Osservatore Romano ribadisce: “No a condom, neanche per evitare contagio tra coniugi”

In un articolo pubblicato oggi su L’Osservatore Romano, il professor Juan José Perez-Soba, docente di Teologia Morale presso la Facoltà di Teologia San Damaso di Madrid e presso il Pontificio Istituto Giovanni Paolo II per gli Studi su Matrimonio e Famiglia, ribadisce l’approccio restrittivo della dottrina cattolica sull’utilizzo del preservativo. Alcune dichiarazioni del papa, pubblicate nel libro-intervista Luce nel mondo erano state accolte come delle aperture sull’uso del condom (Ultimissima del 20 novembre 2010), ma erano state prontamente ridimensionate dal portavoce vaticano padre Federico Lombardi (Ultimissima del 21 novembre 2010). Perez-Soba conferma infatti che un atto sessuale “realizzato col preservativo non può essere considerato un atto pienamente coniugale nella misura in cui è stato volontariamente privato dei suoi significati intrinseci”. Quindi rimane vietato l’uso del condom in una coppia di coniugi, anche se uno dei due è sieropositivo. Perez-Soba continua scrivendo che nel caso vi sia “possibilità insuperabile del contagio”, la coppia può “di comune accordo adottare la decisione di astenersi dall’avere rapporti sessuali per ragioni di salute”. L’accademico sostiene inoltre che, “sebbene l’uso del preservativo in un singolo atto possa avere una certa efficacia nella prevenzione del contagio dell’AIDS”, “non è comunque in grado di garantire una sicurezza assoluta neanche nell’atto in questione” e “meno ancora nell’ambito dell’intera vita sessuale”. Per questo “è quindi improprio indicarne l’uso come un mezzo efficace per evitare il contagio”, sentenzia, “presentare il preservativo come una soluzione al problema è un grave errore” e “sceglierlo semplicemente come pratica abituale è una mancanza di responsabilità nei confronti dell’altra persona”. Intanto il Vaticano ha inaugurato una conferenza sul tema dell’AIDS (Ultimissima di oggi).

Valentino Salvatore

Archiviato in: Generale, Notizie

130 commenti

dv64

Sarà così, non perchè gli viene ordinato da Joseph ma per seguire l’esempio di Silvio, il defensor fidei per antonomasia. 🙂

rolling stone

E’ vero: il nanoridens non usa preservativo.
Il faccendiere Tarantini in una telefonata intercettata alla Daddario (pubblicata sulla stampa) le anticipava che lo “utilizzatore finale di escort” non lo usa mai. Un vero cattolico!

Kaworu

s’è visto come hanno fatto fino ad ora e come prendono sul serio quel che la chiesa dice in materia di morale sessuale qui in italia 😆

fossero così “ligi al dovere”, visto che gli atei a detta di tutti in italia sono quattro gatti, i preservativi non sarebbero nemmeno in commercio per scarsità di richiesta 😆

kleber al salim jones

Non me ne intendo di articoli atei in commercio.

Kaworu

ma poi non eri tu a vantarti altrove delle tue molte storie con molte ragazze, il tutto lavato poi via con la confessione?

cosa usi, il salto della quaglia?

Southsun

@ Grassino.

Tutt’e due, a giudicare dalla sua mente folle. Quale squinzia non lo mollerebbe dopo 5 minuti?

Forse quelle che frequentano le sacrestie, ma di solito sono lesbiche represse bruttarelle, e fanno voto di castità.

Marjo

L’imposizione assurda della chiesa. Forse è anche per questo che sta perdendo consensi.

il parroco di Funo

il preservativo non ha un efficacia del 100%..

questo è quanto

Kaworu

vero, ma piutost che gnent l’è megl piutost.

tra l’altro il preservativo femminile ha un’efficacia maggiore per quanto riguarda le malattie sessualmente trasmissibili.

ovviamente in italia si trova solo su ordinazione o tramite internet.

kleber al salim jones

Speriamo che l’Italia possa resistere alle pressioni provenienti dall’estero per quanto riguarda l’affermazione della banalità dell’atto sessule e possa al più presto mettere al bando la 194/007 e la ru666.

kleber al salim jones

Proporremo un movimento che si occupera nel far sfociare la proposta di una messa in votazione popolare per l’abrogazione totale della 194/007 e della penalizzazione dell’aborto, e ne parleremo fra una decina di anni!!

