Quattro decenni fa Ratzinger era favorevole al matrimonio dei preti

La Sueddeutsche Zeitung ha, nei giorni scorsi, rivelato i contenuti di una lettera riservata inviata nel 1970 da nove teologi alla Conferenza episcopale tedesca, con cui chiedevano di prendere in considerazione l’ipotesi di permettere ai preti una normale vita sessuale e la costruzione d’una famiglia. La diffusione della missiva ha provocato un certo imbarazzo nel mondo cattolico, perché tra i sottoscrittori del documenti compare anche la firma di Joseph Ratzinger, ora pontefice con il nome di Benedetto XVI.

Raffaele Carcano

Archiviato in: Senza categoria

58 commenti

Seneca il giovane

Beh, normale, era più giovane e sessualmente attivo.

La coerenza questa sconosciuta.

rolling stone

nell’articolo della Suddeutsche Zeitung si parla solo
di “celibato” non di “normale vita sessuale”.
Mi sembrava troppo audace il contenuto del documento!

A parte questo, io sono favorevole al matrimonio per i preti.
Non è giusto che questi siano esentati
dalla rottura di co…ni del matrimonio
(rottura per entrambi i coniugi, s’intende).
I have a dream: Ratzinger e Binetti oggi sposi!

Kaworu

meno male che ormai l’età fertile l’ha passata da un po’, altrimenti tra geni e ambiente, un malcapitato pargolo avrebbe passato la giornata inginocchiato sui lego…

Enrico

Inafatti Benedetto XVI governa una chiesa in cui uomini sposato vengono ordinati sacerdoti. Diverso è il discorso per le diocesi di rito latino.

Kaworu

ma dai, quindi un sacerdote cattolico può sposarsi tranquillamente, fare figli e cose così?

se no com’è che se la gestisce arlecchino?

Sandra

E’ fresco fresco anche l’ingresso nella chiesa cattolica di vescovi e prelati di rito anglicani. Gli anglicani, quelli che i cattolici non li potevano proprio sopportare e si sono fatti una chiesa per conto loro pur di non averli tra i piedi, e poi appena li chiamano aderiscono all’appello. Pare che il nuovo gruppo si chiami “Ordinariate of Our Lady of SCILIPOTham” …

Kaworu

quindi ci sono due chiese cattoliche… bene.

“credo la chiesa UNA santa, cattolica, apostolica”.

immagino siano dettagli che con la coerenza non hanno nulla a che fare 😆

Enrico

Una perchè è riconosciuto il primato del vescovo di Roma su tutti i vescovi del mondo.

Kaworu

guarda che hai appena detto che le chiese cattoliche sono due.

su che base una fa quel che gli pare e l’altra fa l’esatto opposto?

sulla base dell’infallibilità papale o altro? 😆

Stefano

A beh, allora un prete di rito occidentale che voglia sposarsi basta che faccia un viaggetto in oriente, si sposi laggiù e poi torni qua.
I viaggi della speranza…
Sempre e comunque riconoscendo il primato del vescovo di Roma, beninteso.
Com’é bello poter dire tutto e il suo contrario senza doversi fare lo scrupolo di ridere….

Osvaldo

Non sapevo che nelle chiese di rito orientale i preti sposati fossero accettati normalmente.
Questo rende la posizione della Chiesa di Roma sul celibato dei preti spassosamente ridicola.

Enrico

Questi non riconoscono il primato dell’attuale vescovo di Roma, non sono vericattolici.

Southsun

@ Enrico.

Allora non si capisce cosa osti al matrimonio dei preti della Chiesa d’Occidente. Sempre figli e figliastri, vero?

Eppoi la Chiesa ciancia di non discriminazione. L’ultima cretina della classe che sale in cattedra a pontificare e far la morale! Bah!

In realtà, il Papa ha una paura matta di capovolgere una “tradizione” vecchia di secoli DOPO averla ribadita e riconfermata fino all’ultimo come aspetto “fondante” del sacerdozio.

I cambiamenti repentini fanno sempre PENSARE e sollevano DUBBI, e pensieri e dubbi (dei fedeli) sono molto malvisti nelle monarchie teocratiche assolute.

