Papa a Lamezia Terme, Usb: “Periodo di crisi e tagli, spese eccessive e fuori luogo”

In vista della visita papale a Lamezia Terme (CZ) il prossimo 9 ottobre, montano le polemiche per i costi. Già alcuni mesi fa si era parlato di almeno 700mila euro per il restauro di diverse chiese, con delibera della giunta comunale. Un recente comunicato della federazione provinciale dell’Unione Sindacale di Base (Usb), aumenta la stima. Pur rispettando la scelta dell’amministrazione comunale di accogliere Benedetto XVI, l’Usb critica l’eccessivo stanziamento di fondi, considerando anche il periodo di presante crisi e i tagli agli enti locali. Il Comune, segnala il sindacato, da solo “ha stanziato 1.340.000 euro (destinati probabilmente a salire, come spesso succede in questi casi)”. Somma cui vanno aggiunti i finanziamenti di Provincia e Regione, “per 2 milioni di euro complessivi”. Gli enti locali, denuncia Usb, “già in profonda difficoltà per i tagli previsti” hanno preferito “ridurre ulteriormente i propri fondi, destinandoli alla visita del papa, anziché ai cittadini”.
Inoltre, a parte il previsto restauro delle chiese, “non esiste ancora un dettagliato elenco di come si intendano investire, voce per voce, queste risorse”. Per l’adeguamento dell’area ex Sir, dove il papa celebrerà la messa, “è prevista solo la generica voce ‘lavori'”. E “ben 150.000 euro sono stati messi a disposizione della Curia, sic et simpliciter”. Il Comune ha poi concesso un’area per costuire non solo una nuova cattedrale, ma anche nuove “scuole cattoliche”, “proprio nel momento in cui si assiste inermi allo sgretolamento della scuola pubblica”.
“Tutto ciò ci sembra davvero eccessivo e assai fuori luogo”, lamenta l’Unione Sindacale di Base, considerando anche le esenzioni e i finanziamenti di cui gode la Chiesa.

Valentino Salvatore

Archiviato in: Generale, Notizie

137 commenti

teologo cattolico

ad una lettura superficiale di certe notizie e commenti sembrerebbe che essere cattolici sia una condizione di particolare favore e privilegio, mentre essere atei o non cattolici, una condizione di infelicità e minorità se non da sfi.gati. Non sono d’accordo su questa tesi. un ateo può vivere serenemente la sua vita come un credente

otzi

“ridurre ulteriormente i propri fondi, destinandoli alla visita del papa, anziché ai cittadini”.
No! No! teologo cattolico! Essere cattolici è una condizione dannosa per tutti gli altri! Dannosa sotto tutti gli aspetti verso l’uomo normale, il progresso della giustizia e la condizione umana stessa.

nightshade90

…..ma non con gli stessi privilegi (tipo veder imposto per legge il proprio simbolo in scuole e luoghi pubblici, avere un sacco di media che fanno pubblicità al loro pensiero, poter organizzare quando vogliono prate per i big dell’ateismo dove vogliono facendo pagare costi ed agevolazioni per i partecipanti ai comuni, far fare alle scuole come standard per tutti lezioni di indottrinamento ateo, costruire edifici di ritrovo per atei in cui fare propaganda atea facendoli pagare al comune e su cui non pagare l’ICI, far pagare multe a chi insulta le idee atee (vedi bestemmia), ricevere una marea di soldi con l’8×1000 mediante un meccanismo truffaldino (tipo reindirizzando i soldi mandati allo stato agli atei, facendo sì che se uno non mtette la preferenza i suoi soldi siano distribuiti secondo quelle degli altri senza che sia adeguatamente informato, e impedendo l’accesso all’8×1000 a gran parte delle confessioni concorrenziali) o avendo un intero STATO totalmente sotto una dittatura NON DEMOCRATICA gestita da soli atei, che sono gli unici con diritto ad accedere al governo di tale stato, STATO A CUI VIENE ANCHE CONCESSO IL DIRITTO DI INTROMETTERSI NELLA POLITICA ITALIANA, DI SCEGLIERE AUTONOMAMENTE GLI INSEGNANTI DI INDOTTRINAMENTO ATEO DELLA SCUOLA E RICEVERE RISORSE GRATIS DALL’ITALIA (ok in realtà uno stato del genere non lo vorremmo mai, però ci infastidisce che ce l’abbiano gli altri)).

