Archivi Giornalieri: sabato, marzo 19, 2011

Sentenza crocifisso: reazioni dal mondo politico

Mario Borghezio, Lega Nord: “La pronuncia della Grande Chambre della Corte di Giustizia dei diritti dell’uomo di Strasburgo premia la nostra strenua battaglia in difesa del crocifisso. Questa buona novella giunge quanto mai a proposito nel bel mezzo di una sarabanda di stucchevole retorica risorgimentale, dato il carattere apertamente anticattolico e, a tratti, quasi cristianofobico di molti fra i padri – palesi ed occulti – del Risorgimento. Ci vorrebbe il tratto maestro di Guareschi per raffigurare la stizza di questi… Leggi tutto »

Sentenza crocifisso: reazioni dal mondo religioso

Angelo Bagnasco, presidente della Conferenza Episcopale Italiana: “Una sentenza importante, di grande buon senso e di grande rispetto per le argomentazioni che sono state presentate dal Governo italiano insieme ad un numero significativo di Paesi europei che hanno condiviso questa posizione del Governo Italiano”. Dora Bognandi, avventista: “E’ una sentenza alla Ponzio Pilato: in pratica la Corte di Strasburgo se ne lava le mani. Ancora una volta si è dimostrato che spesso si sceglie di non dispiacere il più forte…. Leggi tutto »

Sentenza crocifisso: il sito UAAR si adegua

Per celebrare adeguatamente la sentenza della Grande Camera della Corte europea dei diritti dell’uomo sulla presenza del crocifisso nelle aule scolastiche, la testata del sito UAAR è stata listata a lutto e vi è stata aggiunta la scritta “La laicità è morta, Viva la laicità”. L’associazione

Nuovo sondaggio sul sito UAAR

Un nuovo sondaggio è iniziato oggi sulla home page del sito UAAR. La domanda è la seguente: “Come vedi le sorti della laicità italiana, dopo la sentenza di Strasburgo sul crocifisso?” Sette le opzioni tra cui scegliere la risposta preferita: – Benissimo, il crocifisso è un simbolo laico – È solo una battuta di arresto, la partita è sempre aperta – È senza dubbio peggiorata, ma non è detta l’ultima parola – Nessuna speranza nella politica o nei giudici: non… Leggi tutto »

Austria, legali i crocifissi nelle scuole

La Corte Costituzionale austriaca, riporta il sito kurier, si è pronunciata due giorni fa in merito all’istanza sollevata da un cittadino della Bassa Austria e da sua figlia circa la costituzionalità delle feste religiose e dell’esposizione del crocefisso nelle scuole dell’infanzia, percepite entrambe dai promotori dell’istanza come violazioni della libertà di coscienza e di associazione religiosa. In particolare il padre della bambina ha espresso il desiderio che sua figlia possa scegliere la propria eventuale religione una volta raggiunta la maggiore… Leggi tutto »