Kaworu

tu e chi, tanto per sapere?

e per tornare a cosa, alle mammane e far guadagnare ancora di più i medici ciellini che in pubblico “no assolutamente, gesùgiuspeppeemaria” e in privato “si possiamo fare dopodomani, sono 4000 euro”?

kleber al salim jones

Fidati che le VIP (erine) non vanno ad abortire in strutture pubblike.

kleber al salim jones

Ne sei a conoscenza? Fa i nomi ti prego!!!!! Vogliamo i nomi dei medici ciellini che uccidono i bambini in pancia alle donne!!!! L’hai detto!!!

Kaworu

commento in attesa di approvazione, ci sono i link a 4 articoli relativi a 4 vicende diverse di medici obiettori in ospedale e abortisti a pagamento 😉

puoi anche fare delle ricerche su google comunque (tipo relative al san camillo o a ischia)

Kaworu

e chissà quanti altri ce ne sono…

specie in regioni dove sono la maggioranza.

Stefano Grassino

Neanche rispettare il codice della strada ha un’efficacia del 100% ma se lo facessimo avremo 100 morti all’anno e non 6500. Ti pare poco, inteligentone?
Questo è quanto.

il parroco di Funo

e tu non avresti problemi,
se in quei “100” ci fosse
il “tuo” partner, vero?

Stefano Grassino

La tua risposta è inaccettabile.
Spero ti renda conto (cosa che non credo) di quello che hai scritto. Chiudiamo gli ospedali allora, visto che non tutti i malati guariscono ma una buona percentuale passa dal letto all’obitorio.
Tu non meriti di appartenere alla società civile.

il parroco di Funo

io ho capito quello che ho scritto.

tu evidentemente, no,
se accetti lucidamente l’eventualità, anche bassa, di contagiare il tuo partner.

(chi è che non merita di apprtenere alla società civile?)

Bruno Moretti Turri

Caro parroco,

se i kattolici effettivamente NON usassero i condom, la percentuale dei defunti kattolici subirebbe una forte impennata. Purtroppo, i kattolici non ascoltano i loro pastori e usano i condom. Mannaggia!

rolling stone

E’ vero: niente ha efficacia al 100%
Ma se su 100 casi si riesce a risolvere 90 volte il problema, il metodo utilizzato è statisticamente molto buono

il parroco di Funo

stiamo parlando di “mia moglie/mio marito”,
non di un anonimo “10%”

Sol

anche la pillola non ha un’efficacia del 100% (SOLO del 99,99, in effetti…)

eppure faccio sesso dal 1982 e non sono mai rimasta incinta… direi che mi accontenterò del 99,99! 😀

il parroco di Funo

peggio per quello 0,1% che si becca l’aids, dunque?
(tanto c’è una bassissima possibilità che sia il mio partner, dunque?)

Roberto Grendene

parroco, abbi pietà: l’importante e’ che sia fatta informazione, la responsabilità e’ poi dei singoli

le persone che vanno a Lourdes in pullman hanno un certo rischio di morire sulla strada (ne sono già morti)

attendo che tu e la tua chiesa cominciate a tuonare contro i viaggi a Lourdes

Southsun

@ Parroco.

Vuoi anche infilarti nel letto dei coniugi cattolici di cui uno sieropositivo?

Lo volete capire che gli anni ’50 sono PASSATI??

Aveva ragione la BBC australiana: avessero tenuto il contegno del Sudafrica segregazionista, a quest’ora l’80% della popolazione sarebbe infetto, canguri compresi.

Vai a nasconderti. Siamo stufi di sentire le tue unghie sul vetro.

Congo

Che la funzione sessuale nell’uomo debba essere relegata al puro atto procreativo è un concetto che dimostra quanto la CCAR capisca veramente poco o niente della complessità socio-psicologica dell’essere umano.

Una sana attività sessuale all’interno della coppia è importantissima nel rinsaldare il legame di coppia stesso.

