Pontifex e Avvenire contro vignetta di Vauro ad AnnoZero: “Offesa a papa e preti”

Il sito ultra-cattolico Pontifex, secondo quanto riportato da Giornalettismo, ha denunciato per “offesa a capo di stato estero” il vignettista Vauro, il giornalista Michele Santoro e il presidente della Rai Paolo Garimberti, con un esposto alla questura di Bari. Il motivo, una vignetta mostrata dallo stesso Vauro come di consueto verso la fine del programma AnnoZero, in onda su RaiDue giovedì scorso. Nel fumetto, appariva Benedetto XVI che, riferendosi al presidente del Consiglio Silvio Berlusconi coinvolto nel recente caso Ruby, diceva: “Ze a lui piacciono tanto minorenni può zempre farzi prete!”. Appena esposta la vignetta, il sottosegretario Daniela Santanchè aveva lasciato indignata lo studio.
Bruno Volpe, direttore di Pontifex, si è scagliato contro il “programma fazioso, istigatore di odio e da estirpare come mestastasi”. “La ignobile vignetta finale del comunista Vauro”, continua, “ha offeso i cattolici e il papa, con un assurdo, volgare, trucido riferimento al tema della pedofilia nella Chiesa”. Secondo Volpe, Benedetto XVI è il papa che ha affrontato la questione della pedofilia clericale “con piglio, autorità e chiarezza esemplari”. Per l’offesa al papa chiede “l’oscuramento di quel programma, la cacciata immediata di Vauro” e invita a non pagare più il canone “ad una tv che ormai è più faziosa di Putin”.
Con un commento su Avvenire, quotidiano dei vescovi, anche don Maurizio Patriciello ha criticato la satira di Vauro. “Finalmente, stavolta qualcuno s’è indignato”, afferma, sperando che “in Italia ci sia più di qualcuno che comincia a farsi avanti e, senza ridere, dice chiaro e tondo che non si può continuare a infangare impunemente quegli onesti cittadini dell’Italia e del mondo che sono i preti”. Quelle vignette “dovrebbero far ridere tutti e invece, spesso, mortificano e uccidono nell’animo tanti innocenti”. La satira, continua il prete, è “il nuovo idolo davanti al quale inchinarsi”, “il diritto dato ad alcuni di dire, offendere, infangare, calunniare gli altri senza correre rischi di alcun genere”. Il parroco se la prende con quelli che, nello studio di AnnoZero, “ridono di un dramma atroce e di innocenti violentati”, “di me e dei miei confratelli sparsi per il mondo impegnati a portare la croce con chi da solo non ce la fa”.

Valentino Salvatore

Archiviato in: Generale, Notizie

220 commenti

andrea pessarelli

“quegli onesti cittadini dell’Italia e del mondo che sono i preti”
onesti? gente che campa senza lavorare a scrocco dei contribuenti raccontando fole agli ingenui lui la chiama onesta?

bardhi

posso capire che i preti si offendono, non tutti sono pedofili, ma il papa perchè dovrebbe offendersi, oramai è appurato che ha fatto di tutto per coprire i preti pedofili, i preti non pedofili se lo devono prendere con il loro capo

antonietta

Non ha il senso dell’umorismo! eh eh eh A pensarci bene, dovrebbe solo piangere per aver sostenuto e coperto pedofili, anche se berlusca è davvero troppo: farsi scoprire così e che diamine! Mette a rischio tutti i privilegi del vaticano ricevuti dal governo!

Kaworu

del resto direi che è degno di nota l’amore che traspare da parole come “estirpare come metastasi”.

il figlio del loro dio e dio stesso mica diceva di porgere l’altra guancia e guardare la trave nel proprio occhio (ma una vignetta di altan se non ricordo male, la simboleggia meglio) e non la pagliuzza in quella del proprio fraello?

ah già… contestualizzare!

Kaworu

chi lo diceva? il figlio, il padre o l’holy ghost? insomma quale delle tre personalità?

(nel caso di personalità multiple poi, qual’è che si prende per buona?)

e prima o dopo esser diventato (i?) esponente della religione dell’ammmmore cristiano universale?

perchè sai, tutto va contestualizzato, se no è fuffa e manipolazione ateistacomunistaomosessualista.

P.C.

Ah, non c’entra ma me l’hai fatto venire in mente parlando di personalità multiple:
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1032067/

Si tratta di un articolo pubblicato su un sito serio di medicina.

Tornando in tema, qualcuno ha voglia di segnalare a questi… commentatori a vanvera l’articolo 21 della Costituzione Italiana?

Anonymous

@Kaworu: lo diceva il Buon Gesù Bambino:

“Intanto conducete qui i miei nemici, quelli che non volevano che io regnassi sopra di loro, e sgozzateli in mia presenza.”
Luca 19.27

Flavio

Ci risiamo con le vignette… i religiosi sono proprio privi di senso dell’umorismo.

POPPER

Sono soprattutto privi del buon senso, non solo dell’umorismo.

StefanoM

Quelle vignette “dovrebbero far ridere tutti”

SBAGLIATO: devono far riflettere.

La satira, continua il prete, è “il nuovo idolo davanti al quale inchinarsi”

SBAGLIATO: la confondi col Dio Denaro.

“il diritto dato ad alcuni di dire, offendere, infangare, calunniare gli altri senza correre rischi di alcun genere”

WTF? Tipo il diritto di offendere noi atei/gay/ricercatori/etc usufruito praticamente ogni giorno da papa, vescovi, preti, politici e loro affini in generale?

“offesa a capo di stato estero”
e zapatero?

invita a non pagare più il canone ad una tv che ormai è più faziosa di Putin
a parte il fatto che è faziosa proprio a favore di berlusconi e chiesa, questa è istigazione al reato o qualcosa di simile giusto?

in conclusione, GRANDE VAURO!!

Massimo

“invita a non pagare più il canone ad una tv che ormai è più faziosa di Putin”

In effetti, questa non è sbagliatissima: di chi è amicone il dittatore russo?
Del dittatore libico e dell’amico del dittatore libico: il dittatore di Arcore, il Messia della Messa… in Onda (ma anche della Messa… in Piega: a 90!)

Tino

Uff anche sarkozy è amico di putin e chirac ha dato la legione straniera a Putin!!! Comunque il sito pontifex probabilmente ha copiato certi argomenti dalla destra laica francese. Il dibattitto della satira orientata politicamente esclusivamente in un certo senso lo abbiamo vissuto qui con casi di un umorista licenziato dal servizio pubblico per altro lui un po’ più onesto sull’islam di vauro almeno ammette di non fare satira sull’islam per paura. Vi posso dire che una persona come vauro alla televisione francese (in questo periodo) non potrebbe esistere troppo ipocrita, politicizzato e incoerente.

Massimo

Infatti: tirare in ballo Putin era una “strategia da destra”: la destra di Pontifex.
Non ho nessuna simpatia per il PD, ma, a onor del vero, per rimetterci la testa in “questioni di attraversamento tunnel”, a Marrazzo e a non mi ricordo chi a Bologna è bastato molto meno. Ergo: la satira si fa sul materiale messo a disposizione dai dati concreti. Se i dati concreti depongono (un po’) a sfavore di Berlusconi sul piano delle frequentazioni pubbliche e private, potrebbe non essere tutto un complotto dei “comunisti”. Solo così, per quell’onestà intellettuale che porta ad avanzare delle ipotesi…
Quanto alla satira di destra, poi, in effetti c’è: è quella del Bagaglino e de Il Giornale.
Con tutta l’imprenditorialità di cui dispongono e in cui credono molto, potrebbero forse assoldare autori satirici più efficaci.
Per esempio… Vauro! Brunetta ha dichiarato infatti tempo fa che è un autore di “satira fascista”! 😉

Tino

@ StefanoM
Ma certo prova a fare una vignetta del genere sulle tv di putin e poi ti ritrovi come litvinenko

hexengut

nihil novi: fottichiagnieaccusaglialtri; per fortuna che a difendere la chiesa contro i comunisti blasfemi e mangiabambini ci sono specchi di virtù come la santanchè

Gradient

I comunisti non mangiano più bambini: perchè sanno di prete.

c.j.

LA DOVETE SMETTERE CON TUTTA QUESTA DEMOCRAZIA!! MALETETTI BASSSSSTARDI!

MA DOVE VI CREDETE DI STARE? IN EUROPA?? MA BASTA CON TUTTA QUESTA LAICITA’, CON QUESTA LIBERTA’ DI PAROLA, CON QUESTE SMANIE DI GIUSTIZIA, DEMOCRAZIA E TOLLERANZA. BASTA!!! E’ ORA DI FINIRLA UNA BUONA VOLTA PER TUTTE.

—————————- AVVISO ————————–

DATA ODIERNA DOMENICA 23 GENNAIO 2011 ORE 2030
—————————————————————–

CHI VERRA’ TROVATO A PENSARE LIBERAMENTE VERRA’ PASSATO PER LE ARMI.
E’ VIETATO IL LIBERO PENSIERO, LA LIBERA PAROLA, LA CRITICA, L’UMORISMO.
E’ VIETATO SCHERZARE, RIDERE, SORRIDERE O ANCHE FAR FINTA DI ESSERE
FELICI. E’ FUORILEGGE ESSERE ATEI, AGNOSTICI, RAZIONALISTI, OMOSESSUALI
DI SINISTRA, LAICI, ONESTI E VIGNETTISTI. TUTTI IN RIGA, IMPLOTONATI ED
INCAXXATI NERI!! CREDERE IN TRE COSE: PATRIA, CHIESA E MAFIA. APPLAUSO!!!

(chi non approva questo commento verrà frustato, sminuzzato ed inscatolato)

fab

(E soprattutto pena di morte per chi osa affermare che siamo intolleranti.)

POPPER

se è per il canone della RAI sarei per non pagarlo più in modo bipartisan, ma i soldi del canone vanno soprattutto alle gerarchie cattoliche che alla RAI hanno calendarizzato più della metà dei programmi.

Invece se fossero davero onesti cittadini, pagherebbero le tasse anche loro, non vi pare?
Il direttore Galimberti dovrebbe ricordare che il pluralismop è anche lasciar che Vauro presenti le sue vignette e che si lasci a chi non crede la libertà di criticare la mentalità dei cattolici, e poi si ricordino Pontifex e Avvenire che la Satira è nata più di 2000 anni fa ed è parte della cultura italiana, considerata addirittura parte della letteratura latina anticamente, è un patrimonio delle nostre radici greco-latine.

Ma come al solito questi MEDIA cattolici girano la fritatta e ribaltano la realtà dei fatti, loro stessi fino ad oggi hanno insultato l’intelligenza del libero pensiero, non solo, ma censurato opere e satire in tutto il mondo come se solo loro potessero infangare l’umanità con le loro econmie e crac bancari, fruttamento della terra, degli schiavi, delle risorse, i cattolici han bagnato la Terra con il sangue degli infedeli (secondo loro) e la setssa cosa vale anche per l’intolleranza dei mussulmani.

Amici uarrini si sono palesati per come sono realmente, intolleranti, e Galiberti non potrà assecondare la loro crociata, anzi, mi domando perchè han denunciato Galinberti e non invece Masi che è il direttore della Rai.

Volo alto

Evviva Mauro.
Le menzogne si confutano, ma la verità fa male davvero e lascia il segno!
L’articolo di Pontifex è come una medaglia all’onore.
Grazie fanatici e parassiti!

POPPER

Grazie ai fanatici e parassiti? Si certo…se continuano così la loro intolleranza spingerà gli italiani, che hanno ancora il senso dell’umorismo, ad amare Vauro e a ridere per le sue vignette.

Volo alto, la medaglia la dovrebbero darla davvero a Pontifex e ad Avvenire, con le loro uscite medioevali da retrogradi schizzofrenici ci fan morire dal ridere, e poi dicono che è l’FBI a non avere il senso dell’umorismo.

Massimo

I veri umoristi sono quelli di Pontifesso, per l’appunto. Secondo l’antica teoria dei quattro umori, direi che sono proprio i più irriducibili… umoristi. Della bile nera, ma “umoristi”. Oltre tutto, molto umorali – anzi: A-morali! 😉

Io ero Sai

Tino sei veramente uno scassamento di palle, ma se uno vuole dire una battuta sulla chiesa per parcondicio la deve fare anche sull’islam?
E anche se avese detto qualcosa sull’islam, dove sono le vignette sull’ebraismo, il buddismo, l’induismo, lo shintoismo eccc…
Ognuno fa le vignette su chi gli pare, smettetela voi cristicoli di fare sempre le povere vittime.

Jeeez

Sai, e’ difficile fare battute sull’Islam quando si parla di politica interna italiana. Infatti le due cose non c’entrano niente. Nessun imam ha criticato Berlusconi, nessun imam sta rompendo le scatole nella politica italiana. In pratica non si fanno vignette sull’Islam perche’ l’Islam al momento non c’entra una benamata cippa.
Se ci fai caso, non si fanno vignette nemmeno sull’induismo o sul neopaganesimo.
Forse Vauro ha paura che i neopagani gli brucino la casa.
O forse bisogna smetterla di dire idiozie.

Tino

Ancora una volta ribasico che vauro ha pesantemente criticato i vignettisti danesi evidentemente questa verità da fastidio a voi. Da una parte morti a mosca, vignettisti minacciati, dall’altra parte il vostro eroe vauro nel salotto.

Ratio

Mi fa molto piu’ ridere la reazione di questi fanatici cattocretini della vignetta di Vauro.
Questo dopo una lettura superficiale della notizia, leggendo con piu’ attenzione mi par di notare un po’ di nostalgia per il fuoco purificatore che estirpa metastasi come il dissenso, la critica o l’eresia.
Il lupo perde il pelo ma non il vizio e l’unico odio, e che odio! Traspare chiaramente da quanto scritto da questi individui.

gagiaccio

Se si sentono tanto offesi postrebbero emigrare in un altro continente magari l’antartide

Jeeezuz

Meglio di no che poi se no si inchiappettano I pinguini scambiandoli per bambini vestiti da suore.