converrai che, sebbene si possa vivere tranquillamente anche senza tali privilegi, tali privilegi fà comunque parecchio picere averli……sebbene, francamente, più che averli noi preferiremmo non ce li avesse nessuno, visto che almeno NOI preferiamo non imporci sugli altri…..

robby

certo che hai delle argomentazioni,che fanno ridere,ma qualcosa di piu serio,non sai dirlo,èè teologo cattolico.

ANCIA LIBERA

la questione è che io vivo del mio lavoro e non a sbafo come i preti !!!!!!!

diotassista

“un ateo può vivere serenemente la sua vita come un credente”. su questo non c’è dubbio. magari vive ancora meglio se può tenere per sé – o destinare a chi vuole – i soldi dell’8×1000. e se può usufruire da cittadino di servizi di welfare laici, non delegati alla chiesa in cambio di scandalose regalie.

Francesco

Teologo il problema non e’ essere cattolici o atei ma persone serie, che si rendono conto dei sopprusi a cui vengono sottoposti, e persone poco serie, che non se ne rendono conto perche’ sono superficiali o perche’ ne traggono vantaggio.

Marjo

E non è vero! Un ateo non ha tutti i vantaggi dei credenti ed è osteggiato dalla chiesa cattolica. – D’altra parte la chiesa, dovrebbe dimostrare comprensione per questo momento di difficoltà che incontra l’Italia e non spremere le casse.

Diocleziano

teologo,
noto nei tuoi ultimi post una piccineria e miseria d’animo che, tuttavia, non mi
stupiscono in un cattolico.

Tu confondi la vera, consapevole felicità di chi è padrone della sua vita, con quella annebbiata, inebetita euforia del credente, condizionato e standardizzato nella sua volontà.

Enrico

Guardate che i soldi non vanno al papa ma servono ad accogliere degnamente chi vuole seguire la messa.

Sapetre quanto costano alla collettività gli stadi di calcio? Ed i teatri?

Andrea65

Se i soldi venissero spesi per seguire una messa di una religione diversa dalla tua ti indigneresti anche tu, invece visto che è per il tuo amico immaginario e non quello di un altro che vengono spesi fai il fazioso.

PS: chi va allo stadio o al teatro poco o tanto paga.

Ciao a tutti

Andrea65

Enrico risponde:
domenica 4 settembre 2011 alle 17:50

Io non mi lamento per i costi delle vostre adunate.

? Ovvero?

Ciao a tutti

Odis

Io non mi lamento per i costi delle vostre adunate.

E ci mancherebbe pure, visto che le “adunate” le paga solo chi è ineressato/a.

Contariamente a quasto caso, in cui paga lo Stato (cioè tutti i cittadini, ad eccezione degli evasori fiscali e di chi è esentato dal pagamento di ICI e/o altre tasse, per esempio la ccar stessa).

Southsun

@ Enrico.

Il cattolicismo ti ha fatto DAVVERO marcire il cervello. A te le nostre “adunate” non costano proprio nulla.

Invece, alla Sardegna in cenci e stracci le VOSTRE adunate sono costate quasi 2 milioni di euro, la città di Cagliari bloccata per un giorno, un pino tagliato abusivamente e chili di metallo prezioso per puttanate kitsch da regalare a idoli già carichi di ogni paccottiglia.

Cattolicismo caviale-e-champagne con i soldi di tutti.

Odis

Ohibò, vuoi forse dire che i milioni di cattolici italiani preferiscono vedere la partita piuttosto che seguire la messa del papa?

Brian di Nazareth

Rovina l’erba e poi la stagione è cominciata.

Molti concerti si fanno prendendo uno stadio in affitto (come Vasco Rossi al Delle Alpi, i Rolling Stones a San Siro, e i Queen a Wembley). Nessuno si è mai lamentato di quanto si rovina l’erba.