Ecco perchè, di solito, la Chiesa cambia le cose a passo felpato, in modo che pochi se ne avvedano.

Enrico

La questione è complessa e come ho già detto il celibato sacerdotale obbligatorio non è un dogma di fede.

Ludwig

La questione del celibato nella chiesa cattolica è molto sentita, forse molto più di quanto si vuole ammettere. Troppi preti che in età avanzata si trovano soli, troppi preti che “predicano” su amore e famiglia senza averne diretta esperienza, troppi preti che non possono fare fronte ai naturali richiami sessuali se non in modo traumatico.
Peccato che quella lungimirante istanza non sia stata accolta e maggiore dispiacere che lo stesso Papa adesso se ne faccia oppositore.

Enrico

Si intende come “chiese orientali” quelle chiese, che mantenendo riti specifici anche prima del concilio Vaticano II sono in piena comunione col vescovo di Roma. Non farti ingannare dal termine chiese usato al plurale. al posto di chiese si potrebbe usare il termine eparchia.

bardhi

@ Kaworu
mi sa che ha delle grande falle nel tuo ragionamento, quando parli del CCAR devi contestualizzare sempre e comunque , Fisichella docet.

Kaworu

eh hai ragione, devo ricordarmi che ogni cosa si contestualizza a seconda dei propri comodi, per la ccar e i credenti…

bardhi

nei cervelli fatti a compartimenti stagni è possibile questo è altro:-)) per tutto il resto valgono solo la banalissime regole della logica

Kaworu

(per amor di precisione devo dire “dipende da cosa si intende per logica”, dato che la gente non ragiona secondo i canoni della logica classica 😉 vedi “psicologia del pensiero” by girotto & legrenzi)

maxalber

Ragazzi non dimenticate mai che state colloquiando con un fiancheggiatore del terrorismo cattolico (Enrico).
Con gente di tale violenta intolleranza è meglio non parlare neppure.

Chiericoperduto

Pensate bene… se i preti, al termine della loro vita, avessero lasciato i loro beni (ereditati dalla famiglia di origine) ad eventuali figli e coniuge la chiesa cattolica romana non sarebbe così ricca come oggi.
Questo è il vero scopo del celibato.
Non mi si venga a dire di motivazioni religiose in quanto in tutte le altre eparchie cristiane i preti possono sposarsi (protestanti, ortodossi, ecc.).

FelipeFelice

Parlando di protestanti il termine prete perde il significato che viene dato a quelli cattolici. Il pastore non e’ una persona investita di un ruolo magico, e’ solo una persona che svolge una attivita’ di servizio (ministero) all’interno della comunita’. Questo perche’, in base al sacerdozio universale -che e’ anche riconosciuto dai cattolici ma ovviamente non lo mettono in pratica- ogni credente e’ sacerdote. Questo comporta che il celibato sacerdotale non ha alcun significato. Per gli ortodossi la questione e’ diversa, ma non ne conosco i dettagli. Buona serata

Barbara

Enrico, vallo a dire ai preti cattolici ufficialmente scomunicati perché si son voluti sposare! E la transustanziazione, o quel che è, e la metafora, e lo spirito e i geni, e il celibato e la chiesa orientale, e la rivelazione e il mistero, e i dogmi e l’infinito, e la ragione e la fede, ecc. ecc., e la scienza e l’ignoto, ma quante non ve ne inventate pur di lasciare il potere a un dio ed ai suoi presunti rappresentanti?

Enrico

il prete sposato o che attenta a sposarsi viene sospeso a divinis non scomunicato.

Sandra

Che sollievo, la pace dei sensi, per i preti.
O mio caro buon Gesu’, non ti POSSO offender piu’….

Kaworu

mi fai venire in mente delle storpiature che bambini “cattolici” cantavano quando andavo alle elementari dalle suore…

Sandra

Era uno scherzo, non credo che il cambiamento sia legato a una diminuzione della libido di ratzi. Propenderei per un incremento dell’ambizione! Quarant’anni fa con il concilio la chiesa sembrava orientata a un certo modernismo, poi c’è stato il dietrofront e chi aveva mire si è rivoltato la giacchetta. La solita autocontestualizzazione alla Joseph Ratzinzelig.

