Valencia, la Chiesa “indignata” con il club di calcio

L’Arcivescovato di Valencia ha dichiarato di aver provato “indignazione e vergogna” e di aver ricevuto svariate telefonate di dissenso contro i nuovi spot pubblicitari del club di calcio Valencia C.F., che fanno una parodia dei sacramenti. Trattasi, scrive El Publico, di due spot di 30 secondi l’uno: in uno di essi si vedono due calciatori vestiti da monaci, mentre un tifoso in confessione confida la sua perdita di fiducia nel club. Lo slogan è: “la tua fede, la nostra forza. Credi”.

Alejandra Silbersztein


Archiviato in: Generale, Notizie

73 commenti

Diocleziano

“la tua fede, la nostra forza. Credi” …e paga!

Esattamente come la religione. Con la differenza che gli idoli del calcio esistono. 😉

andrea pessarelli

non come la religione ma più della religione. si assiste infatti talvolta all’apostasia religiosa ma non ho mai conosciuto un tifoso che abbia cambiato squadra.

Kaworu

il calcio è esattamente questo.

o sono le religioni ad essere come il calcio? 😉

Antony Flew

Ovviamente l’uaar non dice che poche ore prima della pubblicazione dei video tutta la squadra del Valencia aveva partecipato ad una messa nella basilica della città, con tanto di offerta floreale alla Vergine….i video sono stati prontamente ritirati, le scuse presentate con l’augurio di riprendere gli stretti rapporti con l’arcivescovo…http://www.religionenlibertad.com/articulo.asp?idarticulo=15856

Diocleziano

…partecipato ad una messa… offerta floreale… video ritirati… scuse presentate…
stretti rapporti con l’arcivescovo…

A questo punto l’arcivescovo avrebbe anche potuto pretendere l’Osculum Infame da
tutta la squadra e dai pubblicitari, bontà sua se non l’ha fatto!
Dall’anno prossimo il Valencia potrebbe giocare nel campionato femminile di ‘soft-ball’.

Kaworu

wow, abbiamo qui anche antony flew, che dovrebbe essere l’admin dell’antiuaar 😆

(un sito che spiega da solo all’origine la maturità dei partecipanti)

giuseppe

Oltre che offensivo per la sensibilità dei credenti ( ma voi grandi campioni della tolleranza e del rispetto dei diritti altrui (?) ve ne fregate ) pare che un certo laicismo sia proprio senza idee. Sanno solo scimmiottare la religione, usandola quando gli fa comodo per poi criticarla in altri contesti. Che coerenza !

Kaworu

nel caso ti fosse sfuggito, non si trattava della versione spagnola dell’UAAR ma di un club di calcio.

quindi, perchè trituri le balle a noi come se fossero stati degli atei a fare quella pubblicità?

che per altro rende bene l’idea sia del calcio che della religione, che come molti fanno notare, hanno più affinità di quel che capisci tu.

faber

In cosa sarebbe offensivo per la sensibilità dei credenti? In base allo stesso principio dovrebbero essere vietate le trasmissioni di Radio Maria perchè offendono la sensibilità dei non credenti? Dovrebbero essere vietate le trasmissioni che parlano dei vari presunti miracoli? Dovrebbero essere vietati gli spot del vaticano sull’8×1000? Dovrebbero essere vietate le messe trasmesse sulla principale rete della televisione pubblica ogni domenica e tutte le feste comandate? E’ curioso come i cattolici (ma in generale i religiosi) siano subito pronti a richiamare il rispetto per la propria sensibilità come dei bamboccetti piagnucolosi ma non sappiano neanche immaginare di rispettare quella altrui!!!

Kaworu

beh le trasmissioni di radiomaria sono al di là del bene e del male, sono qualcosa di talmente becero e indecente che conosco anche un bel po’ di credenti che le considerano offensive

fab

‘Sta storia dei credenti che si offendono per qualunque cosa non si regge più.
Andate da uno psicologo e riducete la vostra permalosità. Senza contare che, se siete davvero convinti che la vostra religione è vera, non si capisce di che cosa vi preoccupiate: ad esempio, io sono convinto che la legge di gravitazione è vera, ma se qualcuno la sfotte non mi passa nemmeno per l’anticamera del cervello di mettere il broncio.

Sandra

Certo, le idee ai cattolici non mancano di certo, non è l’immaginazione che vi fa difetto, il problema poi è che la fate pagare agli altri. Come i 60 volontari dell’unitals che ogni anno vengono pagati dallo Stato per prestare servizio a Lourdes, una delle vostre molteplici invenzioni. Con 1 milione di euro all’anno (17mila euro all’anno a volontario) pensa a quanta carta igienica e matite si potrebbero comprare per la scuola dell’obbligo che dovrebbe essere gratuita: sai che nei paesi civili i bambini non comprano neppure le matite colorate, le fornisce la scuola? Noi invece usiamo le tasse per alimentare una truffa.

