Crocifisso: un comunicato da parte delle associazioni laiche

Il 18 marzo 2011 la Grande Chambre della Corte Europea dei Diritti Umani ha deciso definitivamente il caso Lautsi c. Italia. Il ricorso della signora Lautsi chiedeva alla Corte di accertare che la decisione della scuola di non rimuovere il crocifisso dall’aula scolastica ove facevano lezione i propri figli violava l’obbligo per le autorità statali di rispettare il diritto dei genitori a garantire l’insegnamento e l’educazione dei propri figli in conformità con le proprie convinzioni religiose e filosofiche ed il diritto di libertà religiosa.
La Seconda Sezione della Corte, a novembre 2009, aveva ritenuto che la presenza del crocifisso violasse i diritti della ricorrente e la libertà di coscienza di coloro che sono i destinatari dell’attività di proselitismo. La Grande Chambre ha deciso in senso contrario.
La recente sentenza ha deciso di prendere le distanze da quella della sezione semplice su due punti: (a) l’impossibilità di ritenere ragionevolmente che un simbolo religioso alla parete della classe abbia o meno effetto sui giovani la cui convinzioni sono in via di formazione (b) che, nell’applicazione della Convenzione Europea sui Diritti Umani, vi è un margine di apprezzamento di ogni Stato contraente relativamente alla decisione di (b1) proseguire una tradizione, (b2) organizzare l’ambiente scolastico, (b3) dare preponderante visibilità ad una religione se non si configura un indottrinamento. Tale margine di apprezzamento sarebbe confermato dal fatto che non vi è una normazione o una prassi comune ai diversi Stati europei circa l’esposizione (o meno) di simboli religiosi nelle scuole.
La sentenza ci pare argomentata in maniera meno completa e meno rigorosa di quella della seconda sezione e l’opinione dissenziente espressa dai giudici Malinverni e Kalaydjeva illustra bene i passaggi critici. Sicuramente il dibattito giuridico non è destinato a sopirsi. E’ grave e preoccupante che la Corte abbia evitato di esaminare, come sarebbe stato doveroso, la questione della violazione dell’art. 9 della Convenzione nella prospettiva del diritto degli scolari a credere o a non credere, ritenendo che non sussista alcuna distinzione rispetto alla violazione dell’articolo 2 del protocollo n. 1. Il diritto degli scolari a credere o non credere in una religione aveva assunto, invece, grande rilievo nella sentenza della seconda sezione della Corte di Strasburgo.
D’altra parte, la sentenza non approva la posizione del Governo, i cui argomenti difensivi sono stati in gran parte contestati dalla Corte, ma si limita a riportare, per ora, il dibattito giuridico e politico nei confini nazionali. Con alcune significative prese di posizione: (a) il crocifisso rappresenta indubbiamente e primariamente un simbolo religioso, (b) l’esposizione del crocifisso privilegia una religione sulle altre, (c) l’esistenza di una tradizione non esime lo Stato dal rispetto dei diritti (d) lo Stato si deve comunque far carico di garantire che gli atti e i comportamenti dell’istituzione scolastica siano pluralisti e inclusivi. Qui la Corte europea, dato atto del contrasto nella giurisprudenza nazionale, pare invitare con garbo i giudici italiani a rivedere alcune affermazioni  pregiudizialmente favorevoli all’esposizione del Crocifisso e a valutare con attenzione i casi concreti alla luce della Costituzione e della legislazione nazionale.
Ringraziamo la famiglia Albertin-Lautsi per l’impegno profuso in questi anni per far valere un diritto ed un principio che appartengono a tutti noi.
Non muta la nostra preoccupazione che attraverso la presenza di un simbolo religioso nei locali scolastici si possa giustificare il privilegio di una religione “prevalente” e dunque favorire una predominanza della chiesa cattolica romana e delle sue gerarchie nella realtà sociale e politica italiana, come più volte in questi anni abbiamo dovuto constatare e denunciare. Si accentua la nostra preoccupazione per l’atteggiamento dei Governi e della c.d. opposizione politica, che rivela l’intento di conservare una sorta di gerarchia di fedi religiose con al vertice il cattolicesimo, ex religione di stato detronizzata di diritto, a seguito della revisione pattizia del 1984, ma di fatto sempre dominante, e via via le altre religioni o convinzioni personali.
Una visione lungimirante della nostra storia e della nostra società ci induce a continuare ad impegnarci con maggiore determinazione per ottenere un pluralismo inclusivo e un sistema di garanzie capace di assicurare la laicità e la neutralità delle istituzioni civili.

CGD – Coordinamento Genitori Democratici Onlus, Angela Nava
CIDI – Centro di Iniziativa Democratica degli Insegnanti, Sofia Toselli
Comitato bolognese Scuola e Costituzione, Bruno Moretto
Coordinamento Nazionale delle Consulte per la Laicità delle Istituzioni, Tullio Monti
Consulta Torinese per la Laicità delle Istituzioni, Tullio Monti
Consulta Romana per la Laicità delle Istutuzioni, Flavia Zucco
FNISM – Federazione Nazionale degli Insegnanti, Gigliola Corduas
MCE -Movimento di Cooperazione Educativa, Maria Cristina Martin
Scuola per la Repubblica, Antonia Sani
UAAR – Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti, Raffaele Carcano
Rete Laica Bologna, Maurizio Cecconi
Fondazione Critica Liberale, Enzo Marzo
Associazione Italialaica.it, Mirella Sartori
Associazione Nazionale del Libero Pensiero “Giordano Bruno”, Maria Mantello
C.I.E.I. – Comitato Insegnanti Evangelici Italiani, Lidia Goldoni
Movimento d’azione Giustizia e Libertà, Antonio Caputo
Associazione nazionale Liberacittadinanza, Maria Ricciardi Giannoni
Democrazia Laica, Enrico Modigliani
Associazione “31 ottobre per una scuola laica e pluralista, promossa dagli evangelici italiani”, Nicola Pantaleo
CRIDES – Centro Romano di Iniziativa per la Difesa dei Diritti nella Scuola, Antonia Sani
Comitato Torinese per la Laicità della Scuola, Cesare Pianciola

* * *

L’UAAR ritiene opportuno pubblicare, in questo frangente, anche una puntualizzazione di Massimo Albertin.

Penso che qualsiasi commento non dovrebbe prescindere da considerazioni sul punto 73 della sentenza:

73. The Court observes that, in its judgment of 3 November 2009, the Chamber agreed with the submission that the display of crucifixes in classrooms would have a significant impact on the second and third applicants, aged eleven and thirteen at the time. The Chamber found that, in the context of public education, crucifixes, which it was impossible not to notice in classrooms, were necessarily perceived as an integral part of the school environment and could therefore be considered “powerful external symbols” within the meaning of the decision in Dahlab, cited above (see §§ 54 and 55 of the judgment).

 

The Grand Chamber does not agree with that approach. It considers that that decision cannot serve as a basis in this case because the facts of the two cases are entirely different.

 

It points out that the case of Dahlab concerned the measure prohibiting the applicant from wearing the Islamic headscarf while teaching, which was intended to protect the religious beliefs of the pupils and their parents and to apply the principle of denominational neutrality in schools enshrined in domestic law. After observing that the authorities had duly weighed the competing interests involved, the Court held, having regard above all to the tender age of the children for whom the applicant was responsible, that the authorities had not exceeded their margin of appreciation.

Qui la Corte si rifà alla decisione Dahlab:

Dahlab v. Switzerland (42393/98)
Declared inadmissible 15.02.2001
Ms Dahlab, a primary-school teacher who had converted to Islam, complained of the school authorities’ decision to prohibit her from wearing a headscarf while teaching, eventually upheld by the Federal Court in 1997. She had previously worn a headscarf in school for a few years without causing any obvious disturbance.
The Court declared the application inadmissible, holding that the measure had not been unreasonable, having regard in particular to the fact that the children for whom Ms Dahlab was responsible as a representative of the State were aged between four and eight, an age at which children were more easily influenced than older pupils.

Credo sia facile rendersi conto come nella decisione Dahlab, i bambini were aged between four and eight, an age at which children were more easily influenced than older pupils.

Allora sembra che se i bambini hanno fra i 4 e gli 8 anni sono influenzabili, mentre se sono fra gli 11 e i 13 (i miei al tempo della delibera) allora il principio non vale più. Teniamo conto del fatto che i miei figli sono arrivati a 11 e 13 anni passando per tutte le età precedenti in cui erano stati sempre sottoposti alla presenza del crocifisso. Quindi anche attraverso i 4 e gli 8 anni.

Massimo Albertin

Archiviato in: Senza categoria

227 commenti

Markus

Si torna alla battaglia culturale e per il rispetto locale dei diritti.
D’altra parte non è il tribunale che puo’ imporre convinzioni, ma è comunque l’unico strumento per far riconoscere civilmente i propri diritti. Qui non ci confermano altro che quello che sapevamo già sulla condizione del diritto e della società italiana… ma anche quanto ci si possa fidare di simili alti giudici. Più si sale più la cosa diventa politica, mi pare.

Ci toccherà fare proselitismo attivo e spiegare che credere in dio è nocivo alla salute del credente ? Meno male che le attuali posizioni della chiesa ci giocano a favore.

kleber al salim jones

Puoi iniziare la tua azione di proselitismo dai paesi arabi poi ti sposti in russia e scappi al polo sud per un momento di riflessione e pianificare le mete successive.

Markus

Invece posso cominciare con te 🙂

Quando hai visto dio la prima volta ?
Perchè babbo natale non esiste e lo spirito santo invece dovrebbe ?
Ti sembra ragionevole importi limiti religiosi senza alcuna prova che questo ti porti benefici concreti ?
Che prove hai della vita dopo la morte ?

