Archivi Giornalieri: domenica, marzo 13, 2011

Assistenza non confessionale, a Torino un corso di formazione per volontari

Il divenire volontari è basato sulla scelta di donare parte del proprio tempo al prossimo e costituisce una realtà importante che assicura ai cittadini servizi migliori. Per sostenere questo processo è importante che le persone interessate siano formate a sostenere il carico del volontariato che spesso prevede il contatto diretto con realtà difficili ed emotivamente coinvolgenti. I volontari incontrano differenti interlocutori e devono saper adeguare le proprie modalità di relazione ai diversi contesti. Incontrano persone con età, esperienze, aspettative e… Leggi tutto »

Canada, il sindaco cristianista perde in tribunale

Jean Tremblay è il sindaco di Saguenay, una città di circa 150.000 abitanti nel Quebec. E’ un devoto cattolico, e ha voluto introdurre l’uso di pregare durante i consigli comunali, che si svolgono in locali in cui peraltro campeggiano un crocifisso e una statua del Sacro Cuore. Un ateo, scrive il Globe and Mail, ha fatto ricorso, e il tribunale gli ha dato ragione, condannando il sindaco e la città a pagare una multa di 30.000 dollari canadesi (circa 22.000… Leggi tutto »

Alla BBC, a parlare di religione è un’atea

La BBC, scrive il Telegraph, ha realizzato un programma televisivo sulla Bibbia che andrà in onda nel prime time. A condurlo non ci sarà padre Raniero Cantalamessa, come potrebbe accadere in Italia, ma una donna, Francesca Stavrakopoulou, in possesso di un dottorato in teologia. La conduttrice non crede in Dio e ha idee “non canoniche” sul racconto dell’Antico Testamento, a cominciare dal fatto che non lo considera un documento storico affidabile. Luciano Vanciu

Una larga maggioranza di inglesi è laica

Un sondaggio condotto dall’agenzia Populus e pubblicato dalla Searchlight Educational Trust ha mostrato che solo il 54% degli inglesi si definisce cristiano. Ancora più importante, più dei due terzi degli intervistati ha dichiarato di non approvare che ci siano interferenze tra religione e politica. Il 35% dichiara di non aderire a nessuna religione e il 7% di aderire ad altre religioni. I dati, insieme a molti altri, sono riportati dalla National Secular Society. Ancora alcuni numeri: il 55% degli intervistati… Leggi tutto »