Ecco un piccolo esempio:

http://www.youtube.com/watch?v=tKeYOzIakJ4

Adesso spiegaci perché non può farlo B16 e la sua band.

Enrico

Di solito i concerti non si fanno a Settembre appunto perchè dopo rovinano l’erba.

Enrico

* Odis

Be, questo è un fatto, se entri in un bar di solito si parla di calcio non di religione, questo vale si per i cattolici che per i soci UAAR.

Odis

Benissimo.
Allora, vorrei tanto sapere perchè deve pagare lo Stato (cioè noi tutti) per uno spettacolo di cui, potendo scegliere, non importa nulla nemmeno ai diretti interessati (i cattolici).

Enrico

Il fatto che si abboiano anche altri interessi non significa ignorare Dio.

Odis

Ma l’hai scritto tu che, potendo scegliere, anche i cattolici preferiscono vedere la partita.
E non vedo perchè dovrebbe pagare lo Stato, per una cosa che non è poi molto importante nemmeno per i diretti interessati.

Enrico

La scelta non esiste alla mattina a messa il pomeriggio allo stadio.

Odis

E allora perchè hai scritto “Rovina l’erba e poi la stagione è cominciata”?

Kaworu

se usasse le virgole, quello che scrive risulterebbe più comprensibie

Enrico

Per spiegare a Grandene perchè non può andare allo stadio.

Odis

Quindi la scelta c’è. E si sceglie la partita piuttosto che la messa.

Elisabetta

Ti sfuggono dei dettagli fondamentali 1) chi organizza una partita di calcio o uno spettacolo teatrale, per realizzarli non chiede i soldi alla comunità 2) chi vuole andare a vedere una partita o uno spettacolo teatrale paga il biglietto 3) stadi e teatri sono spesso strutture messe a disposizione di tutti i cittadini….per esempio per l’accoglimento di corsi di recitazione e corsi sportivi (o attività fisica libera e gratuita, come nella mia cittadina)….

Southsun

@ Enrico.

I teatri stanno su col contributo dello Stato E della vendita dei biglietti.

Ergo, fate pagare il biglietto per la messa, così vediamo QUANTI ci vanno (come a teatro).

Enrico

All’offertorio si lasciano dei soldi, comunque i teatri per vivere hanno bosogno dei soldi dello stato.

Kaworu

ma non solo, fanno anche pagare il biglietto.

la chiesa nemmeno quello (e quando è costretta a farlo, i risultati sono ridicoli)

danzatea

I teatri sono enti stabili così come gli stadi e vengono frequentati a PAGAMENTO dagli utenti tutto l’anno. QUSTA MESSA DURA UN SOLO GIORNO……… ma non ti vergogni un pochino a dire quel che dici, considerando la miseria e la disoccupazione che c’è al sud?

Walter

“Io non mi lamento per i costi delle vostre adunate.”
La frase imbecille del 4 settembre! Nessuna delle attività dell’uaar prende finanziamenti publici! Ma scommetto che anche i fedeli sarebbero più felici di avere asili, scuole publiche, sanità migliore, piuttosto che baciare il culo a un vecchio parassita e i suoi servi come il Papa! Veramente non capisco perchè se Dio è onnipotente ha bisogno di tutti questi tramiti per comunicare con i proprio fedeli!!! Dovreste essere voi cattolici per primi a mandare a cagare tutto il baraccone de sti vecchi magnacci che speculano sulla buona fede della brava gente.

Enrico

Comprendo l’obiezione, però mi chiedo il bene che la chiesa fà da dove viene?Dalo messaggio di Cristo proclamato nella Santa messa.

nightshade90

…..o dal fatto che li PAGANO per farlo, e che tutti i privilegi che hanno li giustificano con la scusa del “bene che fanno”, quindi a loro CONVIENE dare una piccola percentuale di quello che ricevono in beneficienza per poter continuare a ricevere tanti ed avere tanti privilegi…..francamente, se DAVVERO fosse il messaggio di cristo a singerli ad agire, non aspetterebbero i soldi degli altri per fare del bene, ma venderebbero ogni singolo gingillo di superfluo che hanno (e non è decisamente poco il superfluo in mano alla chiesa) per impegnarlo nel fare del bene, senza investire soldi in attività speculative o trattenere l’80% dei soldi che ricevono per tali attività (8×1000) (e se alcune confessioni, come i valdesi, riescono a dare il 100% di quello che ricevono dall’8×1000 in beneficienza senza andare in bancarotta, vol dire che la cosa non è così impossibile come volete far credere, è solo per mantenere l’impalcatura di potere che si devono drenare via tanti soldi, evidentemente….)