Io parto sempre dai più bisognosi… quelli che vengono in un sito di atei e agnostici per disperato bisogno di confronto e ragionevolezza.

kleber al salim jones

Mi dispiace contrariarti Makus, ma in un sito di senza Dio pui trovare solo il nulla, il nichilismo e la disperazione, quale conforto? Parole basate su tesi costruite sul pensiero filosofico o sia sul nulla. Pensieri volattili che sfumano nel nulla. Guarda Markus, mi ringrazzierai in futuro se seguirai il mio consiglio: lascia stare, non fare guerra a Dio e ai suoi ministri. 2011 anni or sono che ci provarono in tutte le maniere di sopprimere la fede. Ci provarono i romani (l’impero) ci provo napoleone, la rivoluzione spagnola, il comunismo e tanti altri. Sono tutti quanti entrati nella galleria dei sconfitti. Piu tosto chiediti perche questa “favola” dura da tanto tempo e durerà, fidati, per sempre fino alla fine del mondo.

bradipo

Faccio due conti in base al tuo ragionamento:

Chiesa: 2011 anni dunque saremo eterni

Satana: Da molto prima…

se seguissi il suo ragionamento, per chi dovrei tifare?

nightshade90

l’induismo è molto ma molto più antico. è quandi meglio ispirato del cristianesimo?

su 2000 anni, il cristianesimo è stato perseguitato per meno di3 secoli, mentre è stato dotato di potere assoluto ed illimitato in tutta europa per 1500 anni. quindi direi che in quel periodo non ha subito vere e proprie minacce alla sua esistenza. eppure da circa 300 anni non è altro che in caudta libera, aveva controllo totale sulle coscenze ed un potere poliotico abnorme, aveva il confessionalismo cristiano in tutti gli stati europei e coloro che non erano daccordo venivano bruciati, ed ora è sempre più morente. non ha mai affrontato una crisi come questa prima d’ora, non èp mai stato una minoranza in europa dai tempi di costantino, ed ora il numero di fedeli (quelli veri, che vanno in chiesa) è più basso del numero di atei in ogni paese europeo ed in costante caduta, i seminari chiudono0, le chiese sono vuote, i preti quasi tutti sopra i 70 anni e ne dovete importare sempre di più dai paesi del terzo mondo, perchè gli unici paesi in cui avete ancora credenti sono solo quelli dove regna ignoranza e superstizione, condizioni imprescindibili per la prosperità della VOSTRA superstizione.

i dati dimostrano che la fede è inversamente proprozionale all’istruzione, ormai l’istruzione avanza in tutto il mondo, tra 50 anni sarete scomparsi dall’europa, costratti allo stesso livello dei mormoni e di scientology e con la stessa credibilità. altri 100 a anche l’africà si sarà emendata dalla vostra piaga. l’struzone è la nemesi della religione.

le vostre pretese di immortalità sono solo gli ultimi rantoli della bestia morente, una banale imitazione di cattivo di serie b che continua a blaterale della sua invulnerabilità anche mentre si accascia con una spada nel cuore, non siete diversi da hitler che anche mentre le armate russe e americane marciavano in germania blaterava ai generali di riscosse e riprese che chiaramente non sarebbero mai arrivate, ordinando l’avanzata di armate ormai non più esistenti e pontificando sull’invincibilità del reich. fango siete, fango a breve ritornerete

Markus

Caro Kleber

Hai pensato all’induismo ? Dura da molto più tempo del cristianesimo 😀

Ora due precisazioni, poi le cose serie.
1) non faccio la guerra a nessuno proprio perchè sul piano reale le entità di cui parli non esistono come non faccio la guerra alle fate.
2) Quanto ai ministri di dio, non so a chi ti riferisci esattamente, perchè si ritengono tali pure gli stregoni africani, i nazisti, gli ebrei, i preti di tutte le religioni ed i predicatori televisi. Io sono per il folklore ed la libertà di pensiero, percui finchè parlano a spese proprie facciano come credono.

Ora veniamo alle cose serie.

Piuttosto che credere a storielle sulla fine del mondo, esseri sovrannaturali che ci osservano e ci guidano o roba del genere, hai provato a parlarne con qualcuno per trovare delle alternative ? Ti sei mai rivolto ad uno specialista ? Non parlo necessariamente di uno psicolgo, potrebbe trattarsi di un coach che sappia darti motivazioni migliori e ti faccia uscire da questa illusione di dio che ti sembra tanto vera (e ti assicuro che non ci sono prove per ritenerla tale).

A parte gli scherzi. Essere agnostico non è cadere in un nichilismo da operetta come piacerebbe ai gonnelloni di turno. Si tratta di un percorso di crescita personale partendo dal presupposto che la nostra vita dipende da noi e dalle nostre scelte, non da quello che può volere un fantomatico signore barbuto di cui si parla in un’opera di fantasia chiamata bibbia.

Non ti dico di credermi, ma io per primo, liberatomi nell’adolescenza dalle fantasie clericali, oggi mi sento molto meglio e molto più felice di quanto non sarei credendo a assurde storielle medioorientali. Per questo ti dico che alla tua credenza esiste un rimedio, devi solo avere voglia di trovarlo.

kleber al salim jones

L’induismo è una setta locale, il Cristianesimo è modiale, inteso come estensione dell’ Ebraismo, ammonta a circa 8000 AC, percio 2000 più 8000 fuori 9 fanno ancora 10000 anni gli anni della Bibbia.

Markus

Forse sull’antichità e diffusione di certe religioni dovresti documentarti meglio. Per altro se chiedi a un ebreo in che anno sono ti dirà il 5mila e rotti e contano gli anni da adamo ed eva , per capirci…

Ma torniamo alle cose serie.
E’ molto ingenuo credere che n mila anni fa qualcuno abbia potuto rivelare la verità sul mondo. La nostra società e’ molto diversa da quella della bibbia, tecnologicamente e socialmente. Basterebbe questo a far capire che il libro è leggermente datato.
Il pensiero agnostico invece suggerisce di adeguarsi ai tempi e di basarsi su una filosofia che migliora nel tempo attraverso l’esperienza umana.
Non ti pare meglio di lapidare una moglie infedele in base ai suggerimenti biblici ?

nightshade90

così locale che come numero di fedeli è sul punto di superare il cattolicesimo, ance a contare i battezzati come credenti.

il cristianesimo si è diffuso (come territori di influenza) grazie solamente ALLA GUERRA E AL COLONIALISMO, te ne sei reso conto?

nightshade90

quanto agli anni dell’ebraismo, peccato che in origni l’ebrismo fosse POLITEISTICO (elohim ti dice nulla?) e che fosse una religione TOTALMENTE DIVERSA DA QUELLA CRISTIANA (o almeno professata da gesù): il dio degli eserciti che massacra i nemici e sparge piaghe, ordina di lapidare gli infedeli, brucia intere città, con tanto di donne e bambini, la cui colpa è di contenere molti omosessuali, salvando come “unico uomo probo in esse” un tizio che offre alla folla infuriata le sue figlie in stupro, senza chiedere loro nulla, e maledice i figli per le colpe dei padri non è molto in linea con il “dio d’amore e infinitamente misericordioso”.

Dalila

Questa new entry oltre a parlare per stereotipi infondati fa violenza alla lingua italiana (già un buon utilizzo della T non sarebbe male).

FSMosconi

@Kleber Salim Jones

vedila così:

I Romani vedevano il cristianesimo come una setta anti-imperiale di ignoranti partita da un dissidente

Napoleone era, per quanto un grande conquistatore, un restauratore, è vero che tenne il papa prigioniero ma non fece de facto nulla di più

La rivoluzione spagnola era una ribellione al DITTATORE, e aggiungherei sanguinario, e appoggiato dalla Chiesa Francisco Franco.

Il Comunismo come l’intendi la definirei più “Fascismo rosso” o meglio Stalinismo è solo l’ennesima dittaura che si è trascinata su un’onda di idee come le altre (idee utopiche direi) e che ha portato quello a cui tutte la dittaure hanno portato.

Questo è il modo di vederla che ti salva dal “Tutti quelli che hanno combattuto la Chiesa hanno mangiato la polvere” che come vedo tanto ammiri, ma che mi pare poco cristiano anche perché il 90% dei casi c’erano prima di tutto interessi politici dietro e maniere ben poco evangeliche…

TEO

A quanto pare la sentenza non è stata gradita dagli pseudorazionalisti laicisti. Dice un vecchio adagio che “i pifferi di montagna andarono per sonare e …furono sonati!!!

serlvrer

Basterebbe che i mode.——–ratori facessero il loro la vo ro ma non lo fanno, anzi mettono filtri che cens—ura—–no commenti banali in base a semplici parole. Come succede con questo commento

Kaworu

io consiglio di usare la mail per la mo de ra zio ne e segnalare i troll

Valentino Salvatore

Il termine “censura” (o “cens-ura”) è alquanto improprio: si tratta solo di filtri automatici che bloccano determinate parole.
Inoltre, va considerato il fatto che i moderatori sono pochissimi soci volenterosi che fanno questo non come “lavoro”, ma quando e come è possibile. Se potessimo avere una squadra di moderatori (magari pagati) a tempo pieno, di certo sarebbe un’altra cosa, ma così non è.
Quindi, un po’ di pazienza e magari rispetto.
Poi, vale sempre il detto “don’t feed the troll”, considerando che a scrivere certe robe si squalificano da soli.

serlvrer

Valentino, io da un m_od-et.a–to ? re mi aspetto che almeno passi a dare un’occhiata ogni tanto, considerando anche il fatto che qui dopo 2 giorni i commenti vengono bloccati, quindi le discussioni aperte non sono poi così tante. E invece da come va l’andazzo vuol dire che o non passano proprio (aspettano le segnalazione parecchio brigose da fare) oppure, ancora peggio, passano e non svolgono affatto il compito per cui sono stati scelti.

PS tu non parleresti di censura, ma se non li si può praticamente neanche criticare, visto che bloccano immotivatamente i commenti. Spero che questo… riesca passare indenne il filtro

Valentino Salvatore

Vale comunque il commento di cui sopra.
I commenti non sono bloccati “immotivatamente”, ma o per filtri automatici su certe parole, o per cambi di nick o interventi di moderazione… infatti il tuo è passato. 🙂

michele z

il problema è che gente come è totalmente priva di senso civico e logica. Prova a immaginare i tuoi figli in una scuola in cui viene imposto per legge un simbolo ateo (o musulmano, ebreo ecc). Si parla di principi e non di chi lo ha più grosso.