Un sano rapporto sessuale all’interno di una coppia è quanto di più salutare ci possa essere, ed è espressione dell’amore reciproco.
Ma la CCAR, che notoriamente non guarda le cose per come sono, ma le giudica leggendo il suo “libretto di istruzioni per il perfetto cristiano”, è sempre orientata a vederci il male e il peccato.

Purtroppo il libretto è pesantemente fallato, e la CCAR si comporta come quel turista che vede una bellissima giornata di sole, ma non parte perché le previsioni del tempo hanno dato brutto tempo.

alessia

bravo congo!peccato è qnd fai sesso senza amore…qll si…ma x il resto nn credo che dio preferisca che io prenda a calci il mio raga anzichè farci l amore..che la parola stessa lo dice..è un atto di AMORE!!

schiaudano

Parroco, hai mai letto il bugiardino di un qualsiasi medicinale?

tianlu

… questo è quanto? Qui non stai mica amministrando messa al cospetto del tuo gregge di semplici. Con loro puoi anche essere categorico perchè non hanno quasi mai gli strumenti per interpretare la realtà. Qui non ci sono lettori di novella 2000 e Oggi, come fra tutti i vostri clienti. Suppongo.

Diocleziano

In un paese normale questa organizzazione crimina|e dovrebbe essere sciolta e incriminata per abuso della credulità popolare. La loro missione è produrre infelici a cui dare una speranza.

Stefano Grassino

Secondo voi, i cattolici hanno lo stesso Q.I. delle care Eminenze o sono migliori?
Oppure questi parlano tanto per dire ci siamo, dunque ricordatevi dell’8×1000?

kleber al salim jones

E’ poco, proppongo upgradarlo a 997 per mille e perchè no 1 per cento?

IO

@ kleber al salim jones

impara le percentuali!

997×1000 = 99.7%
1% = 10×1000

Southsun

Non potete più rubare l’oro agli Incas e fonderlo per i vostri idoli.

Finita anche quella pacchia.

cesareTS

In effetti il preservativo toglie molto all’atto sessuale, meglio la pillola del giorno dopo, una sana vasectomia, oppure qualche aborto, ecc… mentre è assai sicura la sodomia praticata dai capellani, parroci, monsignori, vescovi, cardinali, papi…

rolling stone

anche lo infanticidio, alla moda della Monaca di Monza, è abbastanza sicuro

DF1989

“L’accademico sostiene inoltre che, “sebbene l’uso del preservativo in un singolo atto possa avere una certa efficacia nella prevenzione del contagio dell’AIDS”, “non è comunque in grado di garantire una sicurezza assoluta neanche nell’atto in questione” e “meno ancora nell’ambito dell’intera vita sessuale”. Per questo “è quindi improprio indicarne l’uso come un mezzo efficace per evitare il contagio” ”

Interessante argomento. Quindi, per analogia, siccome le cinture di sicurezza non garantiscono in maniera assoluta la sopravvivenza in caso di incidente, è improprio indicarne l’uso come mezzo efficace per ridurre i rischi quando si viaggia in auto.

Geniale…

B'Rat

L’analogia non regge per nulla: con o senza cinture viaggeresti comunque: qua si propone invece di non viaggiare.
Comunque per valutare sul serio servirebbero numeri.

Southsun

La vostra è solo una pia illusione, e lo sapete benissimo.

La sessualità è uno degli istinti più profondi e radicati, e solo pensare di ingabbiarla con prescrizioni illogiche e assurde come le vostre è vanagloria da ebeti.

La Chiesa può dire tutte le scemenze che vuole: la realtà non cambierà di uno iota.

Ah già, ma voi credete in vergini incinte che rimangono tali prima durante e dopo il parto……..

nightshade90

al solito, affermano di combattere l’AIDS ma di fatto per loro un malato deve diventare un essere asessuato. grazie tante……

curiosa poi la parte del “la coppia può “di comune accordo adottare la decisione di astenersi dall’avere rapporti sessuali per ragioni di salute”.”

e se l’accordo non è comune? ad esempio se il maschio sieropositivo vuole avere comunque rapporti? qui si sente puzza di misoginia e stupro coniugale lontano un miglio……

P.C.