Floenskij

@Jeezuz. Mi ha fatto venire in mente una vecchia barzelletta ( non berlusconiana, per carità ). Un camionista torna alla base dopo un viaggio lungo e faticoso. Sceso dal suo mezzo chiede a un collega, portando la mano in orizzontale a un metro e mezzo:”Ma secondo te, un pinguino può essere alto così?”. L’altro risponde:”Cosa dici? Troppo, non può essere più di un metro!” “Accidenti, allora ho messo sotto una suora!”
Altra battuta:” Che differenza c’è tra un cubetto di ghiaccio nella schiena e una suora incinta?” “???” “In tutti e due i casi si tratta di uno scherzo da prete!”
Siamo al livello giusto di umorismo? Allora ne ho una sui gonnelloni.
Anni’50. Nello scompartimento di un treno in corsa si trovano un laico e un prete in abito talare. C’è un caldo afoso, si suda a litri e per trovare sollievo il laico si toglie la giacca, poi si rimbocca le maniche, dicendo: “Reverendo, peccato che non possiate fare lo stesso!” Il prete sorride senza rispondere, poi esce per tre minuti dallo scompartimento, recandosi alla toilette.
Quando ritorna, è ancora in talare abbottonatissima ma ha i pantaloni ripiegati sull’avambraccio. Appena dentro, dice al laico la sua: “Peccato che non possiate fare altrettanto, figliuolo!”
Ora due sui comunisti ( atei ).
Anni ’50. In un gulag, durante un momento di riposo dalle dure fatiche “rieducative” a cui sono sottoposti, tre prigionieri, seduti in un angolo, si confidano sulle loro pene. Il primo al secondo:”Tu, compagno, perchè sei qui?” “Sono qui perchè ho parlato male del compagno Popov prima del ’50.”Di rimando:”E tu?””Sono qui perchè ho parlato bene del compagno Popov dopo il ’50” Stessa domanda al terzo.”Io sono il compagno Popov!”
Anni’70. Un Americano e un Russo si incntrano e difencono i meriti dei rispettivi sistemi politici. L’americano:”Noi Americani siamo liberi di parlare male del nostro presidente Nixon. Possono i Russi fare altrettanto?” “Ciertamiente. Tutti i Russi puossono parlare male del priesidente Nixon”.
Una su Berlusconi. Il Cavaliere chiama Gianni Letta e gli chiede di informarsi sul costo di una sepoltura adeguata alla grandezza e allo splendore della sua immagine. Dopo qualche giono Letta ritorna, prospettando soluzioni fra i dieci e i cinquanta milioni di euro.
Berlusconi le esamina, poi sbotta:”No,no, è troppo! Va bene che sono l’uomo più ricco d’Italia, ma alla fin fine serve solo per tre giorni!”
Peccato che io non conosca barzellette sugli scarafaggi da schiacciare; però ricordo che a Napoli dicono:”Ogni scarrafone è ballo p’a mamma soia!”.
Concludo raccontando un fatto vero. Anni fa, in una scuola di disegno che frequentavo, un compagno, che bollava come “scandaloso” il rapporto fra Ratzinger e il suo segretario, si mise a disegnare una storia a strisce antiislamica. A un certo punto si fermò, ci ripensò e mise tutto via, iniziando una nuova storia con protagonisti fratacchioni avidi e libidinosi.

Anch’io disegno vignette; ma mia cura è evitare battute che facciano male. Esiste un umorismo disegnato cattolico ( ad esempio Guido Clericetti ); però è generalmente soave e serafico; quello di sinistra ( come Crozza e Chiappori ) chissà perchè, è ghignante e vetrioleggiante.

nightshade90

si chiama satira, hai presente? se la satira è soave e serafica, allora non è satira. la satira colpisce dove fà più male. e come non possono esserne esenti i partiti politici solo perchè si sentono insultati dall’essere presi in giro nelle loro bassezze, così non possono esserne esenti le religioni.

Sandra

Nel 1996 usci’ “Il cartone”, settimanale satirico, stampato su cartone microndulato. Primo numero, vignetta di Clericetti, con i soliti due omini:
“Dove andremo a finire?”
“Di sicuro, grazie all’ingombro, non nel cesso…”
“Ecco, già una prima differenza con Cuore!”

Non credo che l’immagine di un giornale nel cesso sia soave, ma alla fine decidono le vendite. Quanto è durato “Il cartone”? Molto meno del cuore che finiva nel cesso evidentemente. Strano che in un paese a maggioranza cattolica, i cattolici non sostengano la loro satira. E che in fondo trovino piu’ graffiante (verosimiglianza?) l’immagine del fratacchione avido e libidinoso. Ma del resto anche Dante fu al vetriolo con molti prelati, e lo stesso Manzoni traccio’ una figura di prete “normale” davvero meschina.

Tino

@ gagiaccio
Un po’ come quello che dicono i leghisti con i musulmani.

nightshade90

beh, se il tema è lo stesso di questa discussione (libertà di parola e di satira), allora mi pare ovvio che se i mussulmani si sentono scandalizzati dai nostri costumi e dalle nostre libertà sia meglio per loro andare da un’altra perte, no?
semmai è quando i leghisti dicono che i mussulani devono essere DISCRIMINATI (e non è questo il caso di questo articolo) e accettarlo o anderse, che la cosa non è più condivisibile……

Tino

Vauro ha detto esattamente il contrario per quanto riguarda i vignettisti danesi.

Lorenzo Galoppini

Sì, sono scarafaggi, come qualcuno qui li ha giustamente definiti tempo addietro in occasione di uno dei loro tanti deliri (con tutto il rispetto per gli scarafaggi, ovviamente, non è che ce l’ho con loro).

Floenskij

@L.Galoppini. Il quotidiano dei comunisti francesi si chiama ( o si chiamava ) “L’humanitè”. Che bella umanità vedo qui sopra!
(Anche i Nazisti erano a questo livello quando descrivevano gli Ebrei come topi. Complimenti per essere scesi ancora più in basso nella scala biologica! )

nightshade90

il paragone con i nazisti è palesemente fuori luogo: questa è SATIRA, e colpisce in uno scandalo INDUBBIO in cui è stata vittima la chiesa. niente invenzioni, niente pregiudizi, solo fatti presi e usati per prendere in giro. di vignette del genere ce ne sono da sempre a pacchi su ogni partito politico/classe/professione/ecc.. eppure vi lamentate solo ora che è toccata la chiesa. i cattolici sono ancora convinti che la loro religione sia intoccabile e non vada presa in giro in quanto sacra. non è così. e dalle vostre reazioni risulta tragicamente chiaro che, nonostante 300 anni di illuminismo ed umanesimo, non siete diversi dai mussulmani che lanciano le fatwe contro chi fà vignette su maometto. fate tanto le vittime, ma se vi si dà un briciolo di potere (come è successo per 1500 anni in europa) tornate subito ad essere indistinguibili dai fanatici mussulmani.

Southsun

@ Florenskij

I preti cattolici sono scesi ancora più in basso, violentando i bambini “amorevolmente” affidati a loro, mentre il loro dio guardava e taceva per decenni.

Blatte di fogna coccolate e protette da Re Blatta GP II e Cimice Consorte Ratzinger finchè la fogna non scoppiò nel 2002.

Umanità cattolica.

Ciao.

POPPER

OT. UNA CURIOSITA’ DAL VATICANO.
http://www.lifesitenews.com/news/scientist-appointed-to-vatican-academy-admits-he-is-pro-legalization-of-abo

Uno scienziato recentemente nominato in Vaticano della prestigiosa Pontificia Accademia delle Scienze, Dr. Miguel Nicolelis, un neuroscienziato brasiliano che insegna alla Duke University, ha confermato in un’intervista che sostiene la legalizzazione dell’aborto e delle unioni civili per gli omosessuali, ECC…ECC…

Che sta succedendo davvero nelle comunicazioni mediatiche del vaticano? Molto confusi è possibile, ma anche una sempre più diffusa schizzofrenia dialettica cerchiobottista? Probabile, visto Avvenire e Famiglia Cristiana e pontifex tra loro divergenti e nevrotici su Berlusconi e la moralità in politica e sulla RAI.

nell’articolo c’è un passo importante: lo stesso Dr. Miguel Nicolelis afferma…..
“La questione scientifica è il parametro decisivo, tale che nessuno mi ha chiesto di prendere qualsiasi posizione contraria alle mie convinzioni personali”, ha aggiunto Nicolelis, notando che Stephen Hawking, che dice condivide le sue opinioni, è anche membro dell’Accademia.”

per contro …
“Human Life International, la più grande organizzazione pro-vita del mondo, non è d’accordo. In qualità di presidente dell’organismo, mons. Ignacio Barreiro, ha espresso “shock”….ecc…eccc……”

alla fine è bene specificare……
“L’articolo 5 della Costituzione dell’Accademia dice che “i candidati per un seggio presso l’Accademia sono scelti dall’Academy sulla base della loro eminenti studi scientifici originali e la loro personalità riconosciuta morale”, e aggiunge che la scelta è fatta “senza alcuna etnica o religiosa discriminazione”.

Vedete, la comunicazione sui siti web, sui giornali e sulle tv provenienti dal vaticano sono molto confuse e i cattolici stessi non riescono a capire se si può davvero o ancora contestualizzare teologicamente eventi scietifici e politici, culturali e mediatici, insomma il transito tra il Medioevo e l’età moderna è ancora embrionale sotto il Cupolone, sono ancora alle doglie del parto, come direbbe Socrate che aveva la madre che faceva la levatrice di mestiere.

Luigi

Beh,se la satira deve far ridere tutti,che si cominci a ironizzare su dio.

peppe

Certo che i commenti su Giornalettismo sono davvero impietosi… 😆

Un capo di stato straniero, che infanga quotidianamente il buon nome di atei e omosessuali mentre ha nascosto sotto il tappeto le lordure della sua chiesa pervertita fino al midollo fin quando proprio la pentola verminosa non era colma… avrà mica paura di una vignetta? 😉

E poi: comodo rifugiarsi dietro l’immunità diplomatica quando fa comodo e invocare la lesa maestà di un capo di stato straniero quando qualcuno punta il dito sull’immondizia.

‘Sta ggente andasse a lavorare piuttosto che frignare, che lo Stato italiano è già in deficit e parassiti non ne può mantenere più.

Andromeda

Pontifex? Ma che cacchio è, un nuovo marchio di carta igienica. Andate a vedervi Gli “angeli del male” Di Michele Placido. Questo è davvero un bel film, altro che quella scemenza di Heareafter.

moreno03

Chi è che ha avuto la bella idea di querelare quelli di Pontifex per primi? Bene, grazie all’opera di questo formidabile stratega ora anche loro sanno come utilizzare l’arma della querela.

Tino

Ma non credo sia colpa di chi ha querelato Pontifex, dubito che non le conoscessero già prima queste armi, il problema di fondo è che vauro stesso non ha espresso nessuna solidarietà nei confronti dei vignettisti perseguitati dalla giustizia e dagli islamisti con minaccie di morte.

Tino

Lo ha detto lui in un articolo cerca “Il nemico” scritto da Vauro.

EgoSum

Art. 300 Codice penale italiano.
Condizioni di reciprocità.

Le disposizioni degli articoli 295, 296, 297 e 299 si applicano solo in quanto la legge straniera garantisca, reciprocamente, al capo dello Stato italiano o alla bandiera italiana parità di tutela penale.
I capi di missione diplomatica sono equiparati ai capi di Stati esteri, a norma dell’articolo 298, soltanto se lo Stato straniero concede parità di tutela penale ai capi di missione diplomatica italiana.
Se la parità della tutela penale non esiste, si applicano le disposizioni dei titoli dodicesimo e tredicesimo; ma la pena è aumentata.

Ma l’Uaaresca Commissione per gli Affari Legali [;-)] potrebbe controllare se esista questa reciprocità?

paolino

Attenti: per il concordato, il papa è equiparato al Presidente della Repubblica, non è un semplice capo di stato estero.

Rothko61

Propongo che per punizione Vauro non venga pagato per quella puntata…
… tanto sta lavavorando gratis, senza contratto 🙂

POPPER

Ci son tanti personaggi che potrebbero benissimo lavorare gratis alla RAI, visto che son pagati ugualmente e son sempre in panchina, ma va bene così per Vauro, almeno lui non è ipocrita, non fa pesare economicamente le sue vignette sul canone, ma se prendi invece Minzolini, le sue figure di m….a le fa pagare a tutti.

Tino

Invece vauro è proprio un ipocrita perché fa solo vignette contro cristiani ed ebrei. Eppure in materia di pedofilia una vignetta con maometto non ci sarebbe stata male.

Jeeez

Come noto la “chiesa islamica” e’ stata travolta dallo scandalo pedofilia e gli imam hanno messo becco nella questione del caso Ruby
Una battuta su questo tema sarebbe sicuramente pertinente.
Ma (filippo) facci il piacere.

Tino

@ Sandro
Certo che l’apprezzo, questa sì che è satira coraggiosa.
@ Jeez
A parte il fatto che nei paesi musulmani la pedofilia è direttaente legale con le spose bambini, non capisco poi cosa facciano di male gli ebrei in italia per meritare le critiche ossessive di vauro. Aspetto comunque le sue vignette sull’attentato a mosca.

Tino

Sicuramente ma anche vauro non credo che si preoccupi più di tanto dei bambini. In caso contrario l’avremo visto fare vignette sulle spose bambine nei paesi musulmani. Ma lui ha detto che i musulmani non devono essere offesi.

Io ero Sai

Hai fatto dieci commenti con ‘sta storia dei mussulmani!

Tino

@ Io ero sai
Normale voi ne fate 70 dicendo la stessa cosa tutti. Ti da fastidio il ricordare che vauro con menzogne e propaganda ha insultato i vignettisti danesi no?

Davide P

Tutto sto casino per una vignetta…oltretutto davvero divertente…scommetto che se riguardava il capo di qualche altro stato estero non sarebbe successo niente. Avessero più senso dell’umorismo , riuscirebbero anche loro a ridere di certe battute e a capire che loro stessi sono delle battute viventi, sempre pronti ad inventare divertenti storie di fantasmi, super poteri e libri magici. 🙂

Tino

Invece no qui in Francia i vignettisti come vauro sono coperti dalla vergogna perché politicamente corretti con l’islam. Regolarmente quando si fanno vignette su politici (ancora recentemente plantu con il capo del fdg) ci sono polemiche.

Davide P

Tino, avrai anche ragione sulla Francia, ma quello che dici non c’entra niente con quello che ho detto io, ossia che se uno qui in Italia fa satira sul papa succede il finimondo. È un argomento off-limits. Basta addirittura che qualcuno dica che c’è stata poca affluenza ad un discorso del papa per essere licenziati. Stai forse cercando di dirmi che quello che dico non corrisponde alla realtà?