Paul Manoni

@michele z
Serve davvero dargli credito e prestare il fianco alle sue provocazioni?
Lasciatelo bollire nel suo brodo…Si stancherà da solo di parlare da solo.

michele z

se TEO viene qui solo allo scopo di infastidire/provocare che senso ha pubblicarne i commenti per poi ignorarli? Una rispostina a questi personaggi non mi costa molto e la loro presenza è utile per i nostri scopi, cioè crescere come come associazione, nel senso che potrebbe stimolare altri a partecipare alle discussioni e decidere di avvicinarsi all’UAAR (questo è un po’ quello che è successo a me).

Paul Manoni

@michele z
Spero che per iscriversi all’UAAR, le persone utilizzino altri paramentri, piuttosto che la semplice stupidità manifesta di qualche TROLL che passa da queste parti. Sarebbe come dire che si comincia a tifare per Milan, perche’ l’Inter, la Juventus e la Roma, non sono in vetta alla classifica del campionato.
Cio’ che voglio dire, e’ che l’intento di un TROLL e’ proprio quello di farsi rispondere alle boiate che dice, per spostare completamente la discussione su altre cose, e vanificare ogni possibilità di confronto sulla tematica sollevata dall’articolo.
Torna a qualche articolo precedente e troverai tutte le prove che vuoi. Si parte da una palese provocazione dei vari TEO, Enrico, Sledge, paolo di Tarso e simili, e si arriva a parlare di tutt’altro ed ingorare l’argomento principale. Succede SEMPRE e PUNTUALMENTE!
Non si cresce abbassandosi al loro livello di infantilita palese, fidati. Siamo decisamente superiori a filastrocche idiote da bambini dell’asilo, scritte appositamente per provocare gli utenti.

michele z

@ Paul Manoni

non credo di aver lasciato intendere che la stupidità dei troll sia (o sia stato per me) l’unico parametro per associarsi all’UAAR. Ho semplicemente detto che, come è successo per me, qualcunaltro potrebbe trovare l’occasione (se vuoi il coraggio) per dire la propria nel forum. Partecipando/seguendo le discussioni è un modo (non il solo) per conoscere l’UAAR, i suoi membri/simpatizzanti, le sue istanze. Poi i troll si possono anche bannare se violano le regole, ma io dubito che i loro interventi, in questo o altro forum pubblico, servano alla loro causa.. anzi tutto il contrario..

kleber al salim jones

Come da me suggerito in altri post, c’è sempre la possibilità di rivolgersi al Grande Giuri della Confederazione Stellare, come fecero a suo tempo i Romulani, anche loro sconfitti.

Kaworu

credo che un plutoniano della sesta luna ti si sia attaccato alla schiena

firestarter

quel caprone di kleber torna ogni tanto a farci visita. Ciao kleber, non ci sei mancato per niente, speravamo che il padre celeste ti avesse richiamato a se.

se non avessi capito intendo dire che sei un caprone indegno

Stefano

@ firestarter

Non sono d’accordo, nel confronto ci perde il caprone….

Murdega

Teo,pensi che basti una sentenza per cambiare la percezione ,il libero
pensiero,la critica, la libera detterminazione esiste ed esisterà per sempre .
Se il tuo credere ha bisogno di sentenze per sentirsi leggitimata o hai bisogno di
annientare un pensiero per il tuo essere cattolico stai proprio messo male .

Markus

Per me graditissima. Questo mi conferma che il dibattito va spostato dalle aule del tribunale a quelle di psichiatria.

faidate

La precisazione ufficiale sull’influenzabilità dei bambini in funzione dell’età lascia molto perplessi. Conferma ancora una volta che la manipolazione in tenera età è determinante. La distinzione tra insegnamento e manipolazione può essere la seguente: il primo, tipo leggere e scrivere, serve principalmente a chi lo riceve, l’altra, tipo catechismo, serve soprattutto a chi la somministra: i risultati si vedono anche in alcuni cattolici che scrivono, magari in buona fede (?!) in questa rubrica. E giocano ancora con i motti della saggezza popolare. Il lavaggio del cervello precoce si è consolidato e resiste. Da qui l’importanza dell’ora di religione, dei crocifissi etc. Poi i personaggi più furbi ci marciano e ne godono i vantaggi. Altrimenti come si arriverebbe al tipo Casini?

P.C.

TEO, ti rendi conto che hai appena dimostrato quello che ha scritto faidate, vero?

Stefano Grassino

Per favore, mi dite quando la finiremo di andare dietro ai provocatori? Non abbiamo cose più serie da fare? Più sono volgari e più abbocchiamo: ma siamo davvero razionalisti?

Markus

Io trovo razionale e umanitario aiutare queste povere anime in pena che vorrebbero diventare anche loro atei e razionalisti, ma non ci riescono perchè vittime innocenti dell’oppressione clericale. Non voglio discutere con loro, ma spiegargli che l’agnosticismo può renderli finalmente liberi e felici come ogni essere umano ha diritto di essere, senza cadere in manipolazioni basate su paure infantili di demoni, inferni, divinità e robbaccia simile.

Davvero, lo faccio animato da profondo spirito umanitario per quei fratelli sconosciuti ancora afflitti dal male della credenza religiosa e finchè vengono qui, mi sento di aiutarli, se non vengono qui, pace per loro e buona fortuna 🙂

D’altra parte la battaglia si vince a mani basse, basta ribaltare gli argomenti che convincono loro e che con me non hanno attaccato…

Roberto Grendene

dopo i comunicati dei cristiani (valdesi, metodisti, evangelici e pure organizzazioni cattoliche) ora questo elenco di associazioni laiche: tutti a volere una scuola senza discriminazioni e senza imposizione di simboli ideologogici

che il crocifisso unisca e’ una evidente menzogna

TEO

I valdesi,medodisti evangelici rappresentano un’infima minoranza nel panorama religioso italiano e si devono sempre distinguere per la loro presunzione e supponenza. Peccato che nei paesi dove il protestantesimo è religione di Stato ( Svezia Norvegia, Danimarca e prima della Grande Guerra, la Prussia) i cattolici sono discriminati a tal punto che i membri della famiglia reale che si convertono al cattolicesimo o sposano cattolici vengono esclusi dalla successione al trono. Bell’esempio di libertà di coscienza! I Protestanti vadano quindi a fare la predica ai loro correligionari prima di blaterare a vuoto. Il fatto poi che appoggiano le posizioni degli atei ed di chi vuole la distruzione del Cristianesimo la dice lunga di quanto sono ingenui e privi ormai di ogni principio sotto il profilo religioso ed etico!

Kaworu

la qualità della vita però pare sia più alta dove voi avete meno potere. che caso curioso.

Kaworu

probabilmente perchè i diritti di tutti sono salvaguardati e tutti i cittadini sono uguali davanti alla legge (poi delle beghe dei “reali” sinceramente chissenefrega, trovo le monarchie stantie e inutili)

Triceratops

@TEO
Invece nello Stato – Italia – in cui i cattolici hanno più potere, i non cattolici devono sorbirsi ora di religione cattolica, crocifisso cattolico ovunque, oneri di urbanizzazione secondaria per la Chiesa cattolica, la bolletta dell’acqua pagata al Vaticano, cappellani militari cattolici, finanziamenti pubblici alle scuole private cattolcihe, benedizioni cattoliche a luoghi pubblici, pagamento dei preti cattolici con fondi statali o 8 per mille, e mi fermo qui perche’ non posso stare qui fino a sera.
Eh, si’. I cattolici hanno trovato il paradiso in Italia. La cultura cattolica non prova vergogna nel farsi finanziare il proprio culto da tutti i cittadini. Io trovo in questo una ragione per cui viviamo in un paese meno civile della Germania per dirne uno.

nightshade90

TEO
allora il massimo della discriminazione si ha nello stato chiamato vaticano: se non sei cattolico non solo non puoi sperare di venire eletto papa, ma nemmeno puoi sperare di avere incarichi amministrativi anche solo lontanamente importanti.

e poi c’è il piccolo particolare che il vaticano è l’inico paese europeo a non avere sottoscritto la carta dei diritti dell’uomo, ma queste sono sottigliezze, vero?

Roberto Grendene

sono cristiani come te, ricorda
il sangue tra le varie sette cristiane viene versato in abbondanza da secoli

mai visto invece scorrere il sangue tra due fazioni di atei e agnostici per questioni di opinioni

Markus

@ Teo
Ma dai non fare così… senza cristianesimo si vive benissimo, te lo giuro su dio.

All’imporovviso arrivano il senso dell’umorsmo, la gioia di vivere, incontri donne più simpatiche ( o uomini, come ti pare) e la vita prende gusto.

Pensaci.