Forse sono peoccupati per la scarsità di bambini… :rolleyes:
(ogni riferimento alla pedofilia nel clero è voluto e non casuale)

Giuseppe Recanati

Se il professor Juan José Perez-Soba, docente di Teologia Morale presso la Facoltà di Teologia San Damaso di Madrid e presso il Pontificio Istituto Giovanni Paolo II per gli Studi su Matrimonio e Famiglia, avesse detto qualcosa di diverso, in breve tempo sarebbe stato cacciato sia dalla Facoltà di Teologia San Damaso di Madrid sia dal Pontificio Istituto Giovanni Paolo II per gli Studi su Matrimonio e Famiglia. Anche i teologi devono campare.

iggy

“sceglierlo semplicemente come pratica abituale è una mancanza di responsabilità nei confronti dell’altra persona”

qua siamo alla distorsione totale del significato della parola, del pensiero, del concetto..
ma ci fanno o ci sono?

tonii

per della gente che ha scelto di non trombare direi che il consiglio di infettarsi è interssato: mirano ai lasciti testamentari dei loro fedeli.

si noti comunque il martellante interesse dei preti per i genitali e le materie connesse. si vede che nei seminari non si parla d’altro.

Davide P.

😀 già astenersi dal sesso è una cosa innaturale, direi anche dannosa. Blaterare che non bisogna usare il preservativo è addirittura criminale.

ale cattolico

L ASTINENZA DAL SESSO NON è INNATURALE POICHè CISONO PERSONE CHE NON SENTONO LA NECESSITà DI FARE SESSO è NON SONO MALATE,QUESTO LO hA AFFERMATO L O.M.S. IN OLTRE CHI VUOLE CONDIVIDERE ANCHE LA MALATTIA ,NON ESSENDOVI OBBLIGATO è LIBERO DI FARLO.

FSMosconi

Non la sentono magari perché sono in menopausa/avanti con l’età e si trovano a posto….

Sol

ci sono anche persone che non sono fisicamente malate eppure non sentono la necessità di mangiare. Si chiamano anoressici. E’ un comportamente contro natura, e purtroppo alcuni/e ne muoiono.
Non si può non sudare. Non fare pipì. Non dormire. Non evacuare. Non bere.
ALE, SI MUORE.
Con gli istinti e le funzioni normali dell’essere umano non si scherza.

l’astinenza dal sesso E’ FORTEMENTE INNATURALE, e chi non ne sente la necessità non sarà malato, ma sano sano di sicuro non è. Oppure è stato talmente inculcato che il sesso è male ed è peccato, da essere divenuto/a sessualmente anoressico.

Quello che io definirei peccato è la vostra visione del sesso, che invece non ha nulla di malvagio, peccaminoso o sporco: è l’attività più bella e gioiosa che sia consentita all’essere umano. Vederla come una cosa sporca rende sporchi VOI.

Southsun

Sei pazzo, lo sai?

Se la mancanza di istinto sessuale fosse la norma, stai tranqui che la Natura avrebbe trovato un altro modo per la riproduzione della specie.

Con vostro grandissimo scorno, peraltro, visto che verrebbe meno la leva sessuale con la quale avete sempre esercitato il potere sui semplici.

Chi manca totalmente di stimoli sessuali o ha qualche gene difettoso o una disfunzione ormonale o qualche problema psicologico, stai certo.

Sergio

Comunque la chiarezza è sempre una bella cosa. Il prof. Perez-Soba ha espresso molto bene il punto di vista del magistero che vieta persino l’uso del condom in una coppia (regolarmente sposata) con un partner sieropositivo. Che ingenui quelli che avevano titolato “La Chiesa apre al preservativo” dopo l’intervista al papa!
Il partner sieropositivo che non usa il condom espone il partner al rischio di contrarre una malattia tuttora incurabile e rischia la galera: è dunque peccatore e delinquente. Giusto dunque raccomandare o pretendere l’astinenza.