Tino

Sto dicendo che avete una visione “degli altri paesi” un po’ distorta. Che in italia sia più difficile insultare il papa non lo metto in dubbio, ma è possibile. Qui in Francia però sull’islam in realtà sono gli stessi vignettisti ad autocensurarsi cercando di fare vignette meno insultanti possibili, lo ammettono loro stessi perché non vogliono allerte all’attentato ecc.

bardhi

@ Tino
Se uno non lo pensa come te sul islam è un ipocrita??? dati una calmata fratello, se fosse per me l’islam e cristianesimo sarebbero stati cancellati dalla faccia della terra, ma non posso prenderlo con tutti quelli che la pensano diversamente. Mica vado a dire a Selman Rushdie che è un vigliacco perche se la presso solo con l’islam???

Tino

Ma salman rushdie non critica chi se la prende con il cristianesimo mentre vauro da addosso al vignettista danese minacciato di morte. Secondo me siete voi ad aver bisogno di una calmata non leggete quello che scrivo rispondete istintivamente. Ribasico, vauro è un ipocrita perché sta zitto sull’islam è in più insulta vignettisti minacciati di morte che hanno il coraggio che lui non ha. Dal suo salotto vediamo se ha qualocosa da dirci sull’attentato di mosca.

bardhi

se Vauro ha dato a dosso al vignettista danese, non ho problemi a dirlo che qualunque sia stato il suo punto di vista, è un cretino.
Il fatto che Vauro si è comportato da ipocrita nel caso del vignettista danese non implica che non ha piu diritto di esprimersi a suo modo o/e che le sue vigente sul vaticano non sono credibile fin che ne fa una sul islam.
E per ultimo papa + vaticano + preti pedofili non è uguale al islam, quindi aa massimo dovremmo chiedere a Vauro che se la prende con gli imam pedofili, dato che un papa e vaticano nel islam non c’è ne.

Massimo

In effetti, le basi per un “dialogo interconfessionale” tra religioni abramitiche ci sono tutte. Oggi, oltre tutto, sono più in voga le “valorizzazioni” di questo minimo… demonizzatore comune che non le varie querelle tra infedeli-fideisti (“Infedele islamico!” – “Senti chi parla! Infedele cristiano!” – “Tu sei l’infedele!” – “No, tu sei l’infedele!”… “Pronto? Chi parla? Io sono qui!” – “No: IO sono qui!”). Prova ne sia che, prima, le vignette dell’Jyllands Posten (quelle danesi) non sono piaciute (l’eufemismo è d’obbligo…) agli islamici e, ora, le vignette di Vauro non sono piaciute ai cattolici.
Dialogate, fideisti. Dialogate, ché vi fa bene. Quando dialogherete solo fra di voi, magari, chissà, un po’ per stanchezza, un po’ per noia, riprenderete a darvele di santa… fede fra di voi, lasciando stare in pace uomini e donne “di buona volontà”. È solo tra voi che v’intendete (tanto per “dialogare” quanto per prendervi a colpi). Seneca ci aveva visto giusto: “non cozzano se non quelli che transitano sulla stessa via”. Chi non ha dèi da adorare non è un bersaglio adeguato per i vostri furori fondamentalisti. Il vecchio, buon infedele… quello che gareggia con voi proponendo un dio assoluto alternativo al vostro è un interlocutore molto più adatto ai vostri pruriti assoluti(stici)!

Tino

Le vignette danesi non sono piaciute neanche a vauro che si è rifiutato di fare vignette su maometto e non ha espresso nessuna solidarietà nei confronti del vignettista danese anzi l’ha pesantemente criticato.

Massimo

La speranza era che, quanto a libertà di espressione, l’Occidente illuminato, con relativo codazzo teocratico, “reggesse botta” meglio di un drappello di esaltati islamici.
“Pia” illusione: se Vauro non è stato minacciato di morte lo dobbiamo solo ad un contesto – quello europeo – leggermente più attrezzato in materia di freno al fondamentalismo. Ma non so l’Italia del 2011 vada davvero annoverata nel club.
Tenderei a concentrarmi più su questo aspetto che non sull’obbligo di condividere per filo e per segno – come si fa appunto coi Testi Rivelati – tutte le esternazioni di Vauro.
Il pregiudizio positivo – la speranza – che, quanto a democrazia, tra l’Europa e il mondo islamico sussistano ancora delle differenze può portare persone diverse a reagire in maniera diversa, in base ai destinatari, quando è in gioco il così detto “vilipendio del tabù” .
Ciò detto, Vauro ha dato più peso all’inopportunità della scelta delle vignette danesi – che si appuntavano sul profeta, non sugli iman = clero, nel caso cattolico in oggetto -; io (e non sono il solo, credo) do più peso al principio della libertà di espressione e ribadisco il pieno diritto dell’Jyllands Posten a fare quello che ha fatto.
Va però ricordato a cosa si presta il “gioco frontale” con la minoranza (speriamo molto che resti tale) islamica nel nostro continente. Calderoli immagliettato docet – con annesso di maiali portati a far pipì in moschea in tempi non sospetti (“satira di destra”).
Fra l’altro, non avrei condiviso la “strategia politica” del sobrio leghista nemmeno se, mutatis mutandis, qualcuno avesse profanato l’ostia per qualcun altro (non per me) “consacrata”…

Andrea il Cristianaccio

A pontifex si sfiora l’estremismo religioso. Non darei tanto conto a quegli integralisti cattolici che come ben sapete appoggiano anche il governo.

L’obiezione di avvenire invece a me sembra ragionevole, alla fine si sono confrontate le vicende di B. con quelle tutti i preti.
Mentre per B. le vicende sono probabilmente vere, per il preti sono vere solo per alcuni e false per altri.
Lo sapete anche voi che fare di tutta l’erba un fascio è sbagliato, quella vignetta ha offeso tutta la categoria dei preti e sono certo che lo avete capito mentre si guardava annozero.

Inoltre, indipendentemente da chi abbia commesso cosa, non è bello fare battute così crude quando non servono a far riflettere la gente.

Spesso Vauro riesce a centrare temi importanti con le sue vignette. La vignetta dei preti sarebbe stata perfetta nella puntata di pedofilia e Vaticano, ma non ieri che si parlava del premier.

Essere contro Vauro è esagerato, però ieri quella vignetta non è stata proprio di buon gusto.

Tino

Il problema non è il cattivo o buon gusto, il problema è che vauro fa solo ed esclusivamente vignette contro cristiani ed ebrei.

crebs

Mi risulta che vauro si rifiuti anche di fare vignette contro il grande spirito manitou e probabilmente anche contro l’unicorno rosa invisibile (possano i suoi zoccoli non essere mai ferrati).

Tino

Non lo sapevo crebs ha criticato vignettisti minacciati di morte dai seguaci di manitou e dell’unicorno rosa?

Tino

Ma in Italia non c’era la teocrazia? Come mai vauro non è stato ancora impiccato? Sono anni che va avanti a fare vignette contro cristiani e ebrei. Si è sempre rifiutato di fare vignette insultanti verso i musulmani non ha espresso nessuna solidarietà nei confronti dei vignettisti danesi dicendo che non vuole partecipare allo scontro di civiltà. Però quando c’è da dare addosso a cristiani o a ebrei è sempre presente. A me questa vignetta non fa né caldo né freddo, ma vauro non è un laico: è anti-occidentale e filoislamico. Continuate con l’anticlericalismo a senso unico, non farete che fissare l’identità cristiana anche in persone che non sono poi particolarmente cristiane. Io proporrei una cosa mandiamo vauro a fare vignette contro putin nella tv russa o contro ahmadinejead sulla tv iraniana, poi vediamo se la tv italiana è peggio di quella russa o se l’italia è una teocrazia, come viene si può leggere su questo blog.

Stefano

Tino, è inutile che continui ossessivamente con questa faccenda dell’islam.
Essere atei significa, tra l’altro, non favorire o sfavorire nessuna divinità visto che per noi pari (non) sono. Come ha risposto qualcuno in un’altra occasione, per ora l’8 per mille se lo prendono i cattolici.
Se qui non c’è teocrazia c’é clericocrazia o perlomeno (pesante) clericofilia.

Tino

Stefano scusa ma vai esattamente nella mia stessa direzione non rendendotene contro, vauro sfavorisce solo cristianesimo e ebraismo. Zitto invece sull’islam. Anzi critica pesantemente chi lo attacca paragonandolo hai vignettisti antisemiti degli anni ’30. È inutile forse per chi è solo anticristiano come evidentemente tu sei. Forse invece chi è sinceramente laico qualche domanda se la pone in questo doppio standard. Vignette del genere non faranno che aumentare la clericofilia degli atei come è successo qui da noi a forza di insultare sistematicamente il cristianesimo (o l’ebraismo) e stare muti sull’islam. Io non critico la vignetta in se, ma il suo autore. E non condivido la vostra ammirazione per simili personaggi che secondo hanno un effetto boomerang proprio per le ragioni da me indicate. Sono anni che si comporta così la clericofilia è diminuita?

Tino

Ricordiamo un attimo cosa pensava vauro delle vignette su maometto: “pura propaganda bellica”

Batrakos

Tino,
però una cosa va detta.
Non è che per qualsiasi situazione di satira sulla Chiesa dobbiamo fare il processo per vedere come uno la pensa sull’Islam.
Al di là delle opinioni di Vauro: si parlava di Berlusconi e la vignetta ironizzava sulla Chiesa che lo appoggia e sul fatto che moralmente essa non è certo irreprensibile.
Poi la vignetta può piacere o meno; ma non vedo perchè dover dire ‘siccome non critica l’Islam non è credibile; voglio vedere se avrebbe il coraggio in Iran’ e via così.
Innanzitutto l’Islam in questo caso non c’entrava nulla (non si parlava di pedofilia religiosa ma di Berlusconi e del fatto che la Chiesa è dalla sua), in secondo luogo ognuno dice quel che si sente e sta a noi decidere se ci piace o no: se io critico la cucina di un ristorante non sono tenuto, per poterne parlare, ad esprimermi sulle cucine di tutti gli altri ristoranti.

Tino

Batakros ma qui stiamo parlando di una persona che non solo non fa vignette sull’islam ma critica anche con menzogne chi le fa. Eppoi tu non lo fai il processo, ma la maggior parte della gente lo fa. Allora volete parlare alla maggioranza degli italiani o solo agli atei anticristiani? Comunque se voi apprezzate questi personaggi tanto meglio, se credete che siano persone anticlericali perché laici vi sbagliate di grosso, questi sono ideologi. Visto comunque che come al solito viene detto su questo blog che queste cose succedono solo in Italia, qui in Francia succedono e la solidarietà nei confronti dei cristiani continua ad aumentare. Se mi permetti poi vauro fa politica prima di fare vignette, e questo è un problema, in questo senso pontifex non ha tutti i torti, ma credo che abbia copiato da qualcun’altro questa idea. È successo da noi con il ministro dell’immigrazione raffigurato come hitler, l’umorista è stato licenziato dal servizio pubblico è ti posso dire che molti laici hanno approvato soprattutto perché di fronte ad un dibattito ad armi pari proposto dal ministro dell’immigrazione si è rifiutato nascondendosi dietro la qualifica “artista” quando poi passava le giornate tramite la satira a criticare il governo.

Batrakos

Che Vauro sia politicizzato non lo ha mai negato nemmeno lui; ciò non signifi c a che in quanto politicizzato non possa esprimersi; così come c’è il diritto poi a criticarlo, questo è ovvio per un paese democratico.
Ma da qui alla reazione di Pontifex -comunque politicizzato anche esso, visto che è il sito dell’estrema destra filocattolica- ce ne corre.
Se poi la vignetta sia o meno controproducente o se in Italia il fenomeno Islam sia sottovalutato (anche perchè ancora qua in Italia ad oggi il vero problema è la CCAR) o se la sua riserva sulle vignette danesi sia discutibile è altro paio di maniche e sono riserve più che legittime.
D’altronde la satira è tale perchè colpisce il potere ridicolizzandolo e in questo caso il potere è l’asse politica-chiesa cattolica, al di là della valutazione dell’uomo-Vauro su cui ognuno ha diritto di vederla come vuole.
Ma tra un discorso simile e giustifi c are pontifex perchè Vauro avrebbe posizioni troppo concilianti con l’Islam c’è un salto logico indebito a parer mio.

Tino

@ Batakros
La televisione non è un paese democratico, un dibattito politico in cui c’è solo un vignettista politicizzato di parte è un dibattito che non è ad armi pari. Avrebbe più senso un dibattito tra vignettisti uno di destra e uno di sinistra. Tu mi dirai che berlusconi ha i suoi organi di propaganda. Certo ma non significa che il servizio pubblico debba diventare il servizio dell’opposizione o comunque proporre dibatitti-propaganda che in tutti questi anni hanno dimostrato la loro inefficacia. Sul discorso poi della satira colpisca il potere ridicolizzandolo ci credo molto poco, mi sembra che abbia più l’effetto del giullare del re. Quando non ci sono idee nell’opposizione puoi fare tutta la satira che vuoi che non serve a nulla. Comunque la presenza o meno di un vignettista in tv non è una questione solo di libertà di espressione, ma di opportunità. In un dibattito politico ha senso la presenza di un vignettista che usa la satira come arma politica a senso unico? In questo pontifex non ha tutti i torti, ma non sostengo assolutamente la sua posizione, anzi mi domando come mai nessun politico ha smontato ancora vauro sul suo filoislamismo. Mi sembra così facile da fare invece di andarsene come ha fatto la Santanché.