Kaworu

probabilmente è un cambiamento dovuto solo al cambiamento di ruolo.

e poi si deve contestualizzare, contestualizzare e contestualizzare.

anche più volte nel corso della giornata che fa sempre bene 😉

cesare

Dopo ha conosciuto Gerg, che probabilmente era ancora un bel giovincello, e ha scoperto la sua vera inclinazione

Laverdure

Io penso che il cambiamento sia dovuto semplicemente al fatto che Ratzi,dopo attenta
riflessione ,da quella mente analitica che e’,ha concluso allora che la prospettiva di fare carriera valeva bene il sacrificio di qualche fisima innovativa ,che minacciava di comprometterla .
Molto originale,vero ?

Nathan

Il celibato dei preti non è un dogma costitutivo della religione cristiana cattolica, ma solo una scelta disciplinare che ha precise origini storiche nel Medioevo, e, in principio, può essere cambiata. Ci scommetto che dopo una o due generazioni di seminari vuoti la regola del celibato verrà cambiata, con qualche arditissima arrampicata sui vetri teologici per dimostrare che in ogni caso si è sempre fatto secondo il volere di Cristo.

Nathan

PS. Ovviamente la scelta disciplinare riguarda la chiesa Latina. Quella cattolica di rito greco segue le consuetudini, comuni agli ortodossi, che vigevano nel I millennio cristiano. Per chi non lo sapesse, anche in Italia esistono parrocchie di rito greco, con preti che possono sposarsi, chiamati papas, per la minoranza albanese in Calabria, Basilicata, Puglia e Sicilia.

c.j.

…ma all’epoca Joseph era giovane, circondato da bei giovanotti, tutti quei preti, sotto la doccia, passami la saponetta… …ops, m’è caduta di mano…

Ma è naturale che nel fior fiore dell’apice sessuale bettina fosse favorevole al matrimonio… per i preti… (hahahahaha)… …adesso che l’è una befana… sta bene cosi’ come sta. Con un bel giovanottone fresco, aitante che lo aiuta a vestirsi, ad alzarsi, che lo accompagna sempre… com’è che si chiama quel Prete-sexy che gli ronza sempre attorno?

MicheleB.

Adesso c’è Don “punta dell’iceberg” Ciotti che sostiene l’assurdità del celibato. Fra le altre cose.

ser joe

Non vorrei sbagliarmi ma mi sembra che in passato ci fu un frate che propose addirittura il taglio dei “gingilli” per quanti professavano la religione. Non durò a lungo e non si seppe più nulla di lui.

stefano b.

adesso va direttamente ad arcore dal suo amico che gli organizza serate in allegria e senza tanti problemi [}:)]

POPPER

Ma quello che scrisse Ratzinger era già un opinione dogmatica 41 anni fa? Oggi quella opinione può essere ancora riproponibile? Son certo che la maggioranza della ccar gli darebbe ragione, una sola piccola minoranza mugugnerebbe, tipo Pontifex e i lefebriani, ma avrebbe il totale plauso dei fratelli cristiani protestanti.

Mi fa specie che il papa al mondo parli “urbi et orbi” e nei suoi libri dica tutt’altro e in modo confuso e contraddittorio, tale da dover costringere p.Lombardi a contestualizzarlo e a tradurlo per noi tutti che non abbiamo lo spirito santo per capirlo.

Paul Manoni

41 anni fa’ le cose erano decisamente diverse…Non ve lo ricordate che qualcuno diede la colpa dello scandalo dei preti pedofili, alla “rivoluzione sessuale”???
Probabilmente Ratzy, negli anni ’70, aveva anche messo gli occhi sulla sua perpetua…! 😉
Kontestualizazionen, senza ombra di dubbio…

POPPER

Vuoi diere che ci sono dei figli di Ratzinger in giro per il mondo? Vauro ha ragione allora!

puric

Quattro decenni fa Ratzinger era favorevole al matrimonio dei preti. Poi ha visto che la pedofilia è più conveniente…

Commenti chiusi.