Arrestato per stalking Bruno Volpe, direttore di Pontifex?

Alcuni giorni fa un quarantanovenne è stato arrestato a Bari per stalking nei confronti di una giovane di 26 anni, di cui si era invaghito. Una pattuglia di carabinieri l’ha colto in flagrante mentre si trovava sotto casa della donna, intento a scrivere frasi ingiuriose sul muro e croci sul citofono con lo spray. Da tempo l’uomo perseguitava la giovane, tempestandola di telefonate, messaggi sms ed email, ma non aveva esitato diverse volte ad aggredirla e a molestarla con esplicite richieste oscene. Lo stalker era consulente legale dell’azienda nella quale la vittima lavorava. I due si sarebbero così conosciuti circa un anno fa e lui avrebbe iniziato a perseguitarla perché lei ne aveva rifiutato le avances. L’uomo era arrivato a lasciare il fegato di un animale vicino al citofono della casa di lei. La giovane ha abbandonato il lavoro e sviluppato un forte stress, a causa delle ripetute molestie.
Dell’uomo i giornali riportano le iniziali (B.V.), l’età (49 anni), la professione (si evince che sia un avvocato) ed anche che è residente nel quartiere Murat di Bari. Ne danno notizia Gazzetta del Mezzogiorno, l’edizione barese di Repubblica e il Corriere del Mezzogiorno. Sul web corre voce che si tratterebbe proprio di Bruno Volpe, il noto direttore del sito ultra-cattolico Pontifex. Come fa notare ad esempio il blog Mazzetta, è sparita l’indicazione di Bruno Volpe quale direttore. Dal sito non arrivano conferme, ma si nota che l’ultimo articolo firmato da Volpe risale al 30 luglio, giorno precedente all’arresto del misterioso stalker. I più recenti sono di altri collaboratori.

Valentino Salvatore

L’UAAR è ovviamente pronta a pubblicare una smentita, se ne sarà diffusa una.

Archiviato in: Generale, Notizie