Southsun

@ Enrico.

No caro, viene dal 20% della valanga di miliardi di euro che vi tracannate ogni anno.

Un buon investimento per far dimenticar l’altro 80% del malloppo che destinate al mantenimento del baraccone, del lusso della Corte papale e della propaganda.

Senza quei miliardi, dovreste contare solo sui vostri fedeli e addio lussi e ori e viaggi a scrocco.

bardhi

Scusatemi tanto ma non riuscite a percepire dalle domande che fa e le risposte che da che enrico entra e pieno titolo alla terza categoria di prof. Cipolla:

Le azioni di gente come lui causano un danno a un’altra persona o ad un gruppo di persone(tanti soldi spesi inutilmente) senza realizzare alcun vantaggio(una messa vale un’altra quindi se la fa un parroco gratis vale tanto quanto quelle che pa il papa) per sé o addirittura subendo un danno.

Odis

L’UAAR non si vanta di fare beneficenza, nè difende i suoi privilegi (che non ha) con la scusa “ma facciamo tanto bene… con le briciole dei soldi vostri, ma ne facciamo tanto tanto”.

Kaworu

quando hai intenzione di iniziare a ragionare? perchè paragonare l’uaar alla chiesa cattolica mi sembra leggerissimamente impossibile, dato che sono due cose diverse con finalità, poteri, risorse eccetera diverse/i.

bardhi

@ Enrico
Faresti bene a cambiare flauto, questo che stai suono è monotono. La ccar a tu ci tieni tanto usa solo il 20% del 8×1000 per beneficenza e nel modo più spudorato fa pubblicità come se si dissanguasse per aiutare i poveri, sei assolutamente senza vergogna.
Vuoi che ti elenchi associazioni, società che non fanno beneficenza e nessuno osa di rimpoverarli per questo???
Hai mai visto come si veste Raffaele Carcano, credo che la sua intera guardaroba costarebbe meno che le babuce di razzi. Vergoganti vergonati che ricordi a noi le opere di carita.

Kaworu

non mi risulta.

a meno che tu non veda nell’uaar un’esatta copia della ccar per risorse, struttura, modalità di azione, propositi e altro.

se li vedi, controlla di non aver bevuto troppo.

Enrico

Voi accusate la chiesa di non aiutare il prossimo, io rispondo con le mie controdeduzioni.

Kaworu

il problema è che sono completamente fallate e illogiche.

però ehy continua pure, se ti fa piacere.

Enrico

Non mi sembra di fare discorsi illogici. Prima chiedete l’8 per mille poi non volete essere paragonati a chi lo prende.

Kaworu

si, ma l’8xmille lo prendiamo? (e capisci la provocazione che c’è?)

tra l’altro dovresti parlare alla terza persona plurale, io mica sono dell’uaar XD

l’uaar ha le risorse della ccar? a livello di denaro, patrimonio immobiliare, “conoscenze” e legami di vario genere coi potenti… si o no?

l’uaar ha tra i suoi scopi la carità?

e la chiesa?

capisci che è come confrontare patate e sassi… però dicono che anche con questi venga un buon brodo, chissà.

Enrico

Il ricorso dell’UAAR al capo dello stato esiste o no? Se all’UAAR non interessa la carità perchè si impiccia della carita altrui.

