nel mondo” sono cristiani. Verosimilmente uccisi da altri religiosi, giusto? Ma allora se “questa percentuale ci terrorizza”, in nome di quale principio poi dice di volersi alleare proprio con chi per odio dovuto alla religione uccide? Se vuole evitare l’ennesima figuraccia mondiale, non gli conviene che traducano questo articolo, meglio lasciarlo tranquillo dov’è, puo’ venire buono per una predica su radio maria.

AndreA

Invece lo tradurrei anche io, e lo spedirei alle principali testate giornalistiche internazionali. Questo per creare ancor di più un “caso Italia” e far vedere che oltre ad una grave emergenza laicità qui c’è proprio un’emergenza di sanità mentale da parte di certi rappresentanti.

durruti 51

Frattini il peggior ministro degli esteri della storia repubblicana, ricordo che quando alcuni nostri concittadini furono sequestrati con pretestuose ed assurde accuse di spionaggio ,Frattini usci fuori con una dichiarazione vergognosamente possibilista, ora quest’altra sparata: decisamente un ministro inutile oltre che nocivo

POPPER

Se ti riferisci ad Emergency in Afganistan hai ragione allora!

durruti 51

Si mi riferisco a quell’episodio. Inoltre questa alleanza fra monoteismi Abramitici mi suona così lugubre, credo che l’avvento dei monoteismi abbia segnato l’inizio del pensiero totalitario nel bacino mediterraneo, o forse esagero?

moreno03

E il peggiore è pensa che anche la sinistra quanto è andata su l’ha lasciato come rappresentante dell’Italia!

Stefano Grassino

Giona sbagli; il popolo italiano merita questo ed altro…….dopodichè ci sono quei pochi che come noi non meritano di essere rappresentati da gente così.

bismarck

Condivido totalmente. Anche se è un’amara condivisione, perchè se la barca cola a picco, coliamo a picco anche noi che non volevamo salirci.

Stefano Grassino

@ bismarck

Quello di cui parli è l’amaro destino delle persone intelligenti trascinate nell’oblio dai folli. Nel 1915 coloro che compresero la grande tragedia verso cui il mondo si stava incamminando, non solo non riuscirono a fermarla ma si trovarono nelle stesse trincee di coloro che la guerra l’avevano esaltata.

Barbara

Sarei curiosa di sapere come Frattini potrebbe spiegare la centralità dell’uomo nel monoteismo dove al centro, anzi, addirittura in alto, ci sta dio. Ma quelli son soliti scambiare la vita con la morte e la morte con la vita!

bismarck

Purtroppo ha imparato dai chierici: discorsi retorici, ossimori vari, contumelie, sofismi, il tutto condito dalla totale mancanza di fatti o riscontri (ragionevoli). Per il temino svolto gli diamo un 2+ di incoraggiamento (soprattutto quel +), sperando che la prossima volta qualche pezza d’appoggio la voglia portare.

Barbara

Ma non avevano finito di invocare solo il giorno prima la separazione dello stato dalla chiesa? Ah già, quello era per un’altra religione.

Painkiller

Infatti. Dopo l’aumento degli hate crime verso le persone GLBTL causato dalla crociata omofoba di Bagnasco & CO, aspettiamoci una aumento degli hate crime verso i non cattolici.

Batrakos

Painkiller,
io credo che per fortuna non ci sarà un’estensione delle violenze verso atei agnostici o diversamente credenti; è una posizione teorica molto astratta e gli italiani non risentiranno affatto delle dichiarazioni di Frattini.
Verso le persone GLBTL(l’ultima L non la conoscevo, che significa?) concordo che purtroppo continueranno perchè è più una cosa che riguarda il basso ventre degli italiani e su cui chi getta benzina sul fuoco può fare affidamento.

