Archivi Giornalieri: sabato, gennaio 8, 2011

Francia, polemiche dalla destra Usa per l’aiutante islamico di Batman

Un nuovo personaggio da poco affianca Batman in Francia, nella serie a fumetti Batman Detective Comics. Si tratta di Nightrunner, un ventiduenne di origine algerina e di religione islamica proveniente dal sobborgo parigino di Clichy-sous-Bois. Il giovane, di nome Bilal Asselah, proviene da una di quelle banlieu sconvolte dagli scontri con la polizia negli anni recenti. Durante uno di questi, viene ucciso il suo caro amico Aarif. Viene convinto dalla madre, devota musulmana, a non ricercare la vendetta e decide… Leggi tutto »

Pedofilia: le vittime, deluse, scrivono al papa

Visitando una nazione in cui il numero di casi di pedofilia che coinvolgono religiosi è altissimo (cfr. Ultimissima del 6 aprile 2010), Benedetto XVI pianse e si scusò. Nulla è però cambiato da allora, sostengono le vittime, “e questi preti girano per le strade vestiti ancora da preti”. In una lettera inviata al pontefice, di cui dà conto Repubblica, gli hanno chiesto “perché la Chiesa di Malta protegga ancora questi scandali”, mentre “tutto va avanti come se non fosse successo… Leggi tutto »

Nigeria, cristiani attaccano bus di musulmani: un morto, otto dispersi

Un morto e otto feriti: è il bilancio dell’aggressione portata a due minibus su cui viaggiavano musulmani. E’ accaduto nella zona di Jos, in Nigeria, al confine tra il nord islamico e il sud cristiano. I due automezzi, scrive Reuters Africa, sono stati attaccati mentre attraversavano un villlaggio cristiano: ad attirare l’attenzione degli aggressori è stato l’abbigliamento dei passeggeri, sostiene la polizia. Saputa la notizia, centinaia di giovani islamici sono scesi in piazza a Jos, dando luogo a ulteriori scontri… Leggi tutto »

Fioroni (PD): “sul biotestamento non voterò come il mio partito”

Il leader della corrente popolare del PD, Beppe Fioroni, intervistato oggi da Monica Guerzoni per il Corriere della Sera ha dichiarato che, quando arriverà in aula la proposta di legge governativa sul testamento biologico, “di certo il mio voto non sarà uguale a quello del PD. La mia posizione è molto chiara”. Fioroni ritiene “sul fine vita non serva una legge che imponga dogmi”, e ricorda di aver già votato con il centrodestra la legge 40 sulla fecondazione artificiale. L’esponente… Leggi tutto »

I musulmani albanesi si oppongono alla proibizione del velo nelle scuole

È in corso di discussione nelle commissioni del parlamento albanese il nuovo disegno di legge sull’educazione che, secondo le dichiarazioni ufficiali dei funzionari del Ministero della Pubblica Istruzione, prevede la proibizione del velo islamico nelle scuole statali. L’unione albanese degli imam LHSH ne chiede la modifica. La notizia è riportata da Balkan Insight. “Ogni legge umana deve rispettare gli standard della comunità. Il velo per noi è più che un simbolo, è un obbligo religioso e non un’opzione”, ha dichiarato… Leggi tutto »

Inghilterra, cappellanato multifede alla Camera dei Comuni

La cappellana del presidente della Camera dei Comuni, la reverenda Rose Hudson-Wilkin, ha ideato un piano volto a istituire nella Camera dei Comuni un cappellanato multireligioso. I nuovi cappellani, riporta il sito della National Secular Society, saranno induisti, musulmani, giainisti, zoroastriani, buddisti e baha’i (alcune di queste religioni non hanno fedeli in parlamento). Il ruolo che avranno non è ancora stato specificato; sembra però che non percepiranno uno stipendio. La promotrice dell’idea ha affermato che il cappellanato multireligioso servirà a… Leggi tutto »

Colorado, anche gli atei ammessi al discorso di apertura del consiglio comunale

A Grand Junction, in Colorado, per la prima volta anche un ateo terrà la tradizionale “invocazione” prima dell’assemblea del consiglio comunale. Il discorso è tenuto da un membro del pubblico. La novità, riporta Kjct8.com, non è stata ben accolta da tutti: alcuni residenti di Gran Junction lo considerano un ossimoro, e osservano che non c’è nulla di male a mantenere le tradizioni così come sono. Ma “siamo in un paese libero quindi immagino che dovremo tollerarlo”. Il sindaco Teresa Coons… Leggi tutto »

Iraq, Moqtada Al Sadr rientra dall’esilio

Moqtada al sadr, leader dell’esercito del Mahdi (sciita), è rientrato in Iraq dopo un esilio autoimposto di tre anni. Sadr abbandonò il suo paese per recarsi in Iran dopo le polemiche sul suo presunto coinvolgimento nell’esecuzione di Saddam Hussein, e dopo che le forze armate USA avevano definito la sua organizzazione “la più grande minaccia presente nel paese”, superiore anche a quella rappresentata da al Qaeda (sunnita). Il ritorno del leader religioso, scrive l’Independent, sembra finalizzato a un coinvolgimento del… Leggi tutto »