Roberto Grendene

Massimo Albertin: “sembra che se i bambini hanno fra i 4 e gli 8 anni sono influenzabili, mentre se sono fra gli 11 e i 13 (i miei al tempo della delibera) allora il principio non vale più. Teniamo conto del fatto che i miei figli sono arrivati a 11 e 13 anni passando per tutte le età precedenti in cui erano stati sempre sottoposti alla presenza del crocifisso. Quindi anche attraverso i 4 e gli 8 anni.”

già

la sentenza e’ stata pilatesca

la cosa più buffa è che a fare il tifo per Ponzio Pilato siano i fanatici cattolici

marco.g

Si può discutere sugli effetti veri o presunti dei simboli religiosi ma il fatto che le problematiche che li riguardano abbiano spesso esiti paradossali mi sembra evidente. Basta pensare al fatto che la pubblicazione della prima sentenza, favorevole ai ricorrenti, aveva avuto come conseguenza quella di attirare in una certa misura l’attenzione dell’opinione pubblica su una problematica che da molto tempo non faceva più titoli da prima pagina, e neppure da terza o quarta se è per questo… L’ultima sentenza della Grande Chambre ha avuto esattamente l’effetto contrario: la questione è ripiombata nell’oblio pressoché totale. Dal punto di vista mediatico si è rivelata praticamente una non notizia.
Perché torni ad avere qualche risalto occorre probabilmente che si verifichi qualche fattispecie che evidenzi punti deboli della sentenza, come sarebbe qualsiasi caso che autorizzasse una distinzione tra simboli “ammessi” e simboli “vietati”. Questo attirerebbe sicuramente l’attenzione dei mezzi di informazione europei, e sarebbe per la Corte di non poco imbarazzo…

giuseppe

E’ inutile continuare a blaterare discorsi sulla “religione prevalente”. Il cattolicesimo, che vi piaccia o no, é parte integrante della cultura italiana, ne ha forgiato lo spirito, tanto aperto da permettere a voi di dire quello che volete, anche le stupidate. Si tratta della religione della stragrande maggioranza del popolo che é sovrano, anche rispetto al’uaar.
Per concludere, distruggere la nostra identità per fare spazio al “niente” é un disastro; prima o poi il niente sarà riempito dal altre religioni che, per loro natura, vi imporranno il silenzio forzato. Meditate gente, meditate ! Per una volta mettete da parte il vostro cieco anticlericalismo e ragionate. Vi conviene.

bradipo

Almeno giuseppe ha detto le cose come stanno… “Siamo di più e ci sentiamo di fare come ci pare”.

E se ci contassimo?

Kaworu

il conteggio per i cattolici funziona così:

quando fa comodo, tutti i battezzati sono cattolici.

quando non fa comodo (tipo reati e affini compiuti appunto dai cattolici) ci sono i veri e i falsi cattolici.

la coerenza è la cosa a loro più sconosciuta.

bradipo

già… purtroppo per via del fondamentalismo riguardo certi argomenti e il rischio discriminazione non si può fare quello che sarebbe più ragionevole fare… parlare con dati alla mano… e ovviamente chi può su questo ci marcia.

Ragionando per assurdo, mi chiedo se una soluzione di compromesso che metta tutti d’accordo possa assomigliare a qualcosa tipo:

Per ogni classe (o comune, regione, o capillarità da decidere) la posizione religiosa più numerosa decide cosa appendere come simbolo (dove anche nessun simbolo è un’opzione).

Semplice ma impossibile, visto che non ci si può contare (però una votazioncina a scrutinio segreto…).

fab

giuseppe, non ci siamo.
1 La cultura italiana ha uno spirito moderatamente aperto, ma chiaramente meno delle culture dell’Europa settentrionale. Se si misura la bontà di un’ideologia da questo (?), il protestantesimo è migliore e l’ateismo ancor di più, dato che al suo avanzare avanza anche l’apertura.
2 Lo spirito di apertura verosimilmente esiste NONOSTANTE il cattolicesimo, non a causa sua.
3 Il cattolicesimo è una BANDIERA della maggioranza degli italiani, non la sua religione, che è tale tutt’al più per i praticanti.
4 Distruggere questa identità è come estinguere un debito.
5 Le religioni attecchiscono soltanto in popolazioni non vaccinate da un’istruzione sufficiente. Di nuovo, l’Europa settentrionale lo mostra con chiarezza.
6 Sostenere una religione per i motivi che hai esposto equivale a non crederci.
7 Che c’entra il tuo discorso con l’abiezione di un simbolo IMPOSTO?

Ciccio

“Il cattolicesimo, che vi piaccia o no, é parte integrante della cultura italiana, ne ha forgiato lo spirito, tanto aperto da permettere a voi di dire quello che volete, anche le stupidate.”

già! come nei bei tempi andati dove chi non la pensava come voi veniva messo al rogo o, se gli andava bene, costretto ad abiurare e ridotto al silenzio. Eh sì, è proprio grazie alla religione cattofascista che abbiamo diritto di parola e pensiero!!

paolino

Ciccio, hai dimenticato una cosa importantissima: ancora oggi la CCAR può imporre di non pubblicare alcunchè perchè qualcosa che è stato pubblicato in precedenza non è stato gradito. L’imposizione ha valore giuridico per la legge italiana; vale per ora solo per i chierici. Per ora.

nightshade90

a me risulta che la libertà religiosa sia stata una conquista dei movimenti UMANISTI E LAICI, assieme alle altre libertà, che la chiesa HA SEMPRE OSTACOLATO FINO ALLA FINE, al punto che si dovettero fare rivolte e rivoluzioni per ottenerli.

tali libertà non sono qualcosa che ci concedete per magnanimità, ma qualcosa che VI ABBIAMO DOVUTO STRAPPARE LOTTANDO CFON LE UNGHIE E CON I DENTI PER SECOLI, e che ora esistono solo perchè VOI avete perso questa lotta. quindi è ora di finirla di sopacciare le libertà di pensiero, fede ed opinione come delle invenzioni della chiesa: è vero l’esatto contrario, sono state ottenute NONOSTANTE la vostra più firea opposizzione. ed ora spacciarle per vostre è quanto di più ipocrita possite fare, circa come se dei monarchi assolutisti dicessero di aver inventato loro la democrazia

nightshade90

può imporre di non pubblicare alle case editrici affiliate e controllate più o meno indirettamente, tipo la mondadori. che non sono poche. ma non a tutte. già il fatto che possa impedire anche solo ad una casa editrice di pubblicare è una vergogna.

Roberto Grendene

la conclusione e’ assurda: le eventuali nuove religioni trovando privilegi pronti e leggi fatte per la religione di maggioranza, vi sterminerebbero (di fatto o come ideologia da voi professata).

solo il laicismo difende anche la libertà di religione, oltre a quella dalla religione

FSMosconi

@giuseppe

Grazie per la tolleranza e per l’assurda scusa

prima o poi il niente sarà riempito dal altre religioni che, per loro natura, vi imporranno il silenzio forzato

Che tanto ti piace (per inciso: già la vostra religione vorrebbe già tapparci la bocca, o sei in malafede?): mi ci volevano un bel brodo di giuggiole, mi fa meschinamente sentire di buon umore pensare che non tutti sanno fare 2+2 e che non appartengo al genere. Senza offesa.

Grazie ancora per la pietà, eh…

giuseppe

bradipo risponde:

sabato 2 aprile 2011 alle 12:49

Almeno giuseppe ha detto le cose come stanno… “Siamo di più e ci sentiamo di fare come ci pare”.

Scusa, ma non é assolutamente questo il senso. Io non voglio imporre nulla a nessuno. Ricordare che siamo numerosi era una risposta a chi ci dava per spacciati. Punto e basta.
Quanto al crocefisso, credo che l’imposizione sia quella di andare contro la sensibilità dei più solo perché alcuni si infastidiscono. E non mi pare un bell’esercizio di tolleranza.
Quanto al contarci….temo che i dati ti darebbero torto.
Comunque grazie per lo stile non eccessivamente aggressivo; in questo sei più signorile di altri…per quanto resti un avversario.

Kaworu

giuseppe, non è che potresti usare il tastino “rispondi”?

comunque i vostri conteggi non hanno senso.

ripeto, quando vi fa comodo i cattolici sono tutti i battezzati e bon.

quando non vi fa comodo “eeeh ma questo non è un vero cattolico” -.-”’

giuseppe

Hai ragione per il “tastino”. Quanto ai numeri, é vero che non tutti i battezzati si professano cattolici, ma é anche vero che la maggioranza delle famiglie domanda ancora il battesimo per i propri figli. Questo dato significherà qualcosa o no ?

Kaworu

si, che la maggior parte degli italiani sono conformisti.

e non solo sui riti cattolici.

(posso assicurarti che TUTTE le persone cattoliche che conosco, che come giustamente dici tu, sono la maggioranza perchè tali si dichiarano, hanno fatto battezzare i figli per ragioni tipo “e se no che dicono in paese?” “così quell’arpia di mia suocera deve fargli il regalo costoso”, “così gli facciamo comprare il seggiolone, il gioco a, il gioco b” e motivazioni altrettanto nobili ed elevate li portano a far fare ai figli l’iter delle varie cerimonie cattoliche. il matrimonio idem avviene perchè “in chiesa è più bello” / “voglio l’abito bianco” – esilarante quando una magari ha già un figlio – “così fa più scena”)

Roberto Grendene

e come mai a Bologna i matrimoni civili sono il 70% e quelli religiosi cattolici meno del 30% ?

i genitori portano i figli a battezzarsi perché temono siano discriminati
non mi dire che pensi che lo facciano in maggioranza come scelta religiosa!

bradipo

Quanto al contarci….temo che i dati ti darebbero torto.

occhio, stai implicando una cosa che non intendevo (ossia noi saremmo di più… il noi che mi attribuisci è solo un io).

Dico solo, con dei dati affidabili si ragiona meglio… e sulle cifre la CCAR ci gioca senza alcun controllo di realtà.

Questi sono i fatti, il resto è propaganda.

Stefano

@ giuseppe

ti ho già risposto al riguardo.
Ora, se sei onesto, dai uno sguardo a questa pagina ed esorta, allo stesso modo, i tuoi correligionari, ospiti in questo sito.
Grazie

FSMosconi

@giuseppe

Il fatto che ai più non glie ne freghi niente ti dice qualcosa?
No, ovviamente…

Stefano Grassino

@ bradipo

L’arroganza di giuseppe, tipica dei cattolici oltranzisti, non gli fa vedere un’aspetto importante di tutta questa faccenda: da sconfitti rischiamo di diventare vincitori. Se il mondo lo si smuove con le coscienze (alle armi si arriva come estrema ratio) notiamo che in molti, tra i credenti, si stanno chiedendo se non avevamo ragione a fare quello che abbiamo fatto. Come ho già avuto modo di dire, diamo tempo al tempo………..

serlvrer

“in molti, tra i credenti, si stanno chiedendo se non avevamo ragione a fare quello che abbiamo fatto. ” in molti chi? io non ne ho visto nessuno… anzi, quanto quei pochi che si dicono contro il clericalismo hanno accolto festanti la notizia dell’intoccabilità del crocifissino.

