Archivi Giornalieri: giovedì, gennaio 13, 2011

“Non c’è più religione”: la Uaar promuove e difende l’ora alternativa

Non c’è più religione, almeno a scuola. L’ora alternativa all’insegnamento della religione cattolica è un diritto e per difenderlo parte la campagna Uaar di informazione ai cittadini. E «Non c’è più religione. Per chi non la vuole» è lo slogan che campeggerà domani sui più autorevoli settimanali italiani. Oltre alla campagna pubblicitaria, anche banner su internet e cartoline distribuite davanti alle scuole informeranno studenti e genitori. Saranno inoltre disponibili a tutti i facsimile di diffida da inoltrare ai dirigenti scolastici… Leggi tutto »

Canada: un pubblico ufficiale non si può rifiutare di celebrare matrimoni gay

La corte d’appello canadese ha stabilito che un pubblico ufficiale non può rifiutarsi di celebrare un matrimonio tra coppie delle stesso sesso per motivi religiosi, lo riporta in una notizia di lunedì The Canadian Press.Alla corte era stato chiesto di pronunciarsi su una proposta di legge della provincia del Saskatchewan, con questa sentenza giudicata incostituzionale, che avrebbe permesso appunto di non officiare un matrimonio gay se il celebrante avesse addotto la religione come causa del rifiuto. La legge era stata… Leggi tutto »

Pitti Uomo, altri casi di pubblicità “offensive”

Polemiche a non finire per la presentazione della collezione Pitti Uomo 2011, in corso a Firenze. Innanzitutto una pubblicità di cantarelli, con un modello in posizione ‘crocifissa’ e la scritta “devoti allo stile”; all’esterno della manifestazione, il cartellone già deturpato a Milano (cfr. Ultimissima del 12 gennaio); infine, l’annuncio della presentazione del calendario di Oliviero Toscani per il Consorzio Vera Pelle Italiana Conciata, che ritrarrebbe dodici pubi di donna. La diocesi di Firenze è immediatamente scesa in campo, manifestando il… Leggi tutto »