Batrakos

Mah Tino…non ho mai visto programmi in cui ci sia un umorista di una parte ed uno dell’altra: peraltro non capisco come e perchè dovrebbe esserci questo contraddittorio nello spazio dato a Vauro e alle sue vignette.
Trasformare questo spazio (dove Vauro tra l’altro lavora gratis) in un dibattito politico tra umoristi mi sembra sia fuori luogo e situazione, oltre al fatto che di umoristi validi in Italia ce ne sono pochi e Vauro ha fatto ottime vignette in questo periodo di Annozero.
Il dibattito tra umoristi, posto che ce ne siano di validi, deve avere una sua sede e un suo momento opportuno (se per ogni affermazione dovesse immediatamente esserci il contraddittorio si creerebbe un caos incredibile), quando nella fattispecie la vignetta verteva sul rapporto tra Berlusca e la CCar, ognuno coi suoi scheletri nell’armadio, e l’argomento Islam sarebbe stato del tutto fuori contesto visto l’argomento del programma.
Poi noto una cosa: se uno di sinistra tace sul cattolicesimo da una parte lo si accusa di essere conciliante con la CCar, se ride del cattolicesimo altri vengono fuori sul filoislamismo.
Mi sembrano questi tutti costrutti anch’essi ideologici…qua c’è una vignetta che era pienamente in argomento; da qui voler arrivare ad un dibattito sulla satira a margine di una trasmissione che ha un altro scopo e un altro tema è una visione ideologica anch’essa oltreche poco fattibile.
Se ad uno non piace Vauro perchè per lui è troppo conciliante con l’Islam liberissimo di avere un giudizio, ma partire da questa vignetta per sostenere tutto questo costrutto mi pare sviare il problema: la denuncia di Pontifex per un gesto satirico.
Se passa questa concezione, allora non possiamo nemmeno accettare le vignette dei danesi, vignette che, a scanso di equivoci, per me sono sacrosante al di là del fatto, come per Vauro, che possano piacerci o meno.

Tino

Batakros io non ho mai visto programmi in cui ci sia un umorista di destra sul servizio pubblico che da addosso sistematicamente alla sinistra e all’islam. Può darsi che in Italia ce ne siano ripeto sul servizio pubblico, fammi un esempio. Da noi qui in Francia è stata risolta è stato infatti proprio un responsabile vicino alla sinistra ha licenziato un umorista perché passava le giornate a fare politica criticando il governo senza nessun tipo di contradditorio. Ripeto che in un dibattito politico serio l’umorista politicizzato a senso unico non c’ha nulla a che fare, perché non è una battaglia ad armi pari. Poi vauro non da solo addosso al cattolicesimo ma pure all’ebraismo, io non sostengo quelli di pontifex mi stupisco semplicemente che su questo blog ci sia questa uniformità di pensiero e che corriate tutti dietro come pecore (scusami ma non trovo altra espressione) a persone che fanno vignette sui preti e berlusconi ma che danno una pessima immagine della laicità intesa unicamente come anticristianesimo e antiebraismo le religioni dell'”occidente” che poi sono nate in oriente poco import. Qui in Francia le conseguenze di questi comportamenti sono state disastrose, poi non sono l’oracolo che sa tutto e che prevede, ma non mi sembra che vauro abbia in tutti questi anni dimostrato la sua efficacia. Che faccia gratis non me ne frega nulla, quello che faceva non era servizio pubblico, il servizio pubblico dovrebbe dare la parola a tutti non solo a chi è compattibile con l’ideologia del politicamente corretto. Ripeto vero che in Italia c’è la questione delle tv private ma non è una buona ragione per ideologizzare il servizio pubblico. Io non sto sviando nulla le mie considerazioni sono perfettamente in tema con le riflessioni degli utenti che addirittura riescono a considerarlo “non ipocrita” e definiscono la tv italiana peggio di quella di putin. Se queste di sembrano considerazioni razionali che danno un’immagine positiva dei laici e degli atei vedi tu. Per il resto è lo stesso problema dei “dibattiti” nelle università che in realtà non sono mai dibattiti ma conferenze dove un tizio (spesso di sinistra almeno qui da noi) fa propagada unilaterale senza contradditorio. Giustamente ci si oppone alla visita del papa alla sapienza ma si lascia spazio libero a altri tipi di propaganda. Un’ultima considerazione se la sinistra viene accusata di essere filoislamica e contemporanemante conciliante con la chiesa, è perchè vero!!! Credo sia una caratteristica forse unica in europa. Ecco questa è una cosa che non succede negli altri stati europei 😉

Batrakos

Tino, in Italia culturalmente la destra attuale è sostanzialmente zero. Io non conosco alcun umorista valido di destra, non so se lo conoscono altri.
Come…ora dici che la sinistra italiana è conciliante con la Chiesa quando hai sempre detto, ancor più per Vauro, che è anticristiano, antiebraico e filoislamista?

Comunque il discorso è semplice: Vauro ha fatto una vignetta sul papa e Berlusconi.
E’ normale che a noi anticlericali piaccia e in Italia si sono offesi i cattolici; nessun laico si è risentito perchè non deride l’Islam. In Francia è altro contesto e se l’Islam diverrà forte anche da noi emergeranno anche umoristi anti islamici, per ora il polso del Paese è diverso da come lo vedi tu che stai in Francia.
Non è che ogni volta che si deride una religione (ancor più in questo contesto in cui si parlava di Berlusconi e non so come si sarebbe potuto legare Berlusca all’Islam anche volendolo) è obbligatorio iniziare una comparativistica, così come se si deride Berlusconi non si è obbligati a fare la battuta anche su D’Alema…ci sarà chi le fa sull’uno, chi sull’altro, chi magari su entrambi, così come per le religioni.

Tino

Vauro non è la sinistra, a sinistra convivono persone anticristiane e cristiane soprattutto in italia non ti sembra? Vedrai come applaudiranno il vescovo che ha criticato il soldato italiano in Afghanistan. La gente che frequenta questo forum non è rappresentativa dei laici quello che è anormale che in un sito tutti pensino sempre la stessa cosa e chiunque dice qualcosa di diverso venga percepito come cattolico

Tino

Credo che buona parte dei laici italiani non apprezzi il comportamento di vauro.
Di vignettisi anti-islamici qui ce ne sono ben pochi e similitano comunque a cose simpatiche non offensive, loro stesso dicono che si autocensurano perché sistematicamente c’è l’allerta alla bomba. Comunque fare un po’ quello che volete, non mi sembra però di vedere grandi risultati nonostante anni e anni di vignette anticristiane di vauro. Mi spieghi come mai fa anche vignette pesanti sugli ebrei e attacca gli ebrei in politica quando non vanno dalla sinistra che in quanto ad antisemitismo atttualmente non ha nulla da invidiare alla destra?

Batrakos

Tino, per risponderti mi allaccio a quella che noto essere una fallacia di partenza del tuo argomentare.

Vauro è un vignettista di sinistra, non necessariamente un critico delle religioni.
E Vauro non ha mai offeso le figure sacre dei cattolici, ad esempio Gesù o la Madonna, ma le gerarchie ecclesiastiche che è altra cosa, così come non ha mai offeso il dio ebraico ma è contrario alla politica di Israele; si può o meno essere d’accordo ma è cosa diversa dalla critica al sacro.
Non sapevo che si fosse schierato contro i vignettisti danesi, e comunque per me ha sbagliato.
Però dargli dell’ipocrita è troppo: le vignette danesi deridevano Maometto e non qualche imam o ayatollah, ovvero colpivano il senso del sacro e non le sole gerarchie.
Per me va benissimo deridere il sacro, ma visto che Vauro non lo fa (non mi risultano vignette con Gesù o Giuseppe pedofili) è anche coerente nel non essersi allineato al Draw Muhammad e iniziative consimili. Qua non concordo con Vauro, ma dire ipocrita mi sembra non tener conto di questa distinzione.

Sul resto: 1) Elogerebbero il vescovo come elogerebbero un rabbino se avesse detto cose in linea con la concezione negativa della guerra afghana…non voglio entrare nell’argomento in questione, ma non è essere filocattolici, è una convergenza di punti che anche se l’avesse detta qualsiasi altra autorità religiosa sarebbe stata accettata bene
2) Mi pare che qua ci siano moltissime posizioni anche divergenti sulla politica e ci siano voci molto critiche sull’Islam. Quello che di te colpisce molti credo che sia il tuo voler portare sempre sull’Islam il discorso anche quando non è ad esso inerente, quasi fosse un chiodo fisso (ho notato pochissimi commenti tuoi in cui non si tocca l’argomento), che in Italia ancora non possiamo avere perchè l’Islam è ancora minoritario e ancora non tocca i soldi pubblici, o non quanto lo fa la Chiesa.
Però sul fatto che comunque bisogna stare in guardia, mi pare che siamo in diversi a concordare

Tino

@ Batakros
Non è vero perché per i cattolici il papa è una figura sacra e fare vignette con la stella di davide è comunque molto ambiguo. Io conosco parecchi cattolici di sinistra che sono critichi con la chiesa come istituzione ma difficilmente accettano vignette del genere sul papa. Poi maometto è stato un capo di stato anche lui viene considerato come tale, anzi ti dico proprio che gli imam hanno usato spesso questo discorso piuttosto che quello della sacralità almeno qui in occidente. Partecipando alla lista di ateismo ti posso dire che non ho mai avuto nessun tipo di problema come succede qui, perché là esiste un vero dialogo. Qui tutti dicono la stessa cosa generalmente e se qualcuno prova a dire qualcosa di diverso viene squalificato come cattolico o troll. Non so dirti nulla, qui in Francia è diverso la sinistra critica le intrusioni della chiesa anche quando sono in accordo con il suo pensiero politico e mi sembra un atteggiamento più coerente. Fermo restando che di soldi a palate pure i comuni di sinistra ne danno alla chiesa vedi vendola in regione.

Tino

@ Batakros
Vabbé come al solito sei l’unico con cui si può stabilire un dialogo, ammettiamo che l’islam sia un chiodo fisso e allora? Su questo sito c’è gente che approva le stragi di cristiani in medioriente francamente ci sono deliri che vengono tranquillamente accettati non vedo perché non dovrebbe esserlo il mio sempre che lo sia 😉 Prova a riflettere al di là del piacere vostro personale che provate nelle vignette di vauro l’effetto che abbiano invece su tanti italiani che secondo me la prima cosa che pensano è appunto che vauro ha sparato odio con i vignettisti danesi all’epoca.
Ti saluto

Batrakos

Tino, io non volevo offenderti dicendo del ‘chiodo fisso’, forse hoi usato un brutto termine; avevo anche scritto che per te, vivendo in Francia, un certo problema è ben più sentito che da noi, per cui ti capisco.
Alla prossima occasione, ciao.

Batrakos

P.S
Tino, ho letto solo l’altro commento

Il Papa non è una figura sacra, sbagliano a dirlo. E’ infallibile solo quando parla ex cathedra ed è vicario di Cristo, non come Dio ma come Uomo stando alla teologia cattolica e al suo duofisismo.
Per cui è crititcabile (e ci si può anche serzare su) dai cattolici stessi senza che vengano accusati di blasfemia. Infatti Pontifex dice che è ‘offesa a papa e preti’ e questi ultimi sono ancor meno sacri del papa.

Per l’Islam i profeti, di cui Maometto è il sommo, sono messaggeri di dio e non potrebbero nemmeno venir raffigurati (spesso soprattutto Maometto, a parte pochi casi, nell’arte islamica sono disegnati con il velo davanti).
Per cui dileggiare Maometto (o lo stesso Gesù) è un’offesa per un musulmano diversa dal criticare un ulema o un imam; sarebbe, mutatis mutandis, come dileggiare la Madonna che per i cattolici non è Dio ma ci siamo vicini…

Tino

@ Batakros
Vauro non è la sinistra, a sinistra convivono persone anticristiane e cristiane soprattutto in italia non ti sembra? Vedrai come applaudiranno il vescovo che ha criticato il soldato italiano in Afghanistan. La gente che frequenta questo forum non è rappresentativa dei laici quello che è anormale che in un sito tutti pensino sempre la stessa cosa e chiunque dice qualcosa di diverso venga percepito come cattolico (vedi ioerosai) in realtà credo, ma poi posso sbagliare) che la maggioranza dei laici italiani (pure anticlericali) non apprezzi vauro come personaggio. Di vignettisi anti-islamici qui ce ne sono ben pochi e similitano comunque a cose simpatiche non offensive, loro stesso dicono che si autocensurano perché sistematicamente c’è l’allerta alla bomba. Comunque fare un po’ quello che volete, non mi sembra però di vedere grandi risultati nonostante anni e anni di vignette anticristiane di vauro.
PS Mi spieghi come mai fa anche vignette pesanti sugli ebrei e attacca gli ebrei in politica quando non vanno dalla sinistra che in quanto ad antisemitismo atttualmente non ha nulla da invidiare alla destra?

Io ero Sai

Rispondo qui perchè il mio precedente commento è in moderazione (devo aver scelto le parole sbagliate).

Tino ma ti pare che se uno vuole criticare il cristianesimo deve perforza criticare anche l’islam?

Uno ha la libertà di criticare chi vuole.
Io posso criticare solo l’islam, oppure il cristianesimo e il buddhismo. Oppure ignorando cristianesimo e islam posso criticare solo induismo e shintoismo.
Sono affari miei.

Tu sei soltanto offeso perchè in Francia non contate quasi niente.

Tino

In che senso sarei offeso perché in Francia non contate quasi niente? Guarda che non sono cattolico e al contrario ti dico che in questo momento siamo noi laici a non contare quasi niente se pensi che oggi chi porta alte le rivendicazioni laiche è Marine Le Pen che io non voterò di certo. In televisione la libertà di criticare chi si vuole non è mai esistita e non tutti hanno accesso alla TV. Essendo un servizio pubblico non sono affari solo di vauro semmai tanto più che lui ha criticato i vignettisti minacciati di morte che hanno criticato l’islam. Una persona che critica cristianesimo e ebraismo e critica chi critica l’islam è un ipocrita non c’è altro termine per lui. Ti da fastidio? Plantu che è un vauro nostrano un po’ migliore perché un po’ di vignette sull’islam le ha fatte pur criticando quelle danesi è odiato dagli ambienti laici.

Io ero Sai

Comunque, per mettere i puntini sulle i.
Io sono contrario a qualunque forma di religione, specialmente quella cristiana e mussulmana.
Non intendo minimamente difendere l’islam, solo che da fastidio che per criticare il cristianesimo si sia obbligati a criticare anche l’islam.

Paolo1984

Tino, tutti coloro che fanno satira politica sono politicizzati, anche quelli che hanno fatto le vignette su Maometto lo sono. La satira è sempre faziosa in quanto esprime un punto di vista. Vauro non ti piace perchè non condividi il suo punto di vista, non vedo perchè devi togliergli la sua dignità di vignettista o rifiutarti di difenderlo davanti a chi come questi di Pontifex vuole minare la sua libertà di espressione. Sul caso dei vignettisti danesi ha assunto posizioni che non ti piacciono? Ok, ma rimane un vignettista salace.