A proposito di omofobia aggiungo una cosa: si tende ormai a pensare che l’omofobia sia spesso una proiezione della propria omosessualità latente.
Io non credo sia sempre così: sarebbe come dire che un razzista sogni di avere la pelle di un altro colore o un maschilista di essere donna.
Credo che derivi più da una mentalità retriva e reazionaria, sicuramente rafforzata dall’omofobia tradizionale religiosa (ma non soltanto da essa causata, esiste anche un fattore tribale residuo).
Sembra una quisquilia ma non lo è: tipi di analisi diversa portano a valutazioni diverse e dunque a tentativi di soluzione del problema diversi: se si imbocca l’analisi sbagliata si può sbagliare la valutazione sui mezzi per cui contrastare il fenomeno.

Batrakos

Chiaramente il mio discorso -noto ora- presta il fianco ad un’obiezione: la vergognosa isteria, degenerata in terrorismo psicologico e, non saprei forse anche fisico, verso i componenti della famiglia Albertin-Lautsi.
Faccio presente una cosa: lì la vergogna è scattata perchè coraggiosamente questa famiglia si è messa contro il privilegio cattolico evidenziato dal simbolo; potevano per assurdo essere anche cattolici delle comunità di base o di Noi Siamo Chiesa ma le violenza sarebbero avvenute ugualmente, anzi forse peggio per via della categoria del tradimento.
Ovvero: aspettiamoci una recrudescenza quando si toccano privilegi clericali, ma l’attaccare privilegi clericali e l’aderire alla filosofia atea non sono due condizioni per forza coincidenti e intercambiabili; vedi i -pochissimi- cattolici contro il crocifisso e gli atei-devoti in cui le posizioni pragmatiche si invertono.

Vincenzo Caputo

Credo che vada da sé che chi impugni la violenza e leda l’incolumità fisica degli altri sia uno che non crede nei valori della vita e dell’uomo.
Voi dell’UAAR vi sentite di questa specie?
Se non vi sentite tali è inutile che vi stracciate le vesti!
Nell’articolo del ministro si parla di persone che non credono a nulla, né tantomeno nei valori dell’uomo e della vita.
Oguno è liberissimo se credere al Purgatorio, alla verginità della Madonna e alla Transustanziazione!
Non è questo in questione!
Si tratta di rifiutare il nichilismo e di avere una visione propositiva dell’uomo e della vita.
Se voi dell’UAAR state tra chi crede nella vita siete a posto, e non dovete scandalizzarvi: il ministro non si riferisce a voi!
A risentirci.

Osvaldo

Se e’ come dici tu Frattini non avra’ nessun problema a scusarsi immediatamente e pubblicamente con tutti gli atei italiani, o anche , eventualmente, a dare le dimissioni da ministro per una “gaffe” inaccettabile.

Se non lo fara’, come penso, vuol dire che intendeva proprio che cio’ che ha detto, e cioe’ che l’ateismo e’ un “fenomeno perverso” che “minaccia la societa’”.
In italiano queste parole hanno un unico, preciso ed inequivocabile significato.

Federica Elizabeth

E se io volessi esserre nichilista? A Frattini cosa deve importare?
Finché non violo le leggi dello stato italiano posso pensare quello che voglio.

Mi dispiace che ci sia gente ottenebrata al punto da non capirlo…

Winter

Vincenzo,
non per stare a spaccare il capello in quattro, ma Frattini include chiaramente l’ateismo fra “quegli aspetti che, al pari dell’estremismo, minacciano la società” e fra i “fenomeni perversi” da contrastare… ed è assurdo perchè la “centralità della persona umana” e essere, come ti sei espresso tu, “tra chi crede nella vita”, è una parte fondamentale della mia visione della vita come atea.

Paul Manoni

Con questi e le loro assurde interpretazioni da rigirafrittate e mirror climbing, ci vorrebbe un dizionario diverso, da quello che abbiamo di solito tra gli scaffali delle nostre librerie.
Hanno l’assurda pretesa di reinterpretare o ridimensionare le parole inequivocabili,
“I cristiani dovranno essere consapevoli anche di ricercare con i musulmani un’intesa su come contrastare quegli aspetti che, al pari dell’estremismo, minacciano la società. Mi riferisco all’ateismo, al materialismo e al relativismo. Cristiani, musulmani ed ebrei possono lavorare per raggiungere questo comune obiettivo.”
PIU’ INEQUIVOCABILE, LIMPIDO E CHIARO DI COSI’, SI MUORE!!