Francesco

Sono solo dei parassiti,
da una parte sostengono le loro tradizioni da l’altra si arraffano le conquiste ottenute con notevoli sacrifici dalle persone civili, come la liberta’ di espressione il cui merito d’averla ottenuta non e’ sicuramente del cattolicesimo (se fosse per i cattolici saremmo ancora nel medioevo a fustigarci per chiedere perdono dei nostri peccati),
ripeto sono solo dei parassiti disposti
a prendere e ma non a dare anche se si tratta qualcosa che ci e’ dovuto.

giuseppe

Ecco un modo di bloccare una discussione pacifica. Parassita sarai tu che rifiuti di dialogare serenamente.

Francesco

Se per te e’ pacifico importunare la gente ti sei risposto da solo.
E ora lasciami in pace.

serlvrer

Ma allora perché i simboli di chiesa non debbono stare fuori da quelli politici; per loro non vale la legge commutativa

fabrizio

Pensavo ne fossero usciti con una soluzione tecnica e formale. In questi termini la sentenza è pessima. Aggiungerei che sono erbacce da estirpare. Sul parassiti mi astengo ce ne sono che possono diventare integrati al sitema biologico…;-)

Francesco

Hai ragione, allora invece di usare metafore chiamiamoli col loro vero nome profittatori…Ok?

fabrizio

ok. In questi giorni per altro pensavo che l’uomo deve aver imparato a coltivare l’ingenuo per poterlo sfruttare meglio. Da nomadi a stanziali. Un po’ come coltivare il grano che se solo sfruttato non ricresce.

fabrizio

Sì ecco…e con conseguente “spauracchio” tipo cane da guardia che ricompatta il gruppo, nel caso qualcuno intendesse defezionare.

kleber al salim jones

La dittatura del relativismo non fa i conti con la fine terrena dell’ individuo. La scienza spiega totto, (o quasi..). Vedo la scienza come il bambino che scopre le cose in torno a se e grazie a questo diventa arrogante e superbo, pieno di se, senza porsi la domanda del perchè le cose sono cosi e non in altro modo, perche le leggi della fisica sono queste e non altre, perche la configurazione dell’ universo è quella che “conosciamo” e non altra, perche l’uomo ha due braccia e non tre, due reni e un cuore e non l’incontrario? Perchè l’acqua spegne il fouco e quest’ ultimo brucia, insomma sono tutte questioni dell’ architettura dello scenario in cui ci troviamo che ci rendono esseri passivi, almeno me, non so se voi laicisti scientisti razionalisti ateisti siete soggetti passi o attivi di questo scenario. Magari l’ avete creato Voi….

Kaworu

dittatura del relativismo è un ossimoro.

la dittatura per definizione ha un pensiero unico, e il relativismo è un pensiero plurimo.

tra l’altro mi sembri piuttosto ignorante anche sulla psicologia dello sviluppo cognitivo.

P.C.

Si perchè invece sul concetto di scienza ha capito tutto… “senza porsi la domanda del perchè le cose sono cosi e non in altro modo” ecc.: la scienza è proprio la disciplina che, tra l’altro, queste domande (e molte altre) se le pone in continuazione, cercando la risposta… è curioso che invece ti sia dimenticato i “misteri della fede”: “-perchè il cielo è blu? -Perchè dio (o allah o aqquà o chivuoitu) l’ha creato così punto e basta”

Entomos

Una precisazione per P.C.:
la scienza non si domanda nemmeno il “perchè” di una cosa,sarebbe cosa sciocca… la domanda giusta è: “come?” Se ci pensate bene,sono due cose ben differenti.

P.C.

@Entomos Veramente il perchè (causale non quello finale) è molto importante nella scienza, basti pensare che devi conoscere le cause di un fenomeno per poterlo riprodurre in un esperimento e capirne il “come”…

FSMosconi

@Kebler

il bambino che scopre le cose in torno a se e grazie a questo diventa arrogante e superbo, pieno di se, senza porsi la domanda del perchè le cose sono cosi e non in altro modo

Cos’è questa involontaria introspezione? No, sul serio: qui sembra tu stia parlando proprio di te. Froid direbbe sicuramente qualcosa in proprosito….

FSMosconi

Magari l’ avete creato Voi….

L’universo è ciò che uno vede e che quindi vuole che sia, in definitiva: anche se non in senso fisico, sì. Invidioso, trolletto?

TEO

Volevano schiodare i crocefissi
ma son rimasti come stoccafissi!

Kaworu

non vedo argomentazioni o apporti significativi alla discussione.

Paul

E’ lo stesso umorismo di Fanzaga….. il che è tutto dire…..

kleber al salim jones

E difficile apportare in questo contesto, semmai il termine asportare potrebbe risultare assai più adeguato.

bradipo

cioè abbiamo troppe argomentazioni che puoi solo prenderne?

Accomodati.

nightshade90

kleber
non mi stupisce che tu non sia minimamente in grado di apportare qualcosa di costruttivo ad un dato contesto. è una cosa comune a molti credenti fanatici (cioè a molti che si professano seriamente cristiani). e a tutti coloro della levatura di fanzanaga e de mattei, come te. la costruttività non sapete dove sia di casa, e vi stupisce sentirvi chiedere di portare apporti costruttivi a discussioni che non vi garbano, come se vi si chiedesse la luna……propbabilmente, visto il vostro livello intellettivo, effettivamente è davvero così….

nightshade90

per esser riusciti ad imporre la croce brindavano,
fregandosene dei preti che i loro figli stupravano.

ti piace questa? stessa profondità di contenuto, stessa quantità di verità.

FSMosconi

Con noi è puritabo, moralista, bacchettone
ma si filma mentre scopa con tuniche da stregone

CapaRezza su di te…

peterelle

prendiamo atto del crocifisso di stato,facente parte dell’arredo dei locali”date a Cesare quello che è di Cesare e Dio……”be! forse qualcuno ha sbagliato qualcosa,o a capito male!?

kleber al salim jones

Tempo fa c’era un portale assai arrogante “resistenzalaica” popolato da lumi resistenti, avevo prognosticato la sua caduta in tempi brevi, però non cosi brevi. E’ caduto sotto il peso del nulla, anche il nulla hà un peso, una massa.
Penso che questo portale sia vicino alla massa critica, il nulla assoluto. Vita breve…????

bradipo

per gli studi sulla massa del nulla hai messo una testa sulla bilancia?

Stefano

@ Kleber

allora abbiamo speranze anche per te…
Ti la massa (a)critica l’hai raggiunta….

kleber al salim jones

Kaworu, hai il raffreddore? La scienza a la soluzione per i tuoi problemi!! Vedi che un problema lo hai?

kleber al salim jones

Kaworu, hai il raffreddore? La scienza ha la soluzione per i tuoi problemi!! Vedi che un problema lo hai?

Kaworu

eh?

no non ho il raffreddore.

tu hai qualche problema cognitivo?

bradipo

A dire il vero il raffreddore non è ancora risolto, al massimo se ne alleviano i sintomi.

Grazie alla fede però sappiamo che è così perché voluto da Dio, questa sì che è una brillante soluzione 😆

Kaworu

ah dici che voleva dire questo?

al momento ho una leggera allergia ai cipressi, ma l’antistaminico me la risolve tranquillamente 😆

bradipo

non so… probabilmente il vero senso delle sue parole resterà un mistero.
Il solito messia incompreso.

firestarter

non e’ criptico, e’ semplicemente un caprone ritardato

P.C.

Kebler sei morto alla nascita insieme a tua madre? Sei morto appena nato? Sei morto prima dei cinque anni? Se ti prendi l’influenza oggi rischi seriamente di morire? Beh ti do una cattiva notizia, se hai risposto di no a tutte le domande lo devi alla scienza…

P.C.

@kebler Cos’è, questo essere divinamente illuminato fino alla seconda metà del 1800 dormiva? O quando si iniziò a capire qualcosa dei germi cambiò idea?

@bradipo LOL!

Otzi

@kleber al salim jones. Conosci tu per caso “le ragioni” di un essere Divinamente Illuminato? Ecco, io non so chi tu sia, ma se ritieni di conoscerle, tu sei sicuramente in compagnia dei Grandi Impostori della Storia.
Vedi, nell’unicità del tuo cervello, se riesci a produrre pensieri autonomi e quelli metti alla prova.

Francesco

Propongo di cambiare il nome da Corte Europea dei Diritti Umani in:

Stalla europea dei diritti delle bestie

kleber al salim jones

@ firstarter (picciafuoco)

Posso essere un caprone indegno, ma tu se non cambi e ti converti ti perdi l’anima. Pensaci, la vita terrena non è eterna. Se sei molto giovane posso capire, da giovani ci si sente padroni del mondo onnipotenti ed eterni. Ma se sei un vecchio babbione, aproffitta quel che ti resta da vivere per ripensare a tutta la tua vita e abbracciare la verità.

Diocleziano

Complimenti!: allora la tua religione è roba da vecchi babbioni?

fab

Ma kleber, qualunque persona ragionevole SA che non può esistere nulla di buono e onnipotente e che quindi tutte le vostre assurdità non hanno alcuna sostanza. Sei tu quello che si deve ravvedere. Per conto mio, vivo nella verità, anzi proprio nell’evidenza, da parecchi decenni e mi ci trovo proprio bene.

nightshade90

@kleber
lo stesso consiglio lo possimo rivolgere a te: la tua vita è limitata, abbraccia la verità finchè sei in tempo: convertiti al pastafarianesimo, l’unica vera religione. continuare a venerare quel dio malvagio e guarrafondaio che massacra l’umanità in diluvi, fà piovere fuoco sulle città perchè popolate da gay, chiede al suo miglior fedele di essere disposto ad ammazzare il suo unico figlio ad un suo comando e lo elogia come degno seguace quando si domistra pronto a farlo, non farà che portarti all’inferno. pensa alla tua anima, convertiti al mostro degli spaghetti volante, ci sono io ad assicurarti che lui è l’unico vero dio….

firestarter

scoppia, caprone gonfiato.

e naturalmente mi rivolgo a kleber, noto ritardato che si aggira da queste parti

kleber al salim jones

@picciafuoco

I tuoi atteggiamenti conotano uno stato d’animo da desperados, quando si è in scacco si comincia a sparare a vanvera come fai tu. Perciò ti invito a rientrare e comportarti da bravo intelettuale.