Tino

@ Paolo1984
Io non tolgo nessuna dignità metto in evidenza la sua ipocrisia. Il vignettista danese aveva fatto anche vignette su ebraismo e cristianesimo. Vero che alcune sul cristianesimo non gli sono state pubblicate, ma una che metteva insieme croce e violenza è apparsa sul giornale danese. Non confondiamo la libertà di espressione della stampa con quella della tv. Se vauro viene condannato sono pronto a firmare una petizione per lui, se vauro viene espulso non è contro la libertà di espressione, il servizio pubblico non ha come prerogativa programmi di propaganda uniltarerale senza contradditorrio, potrà continuare con la sua propaganda sul manifesto giornale peraltro che non ha pubblicato le vignette all’epoca. In caso contrario va bene anche il papa alla sapienza. E io sono contrario al papa alla sapienza senza contradditorio.

Paolo1984

Nei programmi di Santoro il contraddittorio c’è sempre. poi come la pensano lui e Vauro è notorio, ma nel dibattito in studio sono rappresentate le posizioni dell’una e dell’altra parte e lo erano anche quando parlò della Palestina.
Certo la tendenza santoriana alla spettacolarizzazione e a parlare più all’emotività delle persone che alla razionalità può dispiacere, ma il contraddittorio c’è.
Poi scusa ma mettere il contraddittorio a un vignettista è ridicolo: la satira fatta col bilancino sarebbe insopportabile.
La satira è faziosa, è offensiva, da’ fastidio e fa semplicemente il cazzo che vuole.
Il Papa alla Sapienza non c’entra proprio nulla.

Paolo1984

Nei programmi di Santoro il contraddittorio c’è sempre. poi come la pensano lui e Vauro è notorio, ma nel dibattito in studio sono rappresentate le posizioni dell’una e dell’altra parte e lo erano anche quando parlò della Palestina.
Certo la tendenza santoriana alla spettacolarizzazione e a parlare più all’emotività delle persone che alla razionalità può dispiacere, ma il contraddittorio c’è.
Poi scusa ma mettere il contraddittorio a un vignettista è ridicolo: la satira fatta col bilancino sarebbe insopportabile.
La satira è faziosa, è offensiva, da’ fastidio e fa semplicemente ciò che vuole.
Il Papa alla Sapienza non c’entra proprio nulla.

Born to be Abrahm

Parafrasando una battuta dal film “Rag. Arturo De Fanti bancario precario” del 1980 con Paolo Villaggio e regia del grandissimo Luciano Salce: offesa a capo di stato estero; estero quando fa comodo a loro!

Barbara

Sì infatti, ormai è come se ci fossero loro in Parlamento e per di più quando gli fa comodo hanno pure la pretesa dello stato estero. Se sono uno stato estero non si facciano mantenere dallo Stato Italiano.

Barbara

Non tutti i preti son pedolifi e ci sta, ma uno su quattro secondo i rapporti non rappresentano certo pochi casi isolati! La vignetta di Vauro ci sta tutta!

Tino

Come quella di islam e terrorismo dei danesi solo che vauro l’ha criticata pesantemente paragonandola alle vignette degli anni ’30.

Tino

Poi scusa quali rapporti? 25% di pedofili nella chiesa? Mi puoi dare un link?

Tino

@ Io ero sai
Sì ma cosa me ne faccio? E poi stiamo attenti con queste statistiche perché si finisce con lo “scoprire” che la maggior parte dei preti pedofili sono omosessuali. In realtà io non penso né che la maggior parte dei preti pedofili siano omosessuali, né che il 25% dei preti sia pedofili. Le stime massime di siti laici americani vanno al 4% massimo mi sembra, comunque se siete in grado di darmi un sito serio dove viene confermata la stima di barbara, aspetto, l’informazione è sempre importante purché non si sparino cifre senza fondamento alcuno.

Southsun

Ti basta guardare le percentuali da brivido a Malta, il Paese più cattolico del mondo e col maggior numero di preti.

Altro che partito dei pedofili in Olanda! A Malta sì che ha fatto il pieno di “voti”, ed erano tutti “voti” di cattolici con la vocazione!

Barbara

Tino, leggo solo ora. Andavo a memoria, posso anche essermi confusa. Dici 4%? OK, non parlerei comunque di pochi casi isolati, e quindi la vignetta di Vauro ci sta ancora tutta.

Stefano

Continuano a tirare fuori il solito argomento che non tutti i preti sono pedofili.
A questo punto si tratta solo di decidere se sono in malafede o stupidi ( o tutte e due le cose).
E’ ovvio che non tutti i preti sono pedofili. Il punto non è questo. E’ che hanno coperto quelli pedofili. Coscientemente. Fino a quando hanno potuto.
Senza ritegno.

E se la prendono per una vignetta di Vauro?

E Tino continua a menarla sugli islamici?

Contesto: i vescovi se la prendono con Berlusconi. Vauro fa notare – a modo suo – che non sono nella posizione di farlo. Vero. Che c’entrano i musulmani in questo contesto? Niente.

Dire che Vauro ha fatto una vignetta sui preti e per par condicio ne avrebbe dovuto fare una su Maometto è un altro contesto. Con Berlusconi e Vescovi non c’entra niente. E’ un’altra considerazione. Ci vuole molto a capirlo Tino?

In Francia c’è un problema Islam per cui i vignettisti si comportano da vignettisti francesi e non italiani? Già è un altro contesto, Tino.

E i vignettisti italiani non fanno satira come quelli francesi? Già, sono italiani.
Difficile?

Magari tutti e due non fanno come gli svedesi…

Tino

@ Stefano
A me sembra abbastanza chiaro che a te, vauro e alla maggior parte frega ben poco dei bambini violentati. Di istituzioni che hanno coperto la pedofilia c’è anche la scuola pubblica francese, sai quella senza crocifissi che volete tanto scimmiottare? Insegnanti che hanno violentato per anni senza problemi. Magistrati pure. Poi io sono intervenuto sulle statistiche di barbara. Nulla di più. Che si possa criticare la chiesa cattolica perché fa la morale e poi si comporta da delinquente mi sta bene e condivido. Che si faccia della pedofilia qualcosa di intrinseco ai preti non sono d’accordo. Tra l’altro chi si oppose alle leggi all’epoca che permettono di condannare oggi furono Foucault, Derrida e tanti altri personaggi appartenenti alla sinistra perché firmarono contro la maturità sessuale.

Tino

@ Southsun
No a me non basta guardare “le percentuali da brivido” che poi non si sa neanche quale siano a Malta. Ti piacerebbe si lanciassero senza veramente controllare percentuali sui pedofili nelle istituzioni laiche senza crocifissi francesi? E guarda che ci sono delle persone che sono state uccise per difendere i notabili che utilizzavano le strutture di handicappati per soddisfare i loro bisogni. Vogliamo parlare della figura che ha fatto l’élite laico-atea con il caso Polanski? A me questo interessarsi alle vittime di pedofili unicamente quando c’è di mezzo la chiesa o berlusca comincia a puzzare un po’. Mettere in evidenza l’ipocrisia di una chiesa che predica la morale e poi razzola male ok, ci sto. Farne un’istituzione dove la pedofilia sarebbe più diffusa no. Andiamo a fare indagini negli ospedali psichiatrici, nelle strutture per bambini portatori di handicap, nelle ong laiche all’estero e poi vediamo.

Stefano

@ Tino

A me sembra abbastanza chiaro che a te, vauro e alla maggior parte frega ben poco dei bambini violentati (?)

E tu hai anche il vezzo di parlare di razionalità?
E da cosa ti risulta abbastanza chiaro CHE A ME FREGA BEN POCO DEI BAMBINI VIOLENTATI? Dal fatto che a te piacciano le lasagne? Questo il tuo modo di argomentare.
Se qualcuno nelle scuole francesi ha coperto i pedofili deve pagare, non servire come giustificazione al fatto che qualcun altro ha coperto i pedofili nella chiesa cattolica. E al fatto che Vauro non può fare vignette perché qualcun altro in Francia non le ha fatte suglio insegnanti pedofili. O su Maometto.
Ma come diavolo (s)ragioni?

Stefano

@ Tino

Che si faccia della pedofilia qualcosa di intrinseco ai preti non sono d’accordo

Continuano a tirare fuori il solito argomento che non tutti i preti sono pedofili.
A questo punto si tratta solo di decidere se sono in malafede o stupidi ( o tutte e due le cose).

Scegli.

Southsun

@ Tino.

Volevi statistiche sulla pedofilia dei preti a Malta? Eccotele:

Dal 1999 sono stati accertati 45 casi di pedofilia su un totale di 855 sacerdoti per 400.000 abitanti. La concentrazione di preti pro capite più alta del mondo.

Le denunce sono state più di 3.000! TREMILA! Chiama un esperto in statistica e fatti fare le elaborazioni, chè vedi quello che ne vien fuori.

Questo per stare ai casi denunciati e venuti alla luce e SOLO dal 1999 in poi. Immagina il resto sepolto e dimenticato!

Oppure vuoi farmi credere che la pedofilia nella Chiesa è un fenomeno moderno?

Ma il PUNTO non è manco questo. Il punto è la sistematica protezione offerta loro dalla gerarchia. Lo scandalo più infame è questo.

Sandra

Non si tratta di vedere quanti siano i preti pedofili rispetto al resto del clero o della popolazione, ma di quale e quanta protezione abbiano usufruito da parte di un’istituzione che fa della morale sessuale uno dei suoi principi!
E quindi la vignetta di Vauro appunto ci sta, tutta. Ma ti dico di piu’, ci sta tutta anche per i cattolici, che sanno, hanno sempre saputo dell’ipocrisia della loro chiesa, e che quindi si rendono ridicoli da soli: come quei fedeli che difendono berlu dicendo “ma noi abbiamo la confessione”! Se hai un principio, lo rispetti e lo onori, non cerchi sempre di svicolare, altrimenti fai ridere. Quando i cattolici che si professano tali saranno anche coerenti in tutti i loro comportamenti – e questo in un paese sedicente cattolico si dovrebbe tradurre in famiglie con molti figli, evasione fiscale e corruzione quasi nulla, zero divorzi, poche infrazioni del codice della strada, ecc – allora li si potrà prendere sul serio. Hai mai visto Vauro fare una vignetta sui luterani svedesi?
E poi non capisco nemmeno perché la pretesa (o l’illusione?) che un personaggio pubblico e famoso debba essere obiettivo o coerente, ma scusa tu quanti ne conosci? Vauro non lo è, è chiaramente schierato, e per i miei gusti troppo in modo ideologico, pero’ fa delle vignette divertenti, e bon, mica lo dobbiamo sposare, no? Non facciamo gli ingenui.

Tino

Io ho visto vauro prendersela con il vignettista danese minacciato di morte. Dal suo salotto sto aspettando una vignetta sull’attento di mosca. Comunque non sono io ad aver tirato fuori le statistiche scusa leggi bene il filo è barbara.

dv64

Non gli piace Vauro? Cambino canale e si gustino le raggelanti vignette del “satiro” di porta-a-porta, il bello del digitale terrestre è che ci sono svariate decine di canali in cui cercare ciò che si preferisce vedere.

Tino

Ci sono canali pubblici dove i vignettisti fanno satira sull’islam e sulla sinistra unicamente?

dv64

L’altra sera Bersani è stato definito da Vauro come un pipparolo senza che nessuno si sia strappato le vesti gridando allo scandalo. Definirlo di sinistra è una forzatura, comunque…
La satira, per definizione, deve avere nel mirino i poteri forti e deve farlo in modo che i “bersagli” non siano poi indotti a chiedere i disegni originali come souvenir (vedi Forattini).
E’ quindi ovvio che qui in vaticalia sia il cattolicesimo ad essere preso di mira, non mi risulta che gli islamici godano dei suoi stessi abnormi privilegi (insegnamento nelle scuole pubbliche, esenzione delle tasse comunali, leggi dello Stato adattate ai suoi precetti, ecc. ecc.).
E’ auspicabile che prima o poi anche nei Paesi islamici la satira e la critica diventino lecite come (quasi) avviene qui da noi; fortunatamente la Rivoluzione Francese è avvenuta in Europa e non in Mesopotamia ed i preti se ne facciano una ragione.

Tino

@ dv64
Io quando parlo di sinistra parlo di quelli come vauro che hanno sostenuto il comunismo per anni e oggi si presentano come candidi come neve e fanno morale a destra e a sinistra. Quanti comunisti vanno a Cuba per usufruire della prostituzione minorile molto diffusa nonostante quanto racconti la propaganda castrista? Facciamo un po’ delle statistiche su quello.

Florasol

OT
nella pagina dell’articolo di Pontifex appare la pubblicità di un gioco di ruolo basato sull’antica Grecia credo… lo slogan è “SCEGLI LA TUA DIVINITA’ ”

…se se ne accorgono quelli di Pontifex gli viene un ictus 😆

bradipo

ROTFL… Google adsense ha più senso dell’umorismo degli estremisti di fede… chissà, vista la nota “ironia del caso”, forse siamo veramente governati da un dio burlone e chi si prende troppo sul serio è il primo a non coglierlo? Sarebbe divertente in effetti… corro a convertirmi 😆

Io ero Sai

“Il sito ultra-cattolico Pontifex”
ultra-cattolico? No no. Quello è il vero cattolicesimo! Quello che c’era dappertutto prima dell’illuminismo. Adesso ci sono alcuni “cattolici-umanisti” , ma il vero cattolicesimo è quello di pontifex.

“fazioso, istigatore di odio e da estirpare come mestastasi”
Beh si, anche io sono contro il Clero.

La satira, continua il prete, è “il nuovo idolo davanti al quale inchinarsi”
E allora? L’importante è che il prete sia dietro, cosa gli cambia?

Davide P

@ Tino. Che p@||e con questa storia! Vauro sarà anche schierato, ma avrà il diritto di esserlo? Potrà avercela con i cristiani e fare vignette su di loro? Fa una cosa, proponi una legge che obbliga ogni vignettista a disegnare esattamente lo stesso numero di vignette per ogni religione, così evitiamo disparità di trattamenti. 🙂 ma dai! Prendi atto della situazione italiana, che è quella che ti ho descritto più su; se poi non ti piace Vauro, non leggere le sue vignette. P.s. A me Vauro non è che piaccia poi tanto…se fa una vignetta che mi piace rido, altrimenti no. Semplice, non trovi?