FSMosconi

@giuse’

Non ti piace? Non vederlo. Semplice…
O preferisci fare l’inquisitore?

Francesco

“Oltre che offensivo per la sensibilità dei credenti”

La sensibilita’ dei credenti?
La sensibilita’ dei credenti?
La sensibilita’ dei credenti?
Paragonabile alla tolleranza razziale di hitler.

firestarter

dopo esserti offeso, caro giuseppe, considera la possibilita’ di andare al ben noto posto.

con la speranza di averti offeso, in modo tale che tu possa reiterare il suggerimento sopra.

giuseppe

Ceramente chi ha ideato quella pubblicità non puo’ essere credente. E se non crede trova tu una definizione nuova.

Kaworu

credente à la carte, esattamente come il 99,9% dei credenti italiani.

mi sembra perfettamente adeguata come definizione.

altrimenti dimostra che non era credente, dato che tu affermi che non lo era e a te spetta l’onere della prova.

ah devi dimostrarlo anche per i calciatori che hanno partecipato ovviamente.

Elvetico

… magari gli stessi che si fanno il segno della croce quando entrano in campo?

Rothko61

Chi ti dice che non sia credente?
Io credo proprio che lo sia.
Certi slogan (“la tua fede, la nostra forza. Credi”) a un ateo non vengono proprio naturali, danno il vomito.
Si sarà trattato – per rimanere in tema calcistico – di un semplice autogoal.

Diocleziano

Evidentemente i pubblicitari sono diventati la punta di diamante dell’ateismo, a giudicare dalla raffica di campagne pubblicitarie che irridono la religione. Avanti così, che va bene. 🙂

faber

I pubblicitari conoscono bene il principio di esposizione della campagna. Uno spot per essere efficace deve essere visibile, e dal momento che siamo bombardati continuamente da pubblicità, rendersi visibili oggi significa esporsi al di sopra degli altri. Dal momento che è notoria la suscettibilità dei “poveri credenti vittime di ateo-massoni-comunisti-bolscevichi-alieni-pagani”, ogni pubbilicitario sa bene che basta solleticarli un pò per ottenere una grande bufera che non può che fare bene al prodotto. 😉

nightshade90

@giuseppe
“Ceramente chi ha ideato quella pubblicità non puo’ essere credente”

e in base a cosa dici ciò? per te non esistono credenti intelligenti che sanno fare anche autoironia? per te sono tutti fanatici repressi come te? per te quindi uno scienziato non farebbe mai uno spot dove il big bang è accumulato ad un tiro di totti? e un’evoluzionista non farebbe mai una pubblicità dove le scimmie si evolvono in calciatori?

le tue sono tutte scuse per non ammettere che hai scritto senza neanche prestare attenzione all’articolo che hai letto. hai detto una cavolata, è così duro da ammettere?

Alex

@giuseppe
“Ceramente chi ha ideato quella pubblicità non puo’ essere credente”

E tu che ne sai se il tipo è credente o no?

Potrebbe essere:

– un cristiano molto spiritoso (o un cristiano a cui interessa molto di più il profitto rispetto alle icone religiose)
– un credente in altra religione
– un ateo o agnostico

Ma dato che non conosciamo la persona non è possibile stabilire quale ipotesi sia vera.

Francesco

“Ceramente chi ha ideato quella pubblicità non puo’ essere credente.”

Tipica frase da bigotto e ipocrita.

Sandra

Ah, la chiesa ha ricevuto svariate telefonate, eh? Di queste dà subito conto pubblicamente, altre invece le insabbiava, chissà quante telefonate o lettere anonime che non faceva comodo divulgare sono rimaste nell’ombra…
Non è colpa del valencia f.c. se la religione cattolica si presta così bene alla presa in giro.

serlvrer

Perlomeno in Spagna non l’hanno immediatamente censurata com’è successo/succederebbe qui da noi.

