Archivi Giornalieri: lunedì, luglio 25, 2011

Stragi in Norvegia: reazioni cattoliche

L’indomani delle stragi compiute da Anders Breivik in Norvegia, il segretario di Stato vaticano Tarcisio Bertone ha inviato al re di Norvegia, Harald V, un messaggio di cordoglio in cui scrive che il papa “offre fervide preghiere per le vittime e le loro famiglie, e invoca la pace di Dio sui morti e la consolazione divina su coloro che soffrono”. Inoltre, il pontefice “prega affinché tutti i norvegesi siano spiritualmente uniti” nel rifiutare l’odio. L’articolo pubblicato sul quotidiano dei vescovi… Leggi tutto »

Borghezio su caso Breivik: “Idee patrimonio comune degli europei, profondamente sane”

Anders Behring Breivik, l’autore delle stragi di Oslo e dell’isola di Utoya, oggi è stato sentito dal tribunale di Oslo. Ha confermato di aver commesso gli attentati, ma non si ritiene “colpevole”, sostenendo come già emerso (Ultimissime di ieri sul suo video e sul riferimento al caso Lautsi) di aver agito per salvare l’Occidente cristiano da marxismo, multiculturalismo e islam. Ha detto poi di aver preparato l’attentato con l’aiuto di “due cellule” terroristiche. Anche  l’eurodeputato leghista Mario Borghezio commenta il… Leggi tutto »

Pedofilia: dopo le critiche del governo il Vaticano richiama il nunzio

L’attacco senza precedenti sferratole dal primo ministro irlandese Enda Kenny, molto critico verso l’atteggiamento tenuto dal Vaticano  nella gestione degli abusi sessuali compiuti da sacerdoti (cfr. Ultimissima del 21 luglio) non è rimasto senza reazioni. “In seguito alla pubblicazione, il 13 luglio scorso, del Rapporto della Commissione d’Inchiesta del Governo irlandese circa le accuse di abusi di minori da parte del clero della Diocesi di Cloyne, altrimenti conosciuto come Cloyne Report, e, in particolare, alle reazioni che ne sono seguite”,… Leggi tutto »

Malta: il parlamento approva la legge sul divorzio

Dopo che un referendum aveva visto la popolazione esprimersi favorevolmente, con il 53% dei voti, all’introduzione del divorzio (cfr. Ultimissima del 29 maggio), il parlamento maltese ha votato ieri la sua legalizzazione. Il progetto di legge è passato con 52 voti favorevoli, 11 contrari e 5 astensioni. Ora deve essere ratificato dal presidente: la sua entrata in vigore è prevista per ottobre. Tra coloro che hanno votato contro, nota il Guardian, c’è stato anche il primo ministro: l’opposizione laburista ne… Leggi tutto »

‘Nanni Topo’, il deputato Pdl contro i privilegi vaticani

Un misterioso deputato del Pdl, sotto le pseudonimo di ‘Nanni Topo’, sta pubblicando su Il Giornale di Toscana articoli in cui denuncia i privilegi accordati al Vaticano. Secondo le indiscrezioni, si tratterebbe di un ‘berlusconiano’ che starebbe raccogliendo un vero e proprio ‘dossier’ sui costi della Chiesa. Tra le ultime segnalazioni, quella dei 50 milioni pagati dallo Stato italiano per i servizi idrici utilizzati dalla Città del Vaticano. Lo stesso deputato, intervistato, avrebbe detto che tutto ciò “è profondamente ingiusto,… Leggi tutto »

Mancini, ex Banda della Magliana: “Emanuela Orlandi rapita per ricattare Vaticano”

In una intervista su La Stampa, l’ex componente della Banda della Magliana Antonio Mancini fornisce la sua versione sul rapimento di Emanuela Orlandi, la figlia del funzionario vaticano scomparsa in circostanze tuttora non del tutto chiarite nel 1983 e mai più ritrovata. A quasi trent’anni dai fatti, quello che era soprannominato ‘Nino l’Accattone’ ha deciso di rispondere alle domande di Giacomo Gaelazzi. Mancini conferma, come ipotizzato dal giudice Rosario Priore, che la giovane sia stata rapita dalla Banda della Magliana… Leggi tutto »

Senatore Alberto Tedesco su Pontifex: “Salvato da Padre Pio”

Alberto Tedesco, senatore del Pd (ora passato al Gruppo Misto) per il quale il Senato ha respinto la richiesta di arresti domiciliari, intervistato dal sito ultra-cattolico Pontifex parla della sua fede. Dice di essere “sempre stato” cattolico ma che non ama “sbandierarlo” perché “la fede è una cosa privata che va esercitata pubblicamente”. La fede, continua, l’ha aiutato a “capire tante cose, a riflettere, a saper comprendere, essere più mite ed anche saper accettare quello che sarebbe accaduto”, nonché “nella… Leggi tutto »

Lo stragista norvegese e la religione

Le stragi di Oslo e Utoya hanno sconvolto, per la loro ferocia e insensatezza, le coscienze di uomini e donne di tutto il mondo. È dunque senz’altro importante comprendere le ragioni che hanno spinto Anders Breivik ad agire. L’uomo si ritiene un “cristiano al 100%” e, benché battezzato nella Chiesa luterana, scrive che occorre facilitare la destrutturazione della Chiesa protestante, ritenuta troppo progressista, e far tornare i suoi membri alla Chiesa cattolica. Vede nella croce il simbolo “storico e culturale… Leggi tutto »