Tino

Stiamo parlando di servizio pubblico, ti ho risposto su ma in attesa. Della situazione italiana è anche responsabile uno come vauro perché la maggior parte dei laici moderati non si riconoscono certo in simili personaggi. Qui i vignettisti contro l’islam si autocensurano direttamente per paura.

COLPANI GIOACCHINO

Posto che “Anno Zero” ha nel suo DNA l’antiberlusconismo, che Santoro si attornia di un cast
paranoico, ossessionato dal Travaglismo, che non tutto il pubblico “pagante” il canone, condivide l’indirizzo politico di questo programma di intrattenimento, che la faziosistà impregna ogni istante della trasmissione, che tutto ciò non fa onore al programma, levare gli scudi sul vignettista perchè azzarda un suggerimento non tanto fuori luogo, per quanto ci è dato sapere, circa la predilezione delle tonache per i putti e putte, personalmente limiterei la mia rprovazione a questa vognetta, per quanto attiene l’attribuzione di pedofilia al Berlusca.
Che ne sa, il nostro artista di questi desideri o deviazioni del Premier?
Silvio Berlusconi, per chi lo conosce, tutto è tranne un pedofilo. Il Berlusca è un anarchico folle. Un generoso, sovente vittima della sua follia.
Vauro, semmai, con quella vignetta ha solo messo in evidenza, cosa può generare la castrazione culturale tipica della dottrina cattolica.
Il pedofilo, fiorisce in quegli ambienti ossessionati dalla omofobia e dalla sessualità.
Alla prossima

Batrakos

Colpani

Beh…Vauro non ha scritto che è pedofilo, ha scritto ‘gli piacciono minorenni’ e questo mi pare assodato.
A parte che un premier, dato il ruolo importante e lo stipendio ancora di più, dovrebbe essere concentrato sul suo lavoro e a 75 girare per festini notturni credo che al mattino non lasci molta capacità di concentrazione (ogni tanto infatti vediamo che si appisola).
Più, al di là del problema della minore età, c’è un giro quantomeno dubbio legalmente, compresa la telefonata in questura di cui è difficile pensare fosse all’oscuro.
Per cui, se anche io in passato ho deprecato un certo bacchettonismo , mi sembra che elementi che vanno oltre il voyeurismo mediatico ci siano…
Uno come cittadino è innocente fino al terzo grado di giudizio, ma come pubblico ufficiale spesso viene sospeso cautelarmente a fronte di vicende simili e credo che per i politici dovrebbe essere lo stesso.

Tino

Io non lo so se a berlusconi piacciano le minorenni finché non viene provato non lo possiamo sapere. Chi ti dice che a vauro pure piacciono le minorenni e che dietro queste vignette non ci sia un’ossessione del tipo invidia? Intellettuali di sinistra con minori non ne sono mai esistiti? Mi sembra che vi sia una lunga tradizione sia in Francia che in Italia. Senza contare che sono proprio gli intelletutali di sinistra come Deridda all’epoca a essersi opposti al concetto di maturità sessuale quello che ci permette oggi di condannare i predatori sessuali di minori.

Batrakos

Tino,
beh…che a Berlusconi piacciano minorenni ci sono più indizi rispetto alla tua ipotesi che piacciano a Vauro e, posta una certa leggerezza di approccio passato al problema da parte della sinistra italiana e non solo, quella di Vauro resta una battuta caustica sul modo di gestire i problemi politici da parte della Chiesa…battuta un po’ forte ma che non è una bacchettonata sui gusti del Berlusca quanto una risata sulla capacità di ‘contestualizzare’ tipica del Vaticano.
Che però questa tendenza bacchettona ci sia stata e ci sia in certi settori moralizzatori dell’antiberlusconismo, come Repubblica che ad esempio parlava più di Ruby che di Mirafiori, sono d’accordo

COLPANI GIOACCHINO

Egregio Batakros

se vogliamo, come non condividere, che il Presidente del Consiglio, non dovrebbe dare adito a insinuazioni di pedoflia se ne sussistessero i presupposti.
Non voglio entrare in disquisizioni parolaie, che alla fine ci lascerebbero entrambi nelle nostre convinzioni.
Se c’è qualcosa che a me, come cittadino della nostra amata italietta, interessa, non è certo la satira di Vauro ne tanto meno l’enfatizzazione del caso Ruby. Beninteso, visto da questa e da quell’altra parte. Se vuoi dalla nostra e dalla parte di altri.
Affermo che il Berlusca è un anarchico folle, e lo confermo. Ma sono in grado anche di confermare che pur non essendo uno stinco di santo, e ci mancherebbe solo questo, è un uomo come altri, con tutte le pulsioni e i desideri che si affacciano sempre più, quando ci si rende conto che la vita ha una sua finittezza, che il lavoro, qualsiasi esso sia, dovrebbe venire dopo e non prima della soddisfazione delle tentazoni. E come diceva qualcuno molto più saggio di me, le tentazioni, vanno soddisfatte.
Presidente del consiglio o no, in casa propria, e per cortesia lasciamo perdere l’etica, la morale, e tutte quelle palle che infestano l’aria, perchè amico mio, per me, si è morali o immorali, se ci si comporta bene con i propri simili, se si rispetta il quotidiano, non certo se si è attenti a propiziarsi la divinità, dietro la quale gli uomini di chiesa si nascondono spesso.
Al piacere di averti stuzzicato una reazione

grazie

alla prossima

G. Colpani

Tino

@ Batakros
Vabbé se berlusconi è colpevole che sia condannato, che ci siano degli indizi ok, io preferisco però le prove piuttosto che i processi mediatici. In ogni caso in Francia non sarebbe stato possibile attaccarsi al primo ministro o al presidente della repubblica (sto parlando della magistratura) in questo modo, in fondo siete più evoluti di noi?

Tino

Finalmente un commento razionale, che non condivido completamente ma che almeno dimostra una certa superiorità intellettuale rispetto alle analisi superficiali che si leggono spesso qui. Cosa che non succede su ateismo ci tengo a precisarlo.
Buona giornata a tutti

Paolo1984

Le tentazioni vanno soddisfatte? le ricordo signor Colpani che andare con una prostituta minorenne è reato.

Paolo1984

E Berlusconi sapeva benissimo che Ruby era una minore, anche se non lo sapeva peggio per lui: la legge non ammette ignoranza.
Poi se non lo sapeva vuol dire che è un cretino oltre che un mafioso piduista, classista quindi è un motivo ulteriore per cui deve andarsene

Tino

Che strano però nel caso Ribéry il reato è stato constatato e pure su Le Monde c’è gente che lo ha difeso auspicando la legalizzazione della prostituzione minorile. Detto questo io sono ovviamente CONTRO la prostituzione minorile e per il rispetto delle leggi in vigore. Vorrei sapere però de il signor Paolo1984 ha spiato ruby e berlusconi per avere tutte queste certezze.

Paolo1984

Tino, è il presidente del Consiglio! vuoi che non abbia i mezzi per accertarsi della reale età delle giovani che frequenta? certo che ha i mezzi quindi lo sapeva e se non lo sapeva è un cretino che a causa dei suoi vizi da satrapo si rende ricattabile quindi è indegno di occupare il posto che occupa oltre al fatto di essere un mafioso piduista e classista.

ilVoltaFrittate

Vauro intendeva che siccome a B. piacciono le minorenni, potrebbe sopire i suoi istinti carnali votandosi alla castità e alla contemplazione.

Southsun

Pontifess è l’unico carcinoma da estirpare, insieme al protettore di Don Marco Dessì: Nazinga XVI.

Una massa di maiali che grugniscono e sguazzano in mezzo alla cacca, e parlano di igiene in casa d’altri.

In quanto all’odio, sono talmente ossessionati dagli omosessuali che Hitler è un cherubino a loro confronto.

Giovanni Bosticco

Vorrei parlare, una buona volta, di questo
“oltraggio alla religione”, prunibile per legge.
Se, poniamo, amo una ipotetica Pinca Palla,
e denuncio chi la deride, oltraggiando il mio
sentimento, dovrò, davanti al giudice, dimo-
strare l’esistenza di costei.
Ora i cattolici, che vogliono denunciare alla
Giustizia chi irride al loro “creatore”, e al loro
“figlio risorto”, dimostrerebbero, di fronte al
giudice, l’esitenza di costoro?
Forse, amici atei, stiamo facendo un errore.
Non c’è da battere su chi la pensa diversamente,
come i Valdesi, ma su chi ci obbliga a pensare
diversamente da loro.
La disgrazia è che qualcuno si sia inventato il
Creatore, o suo figlio morto e risorto, e sia
venuto ad imporcersi la sua idea.
Se à per quello, quanto a idee strane, abbiamo
gli ufologi, che “vedono” astronavi estranee, o
gli spiritisti, che credono di contattare i defunti.
La disgrazia è un:altra: i cattolici, a differenza
degli altri, che ho citato, vogliono imporre a
noi la loro idea, mentre gli altri non lo fanno.

Paganini

Il loro è’ solo un mettere la testa sotto la sabbia per nascondere scomode verità.

#Aldo#

C’è chi si offende se raffiguri Maometto e chi si offende se raffiguri il papa, siamo sulla stessa lunghezza d’onda. Ah, per l’occasione si sono ricordati che il papa è un “capo di Stato estero”, cosa che in altre occasioni dimenticano volentieri. Secondo convenienza.

Davide P

Esattamente. Non potevi essere più sintetico ed incisivo di così. Questa loro affermazione dovrebbe almeno metterli di fronte alla realtà in cui viviamo: prima di parlare, bisogna chiedere il permesso al capo di uno stato estero e guai ad offenderlo con qualche battuta. Ed il bello è che alla maggioranza delle persone va bene così.

Sal

Pontifex hanno dimenticato che la Bibbia dice: ” l’offendersi è ciò che riposa nel seno degli stupidi. ” (Ecclesiaste 7.9)

Peccato che dicono di vlerpredicare il vangelo ma non sanno nemmeno cosa c’è scritto.

“a chi ti schiaffeggia sulla guancia destra, porgi anche l’altra” ( Matteo 5.39)

Ma che se ne fanno del Vangelo, prima lo vovlevano bruciare, poi hanno deciso che lo dovevano avere solo loro, poi hanno detto che l’unica vera interpretazione è solo la loro, ora dimostrano che non l’hanno neanche letto.

ser joe

La satira sarcastica deve essere fatta con intelligenza per indurre a fare riflettere. E quella di Vauro lo è. Ma per riflettere comporta un cervello fine e quello degli ultracattolici di Pontifex è sì fine, ma inteso come dimensione e cioè grande come quello di una gallina.
(P.s.: Mi scuso con le galline)

Tino

Fa riflettere in effetti che berlusconi non sia stato condannato, mentre polanski condannato per prostituzione minorile e stupro è stato difeso da tutta l’élite laico-liberal in Francia (abbiamo avuto diritto a “non era nemmeno vergine” da parte di un ateo)

valerio

I commenti si sprecano ma la realta’ e’ una ed una sola : con la satira si copre il disprezzo per la Chiesa che si taglia a fette ; in nome della satira si calpestano TUTTI i valori , anche quelli inviolabili di un individuo come me che , nonostante tutto , crede in Dio , in Cristo e nella Santa Chiesa Cattolica , come unici valori di riferimento che tengono in piedi questo mondo di odio in cui l’uomo e’ molto piu’ animale dei veri animali . Perche’ Vauro , travaglio santoro e soci non vanno a fare la satira e sbandierare i loro principi di pluralismo ,democrazia e tolleranza in quei paesi dove i cristiani , tra l’indifferenza di tutti , ……visto appunto che loro si ritengoni i paladini della “vera” democrazia ……. , sono quodidianamente fatti a pezzi dalla visione ancestrale ma purtroppo attuale del fondamentalismo di altre religioni ?????????? PERCHE’ LI’ LA PAURA FA 90 ED IL LORO BEL CULO NON STA ASCIUTTO COME NELLE POLTRONE DELLA RAI !!!!!!!!! Allora lì si e’ in prima linea , e se si dice qualcosa di satirico del volgare e squallido tenore utilizzato ad annozero , hai gia’ un piede e mezzo nella fossa !!!!! . Qui invece in nome del NUOVO DIO SATIRA si possono prendere a calci tutti , soprattutto i preti come maurizio patriciello , soprattutto le migliaia di religiosi e di laici ( NON LAICISTI) impegnati come lui ogni giorno che combattono silenziosamente per i diritti dei piu’ diseredati , soprattutto chi silenziosamente porta ogni giorno la propria CROCE DI CRISTO autenticamente , in silenzio , colpevole solo di essersi schierato dalla parte dei piu’ abbandonati e contro le ingiustizie , colpevoli solo di quella rivoluzione silenziosa che SOLO PUO’ SALVARE IL MONDO DA QUESTO BARATRO , colpevoli solo di proclamare con i fatti , e non con le chiacchiere , il messaggio che 2000 anni fa con le parole e con i fatti qualcun altro ha dismostrato ( VOLUTAMENTE CON LA PROPRIA VITA E NON CON DEI SERMONI ) essere L’UNICO ED IL SOLO CONNATURRATO NELLA VITA DI CIASCUN UOMO IN OGNI TEMPO .
Quindi attenzione Santoro , Vauro e compagni bella !!!!! Con il vostro strumentale comportamento di odio ormai non piu’ tanto velato , state facendo una guerra vera e propria , ma non con armi ( ve ne guardereste bene perche 1) avete paura e 2) volete fregiarvi di essere pacifisti autentici ) , bensi sul piano intellettuale e delle coscienze radicate in ciascuno di noi e pertanto molto , ma molto ,molto piu’ difficili da estirpare . La stragrande maggioranza degli italiani che non vi risponde da questi blog ( perche’ non ha tempo dovendo sfangare agni giurno il proprio quotidiano ) , che poi e’ l’asse portante di questo Paese , interrogando la propria coscienza , sappiate che prova per voi solo un senso di pena !!!!!!!!!!!! ….diceva un caro personaggio a Voi noto , che , nonostante le diversita’ politiche , condivido in pieno : Ucciderete me , ma non l’idea che e’ dentro di me ( G. Matteotti ) !! …..quindi state attenti che tutto il carrozzone di fango che state scaricando non vi ritorni addosso come un boomerang !!! A quel punto non so se avrete ancora tempo per ridere squallidamente sulla sofferenza e sulla pelle di chi oggi da voi viene ucciso interiormente , il che e’ peggio dell’uccisione fisica , essendo giustamente stufo del fango che continuate a gettargli addosso !!!!! State toccando tasti un po’ delicati , state aggredendo chi non ha voce , chi cerca di dargliala , i Ministri ed il Suo Capo , i quali tutti appartengono ( anche vioi , con il battesimo , ve ne siete scordati ? ) a COLUI CHE TUTTO PUO’ …. Vi conviene ??? Io fossi in voi ci penserei un attimo ….siete ancora in tempo !