Ad esempio la CGIL è un sindacato italiano, si interessa a come in Francia vengono riscaldati gli ospedali? No perchè è il suo ruolo, quindoi se l’UAAR non si interessa di carità, fatto legittimo, perchè da questo sito criticate chi non fà abbastanza carità.

robby

ma il papa non il suo obolo,la sua paghetta,mi sembra che nel 2010 abbia ottenuto 65 milioni di euro,e parliamo di quasi 2 anni.
che sè le pagasse lui le trasferte,è poi e un capo di stato,o il vicario di dio.
poiche credo che voglia essere dio in terra,tutto dovuto,alla faccia del umilta.

Marjo

E sapete quanto costano le mitrie e i vestiti del papa e dei cardinali? Perche non vestono come i buddisti?

Albert

sarà solo uno spreco di denaro pubblico senza alcuna ricaduta per la città e i cittadini, per questo in tanti a Lamezia Terme si stanno mobilitando per chiedere trasparenza e giustizia sociale. Cercate su google e youtube ‘il papa a lamezia’, firmate la petizione online, facciamo sentire la nostra voce!

Diocleziano

Non è possibile che tutte le amministrazioni pubbliche siano così impazienti di buttare soldi nel cesso solo per la visita di una vecchia soubrette. Secondo me, fanno fifty-fifty…

Brian di Nazareth

eh si, sembra proprio un’associazione a delinquere di stampo religioso.

Alfonso

@Diocleziano

Secondo me, fanno fifty-fifty…

lo dico da una vita. La fuffa religiosa serve da paravento per gli iddioti che credono alle favole per fottere soldi pubblici che poi politicanti di turno e preti si dividono nottetempo.

Bismarck

Sono tutti andati a pregare presso Nostra Signora della Greppia…

Volo alto

Il comune dove abito, lo dico perchè lo so, ha già tagliato pesantemente nel sociale, assistenza ai più poveri, disabili, servizi sociali, somme già stanziate e improvvisamente cancellate.
Credetemi, un vero massacro e parlo di una città che ha più banche che case!
Immagino cosa voglia significare questo in Calabria.
Definire ciò “eccessivo e fuori luogo” è riduttivo e fuorviante, chiamiamo le cose con il loro
nome. un vero schifo!

Alterego

Si sta parlando di Lamezia Terme (CZ) e a me viene in mente la mafia. Perchè?
Non che al nord sia diverso. Guarda in Veneto ad esempio.
Voglio dire: “In quanti ci mangeranno in tutto questo”?
Comunque se tutto questo sta bene ai cittadini, contribuenti locali, fatti loro……ma poi non rompessero che mancano i fondi al sud, che sono aumentate le tasse, ecc….
Tempo fa, da fonte attendibile in quanto era un prefetto della Caritas a parlarmene, fui informato che quando il papa va in una parrocchia “in visita”, torna poi in Vaticano con quello che è stato raccolto nella parrocchia in occasione della sua visita e mi veniva assicurato che sono belle somme.
Quindi anche i parrocchiani, al pari dei fans che pagano allo stadio per andare a vedere le loro stars, pagano e pagano due volte: una volta attraverso le tasse comunali e una volta come obolo che plausibilmente gli viene chiesto dal parroco.
Quale multinazionale in questo mondo avrebbe tale trattamento per le sue sedi dislocate nei vari comuni e come farebbe a chiedere un contributo ai propri azionisti?
Il Vaticano, quindi, funziona anche meglio di una qualsiasi multinazionale e daltronde quale è quella multinazionale che ha investito tutto sulla ignoranza e la paura?
E ignoranza e paura sono dure a morire ed è questa la vera fede della chiesa cattolica, questa è la sua divina PROVVIDENZA.

Brian di Nazareth

Il Comune ha poi concesso un’area per costuire non solo una nuova cattedrale

OH MY DOG!!!

A cosa serve una nuova cattedrale se i fedeli sono sempre in continua diminuzione? Pensino prima a riempire le chiese già esistenti, e semmai ci riusciranno sarebbe comprensibile acquistare dei terreni per costruirne altre. Nota bene: acquistare significa “al prezzo di mercato e pagato con soldi guadagnati con il sudore della propria fronte”, NON una concessione da parte del Comune (quindi dei contribuenti).

Massimo

Una volta si diceva “Più case, meno chiese”. Vale ancora?