FSMosconi

La verità fa male lo sai
è un pugno in faccia al costume per bene,
la verità fa star male lo sai
a chi la plasma come gli conviene,
a chi sostiene il potere e il denaro e fomenta e divide con l’ipocrisia
a chi utilizza le sue telecamere come una spada contro ogni eresia

-Normale, Madrac ft. capaRezza

Ecco, questo è il caso…

Alecattolico

Voi atei siete gente senza rispEtto per i credenti e, pretendetE rispetto i cristiani non sono Masochisti ,fatevi leggere la biBbia e,sopprattutto fatevela spIegare,( cosa difficilissima,per voi.),, vi diranno che i testi bibbliIci come tutti i testi risentonO del modo di parlare, delle conOscienze in cui sono stati scritTi.siete gemte che v sempre fuoRi tema mi siete di grande aiuto Nella lotta contro ateismo,agnoSticismo, e, razionalismo mi ricOrder di voi il giorno della miA ordinazione diaconale tra un Mese.

Kaworu

guarda che noi, contrariamente a te, sappiamo leggere.

e capire quel che leggiamo senza bisogno di sottotitoli o qualcuno che legga per noi.

ah ti dico una cosa, e fanne tesoro: “scienza, coscienza, tutti gli altri vanno senza”. lo insegnano alle elementari, ma forse ti hanno buttato fuori dopo la prima.

quei tuoi “conoSCIEnze” non si possono vedere.

analfabeta.

Kaworu

eh si ma andiamo passo passo.

mamma mia, mi parte un potenziale evento – correlato tutte le volte che leggo certi strafalcioni osceni…
proprio sento i neuroni che si ribellano -.-

Diocleziano

Ale alcolico,
ti faranno un’ordinazione diagonale?! Stai attento, lo dico per il tuo bene: ci vuole un attimo a passare da diagonale a orizzontale… 😉

FSMosconi

@ale troll

Pregehrò il Prodigioso Spaghetto Volante (Flying Spaghetti Monster :errow: FSM, da cui parte del mio nick, nel caso non te nefossi accorto) pregherò il Prodigioso Spaghetto perché riescano a sopportarti.

A scanso d’equivoci: è ironico.

FSMosconi

Errata corrige:

(Flying Spaghetti Monster ➡ FSM, da cui parte del mio nick, nel caso non te ne fossi accorto)

nightshade90

ale

ti fanno pure diacono? ma non ti sei reso conto che TUTTI i cattolici del blog nel migliore dei casi ti ritengono un ateo che si fincge cattolici per prendere in giro i cattolici e nel peggiore un idiota che stà facendo perdere a tutti loro l’immagine e la faccia?

persino il parroco di funo, che di solito qui evita accuratamente di confutare un suo correligionario qualunque cosa dica, si è sbilanciato in un “non vede che è un fake?”.

evidentemente questa è la prova che la chiesa è talmente alla frutta da far passare in seminario cani e porci pur di far numero, alla faccia della “selezione” per tenere lontani i pedofili e la gente indegna della fiducia assegnatale…..

fab

Bene, un altro prete che farà scappare la gente.
Temo comunque che tu sia oltre ogni possibilità di essere aiutato; ma non si sa mai.

Emanuele

…io non ho capito cosa ci sia di offensivio…qualcuno me lo spiega…..meglio sarebbe a spiegarlo fosse una persona offesa….

nightshade90

i cattolici considerano un offesa qualsiasi uso di elementi della sua religione al di fuori dall’ambito liturgico ed evangelico, e poi considerano la discriminazione degli omosessuali un diritto, al punto che la depenalizzazzione dell’omosessualità per loro è un atto discriminatorio nei LORO confronti……..

Roberto Grendene

se si sentono offesi, potrebbero organizzare un boicottaggio

invece sembra che le loro rimostranze siano rivolte al “braccio secolare”

Chiaro di Luna

Bè comunque sia il calcio è un’altra religione, che rende le persone a livelli dei credenti cattolici, musulmani ecc…
In un certo senso questa pubblicità lo dimostra, in ogni caso sono entrambi strumenti molto efficaci per il controllo delle masse. Sei si scannano tra di loro, come in questo caso……godo 😛

giuseppe

Francesco risponde:

sabato 4 giugno 2011 alle 13:32

“Ceramente chi ha ideato quella pubblicità non puo’ essere credente.”

Tipica frase da bigotto e ipocrita.

Tipico commento di uno che non capisce quello che legge. Tu, nella tua pseudo laicità, sei più bigotto di quanto non pensi.

nightshade90

veramente il bigotto sei tu, che secondo il tuo ragionamento dai per scontato
1) che tutti i credenti siano cristiani
2) che tutti i cristiani siano incapaci di fare autoironia

traui le tue conclusioni.

Kaworu

peggio ancora:

3) che tutti i cristiani siano cattolici 😉

Kaworu

detto da uno che si preoccupa più di una pubblicità che della vita reale…

Francesco

Per giuseppe
Tipica risposta di chi non capisce neanche quello che lui stesso scrive. Tu nella tua pseudo religiosità sei più bigotto di quanto non pensi.