Magar, bieco illuminista,

Che schifo, che schifo, che schifo!
“Ateofobia” è il minimo, una simile vomitata di disprezzo nei confronti di una parte dei cittadini italiani per le loro convinzioni filosofico-religiose, proveniente da un ministro della Repubblica, è roba da teocrati, come giustamente sottolinea la lettera di Raffaele Carcano.

jsm

continuo a pensare che l’UAAR, qualche volta, dovrebbe fare la voce grossa e un po’ cattiva….

ma mi sembra che questa associazione abbia assunto un atteggiamento di “superiorità” (termine eccessivo ma giusto per rendere l’idea) che larende un po’ troppo buonista

jsm

magari una lettera aperta al sig. frattini nella quale gli si dice, tra le altre cose che si dovrebbe vergognare: un ministro che ha la pretesa di rappresentare tutti i cittadini di un paese laico dovrebbe sciacquarsi la bocca col sapone prima di esprimere giudizi su una parte dei suoi connazionali che lo mantengono quanto gli altri e che, soprattutto, hanno pari dignità e diritti dei cattolici.

Sandra

Altra contraddizione di Frattini, pochi giorni fa ha riconfermato Fiamma Nirenstein vice presidente del comitato per gli affari esteri e nominata consulente del ministero per le relazioni con Israele. Lo stesso giorno, il 19 ottobre, sul Giornale la Nirestein ha scritto:
“Nella bozza di appello finale che sarà votata venerdì, il Sinodo ripropone la Chiesa come garante della libertà di culto e delle libertà personali di tutte le religioni. Ma se manca una sanzione di quello che i cristiani subiscono nei paesi islamici e si seguita a prendersela con gli ebrei che non c’entrano niente, come pensa di sostenerli moralmente e praticamente? ”

Stranamente la Nirestein sembra ignorare che quanto a sostegni “pratici” l’italia è generosa.

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
Promulga
la seguente legge:

Art. 1.

1. A decorrere dall’anno 2009, e’ concesso un contributo pari a
300.000 euro annui in favore della Fondazione Centro di
documentazione ebraica contemporanea – CDEC – organizzazione non
lucrativa di utilita’ sociale, con sede in Milano, allo scopo di
sostenere l’azione di perseguimento dei fini istituzionali della
medesima Fondazione.

Francesco Fioroni

chiedo scusa per il mio intervento che penso non sia gradito a molti ma in parte il ministro Frattini ha ragione, ha ragione quando dice che l’ ateismo va combattuto come ritengo di avere ragione io quando sostengo che va combattuto il teismo come tutti gli integralismi, come tutti i credo
c’è una cosa che mi dispiace
mi dispiace vedere che la maggior parte di chi interviene in questo forum neanche mette nome e cognome ma solo uno pseudonimo
che si vergogni di quello che scrive?
saluti
Francesco Fioroni

jsm

scusa caro francesco ma ti consiglio di rivedere la tua idea di atei e pure quella di teisti: entrambi i termini non indicano necessariamente una visione integralista. personalmente credo che questa sia un’altra opinione vagamente offensiva.
e scusa se te lo dico, ma se la pensi davvero così, dovresti vergognarti tu.

io non ho mai pensato, nemmeno per un solo istante che un credente, in quanto tale, sia un fanatico integralista. perchè qualcuno deve pensare questo di me solo perchè sono ateo?

darkzero

@Francesco Fioroni

a) l’ateismo non è un credo
b) questo non è un forum
c) utilizzare dei nickname è una consuetudine di Internet, se qualcuno mi incontra di persona io non ho problemi a ripetergli quello che scrivo qui
d) il fatto che tu firmi “Francesco Fioroni” non garantisce che ti chiami davvero così, quindi il nome che lasci su un post su Internet è irrilevante. Io firmo sempre “darkzero”, e chi si prende la briga di leggere i miei post può notare una certa continuità dietro questo nickname. Quello che è seccante, invece, è avere una marea di decerebrati che si nascondono dietro “anonimo”, mischiandosi tra la folla per fare i provocatori.