Dio ci ha mandato l’Aids perché riflettessimo (questo disse Rocco in una conferenza a medici cattolici).

rolling stone

anche la malaria fa riflettere centinaia di milioni di persone al mondo.
Alla faccia di chi non crede nello intelligent design ☺

B'Rat

Sergio:
La Chiesa non propone di infettare il patner: propone di non infettarlo non facendo sesso. Poi è chiaro, che se un sieropositivo fa sesso, è un peccato più lieve usare il preservativo che non usarlo (e questo è quello che ha detto il Papa, ma che apparentemente nessuno ha capito nella sua banalità)

Southsun

(…) “propone di non infettarlo non facendo sesso”.

E’ proprio qui che si capisce come una siffatta strategia contro l’AIDS sia perdente in partenza.

In Africa non ne avete cavato un ragno dal buco, e infatti siete tornati all’A-B-C (Abstain, Be faithful, use a Condom).

Non tutti sono disposti o semplicemente ce la fanno ad astenersi (mica tutti sono preti);

Non tutti hanno un partner fisso (e questo i preti lo sanno bene)

Ergo, i condom sono necessari e necessaria è la loro facile disponibilità e il basso prezzo.

Sergio

@ B’Rat

«La Chiesa non propone d’infettare il partner.»

Ci mancherebbe che proponesse esplicitamente una cosa simile: sarebbe una mostruosità e penso anche perseguibile. La Chiesa propone di non fare sesso se si è sieropositivi: i sieropositivi che hanno rapporti protetti “peccano” perché ogni atto sessuale deve essere comunque e sempre potenzialmente fecondo. In realtà i cattolici – anche quelli doc – fanno l’amore ma non vogliono figli (ricordo – anni Cinquanta! – i salesiani che parlavano di “piaga del figlio unico” a noi ragazzini! Io non capivo, ma quella frase mi è rimasta!). Per la Chiesa l’unica misura contraccettiva lecita è l’Ogino-Knaus e simili (lecita però soltanto se non applicata sistematicamente).
È una Chiesa fuori dal mondo perché a tutti – anche ai cattolici doc – piace fare l’amore senza avere figli. Sarebbe ora che la Chiesa la smettesse di dirci come e perché si fa l’amore. Basta! Suore e preti sono dei pervertiti – che pratichino il sesso, come ben sappiamo, o che si astengano: non possiamo accettare lezioni di sesso e di retta vita da questa gente. Gesù non straparlava di sesso ad ogni pie’ sospinto. Basta!

gioacolp

Cosa ci si deve aspettare da questi insegnamenti? La sodomia, atto praticato nel mondo animale, è considerata un “atto contro natura”. La “castità” una elezione al divino. La masturbazione atto pregiudizievole alla vista. Il preservativo, nel migliore dei casi un copricapo per carnevalate. L’atto sessuale una pratica da condannare e confessare con ammenda di “ave maria”. La pedofilia, un passatempo istruttivo. Perchè non si castrano e la fanno finita con questa ossessione del sesso?

alessandro

ma perchè hanno la mania di parlare di cose che non conoscono?

Maurizio_ds

Oh, le conoscono benissimo, per questo ne parlano… I preti sono notevoli utilizzatori finali di preservativi…

Batrakos

Leggiamo bene un punto, che mi pare curioso:

1) Perez-Soba conferma infatti che un atto sessuale “realizzato col preservativo non può essere considerato un atto pienamente coniugale nella misura in cui è stato volontariamente privato dei suoi significati intrinseci”.
Quindi rimane VIETATO l’uso del condom in una coppia di coniugi, anche se uno dei due è sieropositivo.
2) Soba continua scrivendo che nel caso vi sia “possibilità insuperabile del contagio”, la coppia PUO’ “di comune accordo adottare la decisione di astenersi dall’avere rapporti sessuali per ragioni di salute”

Se al punto 1 c’è ‘vietato’ al punto 2 ci vorrebbe un ‘deve’ e non un ‘può’.
Mi pare il classico eufemistico addolcimento della pillola tipico dell’eloquio clericale.

Volo alto

Gli animali fanno sesso al solo ed esclusivo fine di riprodursi .
Gli umani praticano l’attività sessuale per un naturale equilibrio psicofisico e per un’altra infintità di straordinari motivi.
Un atto sessuale può esprimere gioia,tenerezza,amore, e nobili sentimenti che nulla hanno a che fare con la riproduzione.
Ma per la chiesa, il sesso è solo una sorta di “catena di montaggio”, schiaccia il pulsante ed esce il prodotto, è chiaramente escluso il controllo qualità.
I disgraziati che vivono vite d’inferno sono i più vicini e amati dal signore .
Quando chiuderà i battenti questa fabbrica di assurdità e infamie?