G.B.

Quando il duce aveva lanciato lo slogan “credere, obbedire, combattere”, però, mica si sono indignati.

giuseppe

Rileggi la storia, ma non quella scritta dai tuoi amici. In quel contesto, oltre ai cattolici e laici che combatterono contro il fascismo, ce ne furono molti che, in buona fede o no, lasciarono correre o si resero complici. Ma pretendere che una parte sia fatta solo di verginelle é ridicolo. Molti ex fascisti divennero comunisti; mangiapreti erano prima e mangiapreti restarono dopo.

Kaworu

in effetti mancava il solito trito “atei = comunisti” eh

FSMosconi

@Kaworu

Come i computer di vecchissima generazione, diciamo dal neolitico in giù, i troll cattolici e più ampiamente fanatici sanno fare solo poche operazioni con altrettanto poche varianti basati su sistemi più chiuse di un guscio di tartaruga, operazioni che di solito sono di solito delle identità o in alternaiva dei calcoli impossibli (in quanto circolari) che però reitereranno in omnia secula seculorum…

I soliti noti polli.

il parroco di Funo

la cosa veramente grave è che il confessore ha una stola bianca invece che viola

Kaworu

hai ragione, viola e nero è decisamente più fashion, mentre il bianco fa un po’ effetto pinguino

Kaworu

ma si anche io XD

(per pura curiosità, prendono preti veri per fare gli spot? ricordavo una regola secondo cui se uno non era un medico non poteva esser mostrato col camice nei vari spot… forse me la sono sognata eh, ma mi domando se sia così anche per il clero)

Francesco

Ma per quanto riguarda i preti credo che non prendano quelli veri neanche per la vita reale.

FSMosconi

@ale troll

Come darsi la zappa sui piedi, dato che solo un celebroleso può pensare che un povero cristo (l’espressione è voluta) col nick “Parroco di Funo” sia ateo. Nevvero Parroco?

nightshade90

persino se fosse un fake, l’inganno sarebbe facilissimo da svelare, visto che basta dare una controllatina alla parrocchia citata nel nik (senza contare anche ai link alle pagine facebook sue e dei parrocchiani che fornisce nel forum)….

Kaworu

se vuoi controllare e mandare una mail alla parrocchia di funo…

nightshade90

il “parroco di funo”, alias “don alberto” (nel forum. visto che lui nel forum dell’UAAR entra e partecipa, anche se a modo un po’ suo) è un prete vero, di conferme e prove ce ne sono a bizzeffe, più che dell’esistenza del tuo gesù (non che ce ne voglia tanto….), al limite l’unico dubbio che si può avere è sulla sua ortodossia (siamo in tanti a continuare a ripetergli che le sue teorie sono eretiche, ma lui continua a ripetere che anche insegnare cose contrarie al catechismo non è eresia, finchè non si infrange un dogma, e quando gli si fà vedere dei dogmi del concilio di trento si mette a fare l’esegesi pure di quelli, dicendo che “avevano ragione ma non nel modo in cui pensavano loro a quel tempo, in realtà le loro stesse parole andavano interpretate in modo diverso…”), ma ateo non lo è di sicuro. fidati, ho passato quasi un’estate intera a discutere vivacemente con lui del peccato originale.

Alberto

Brava Sandra!
Giuseppe non se la prende con il Vaticano che fa la medesima pubblicità per incassare l’8×1000! E’ la stessa cosa: la squadra di calcio per tenersi fedeli i tifosi; la chiesa per tenersi fedeli le pecore, nel senso di gregge! Sempre tentativo di mungere è!!!
A mio avviso chi ha escogitato questa pubblicità è credente e cattolico.
Sono i cattolici che infilano i preti in tutte le salse. Non se ne può più. Creano il caso, si lamentano, si indignano, frignano e così si parla sempre di chiesa ecc..

Diocleziano

È difficile dire che chi ha ideato questa pubblicità sia ateo, se si conosce come nasce una campagna pubblicitaria. L’idea originaria elaborata dai creativi è discussa con i dirigenti dell’agenzia e, successivamente, con il cliente. È sempre un lavoro di squadra, non di un singolo; i rischi di polemiche o censure vengono sempre valutati.

Paul Manoni

Potrebbero indignarsi per qualcosina di piu’ offensivo, che di questa pubblicità. In fin dei conti, visto il video, non mi pare che abbiano offeso chissà chi o chissà che cosa…!
Si stracciano le vesti per delle boiate pazzesce prive di rilevanza, e magari tacciono per cose ben piu’ gravi… http://www.chiediloadonseppia.it

Commenti chiusi.