Stefano

@ kleber

Se il criterio è sparare a vanvera tu non sei nemmeno iniziato

Pino Curatolo

Mi permetto, sommessamente, di ricordare a tutti che qualsiasi sentenza (da quelle dell’ultimo pretorino a quelle della suprema corte romulana) dirime una controversia (in qualunque modo, e se ci riesce) ma non stabilisce principi e verità assolute, eterne e … impermeabili…!
Siamo tenuti a rispettarle, o ad impugnarle nei termini di legge, ma non siamo tenuti a CREDERCI. Personalmente avrei confermato la prima pronuncia e dato ragione alla signora Lautsi, e non ci sarà nessuna corte che mi farà cambiare opinione, se non la maturerò io. Ma … loro sono i giudici ed io … non sono un … (parafrasando una celebre frase di Sordi nei panni del Marchese del Grillo)!
Il che non mi impedisce di ragionare, giudicare, valutare, forse anche con qualche punta di soddisfazione o, come in questo caso, di delusione o di rammarico ma, sempre, ricordandomi che nessuno possiede “la verità”, nè io, nè qualsiasi alta corte.
E’ questo che i troll non capiscono: loro hanno bisogno di certezze, di pastori, di divieti.
Io, e credo molti di noi qui, no.

kleber al salim jones

Ti sbagli Pino, La Chiesa possiede la verità. Ed è grazie alla Verità che fa si che sia li in piedi da 2011 anni. Mi spiego, il comunismo non possiedeva la verità ed è crollato dopo poco più di 70 anni, l’impero romano è crollato dopo qualche secolo, limpero napoleonico idem. Le ideologie che oltre che non possedere la verità le fanno guerra, crollano da sole. Queste non sono favole, è Storia!!!!! Per ciò sarebbe saggio rivedere lo stile di vita e di pensiero.

nightshade90

quindi immagino che la cina ed il giappone posseggano in’infinita verità. ed idem la fede indù, visto che al loro confronto il cristianesimo è giovane come un bambino.

quanto alle ideologia che non hanno la verità e fanno la gurra, scusa un attimo, potresti ricordarmi quante crociate ci sono state che ho perso il conto dopo la sesta? e quanti roghi di streghe e di eretici?

POPPER

la chiesa al 2011 è arrivata grazie al potere e ai soldi, il resto è menzogna fatta passare per verità assoluta, imposta a tutti allo stesso tempo con arroganza e prepotenza e inquisizione, e roghi, e persecuzione degli ebrei, discriminazione a tutto campo; anche oggii si lamenta perchè le diciamo che è omofoba, infatti pensa che il solo fatto di criticarla sull’omofobia è automaticamente un attacco alla libertà religiosa della fede cattolica.

kleber al salim jones, tu sei un catto-troll, sei libero di dire quello che vuoi ma cerca di ragionare, perchè anche in fatto di storia della chiesa cattolica non sai un tubo, dalle tue stesse parole emerfe il caosa delle contraddizioni e incoerenze, non sei lucido quando scrivi queste assurdità, ti si potrebbe persino compatire e sorridere sui tuoi interventi, è il minimo che puoi aspettarti da persone che ragionano normalmente qui nel sito.

fab

Dato che la chiesa sostiene che esiste qualcosa che è insieme onnipotente e buono, non soltanto non possiede la verità, ma è inequivocabilmente detentrice di falsità.

Stefano

@ Kleber

Il primo ateo è esistito da ben prima della tua religione.

kleber al salim jones

Anche il comunismo aveva il potere le armi e i soldi. Haa…. dimenticavo aveva anche gli “intelettuali”…..

Kaworu

sicuramente gli “intelettuali” come dici tu, non sono merce ecclesiastica…

Diocleziano

kleber,
sì, la chiesa è piena di verità, è la verità che la tiene in piedi da duemila anni.
E tutti noi sappiamo dove si trova tutta questa verità: nelle casseforti dello IOR…
Se finiscono i soldi… addio chiesa!

Francesco

Il crocifisso a causa dell’immagine violenta che riproduce, deve essere vietato ai minori di 18 anni non solo nei luoghi pubblici ma anche nelle case private dove ci sono minori e nei luoghi di culto come ad esempio le chiese (oppure l’ingresso in questi luoghi deve essere vietato ai minori).

Che ne dite di questa proposta?

bradipo

per quanto ne condivido le intenzioni, purtroppo mi sa di tentativo di dare il carcere a un noto pluriomicida accusandolo di divieto di sosta…

penso sia meglio essere chiari sui perché certe cose si pensa vadano fatte.

Francesco

La proposta era provocatoria.
Comunque nel film “gli intoccabili” (quanto poi l’adattamento cinematografico fosse vicino con realta’ non posso garantirlo) Al Capone avendo moltissi agganci riusciva ad evitare la galera per i suoi crimini ma alla fine viene messo dentro per evasione fiscale.

bradipo

Lo so… e cavolo, non mi veniva il film. M’ero impuntato con Scarface 😆

E’ che alla fine, in merito a tutta la faccenda, mi dico che è meglio rimanere saldi sulle basi…piuttosto che fissarsi sul singolo episodio (magari segno soltanto del fatto che non era il tempo e il luogo per simili cambiamenti) continuare al solito con informazione e cultura… forse il resto verrà da sé e in futuro si dirà “ma guarda come stavano nel 2011”, come con molti altri obbrobri del nostro passato.

nightshade90

non è solo nel film, è successo davvero sapete? lo misero davvero dentro per evasione fiscale perchè non riuscivano ad incastralo in altro modo.

libero

Il problema del crocifisso, anche come simbolo passivo, è laSUA “CENTRALITA’ IMPOSITIVA”, se fosse in una parete laterale come oera d’arte, assieme ad altre opere d’arte, nessuno si sentirebbe offeso, ma la sua imposizione sopra la testa del professore da la percezione che il punto di riferimento non sia la Repubblica Italiana, bensì uno stato estero teocratico.
Su questo punto si potrebbe a mio avviso ottenere qualcosa.

Francesco

E’ un immagine violenta e’ messo in un punto impositivo come hai giustamente sottolineato, sono motivazioni che nessun giudice potrebbe ribattere, perche’ non cerchiamo di spostare in questi campi la volonta’ di toglier il crocifisso visto che vivivamo in un paese di bigotti?

libero

Che il crocifisso sia di Cimabue e accanto ad una Gioconda, sopra la testa del professore che ci sia il simbolo della Repubblica Italiana e non di uno stato straniero !

Questa posizione potrebbe trovare adesioni.

Francesco

No No , spingere sulla violenza dell’immagine del crocifisso e la tutela dei diritti dei minori secondo me e la proposta migliore mica dobbiamo spostarlo bisogna toglierlo.

nightshade90

come le vostre su divorzio ed aborto? non mi pare che voi vi siate fermati, quindi perchè dovremmo farlo noi, che siamo in ascesa invece che in discesa netta come voi?

firestarter

quante diocesi hanno diciarato bancarotta per risarcire le vittime dei vostri criminali?

vi divertite a seviziare i bambini e parli pure, caprone imbecille.

kleber al salim jones

@firestarter (fiammellaagonizzante)

Se continui ad offendermi e comportarti da squilibrato passero anch’ io a giocare duro, ma ti garantisco senza perdere lo stile. Tu ormai l’hai già perso e hai messo a nudo quello che veramente sei….

Paolo P.

Ma perchè perdete tempo con questo Kleber al…eccetera?
Vi state divertendo con questo vecchio caprone?
L’ unica cosa che mi fa rabbia dei credenti-creduli è che quando moriranno non avranno il tempo di “scoprire” che non esiste l’ aldilà e un dio del cazzo perchè la coscienza SCOMPARIRA’ !

!

kleber al salim jones

Questa è la tua fede? Vedi l’ateista è un’ideologo. Anche tu credi, sbagliato ma credi. Nello scioglimento della coscienza. Allora cervellone aiutami a capire. La coscienza e materiale o immateriale? L’inteligenza, per chi ce l’ha, e materiale o immateriale? Il pensiero e una caratteristica della materia o dello spirito? Se della materia, sarebbe giusto il detto che le pareti hanno orecchio. Attendo una risposta.

nightshade90

considerando che non esiste la coscienza slegata dalla materia (puoi indicare anche solo un caso in cui una cosa del genere è riscontrabile), mi pare ovvio che sia una proprietà emergente della materia (se vuoi sapere se una proprietà emeregente è materiale od immateriale e non ci arrivi da solo, leggiti un dizionario. sappi solo che essendo una proprità della materia, ovviamente non può esistere senza materia, sebbene non si possa definbire materiale dato che appunto è una PROPRIETA’). per l’esattezza determinata dalle reazioni chimiche del cervello, reazioni ben conosciute, che non implicano alcun miracolo che entri in gioco ogni singolo istante per modifiocare le leggi della fisica (vedasi “anima”, cioè di un’entità trscendente che influisca sul immanente. il che è appunto possibile solo modificando le leggi fisiche, cioè tramite miracoli continui, di cui però non si ha traccia nè ha senso ipotizzare la loro presenza visto che tuttio si spiega benissimo senza tirarli in ballo)

kleber al salim jones

Cos’è allora la morte? Il corpo che era vivo qualche secondo prima di morire volumetricamente contiene la stessa materia dopo qualche secondo dalla morte. Però un secondo prima era vivo e un secondo dopo era morto, cosa è cambiato nelle caratteristiche intrinsiche di quella materia?

kleber al salim jones

Perchè? Come si è fermato il meccanismo? Perche la materia ha perso la caratteristica pensante? Esistono infinite combinazioni chimiche? Visto che sostenete che il pensiero è una reazione chimica. Controllata come? Come faccio a sapere il tipo di reazione devo innescare per immaginarmi un’ isola?
Come faccio a sapere che tipo di reazione e con quali componenti devo interagire per innescare la reazione chimica che mi permetta di perdere tutto sto tempo per sostenere, per esempio questo ridicolo post?