Kaworu

mica vero, per gli animali 😉

vedi bonobo 😀

sicuramente comunque preti & castità vitalizia non esistono.

Volo alto

Giusto, dimenticavo i bonobo, non per niente sono i più somiglianti a noi!

Senjin

😆 Ehm Scimmie, delfini, balene, leoni e persino cani e gatti fanno sesso fuori dai periodi riproduttivi a solo fine ludico. Credo che solo rettili, uccelli e insetti si accoppino solo a fini riproduttivi alla fine della fiera…. e dopo la storia degli avvoltoi gay non ci metterei troppo la mano sul fuoco sui volatili.
Morale? Solo l’uomo è così stupido da rovinarsi la vita da solo.

Satrapo

“Gli animali fanno sesso al solo ed esclusivo fine di riprodursi .”

Avere un fine presuppone la conoscenza delle conseguenze innanzitutto..
Gli animali (di cui noi facciamo parte) fanno sesso per piacere. Sono spinti all’accoppiamento dall’istinto, dagli ormoni e da una serie di reazioni chimiche che portano alla ricerca del piacere ed al soddisfacimento di questo desiderio.

L’evoluzione per selezione naturale (e varianti) è svincolata dai fini. Semplicemente, le specie che oggi vediamo, sono sopravvissute perché hanno cercato di soddisfare il loro piacere, e, facendolo, incidentalmente hanno avuto figli.

E’ solo con la conoscenza umana che si associa al sesso il chiaro significato di “atto compiuto per procreare”.
Tuttavia, per quanto detto sopra, risulta certamente più innaturale l’accoppiamento per solo fine procreativo e non quello per il solo ottenimento del piacere.

ANCIA LIBERA

cari amici vi invito a non commentare le stupidaggini di b16 altrimenti ci si abbassa al suo infimo livello intellettuale e morale !!!

Sandro

Prima:
Card. Bertone: “Chiesa contribuisce alla lotta contro AIDS”

Poi:
Osservatore Romano ribadisce: “No a condom, neanche per evitare contagio tra coniugi”

… definite “contribuisce”

Kaworu

probabilmente dalle parole di bertone vanno solo eliminate le parole “lotta contro”. così il discorso fila e concorda con quanto detto dall’osservatore romano

Southsun

Sono come Penelope.

Uno fa la tela di giorno e l’altro la disfa di notte, o in contemporanea.

Talmente folle è la loro ideologia che non si accorgono di nulla: contraddirsi è fico.

Puro Orwell.

Francesco

“realizzato col preservativo non può essere considerato un atto pienamente coniugale nella misura in cui è stato volontariamente privato dei suoi significati intrinseci”

Cioe’ far nascere nuove pecore da mungere.

Lello77

ma che idioti, è come dire alla gente di non allacciare le cinture di sicurezza in macchina e smontare gli airbag, l’unica soluzione è non usare l’auto e stare a casa…
fuori dal mondo proprio…

Antonio

visto il seguito che nutrono i loro proseliti, quest’ultime dichiarazioni li dovrebbe portare ad un’accusa di crimini contro l’umanità.

Triceratops

L’unica cosa bella della chiesa cattolica è che ci fa viaggiare nel tempo. Cosa pensavano gli uomini del medioevo? Leggi l’Osservatore Romano e lo saprai.

FSMosconi

@troll tutti

Abbiamo capito, non lo usate. Ma lasciatelo usare almeno agli altri, no?

test

Abbiamo capito, non lo usate.

probabilmente, sanno di essere (per fortuna loro) sani, per quanto riguarda l’AIDS (ma sono tantissime altre le MTS) e si sentono al sicuro praticando l’interruptus.