Kaworu

guarda se ti prendi la briga di leggere gli altri commenti, alle tue (peraltro vecchie, stravecchie e stantie) obiezioni è stato già risposto.

tra l’altro stai minacciando e credo sia una cosuccia contraria al regolamento, quindi fossi in te tornerei in siti dove si può parlare liberamente in nome dell’amore e libertà di espressione come che so, cattolici romani.

Alfonso

Questo o è Amicone, o un suo fan. Lo stile è a sua immagine e somiglianza.

Clelia

Ma quindi sono io la strana che nutre per Santoro una grande stima e per i bigottoni come te una grande pena? dovrebbe essere al contrario? .-.

Southsun

@ Valerio.

Telefona in Vaticano ed esponi la tua tiritera sui “sofferenti” a Nazinga XVI, già protettore di Don Marco Dessì – violentatore di bambini di strada – e compare di Wojtyla, che avallò la letterina di congratulazioni del Card. Hoyos al vescovo Pican per aver protetto il pedofilo Bissey.

Vai a nasconderti dietro il velo di qualche idolo mariano, che fai più bella figura.

Il fango ve lo siete tirati addosso da soli, adorando idoli costruiti da preti manilunghe, che avete difeso e protetto e giustificato dalla Donazione di Costantino in poi. E siete falsi come essa.

Il tuo dio inventato ci fa paura come le ombre cinesi.

Paganini

Ti cito: “[…]PERCHE’ LI’ LA PAURA FA 90 ED IL LORO BEL CULO NON STA ASCIUTTO COME NELLE POLTRONE DELLA RAI […]”.

Non sembra il linguaggio di un credente. Considera che il Papa ha detto: “I cattolici siano sentinelle di internet, si puo’ stare sul web con stile cristiano” (La Repubblica 24-01-2011).

Infine dici: “A quel punto non so se avrete ancora tempo per ridere squallidamente sulla sofferenza e sulla pelle di chi oggi da voi viene ucciso interiormente”. Non ho parole, tutto per una vignetta. Vuoi dire che un Dio onnipotente si offende per una sciocchezza del genere?

neverclean

Posto che “una risata vi seppellira’”, diamo alcune informazioni a Valerio:
1. Alcuni preti cattolici fanno del bene. Certo: ogni organizzazione gerarchica, come e’ la Chiesa Cattolica, ha bisogno di qualcuno che le faccia lustro. Il vertice della gerarchia usa chiamare costoro gli “utili idioti”. Gli utili idioti non giustificano la presenza della gerarchia. Tradotto: i preti che fanno del bene continuerebbero a farlo senza il Vaticano e la CEI.
2. I preti pedofili sono una minoranza. Certamente, anche se sono percentualmente piu’ numerosi che nella società civile. Ad es., nell’Istituto Provolo di Verona su 31 esponenti del clero, 25 hanno abusato dei bimbi sordomuti, compreso qualcuno che e’ diventato vescovo (trasmissione TV su RAI3). A Malta, in Belgio, i casi di abusi sessuali nel clero cattolico si avvicinano al 50%, etc. Bisognerebbe riflettere su questi dati con maggiore serietà, anzichè negare il problema.
3. Vauro e’ stato denunciato da Pontifex con il supporto de L’Avvenire per una vignetta sul papa. Berlusconi e’ stato “contestualizzato” da Bagnasco per una barzelletta blasfema, mentre l’Avvenire taceva. Non trovi un po’ strano questo doppiopesismo?
Valerio, devi imparare a riflettere sui fatti e sui dati per capire la realta’, altrimenti non andrai mai da nessuna parte. Neanche in Paradiso, perche’ la resurrezione della carne dopo il giudizio universale e’ una palla megagalattica “ad usum” utili idioti.

Tino

Negare il problema no di certo ma prendere i dati come verità assoluta e certa neanche. Quali sono le fonti? Ci tengo a precisare che sicuramente ci sono fenomeni sommersi tipo gli accordi fianziari con le famiglie, fatto sta che io credo che se si facessero statistiche sulla jet set, sullo showbizz si troverebbero le stesse percentuali. Il caso Polanski poi è eblematico, appena gli tocchi uno dei suoi l’élite laico-caviale si scatena e tira fuori il peggio di sé. Per quello che mi fido un po’ poco sia della chiesa ma anche di certe élite laiche convertite alla protezione dell’infanzia.

Sandra

Oh ma dai Tino, Polanski è una vecchia storia, e si era già messo d’accordo con madre e figlia, fu il magistrato a riaprire il dossier DOPO l’accordo. E Polanski fuggi’. Ha sbagliato, d’accordo, ma non lo puoi davvero paragonare a uno che violenta una bambina, non li puoi mettere sullo stesso piano. Perché allora la prima a dover andare in galera sarebbe stata la madre, per come la vedo io. La stessa ragazza recentemente aveva chiesto di lasciar perdere, era vittima prima di tutto dell’ambizione della madre, e Polanski le aveva risarcite.

tonino

@ valerio:
vaneggiamento totale.
sul canone: il direttore di Pontifex invita a non pagarlo: si vergogni,
io invece invito tutte le persone laiche e coerenti a non guardare mai Mediaset
che offende l’intelligenza delle persone al pari delle religioni. BOICOTTIAMO Mediaset

Marco Uno

Ma perché voi cattolici siete sempre così pesanti?
Ogni argomento dev’essere un mattone infarcito di parole come croce, sofferenza, sangue, dolore.
Quanto vi piace confondere la disgrazia con la profondità.

Stefano

(Ladro massacra anziana indifesa col crocifisso. È il riassunto di duemila anni di cattolicesimo)

Spinoza.it

Sandra

valerio, informati, Travaglio, oltre a essere andato a scuola dai salesiani come berlu, è cattolico praticante, se cerchi online troverai una suo foto mentre fa la comunione, e un’intervista in cui dichiara di preferire i canti gregoriani al posto delle schitarrate.
Santoro 47enne poi è convolato a seconde nozze, benedette da un cardinale, per cui non credo lo si possa tacciare di ateismo (e se fosse, è il filtro della chiesa a essere in difetto): nella puntata della pedofilia non finiva piu’ di dire “sono solo casi isolati”….

FSMosconi

@Valerio

Mi stai dicendo che:

1: nonostante il tuo bel dio che ti ama tanto il mondo per te è una cloaca perchè NON TUTTI SONO COME TE
2: ti manca “Zio benny” e non XVI, entiendes?
3: sei un manicheista di prima classe che associa al non conforme alle proprie idee l’odio indiscriminatp. La cosa divertente (se così si può dire) e che sei tu il primo a provare rancora
4: in accordo col punto 2, vorresti tappare la bocca alla satira. Magari anche a tutte le espressioni verbali e non che non sia pro-pope
5: non hai senso dell’humor.. ma è normale se vedi i punti dall’1 al 3
6: per caso il tuo dio non sa perdonare?
7: …ne ha humor sense? => vale la pena di chiamarlo “onnipotente”

Rispondimi su, CLino di quarta categoria…

Ciccio

come unici valori di riferimento che tengono in piedi questo mondo di odio in cui l’uomo e’ molto piu’ animale dei veri animali .

se c’è qualcuno/qualcosa che predica odio e discriminazione è la tua cara chiesa di ipocriti, leggiti il vostro testo sacro pieno di ammazzamenti, omicidi, discriminazioni, soprusi, violenze. Prima che tu inizi a frignare e dica “anche i musulmani lo predicano/fanno” in stile “maestra, anche Mario l’ha fatto!” ti dico fin da subito che sì, anche loro predicano queste schifezze.

Perche’ Vauro , travaglio santoro e soci non vanno a fare la satira e sbandierare i loro principi di pluralismo ,democrazia e tolleranza in quei paesi dove i cristiani , tra l’indifferenza di tutti , ……visto appunto che loro si ritengoni i paladini della “vera” democrazia ……. , sono quodidianamente fatti a pezzi dalla visione ancestrale ma purtroppo attuale del fondamentalismo di altre religioni ?

“forse” in quei paesi non ci vanno perché sono italiani, sono nati e cresciuti in Italia ed è del tutto naturale che parlino principalmente di problematiche italiane.

Giulia

@Valerio: l’uomo non è un animale (senza nulla togliere agli animali), questo non pensarlo mai, anzi, lotta per vedere nell’uomo (uomo uomo, non super uomo o uomo figlio del divino) tutta la bellezza che in potenza può dare, contribuendo con l’aiuto dei tuoi simili a tirargliela fuori quando la dimentica perché la vita è dura.

Ti suggerisco vivamente questo sito inglese, si tratta del British Humanist Association:
http://www.humanism.org.uk/home

[L’umanesimo di cui si parla è l’idea che si possa dare un senso al vivere usando la ragione, l’esperienza e quei valori umani storicamente costruiti tramite errore e correzione, senza il bisogno di credo religioso o superstizioso. Gli umanisti intendono approfittare al meglio delle loro vite creandosi da soli significati e obiettivi, scegliendo di prendersi le responsabilità delle proprie azioni, lavorando collettivamente per il bene comune. Non credono in Dio né in dei o altre divine entità sovrannaturali, né che l’universo abbia bisogno di una giustificazione divina per avere senso. Le altre persone che coabitano questo pianeta sono una preoccupazione morale, non perché fatte su immagine di Qualcun altro, ma per ciò che sono in loro stesse.

Si tratta di una visione naturalistica delle cose, che supera l’ateismo o l’agnosticismo, ma rappresenta una filosofia etica più ampia di queste che nascono in reazione alle tematiche religiose. Crede nei diritti individuali e nella libertà di tutti i singoli, ma anche che la responsabilità individuale, il mutuo rispetto e la cooperazione sociale siano altrettanto fondamentali. Sono convinti che le persone possano (e continueranno a) trovare soluzioni ai problemi del mondo, in modo da migliorare le condizioni di vita per tutti. Traggono ispirazione dalle proprie vite, dall’arte, dalla cultura, e da un ricco mondo naturale. Credono che ci sia una sola vita, e che sia nostra responsabilità fare in modo che sia una buona vita vissuta in pienezza.]

Stefano

@ Valerio

“State toccando tasti un po’ delicati , state aggredendo chi non ha voce (COLUI CHE TUTTO PUO’ ?), chi cerca di dargliala (a COLUI CHE TUTTO PUO’ ?), i Ministri ed il Suo Capo”

senti, già che ci sei, come mai il tuo (COLUI CHE TUTTO PUO’) dio (e gli altri) i miracoli li fa per conto proprio mentre quando si offende (o ritenete che si sia offeso, o vi offendete voi) minaccia e punisce per interposta persona? Non si vuol sporcare le mani?

fresc ateo

NO voi preti non ci potete metterete più ai roghi,voi parassiti e nullafacenti, voi cittadini di uno stato straniero e extracomunitario che vive e campa coi soldi dello stato Italiano ;denari tolti ai pensionati e ai disoccupati, insomma voi che vivete alle nostre spalle . In quanto al vostro duce assoluto (IL PAPA)
Non mi rappresenta .

COLPANI GIOACCHINO

Egregio Valerio,
la sua convinzione sulla qualità del Cristo, suppongo divina, nessuno gliela vuole negare ne tanto meno gliela deve togliere.
Ciò detto, proprio perchè l’ateo non tende a fare proseliti, io mi rimetto alle sue verità, senza per questo accettarne l’assunto.
Lei a quanto emerge, è un religioso, e come tale cerca, con la preghiera e/o con i sacrifici, di propiziarsi o di conciliarsi cona la divinità nella quale crede, affinchè la medesima cambi o modififichi lo stato delle cose.
Per questo la sua azione, qualsiasi essa sia, sarà morale o immorale in rapporto a come lei si rapporta con Dio.
La mia azione, di contro, chenon ha credo, se non nell’umana gente, sarà giudicata “morale” o “immorale” a come io mi rapporto con i miei simili.
Solo ai miei simili, devo rispondere delle mie azioni. Perciò non gradisco alcun simbolo, di fede, nelle aule pubbliche della nazione.
Certamente ad un religioso quale lei è, tutto ciò può sembrare blasfemo, irriverente, peccaminoso. Mi creda non c’è nulla di più sensato.
La sua convinzione le fa credere che il Cristo sia uno e trino. Che la celebrazione della messa, abbia il suo culmine nella transustaziazione, che il calendario sia pieno di emeriti personaggi addirittura dichiarati “santi”, o “beati”, che Lazzaro sia risorto per merito di Cristo, che Cristo, esso stesso sia risorto e sieda in cilelo alla destra del Padre suo, che l’occhio onniscente e onnipresente di Dio la osservi, in ogni sua azione. Che Maria, madre di Cristo, lo abbia dato alla luce senza “peccato”, ossia senza congiungersi carnalmente con un altro uomo.
Qui mi fermo per non tediarla.
Alla prossima

G. Colpani

Safidy

Come si fa a non bestemmiare?
Ditemi voi, dopo aver letto quest’eruzione di ipocrisia e vittimismo, come diavolo si fa a non bestemmiare.

Southsun

Il bacchettone Vaticano ha appena ricevuto una bella bacchettata da Vauro.

E, siccome la verità fa male, strilla e frigna.

Il Papa vuole il monopolio del bacchettonismo, ma lo Stato Pontificio è morto – alleluja – e non può più mandare i mercenari stranieri a uccidere Vauro e Santoro e Odifreddi e tutti quelli che gli leggono la vita.

La modernità gli brucia, oooohhhh se gli brucia!! In farmacia c’è Foille: se lo spalmi 2 volte al giorno.

Angelo Ventura

insomma, la verità (i preti pedofili e l’ipocrisia della chiesa) fa male. Siamo sempre al “nessuno mi può giudicare” della CCAR. Ci sono ben altre cose su cui potrebbero indignarsi…

ANCIA LIBERA

ONESTI CITTADINI ITALIANI ? MA PERCHE’ I PRETI SONO ITALIANI ? QUANDO GLI PARE SONO ITALIAN QUANDO INVECE SONO ACCUSATI DI PEDOFILIA ALLORA APPARTENGONO AD UNO STATO ESTERO ? ROBA DA MATTI.
MA UNA BELLA VANGA IN MANO MAI ?