Francesco Fioroni

ciao darkzero,
non mi interessa rispondere ai punti b), c) e d) della tua risposta, ma al punto a) si,
ritengo che l’ ateismo sia un credo perchè dire che dio non esiste è un preconcetto,
nessuno può dimostrarlo come nessuno può dimostrare che dio esiste, sono convinto che atei e teisti abbiano lo stesso modo di pensare e siano, di conseguenza, intolleranti
e nemici della ragione
ti ringrazio per avermi risposto
Francesco Fioroni

Osvaldo

Ti sbagli, riguardo all’esistenza di un presunto dio l’onere della prova spetta a chi ne afferma l’esistenza, non a chi sostiene che non esiste.

In mancanza di evidenze concrete si puo’ benissimo dire che una certa cosa non esiste, anche senza avere la dimostrazione diretta della sua non esistenza.
Per esempio, nel caso della befana o della fata turchina siamo tutti (immagino) d’accordo nel dire che esse non esistono, anche senza averne una dimostrazione diretta, semplicemente perche’ mancano prove evidenti della loro esistenza.
Allo stesso modo, dal momento che non c’e’ alcuna evidenza dell’esistenza di una divinita’, possiamo tranquillamente assumere, fino a prova contraria, che non esista alcuna divinita’.

Oppure pensi che non credere nella befana e nella fata turchina sia irrazionale?

Batrakos

Questo dell’onere della prova che spetta a chi afferma, lasciatemelo dire, è un po’ un luogo comune dell’ armamentario ideologico.
La domanda da cui si trae l’esistenza o inesistenza di una qualsivoglia entità creatrice è infatti un’altra:
‘il cosmo ha un’origine? se sì ,ha origine in se stesso o in virtù di un’intelligenza esterna?’
Di qui, a seconda del ragionamento con cui si risponde, consegue la risposta sull’esistenza o inesistenza di entità creatrici; dunque affermano entrambi, sia chi dice ‘esiste’ sia chi dice ‘non esiste’.
E anche il paragone con la Befana è un luogo comune, perchè la Befana non è concepita da nessuno come ‘intelligenza creatrice’.

I motivi per non credere secondo me sono più legati ad una sensibilità individuale ma, senza entrare in questo discorso lunghissimo, io direi di riflettere meglio sul discorso dell’onere della prova che parte con un errore del quesito di base.
Se invece vogliamo parlare degli attributi delle varie divinità ‘rivelate’ allora è valido perchè la ‘rivelazione’ non è possibile da provare razionalmente.

ilaria del grasso

Pubblico la mia lettera.

Egregio Onorevole Frattini,
nella Sua lettera pubblicata il 22/10/2010 sul nostro sito del Ministero Della Difesa Lei ha giustamente riportato come dato statistico che nel mondo sono esistiti ed esistono ancora, alle soglie del 2011, conflitti di ordine religioso. Questo accade proprio perché in molti casi è proprio il coinvolgimento della fede nella vita politica che ha portato e porta ancora oggi ad esasperare le contrapposizioni tra le varie comunità, confondendo la religione con lo Stato e comprimendo quindi quel rispetto della libertà e dell’uguaglianza di diritti personali, sociali, civili, di tutte le persone, anche di quelle che non si riconoscono in una religione.
Vorrei ricordarLe – e la storia è testimone – che i cristiani “portatori di valori” non hanno in passato riservato trattamenti meno atroci ai propri nemici politici e intellettuali.

