Archivi Giornalieri: lunedì, luglio 18, 2011

Cina, ordinato terzo vescovo “illegittimo”: il Vaticano lo scomunica

Il 14 luglio ha avuto luogo l’ordinazione di un nuovo vescovo da parte della Chiesa patriottica. Mons. Giuseppe Huang Bingzhang, questo il suo nome, è stato ordinato senza l’assenso della Santa Sede, e per questo motivo è stato scomunicato, ai sensi del Codice di Diritto Canonico. La dichiarazione ufficiale della Santa Sede evidenzia che “il Santo Padre, avendo appreso questi avvenimenti, ancora una volta si rammarica di come viene trattata la Chiesa in Cina e auspica che si possano superare… Leggi tutto »

San Raffaele, suicida il vice di don Verzè

Mario Cal, storico vice di don Verzè alla testa del San Raffaele, si è ucciso questa mattina sparandosi un colpo di pistola in testa. Solo tre giorni fa Cal era stato estromesso dal consiglio di amministrazione, nell’ambito del piano di ristrutturazione che ha consegnato l’ospedale, indebitato per quasi un miliardo di euro, nelle mani del Vaticano. Per gli stessi motivi Cal era stato anche ascoltato in Procura: secondo il suo avvocato, Rosario Minniti, Cal temeva che il San Raffaele non… Leggi tutto »

Gerusalemme, dubbio tra ultra-ortodossi: “Pollo a quattro zampe è kosher?”

In un allevamento nel quartiere di Mea Sharim, zona abitata dagli ebrei ultra-ortodossi di Gerusalemme, è nato un pollo a quattro zampe. L’evento, segnala Repubblica, ha suscitato un dibattito tra coloro che ritengono il pollo ancora kosher (cioé che è possibile mangiare secondo i dettami religiosi) o meno. Secondo la religione ebraica, gli animali da macellare infatti devono essere sani. Quindi ci si chiede se il pollo a quattro zampe sia un’anomalia da considerarsi malattia o no. Per il momento,… Leggi tutto »

Tar Piemonte boccia delibera che privilegia anti-abortisti nei consultori

La seconda sezione del Tar del Piemonte ha recentemente bocciato la delibera della giunta regionale, voluta dal presidente Roberto Cota (Lega Nord) e caldeggiata da ambienti cattolici, che privilegiava i volontari anti-abortisti nei consultori pubblici. Si prospetta un appello al Consiglio di Stato da parte della Regione. Dal canto suo l’assessore Elena Maccanti si difende così: “l’intenzione non era quella di contrastare la legge 194, ma di rispondere a un impegno che la Regione ha assunto a favore della famiglia… Leggi tutto »