Paolo1984

Questi di Pontifex e quel prete di Avvenire si rifiutano di capire che in una democrazia liberale devi convivere con una serie di idee e opinioni, espressioni artistiche che urtano la tua sensibilità.
Ma per Pontifex la democrazia liberale è frutto del complotto giudaico-massonico quindi di che stupirsi?

Cosimo

Dal sito di “MicroMega” sullo scandalo Chiesa-pedofilia:
“A muovere l’accusa contro l’attuale pontefice, documenti vaticani alla mano, è l’avvocato Daniel Shea, difensore di tre vittime della pedofilia dei religiosi di Galveston Houston. E Ratzinger sarebbe stato trascinato in tribunale, forse in manette data la gravità del reato, se non fosse nel frattempo diventato papa. Nel settembre 2005 infatti il ministero della Giustizia, su indicazione di Bush e Condolezza Rice, ha bloccato il processo contro Ratzinger accogliendo la richiesta dell’allora segretario di Stato del Vaticano, Angelo Sodano, di riconoscere anche al papa, in quanto capo dello Stato pontificio, il diritto all’immunità riconosciuto non solo dagli Stati Uniti per tutti i capi di Stato.”
Pontifex, Avvenire e tutti quelli che si ostinano a dire che l’attuale papa ha combattuto efficacemente la pedofilia nella Chiesa dovrebbero avere almeno il buon gusto di stare zitti.

MEVI

Andate per curiosità su questi siti “Avvenire” e “Pontifex” – non ci sono i commenti!Invece su
“Giornalettismo” – tantissimi e quasi tutti o tutti (!) contro la posizione della Chiesa.A questo punto sembrebbe che nessuno legge i siti tipo “Avvenire” e “Pontifex”,questo vi dice qualcosa 🙂 ?

Io ero Sai

Comunque per quanto riguarda il fatto che Vauro fa vignette sul cristianesimo e non sull’islam, vorrei farvi notare che c’è di peggio.
Un certo signor Nietzsche ha scritto “L’Anticristo” (che starebbe per anticristiano) , ma non ha scritto l’antiislamico!
Anzi, tra le poche frasi che dedica all’islam, fa anche qualche elogio.
Politically correct?

giancarlo bonini

Bene, Tino, abbiamo tutti ormai chiaro il tuo pensiero e il tuo coraggio leonino: quando saremo un Paese a maggioranza Islamica, sicuramente saremo inondati della tua feroce e mordente satira su Maometto.
Fino ad allora, contieniti.

FSMosconi

Ma perchè i bigotti non riescono a capire un concetto così semplice come “ironia”, ma ne saranno mica allergici? 😐

fab

Se capissero l’ironia, non sarebbero bigotti; per costruzione, direi. Mi sa che è proprio un’intolleranza genetica, tipo quella al lattosio.

tonii

non capisco come i baciapile non apprezzino Vauro!
non solo quello che ha disegnato si basa sulla realtà, e fa ridere, ma è certo più divertente che ascoltare quel tritamaroni del papa tutti i giorni in tutti i tiggì.

E se non vi piace fatevene una ragione e CONTESTUALIZZATE.

paolo

Non credo che alla satira possano essere applicate le leggi che limitano la libertà di espressione, perchè la satira non ha la parvenza di veridicità di un articolo di giornale, e quindi il pubblico non la prende più di tanto sul serio.
Diverso sarebbe stato se Vauro avesse scritto un articolo nel quale attribuiva al Papa un espressione come quella della vignetta, allora avrebbe rischiato sul piano legale.

mimmo

quindi secondo te se un vignettista, per esempio, ironizza pesantemente sulla shoah, non bisognerebbe applicare le leggi che limitano la libertà di espressione. Dico bene?

Tino

@ mimmo
Secondo me no, su un giornale di estrema destra che non aprirò mai immagino ne esistano anche in italia accetto che ve ne siano, so che il concorso dell’Iran è stato vinto anche da una francese di estrema destra. Non sono invece d’accordo sul fatto che vauro debba per forza poltroneggiare sul servizio pubblico, annullare dibattiti all’università (come quelle con il papa) decidere che un personaggio come vauro è troppo ipocrita e conformista per un programma ossessionato dall’antiberlusconismo è una scelata legittima. C’è sempre il manifesto. In caso contrario voglio essere invitato pure io ad annozero per dirgli quello che penso di lui. Se non mi invitano seguendo la vostra logica sono contrari alla libertà di espressione.

Paul Manoni

Circondati perennemente dal Papa che va’ in video e straparla ogni 3×2, ben piu’ di un qualsiasi altro politico italiano, di qualsivoglia schieramento e partito italiano, e per una volta che finisce (giustamente!) sotto “schiaffo”, si stracciano le vesti e piagnucolano in ogni dove…! La vignetta di Vauro, e’ un capolavoro. Mette in evidenza tutte le ipocrisie e le contraddizioni di una Chiesa ormai alla deriva, ma che non vuole proprio smette di ingerire e ciarlare su tutto e su tutti.
Amen Santità…! 😉

Tino

Secondo me la maggior parte degli italiani noterà che l’autore di quel capolavoro tace sull’islam e critica pesantemente i vignettisti danesi.

Diocleziano

Questa è la realtà, questi viscidi personaggi, ipocriti, mistificatori e protettori di pederasti sanno che possono contare su una base di decerebrati incapaci di ogni benchè minima critica.
Tirano diritto come se non fosse successo niente. Gli scandali portati alla luce solo qualche mese fa e tuttora in itinere, sono, per loro, già seppelliti nel dimenticatoio. Penso che il discorso vada radicalizzato, questi sono ciarlatani abituati a confondere gli argomenti come è loro tornaconto.
E non da meno sono quelli che solitamente chiamiamo troll e che troll non sono, perchè non si limitano a disturbare ma hanno la pretesa di argomentare, mentre in realtà stanno solo difendendo i loro privilegi, uno stipendio, una posizione parassitaria. Perchè penso che per la maggior parte siano preti.

Charlie

pontifex è il sito che da mesi sta conducendo una vergognosa campagna diffamatoria contro Vendola incentrata sulla sua omosessualità arrivando fra le tante “perle” ad augurarsi che non fosse mai nato, preferendogli Mussolini
non capisco come un simile crogiuolo di diffusori d’odio, fanatici, omofobi, razzisti, molti mi
dicono antisemiti, possa impunemente continuare a pubblicare via web certi articoli delirianti conditi con anatemi ed offese a mezzo genere umano con l’alibi della fede
se fossero minimamente cristiani prima di criticare Vauro dovrebbero guardare il travone nei loro occhi

Laverdure

Quello che e’ giusto e’ giusto:il primo ad avere il diritto di indignarsi sarebbe stato proprio
il Cavaliere !
Avrebbe potuto benissimo ribattere subito con una dichiarazione ufficiale di questo tenore:
“La vignetta e’ falsa e tendenziosa:io vado solo con le femmine,e perfettamente mature!”
Ma dando l’ennesima dimostrazione di dignita e magnanimita ha preferito mantenere un dignitoso silenzio !

Laverdure

Per chi non l’avesse capito da solo (c’e sempre qualcuno):
si tratta di IRONIA!

enrico

In effetti la prima cosa cui ho pensato è alla reazione dei musulmani ad altre vignette.
In effetti tutte le religioni si somigliano…
Quando l’uomo si evolverà?

FSMosconi

1: Il fatto che siano uguali non dipende dai vignettisti, ma dalla reazione di “certi” lettori, rimasta tale fin dai tempi più remoti.
2: ma tu non eri creazionista?

enrico

Mi confondi con un altro Enrico, io la teoria dell’evoluzione l’ho insegnata…

stefano b.

ma quelli che corrono dietro a uno che si veste come il mago Otelma o Platinette alla festa, si indignano davvero di queste vignette?

Davide P

Ok Tino. Non ci capiamo. Continui a parlarmi di Francia ed Islam, mentre qui si discute di una vignetta. A me della situazione francese, e tanto meno dell’Islam, non me ne improrta niente. A te evidentemente questi temi stanno a cuore. Chiudo. Saluti. P.s. Nel commento sopra parlavo di SATIRA, non di insulti, come hai detto tu. Vedi, per pensare all’Islam non capisci neanche quello che scrivo. 😉

Tino

Come vuoi davide non c’è nessun problema continua che è la strada giusta 😉 si vedono i risultati.

Nicola Giosmin

Io questi paragoni di Tino tra la satira italiana contro il vaticancro e la satira francese contro l’islam proprio non li capisco. E sì che stando in Francia qualcosa ci ho capito… mah.

Mica l’islam in Francia ciuccia 8×1000, gode esenzioni a iosa, influenza la politica, etc. Bene fa Vauro a far satira sul vaticano: se poi ritiene, per opportunismo politico di non attaccare l’islam sono affari suoi.

Tino

Sì che prende soldi dallo stato l’islam in particolare dai comuni. Ancora una volta non sono affari suoi perché va in tv in un servizio pubblico. Che lo faccia gratis sono affari suoi. Da notare il vaticano paragonato al cancro e l’islam invece rispettosamente presentato come tale. L’ecuazione al politicamente corretto funziona.

Tino

Mi dispiace fare l’avvocato del diavolo, però quando si parla di determinati argomenti il manicheismo regna sovrano. Se ci sono delle persone serie e razionali capiranno benissimo che io non sto difendendo né la chiesa, né berlusconi, né pontifex, dico semplicemente che affidarsi a personaggi (ex)- comunisti e che oggi si erigono a giudici morali tramite la satira per sfogare tutta la loro acidità causata dal fallimento del comunismo non mi sembra molto furbo. Il vero problema dell’Italia è che i laici o presunti tali siano ancora troppo di estrazione marxista e poi comunque l’estremismo in generale oggi, anche negli slogan non funziona più. Continuate la discussione senza di me (cioé non discutete più perché alla fine è un ripetere tutti la stessa cosa 😉 ) pensate però all’immagine di vauro dal salotto che sbraita contro cristiani e ebrei e l’attentato islamista di mosca.

Sandra

Tino, allora ce l’hai con i comunisti frustrati, oltre che con l’islam, capisco bene? Allora trovare una vignetta divertente, o giudicare bello un film o un libro, non equivale a sposare tutto il credo dell’autore. Vauro non fa vignette che colpiscono la sua parte politica, per quelle ci dovrebbero essere vignettisti dell’altra parte politica, inoltre la trasmissione a cui partecipa ha un tot di limiti, a cominciare dal fatto che si spaccia per programma di informazione mentre è uno spettacolo basato sulla polemica quando non sull’aggressività verbale, che fa salire l’audience che è la cosa importante: sono personaggi di spettacolo, politici compresi, non ricordo che in Francia ci fossero politici in televisione a tutte le ore a battibeccare, no? In Italia è cosi’, e questi “giornalisti” stanno sfruttando il filone: e tutti loro stanno approfittando di queste polemiche che confondono e, apposta?, non informano. Ti aspetti coerenza? Ma se Santoro ando’ a lavorare per Mediaset!! Poi rassicurati sul marxismo, io non ho mai votato comunista, e credo di non essere l’unica qui dentro, e mi scoccia pure che si continui a fare questa equazione ideologica.

Batrakos

Ma che ci sarebbe di male se a sinistra si utilizzassero, ovviamente riadattandole alla luce di oggi (e non è difficile data l’estrema duttilità del sistema) le categorie marxiane?
Marx non è sinonimo di irrazionalità ed estremismo, credo sia sbagliata questa equazione. Altro è il clichè è la vulgata dogmatica rispetto ad un approccio di studio materialista storico.
Forse il problema della sinistra odierna e la causa del suo minoritarismo è proprio quello di parlare delle avventure di Berlusconi e non compiere una rigorosa analisi di fase e proporre un’alternativa.

Ma arrivare a questo discorso partendo da una battuta di Vauro, e montandogli un processo per la sua presa di distanza dai danesi (sbagliata ma fondata su alcuni punti da me già espressi) mi sembra esasperato, nè mi sembra che il mondo laico italiano se la sia presa…io ho sentito brontolare solo vescovi, preti e i loro lacchè. Nessun laico ha protestato.

Giovanni Bosticco

Adesso mi sono rotto le chitarre, a sentire
che la CCAR sia considerata parte della vita
civile. Oltraggiare Ratzinger e cattolici salebbe
qualcosa d’innammissibile, mentre è possibile
oltraggiare Bertinotti e i suoi seguaci comunisti,
per non parlare di altri esponenti politici.
La Chiesa Cattolica si rassegni, una buona volta,
ad essere considerata un’associazione come le
altre, per esempio l’ufologica, che crede di vedere
astronavi estranee, o la spiritista, che, a sentire
suo, contatterebbe l’oltretomba per mezzo dei
“medium”.
Si può rispondere, ovviamente, che queste non
sono cose dimostrate. Io, infatti, non ci credo.
E sarebbe, forse, dimostrato il discorso cattolico?

Batrakos

E ancor più grave dei politici di qualsiasi estrazione.
Si può calunniare, più o meno velatamente, uno come Englaro o come Welby, si possono calunniare donne che scelgono l’aborto o si possono considerare ‘disordinati’ (classico eufemismo pretino) i gay… ma non si può fare un motto di spirito sulla Chiesa altrimenti si diviene ‘offensivi, calunniatori, infangatori’.
Come aveva ragione Salvemini…

Painkiller

@Tino

Tino rassegnati la Rai sono almeno 15 anni che non fà più servizio pubblico. Tu ti lamenti di Vauro… ma pensa che la rai spacci per “programmi scientifici” porcate come Voyager.
Il problema della nullità culturale e della faziosità (di questa o quella parte poco importa) è di TUTTA la televisione italiana. Io ormai la TV la uso solo per guardare DVD e giocare alla playstation, se voglio informazione mi leggo quotidiani online di vario tipo.

Adesso mi linceranno ma questa particolare vignetta di Vauro la trovo poco azzeccata e molto volgare. Paragonare un vecchietto che va a “professioniste” consenzienti con il dramma dell’abuso pedofilo mi sembra poco elegante e sopratutto svilente del dramma vissuto da quei bambini.

Commenti chiusi.