Archivi Giornalieri: giovedì, maggio 5, 2011

Genova, dal liceo nuovo ‘no’ a Bagnasco

Il preside del liceo Cassini aveva già detto ‘no’ alla visita pastorale del cardinale Bagnasco (cfr. Ultimissima del 17 marzo). I rappresentanti degli studenti nel consiglio di istituto avevano tuttavia cercato di organizzare comunque un incontro. Una mossa che non è piaciuta alla maggioranza degli studenti, tanto che si è arrivati a una votazione dei rappresentanti di classe: con 35 voti contro 18, scrive Il Corriere Mercantile, la visita del vescovo è stata bocciata. Dall’arcidiocesi nessun commento. Raffaele Carcano

Le scuola paritarie pari tra loro non sono

Nel nome della “libertà di educazione”, più volte affermata dal premier Silvio Berlusconi, negli ultimi anni gli stanziamenti alle scuole paritarie sono progressivamente cresciuti. Il premier ha tuttavia sempre fatto riferimento, più che alle scuole paritarie, a quelle cattoliche (cfr. Ultimissima del 19 aprile), che rappresentano circa il 50% del totale. Il decreto ministeriale n. 25 del 25 marzo, all’art. 3, istituisce una differenza di non poco conto all’interno delle stesse scuole paritarie: scrive infatti che i contributi saranno erogati… Leggi tutto »

Approccio antiscientifico al trattamento dell’AIDS

La notizia è riportata da The Indipendent. Come si ricorderà, pochi anni fa ex presidente sudafricano, Thabo Mbeki, aveva messo in dubbio il legame esistente tra AIDS e HIV producendo enormi danni nella campagna di informazione pubblica volta a ridurre lo spaventoso ritmo dell’infezione in quel paese. Di conseguenza l’ex ministro della salute del Sud Africa, Manto Tshabalala-Msimang, favorì la diffusione di trattamenti “naturali” per combattere il virus che andavano dalla barbabietola all’aglio selvatico. Secondo uno studio condotto dalla Harvard… Leggi tutto »

Saremo 10,1 miliardi entro la fine del secolo

È questa la nuova previsione degli esperti delle Nazioni Unite che modifica quelle precedenti secondo le quali la popolazione mondiale avrebbe dovuto stabilizzarsi intorno ai 9 miliardi di persone verso la metà di questo secolo. La notizia è commentata, tra gli altri, anche dal New York Times. Il nuovo rapporto arriva proprio quando sta per essere raggiunto il traguardo dei 7 miliardi, previsto per la fine ottobre, solo una dozzina di anni dopo aver superato i 6 miliardi; ed è… Leggi tutto »

Australia, cosplayer a messa

“Siete intrigati dai temi della misericordia, del perdono e della redenzione ne Il Signore degli Anelli, Star Wars e la serie televisiva Angel? Siete ispirati a fare il bene e resistere al male dagli esempi di Peter Parker, la ciurma della Serenity e i fratelli Winchester?” Così Avril Hannah-Jones, pastora della Chiesa Unitaria d’Australia, ha invitato i fedeli a prendere parte a una messa a tema fantascienza e fantasy, travestiti dai loro personaggi preferiti. Lo scorso 10 aprile la chiesa… Leggi tutto »

“Atei Faccia a Faccia” con il circolo UAAR di Bari

Il Circolo di Bari presenta Atei Faccia a Faccia. Alcuni soci del circolo “ci mettono la faccia”, per dire ciò che pensano ma soprattutto per far vedere che sono “persone normali”. Prossimamente verranno aggiunte altre registrazioni. Il circolo UAAR di Bari

Inghilterra, le scuole religiose non si toccano

La National Secular Society esprime preoccupazione per il supporto del governo inglese alle cosiddette faith schools, scuole con una precisa connotazione religiosa. Steve Taylor, membro della National Secular Society, ha scritto al primo ministro Cameron in relazione al discorso da lui tenuto sul multiculturalismo (crf. Ultimissima del 5 febbraio), osservando che le scuole religiose rafforzano le barriere tra le comunità. Il primo ministro ha però risposto di non essere affatto dello stesso parere. Catherine Else, rispondendo per conto del primo… Leggi tutto »

L’italiana ostaggio di al-Qaeda

Due giorni dopo l’uccisione di bin Laden, Francesco Battistini ha ricordato sul Corriere della Sera Maria Sandra Mariani, la donna di San Casciano rapita tre mesi fa nel deserto algerino dal gruppo maghrebino di al-Qaeda. Secondo quanto sostengono diverse fonti, i sequestratori vorrebbero ora negoziare direttamente con Berlusconi. Ma si teme che la sua vita possa andare persa per una ritorsione. Raffaele Carcano