Kaworu

ti consiglio di iniziare con un libro semplice di prima superiore di biologia e poi pian piano passare a concetti più complicati.

in un secondo momento potrai studiare il corpo umano, e in particolare focalizzarti sul cervello, e poi magari passare a qualche testo universitario come “neuroscienze – esplorando il cervello”.

perchè davvero non ha senso spiegarti cose per le quali tu non hai nemmeno le basi.

sarebbe come spiegare la divina commedia a un bambino che ancora non ha iniziato a parlare.

Kaworu

il meccanismo, come lo chiami tu, si può fermare per n motivi diversi, comunque.

l’unica materia “pensante” è il cervello, e senza ossigeno i neuroni muoiono (muoiono anche per altri motivi comunque, però metti che ti viene un infarto… il cuore si ferma, al cervello non arriva più sangue ossigenato, i neuroni iniziano a morire).

kleber al salim jones

Allora la personalità di ogni individuo è anch’ essa una banale reazione chimica? E che differenza c’è tra una reazione chimica cerebrale ed una reazione chimica stomacale? Le reazioni (stomacali e celebrali) si possono confondere?

Kaworu

in alcune persone evidentemente si…

seriamente parlando invece, se non conosci la differenza tra un neurone e una cellula dell’epitelio dello stomaco… rinnovo l’invito a studiare biologia partendo dalle basi più semplici.

per quanto riguarda la personalità, ti faccio un esempio pratico:

c’era una volta (e c’era davvero) un tipo, che si chiamava Phineas Gage. questo tipo era un brav’uomo, un onesto lavoratore, una persona in gamba, e faceva il caposquadra in un cantiere. un brutto giorno il caro Phineas, distrattamente, fece l’errore di pigiare con una sbarra di ferro su della polvere da sparo. quella sbarra di ferro gli attraversò il cranio asportandogli un bel pezzo di cervello.
Phineas sopravvisse a questa brutta avventura ma, come gli amici ebbero a dire… “Gage non era più Gage”. era diventato un bestemmiatore, incapace di pianificare le sue azioni, iroso, asociale e incapace di valutare i rischi.

questa storia cosa ci insegna? che i lobi frontali sono molto importanti.

davvero guarda, fatti un minimo di basi, poi ne riparliamo…

firestarter

in kleber l’attivita’ cerbrale e’ comunque assente; inoltre e’ gia’ un sacco di escrementi, per cui nel suo caso direi che la morte non cambiera’ nulla.

Stefano

@ Kleber

dove va la luce quando si fulmina una lampadina?

se si possono pensare idiozie simili.

Se le tue attività cognitive dipendono dall’anima, che fine fa questa quando a causa di un grave danno cerebrale non riesci a immaginare la tua isola?
Si è danneggiata pure l’anima?
Kleber, studiare un pochino è attività che non hai mai preso in considerazione?

ah scusa, dimenticavo:

2. Se qualcuno dice che le scienze umane devono essere trattate con quella libertà, per cui le loro asserzioni, anche se contrarie alla dottrina rivelata, possono essere ritenute come vere e non essere proscritte dalla chiesa, sia anatema.

Non aver paura gli effetti si notano….

Diocleziano

L’ignoranza di kleber è davvero imbarazzante, la sua petulanza nell’insistere a esporre opinioni ridicole mi fa pensare che vive in un ambiente del suo stesso livello culturale, per cui, non avendo un confronto corretto, arriva a queste aberrazioni mentali. E il fatto che viene qui a sciorinare la sua improntitudine con tanta spavalderia mi fa pensare che si ritenga molto preparato, in effetti ha la preparazione del cattolico medio.

Appello ai troll di buon cuore: portatelo via, nel vostro interesse!

Alfonso

@kleber al salim jones
la cd “coscienza” altro non è che il totale delle nozioni, inforrmazioni che noi accumuliamo durante tutta la vita, fin da quando usciamo dal ventre materno. Il problema è che quando queste nozioni, acquisite nel perido infantile (particolarmente dai 0 ai 7 anni- i gesuiti lo sapevano molto bene “dateci i bambini fino a 7 anni e saranno della chiesa per sempre”-) , sono di tipo “chiuso”, come per esempio i dogmi religiosi, il cervello si cristallizza evolvendo in una fase adulta di atrofizzazione, che si chiama “credenza”, “fede”, “Dio” e che impedisce di vedere la bellezza della vita e della morte, che sono un tutt’uno. Ecco che voi “credenti” continuate a separarle a causa del vostro egoistico e morboso attaccamento alla vita proiettandola patalogicamente in un presunto ‘”aldilà” dopo la morte, che in oriente chiamano “reincarnazione” e in occidente “resurrezione”. Paradossalmente, al contrario di noi atei, siete proprio voi “credenti” a non accettare un evento naturale come la morte e che cercate di esorcizzare in tutti i modi, rinviando persino quanto più possibile quel “ritorno al Padre”, che per voi tanto dite (a parole) di desiderare. Memento mori!

serlvrer

@keber, l’immateriale per quanto non materiale (in senso fisico) è pur sempre immanente, contro la tua credenza che invece sfocia nella trascendenza.

nightshade90

la coscenza è UNA PROPRIETA’ EMERGENTE, che necessita di un certi sistema di una elevata complessità per presentarsi. lo scopo principale di tale sistema è però IL MANTENERE SE’ STESSO, cioè la propria complessità, poichè la tendenza all’entropia porta tutti i sistemi complessi (e tanto più quanto più sono complessi) al decadimento (in sistemi più semplici). questo sistema, in grado di manetenere sè stesso (tramite l’apporto di energia dall’esterno, necessaria per compiere il lavoro che si opponga all’entropia) è in grado di riparare i suoi malfunazionamenti, ma solo fino ad un certo limite. superato tale limite, il sistema non si riesce più a riparare da solo (si può aumentare il limite operando dall’esterno, ad esempio opernado le ferite chilurgicamente, ma anche così superta una certa soglia di danno il sistema non è più in grado di ripararsi). quando ciò succede, il sistema si blocca (e con esso tutte le sue funzioni, così come il comparire della proprietà emergente), non può più contrastare la tendenza all’entropia, che porta quasi immediatamente al decadimento di tutte le parti più delicate (ad esempio 5 minuti per il decadimento a livello irreversibile delle cellule del cervello, anche ore per altre meno delicate) generando così la completa irreversibilità del processo, che a questo punto continua nel suo corso trasformando il corpo in cadavere e portandolo alla putrefazione e alla dissoluzione.

convenzionalemente, l’attimo in cui il processo di decadimento, a seguito del blocco del sistema, diventa irreversibile per la parte da cui dipendeva il comparire della proprietà emergenete chiamata coscienza (e che per coincidenza anche la parte da cui normalmente dipende anche il funzionamento basilare dell’intero sistema, a meno di bypassare la cosa tramite l’attaccamento a delle macchine), cioè il cervello, viuene chiamato MORTE. chiaro adesso.

Stefano

@ nightshade90

quel che dici può essere chiaro per kleber tra una decina di reincarnazioni.

serlvrer

@keber, l’immateriale (coscienza, morale, conoscenza ecc) per quanto non materiale (in senso fisico) è pur sempre immanente, contro la tua credenza che invece sfocia nella trascendenza.
Ma probabilmente ha utilizzato concetti troppo difficili

ANDREA

NON ACCETTATE LE PROVOCAZIONI E NON RISPONDETE A QUESTI MENTECATTI.
NON ACCETTATE IL “DIBATTITO” CON CHI PARLA PARTENDO DAL NULLA. PERCHEì LA GIRERA’ SEMPRE COME VUOLE, DEL RESTO MICA DEVE DIMOSTRARE QUALCOSA, HA IN TESTA IL NULLA E CON QUEL NULLA SOPRAVVIVE, E ALLORA LASCIATELO SOPRAVVIVERE, SE SMANACCIA VENENDO A CHIEDERE LA “CARITA'” DI UNA NOSTRA PAROLA, LASCIATELO NEL SUO NULLA, UNA BARELLA PRESTO LO PORTERA’ AL REPARTINO PSICHIATRICO;-)

Otzi

L’Italia è un paese in ginocchio al sacro infallibile solio papale fin dai tempi di Costantino. Il crocifisso è un simbolo religioso fatto passare anche come simbolo culturale. Chi in esso non si riconosce, si ritiene offeso o quanto meno disturbato dalla sua presenza nei luoghi pubblici dello Stato, deve subirlo perchè una presunta o vera che sia maggioranza di italiani cattolici lo vuole. Bene, cioè male, e sia; ma questa non è democrazia fondata sul potere del popolo, sancita dalla Costituzione, perchè viene calpestato il diritto delle minoranze, il cui rispetto e la cui difesa costituiscono la vera laicità di uno Stato democratico moderno.
Purtroppo nel cuore geografico dell’Italia c’è il Vaticano, un lembo del suolo italico venduto a dio, che costringe tutti gli italiani ad inginocchiarsi davanti a questo solio: ginnastica piacevole per l’infantilismo politico dei politici italiani, rituale per le pecorelle credenti, ma non per gli aderenti al partito della Laicità democratica. Mai si inginocchieranno a questo soglio. Mai al Potere (exsusia) dato da dio al Vaticano.

Stefano Grassino

In Italia esistono minoranze intelligenti ed acculturate, estremamente preparate sul piano della socialità, a cui fanno da contraltare una moltitudine di pecore belanti pronti ad acquistare patacche scambiate per oro. Purtroppo in democrazia esiste un limite: il tuo voto vale uno come quello del leghista semianalfabeta. L’assurdo è che un filonazista come borghezio, a cui il famigerato dottor Mengele avrebbe misurato il cranio con il compasso, può godere delle garanzie democratiche che abbiamo grazie al sangue versato da coloro su cui lo stesso borghezio sputa.

kleber al salim jones

Allora vi inginocchierete davanti satana. Vostra la scelta!!

fab

kleber, e se non mangi l’erba, allora mangerai le margherite, tertium non datur. A te la scelta!