Se avete amici catto praticanti, chiedete un po’ e scoprirete…

DURRUTI 51

La rigidità mentale delle religioni, basate sul carattere dogmatico delle stesse, è la principale dimostrazione della loro nocività. L’argomentazione dell’Osservatore è la tipica dimostrazione di rigidità mentale. Per fortuna nessuno o quasi li ascolta.

kleber al salim jones

Ci siete voi ad ascoltarli, siete trai maggiori difusori della fede. Tante cose, che contano, le imparo dal Vs. portale e le confermo poi dai portali Cattolici. Bravi continuate a sviscerare per noi, state facendo un gran servizio!!!!

Kaworu

è piuttosto triste che un cattolico impari qualcosa dagli atei…

ennesima dimostrazione che i cattolici non conoscono la religione a cui appartengono.

kleber al salim jones

Pero è vero. Ne sapete parecchio. Per combattere il nemico dovete conoscerlo a fondo. E voi lo conoscete molto bene.

fab

Non concordo. Il nemico è l’irrazionalità (i credenti sono soltanto da aiutare, non da distruggere) e non mi sembra che conoscerla serva a debellarla.

Southsun

@ Kleber.

A giudicare dalle pernacchie che la maggioranza dei cattolici riservano alle masturbazioni mentali del Vaticano, e la frequentazione delle chiese, in caduta libera, vuol dire che facciamo bene e continueremo a “sviscerare” tutte le vostre “dottrine” per gonzi e bigotte.

Sviscera la Bibbia e diventi ateo.

Roberto Grendene

ci sono deprimenti argomentazioni secondo la quali, essendoci comunque un certo rischio di contagio anche usando il condom, questo sarebbe da evitare

secondo la stessa logica, visto che andare a Lourdes comporta un certo rischio di morire in incidenti stradali, la CCAR dovrebbe invitare tutti a starsene a casa

Kaworu

senza contare che, nonostante il (trascurabile) rischio, il condom comunque protegge.

andare a lourdes fa bene solo alle casse CCAR.

Maurizio_ds

L’uso del preservativo è una questione di civiltà, che va oltre l’ostacolo alla diffusione dell’AIDS (comunque importantissimo).
Caro osservatore romano: mavalà, mavalà…

Federico Tonizzo

“Quindi rimane vietato l’uso del condom in una coppia di coniugi, anche se uno dei due è sieropositivo.”
SONO DEFICIENTI OLTRE OGNI UMANO LIMITE!!! 👿

Federico Tonizzo

O meglio:
PER SEMBRARE COSI’ DEFICIENTI OLTRE OGNI UMANO LIMITE, POSSONO SOLO ESSERE IN PUTREFATTA MALAFEDE!!! 👿

nanim

Ora si capisce perchè Don Seppia non usava preservativo essendo siropositivo, una questione di coerenza…

Paul Manoni

Veramente e’ tristissima… 😯
Ma complimenti lo stesso! 😉

Alessio

Ma quante stupidaggini dovremo sentire ancora dai teologi. Non ne hanno vomitate abbastanza nella storia umana?

Federico Tonizzo

La teologia è un delirio e le stupidaggini dei teologi sono le estrinsecazioni di tale delirio.
Quindi finchè ci saranno religioni si sentiranno cotali stupidaggini.

Paolo1984

Affermare che il preservativo non serve a prevenire l’AIDS è una menzogna criminale specie se detta da dei esponenti religiosi che hanno purtroppo un forte ascendente u persone povere e poco istruite

tonino

ma perchè i preti parlano sempre di sesso? perchè c’hanno sempre sto chiodo fisso? e come si permettono di dire che la coppia può decidere di astenersi dai rapporti sessuali? ma perchè non si fanno gli affari loro? ma perchè esistono?

teologo cattolico

è la stessa domanda che mi faccio io quando sento parlare della fissa sull’ omosex dall’uaar..ma per essere atei bisogna essere omosex?

Kaworu

pensa te alle domande che ci facciamo noi quando parti con le tue fisse…

teologo cattolico

I complimenti a chi ha scritto l’articolo, per una volta sono stati presentati in modo oggettivo i termini della questione e le tesi di fondo della prosepttiva cattolica. Si può non essere d’accordo ovviamente, ma trovo che le idee che sono state riportate siano quelle centrali ed espresse in modo preciso e non caricaturale.

Commenti chiusi.