In Italia, il paese che dovrebbe essere il primo Suo interesse e il primo esempio di democrazia, sono ben evidenti ancora oggi poco velati attacchi ad atei, agnostici e razionalisti, omosessuali e coppie di fatto, che incontrano numerose difficoltà nel veder riconoscere pari dignità.
Questo è proprio dovuto alle continue ingerenze del pensiero cattolico sull’operato del nostro Stato.

Non è solo la comunità cristiana portatrice di valori, ma tutte le persone civili portano il proprio valore all’interno della società in cui vivono, ecco perché si parla di pari dignità. Forse che chi non ha una fede, o meglio, crede nell’intelligenza, nella razionalità, nella scienza non sia portatore di un valore?
Non ci ricordiamo più di Galileo?

Il grande obiettivo della pace è la morte dei conflitti: il “mettere d’accordo tutti”, minoranze e maggioranze. Proporre una “santa alleanza” tra musulmani, ebrei e cattolici contro l’ateismo, il materialismo e il relativismo, significa tentare di chiudere un conflitto da una parte per aprirlo da un’altra.

Nella sua lettera Lei propone un concetto di “laicità positiva come apporto dei cristiani alla promozione di una democrazia sana, positivamente laica, che riconosca però proprio per questo il ruolo della religione anche nella vita pubblica”.
In realtà la Sua affermazione contrasta con il concetto di laicità stessa, ovvero la rivendicazione, da parte di un individuo o di una entità collettiva, dell’autonomia decisionale rispetto a ogni condizionamento ideologico, morale o religioso altrui.

Infine in uno stato che si riconosce laico, è necessario che siano riconosciute tutte le posizioni religiose e non religiose. A tale riguardo, il nostro Paese potrebbe dare l’esempio di Democrazia (con la “d” maiuscola) rinunciando ad un simbolo come il crocefisso che è espressione di una sola religione. Penso sia giusto che il crocefisso sia esposto nei luoghi di culto e nelle case dei cristiani.
Nelle scuole, che sono un luogo di istruzione e cultura, vista anche la crescente multi etnicità, ritengo più adeguato ed edificante per il nostro Paese apporre qualche immagine degli uomini che hanno fatto grande la nostra Italia.

24 Ottobre 2010

Ilaria Del Grasso

Massimo

“I cristiani dovranno essere consapevoli anche di ricercare con i musulmani un’intesa su come contrastare quegli aspetti che, al pari dell’estremismo, minacciano la società. Mi riferisco all’ateismo, al materialismo e al relativismo. Cristiani, musulmani ed ebrei possono lavorare per raggiungere questo comune obiettivo”.

Traduzione:

“Cari amici e fratelli! Compagni assolutisti fondamentalisti! Signori e… signore (solo se in libera uscita dalle faccende domestiche)! Noi che crediamo in una stessa, condivisa, coerente e democratica Verità Una, organizziamo finalmente la lotta armata contro il relativismo! Domenica prossima (pardon… Sabato… anzi, no: Venerdì…) consacriamo i nostri voti nella comune preghiera presieduta dal Santo Padre (scusate…. volevo dire.. dal rabbino… mi correggo: dall’imam) per dimostrare a questi biechi adoratori della varietà del pensiero cosa voglia dire avere le idee chiare! Fratelli! Noi che la pensiamo nello stesso modo (ché solo UNO è il modo), uniti in trinitaria concordia (chiedo scusa al rabbino e all’imam di prima: era solo una metafora… era perché siamo in tre… non intendevo “in Tre” nel senso teologico… non volevo essere blasfemo nei cofronti del rabbino e dell’imam di prima) teniamo alta la bandiera della Verità Antirelativista che, come tutti sappiamo è… relativamente la stessa…”

Non fa una grinza, no?

#Aldo#

Visto il tono apertamente denigratorio e quindi offensivo di questo tizio che per di più parla dall’alto di uno scranno pubblico, sarebbe un reato definirlo un pericoloso cretino?

Commenti chiusi.