Stefano

@ Kleber

Io sono fedele al divino Thor che mi ha rivelato di aver eliminato a martellate sia il tuo dio sia Satana. Pur nella sua infinita onnipotenza ha qualche problema con te vista la durezza della tua testa, tuttavia non dispera.
Mi ha anche detto di non ascoltare i falsi profeti che verranno a propagandare altre fedi.
Io sono certo dell’esistenza di Thor e nessuno potrà mai farmi cambiare idea.

kleber al salim jones

Bene Stefano ti auguro tanta martellate da parte di thor…

Stefano

@ Kleber

No, le martellate Thor le dà agli infedeli, pentiti finché sei in tempo….

Stefano

@ kleber

A proposito, se tu non dovessi crederci, DIMOSTRAMI che Thor non esiste, dai!

nightshade90

Kleber
Thor ha un martello. il tuo dio è stato inchodato ad una croce. chissà quel’è il più forte….

bradipo

sei pazzo?

Satana caccia via dall’inferno e manda in paradiso tutti quelli che gli si inginocchiano di fronte, li preferisce in piedi… dice che i lecchini sono “per quell’altro”.

Stefano

@ bradipo

Per inciso, rammenti cattotroll col senso dell’umorismo?

bradipo

La mia teoria è che sarebbero indistinguibili… per far ridere dovrebbero dire esattamente le stesse cose di quelli che trolleggiano seriamente per provocazione.

Di solito non mi pongo il problema di cosa ci sia dietro il troll e cerco di seguire la scia… se ne esce qualcosa di divertente o lo spunto per un pensiero sensato tanto di guadagnato… se fossi un credente mi chiederei abbastanza spesso: “ma davvero dovrei pensarla come questi tipi buffi?”.

Stefano

Si potrebbero raccogliere gli interventi di kleber e inviarlo alla Corte come prova dell’influenza negativa. Ammesso sia mai andato a scuola.

Diocleziano

L’esposizione prolungata al crocifisso provoca danni irreversibili… 😉

tonii

amici, i crocefissi stacchiamoceli da soli senza chiedere permesso a nessuno. tanto quei quattro beghini rimasti manco se ne accorgeranno.

serlvrer

Più che staccarli bisognerebbe attaccarli anche nei cessi, vediamo che cosa direbbero allora.

Stefano

Propongo che sotto il crocifisso, in ogni aula, venga riportata la seguente frase, espressione dell’organizzazione che tiene al simbolo:

2. Se qualcuno dice che le scienze umane devono essere trattate con quella libertà, per cui le loro asserzioni, anche se contrarie alla dottrina rivelata, possono essere ritenute come vere e non essere proscritte dalla chiesa, sia anatema.

Poi si tenga lezione di scienze e si chieda alla Corte se esso influenzi o meno gli alunni.

Potete finalmente comprendere tutti in che modo i nostri cattotroll intendano la compatibilità tra scienza e fede.

fresc ateo

Appunto hai detto bene; favola ,perchè di favola trattasi …filosofia =? tutte le religioni sono pensieri e quindi filosofie::durerà certo fino a quando le tribù non avranno il coraggio di guardare alla vita e alla morte con serenità . Nessuna prova storica esiste su cristo.
E nessuno ha mai visto il vostro super eroe ..dio.–quindi..a buon intenditor poche parole.

fresc ateo

IL PAPATO una congregazione di nulla facenti sparsi intorno al mondo ..noi non siamo come dici tu senza dio! siamo perchè esistiamo ,e siamo senza un dio perchè DIO NON ESISTE .

fresc ateo

kleber al salim jones MA TE CI FAI HO CI SEI =??satana dio ecc ecc …avete voi credenti costruito il vostro potere terreno sulla vite di milioni di esseri umani massacrati nel nome di un dio sempre vostro ..imponendo la vostra idea col ferro e col fuoco e col terrore della inquisizione .
Per fortuna uomini eccelsi e scienziati e filosofi e SOPRATTUTTO LIBERI PENSATORI sono riusciti a cambiare il volto del mondo oggi libero ..e democratico .libero da fanatici che col loro pensiero peregrino e cattivo sottomettevano le genti col terrore.NO tu non mi convincerai mai .e IO RESTERO’ UN LIBERO PENSATORE CHE DAVANTI A NESSUN UOMO TRAVESTITO DA FARAONE MI INGINOCCHIERO’ …

fab

Ormai viene il dubbio anche a me. Ma è lo stesso divertente rimettergli a posto le scemenze che scrive.

fresc ateo

il creato ?= di chi ? di un DIO che ha fallito nella bibbia e nel vangelo; ci sono le prove di un fallimento totale . E SE QUESTO E’ IL CREATO INTELLIGENTE IO SONO SUPERMAN ….E VENGO DA KRYPTON ,,
E SE UN DIO FALLISCE non e’ dio ….

Stefano

@ fresc ateo

Ha fatto gli angeli e il migliore gli si è rivoltato contro.
Ha fatto l’uomo e gli è venuto male.
Ha fatto il mondo e gli è venuto peggio.
Un Testamento non gli è bastato.
Ha eletto un popolo e l’ha tradito.
Ha fatto la chiesa e gli è venuta male….
Come curriculum per un dio non è grande cosa….

Alfonso

L’aspetto buffo di tutti i credenti (sia nel web che nel “reale”) è che quando non sanno cosa, o come rispondere, si eclissano, come se avessero paura di ammettere il loro “errore”, non capendo che facendo il contrario gli si aprirebbe quel mondo di LIBERTA’ mentale capace di farli tornare a sorridere e ad essere davvero FELICI di vivere la vita. Abbiate coraggio fratelli cerdenti, liberatevi da tutti quei dogmi che vi hanno inculcato nel cervello fin dalla prima infanzia!

fresc ateo

@ Stefano
ha fatto un figlio e lo hanno ucciso =????????e lui nulla ..dove era?

TEO

ha fatto la donna ed è venuta fuori la Margherita Hack………

fresc ateo

E se poi ci mettiamo che si faceva frega pure le mele cotogne da una costola== mbee all’ora

Francesco

Non e’ bello vivere in un paese dove vivono persone a cui piace attaccare cadaveri alle pareti,
perche’ devono essere degli incivili a governare la Nostra Nazione e non le persone per bene?

fresc ateo

@ TEO
SE AVESSE FATTO MARGHERITA AHCK ALL’ORA DIO ESISTEREBBE …INVECE IL SUO UNICO PRODOTTO
E RISULTATO E’ STATO UN TOTALE FALLIMENTO…………ERGO DIO NON ESISTE.

Cesare b

“Obbligo per le autorità statali di rispettare il diritto dei genitori a garantire l’insegnamento e l’educazione dei propri figli in conformità con le proprie convinzioni religiose e filosofiche …”
Questo principio mi sembra immensamente piu’ omportante della questione del Crocifisso, perche’ in base ad esso si potrebbero (anzi: si dovrebero) contestare i provvedimenti francesi sull’abbigliamento religiosamente ispirato degli allievi nelle pubbliche scuole, si difende in modo inoppugnabile l’ IRC e ogni altro insegnamento facoltativo simile in altri Stati, potendo rivendicarlo dove non esiste, si giustifica il finanziamento pubblico a scuole non statali di carattere confessionale. E, in ultima analisi, si giustifica qualunque agevolazione pubblica alle organizzazioni religiose, in quanto necessarie per “educare” chicchessia “in conformita’ con le … convinzioni” di cui sono portatrici.
Intendiamoci: per me sta benissimo …
Saluti.

Cesare b

“Obbligo per le autorità statali di rispettare il diritto dei genitori a garantire l’insegnamento e l’educazione dei propri figli in conformità con le proprie convinzioni religiose e filosofiche …”
Questo principio mi sembra immensamente piu’ importante della questione del Crocifisso, perche’ in base ad esso si potrebbero (anzi: si dovrebbero) contestare i provvedimenti francesi sull’abbigliamento religiosamente ispirato degli allievi nelle pubbliche scuole, si difende in modo inoppugnabile l’ IRC e ogni altro insegnamento facoltativo simile in altri Stati, potendo rivendicarlo dove non esiste, si giustifica il finanziamento pubblico a scuole non statali di carattere confessionale. E, in ultima analisi, si giustifica qualunque agevolazione alle organizzazioni religiose, in quanto necessarie per “educare” chicchessia “in conformita’ con le … convinzioni” di cui sono portatrici.
Intendiamoci: per me sta benissimo …
Saluti.

Massimo

> rivela l’intento di conservare una sorta di gerarchia di fedi religiose con al vertice il cattolicesimo, ex religione di stato detronizzata di diritto…

Giustamente, dal vostro punto di vista, vedete l’art. 7 della costituzione come fumo negli occhi. In quell’articolo si gerarchizzano le religioni. Solo la chiesa cattolica è citata esplicitamente. Forse la costituzione è anticostituzionale? Con la vostra idea di laicità volete riformare la costituzione invece che rivedere la vostra idea di laicità alla sua luce.

giordanobruno

In tutta questa vicenda del crocifisso c’è un aspetto paradossale, che finora nessuno di voi ha colto. La morale cristiana, così come quella ebraica, ha il suo primo fondamento nel decalogo riportato nel cap. 20 del Libro dell’Esodo. Adesso, si dà il caso che il secondo comandamento del decalogo proibisca in modo durissimo il culto delle immagini sacre, anzi di QUALSIASI IMMAGINE SACRA! Sappiamo tutti come sono andate a finire le cose a livello storico: sia la chiesa latina sia le chiese orientali si resero conto abbastanza presto che la iconolatria (= culto delle immagini sacre) è uno strumento di controllo delle coscienze troppo efficace perché vi si possa rinunciare, e così pensarono bene di cancellare il secondo comandamento con un lavorino molto mirato di sbianchettamento. Ma allora io mi chiedo (e chiedo anche a voi che siete molto più addottrinati di me): perché il Ratzinger s’incaz.a tanto contro il relativismo? A questo punto, confesso di non capirci più un’ostrega.

Commenti chiusi.