Archivi Giornalieri: domenica, giugno 12, 2011

Atee opinioni sui crocifissi

Gabriella Bertuccioli* Al quotidiano “La Voce” di Rimini Buongiorno a tutti, sono il genitore anonimo… mah! La lettera era firmata, probabilmente per la mia inettitudine col mezzo informatico, nel copia/incolla è venuta tagliata la firma, si trova qua in calce. Vi risparmio il disturbo di fare ricerche sul mio conto e dico subito che sono atea, peggio! Sono socia dell’UAAR! Ah ah! Direte voi, un’atea cattiva, la solita estremista irrispettosa! Non penso, tant’è che mia figlia ha espresso il desiderio… Leggi tutto »

USA: pregiudizio verso gli atei

Un sondaggio de Pew Research Center rivela che 6 americani su 10 non voterebbero un candidato ateo alla presidenza, pur essendo indifferente per il 33% del campione. I risultati completi sono disponibili su Secular New Daily. Altre categorie di persone sembrano riscuotere maggior consenso: neri, ispanici, mormoni e omosessuali registrano punteggi (favorevoli + indifferenti) rispettivamente del 96, 88, 73 e 68 per cento. Daniele Stefanini

L’UE chiede all’Ungheria di fermare la campagna anti-aborto

La Commissione Europea, scrive European Women’s Lobby, ha richiesto il ritiro della campagna pubblicitaria anti-aborto in atto in Ungheria (in parte finanziata dall’Unione Europea), che mostra un feto e le parole “lasciami vivere”. La vice-presidente della Commissione, Viviane Reding, ha commentato che “questa campagna non è in linea con il Programma progresso e con il progetto sottoposto alla Commissione dalle autorità ungheresi”. La decisione è stata presa dopo l’interessamento di diverse organizzazioni non governative, tra le quali la Hungarian Women’s… Leggi tutto »

Bagnasco: “senza Cristo siamo preda del male”

Il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della CEI, si è recato questa mattina nella parrocchia di don Seppia. Nel corso dell’omelia, l’arcivescovo di Genova ha sostenuto che, “se non alimentiamo ogni giorno l’anima nell’intimità di Cristo, allora anche il bene si scolora, diventiamo meno vigili davanti alle maschere del peccato e diventiamo preda del male, protagonisti del male”. Luciano Vanciu