Alfonso

@Massimo
quello era uno slogan di coloro che si vendettero ai preti e che oggi hanno sicuramente “più case”!

Third Eye

Ah, e io che pensavo venisse da una fettina pro forma delle ingenti risorse che sono tolte al resto del welfare (magari poi proprio per dire “hai visto? Se non le facesse la chiesa certe cose, non avremmo altre strutture!!”).

Tra l’altro bene che tendenzialmente viene fatto solo per fedeli (vedi varie notizie di non credenti esclusi) e con alto tasso di propaganda inclusi.

No, così, per dire…

lumen rationis

Le caste si appoggiano a vicenda.
Ci sono molti “Enrico” che, spesso in buona fede, credono di difendere che fa del bene.

Alfonso

@lumens rationis
sono più che certo per esperienza che quelli in buona fede sono pochissimi. tutti gli altri con la chiesa ci fanno affari in un modo o nell’altro.

Diocleziano

Per essere in buona fede nella chiesa cattolica, bisogna essere tanto, ma tanto tanto, coglıonı…

Rocco

Rispondere all’accusa di privilegio con un altro privilegio è puerile.
Al mio comune feci richieste scritte per sapere chi pagava l’illuminazione del campo sportivo, l’acqua calda e gli addetti per la cura del campo. Purtroppo è la comunità di quel paese che paga per una squadra di promozione (o come si chiama oggi quella categoria) dove non gioca nessun paesano. Squadra poi fallita senza aver neanche versato quel misero (e insufficiente) canone di locazione delle strutture. Oggi una squadra è risorta dalle ceneri e continua a sfruttare più o meno a gratisse le strutture.

Il mondo sportivo, come il mondo dell’arte (e ci aggiungo anche istruzione, sanità, enti locali e chi più ne ha ne metta) gode di numerosi benefit che ormai non possiamo più permetterci.
Tuttavia le amministrazioni non arrivano mai alle spese folli che sostengono per questi eventi religiosi.
Ad Ancona ho assistito ad un buttare via i soldi che offende l’intelligenza umana: strade rattopate alla buona, tratti asfaldati senza consolidamento del fondo (e dureranno 2 settimane) operazioni di cosmetica usa e getta (agli archi, al porto, etc.). Avrei tollerato meglio dei soldi spesi in qualcosa di duraturo, anche una ennesima statua di un papa.

La stessa stazione di ancona stadio è inutile: dista 2 km da quella di Varano e 4/5 da quella di Aspio terme. Trenitalia non concepirà mai un treno regionale che fermi in tutte queste fermate (infatti già a Camerano/aspio ne fermano pochissimi) e la fermata di ancona stadio non ha alcuna utilità per i pendolari, visto che ferma nel nulla.
Neanche ha valore il discorso di parcheggio di interscambio, visto che ancona non una città pronta (o forse non ha proprio bisogno) a queste soluzioni. Basti vedere l’evidente fallimento del mega parcheggio agli archi.
Parlo di Ancona perchè conosco meglio la cosa, ma a Lamezia penso che quei soldi andavano spesi con priorità sulla sanità, visto che quella zona è tristemente nota per i mostruosi casi di malasanità.

In un periodo di crisi c’è da buttare giù dalla torre gli sprechi: qui tagliano sulle bombole di ossigeno agli ospedali, ma trovano i soldi per restaurare la facciata di una chiesa la cui soglia viene varcata da pochi anziani fedeli.

La realtà è che la lobby vaticana è forte, e dare soldi a loro -per un amministratore- è un investimento. Per questo motivo mi considero anticlericale: queste lobby vanno azzerate. Che le religioni tornino a parlare solo ai propri fedeli.

Sandra

OT – Monsignore derubato – I rapinatori hanno forzato la cassaforte, rubato denaro e oggetti d’oro

I ladri sarebbero riusciti ad individuare la cassaforte che si trova in una stanza dell’alloggio vescovile e ad aprirla. All’interno avrebbero trovato e rubato denaro contante e alcuni oggetti in oro di proprietà privata di monsignor Fumagalli. L’ammontare del valore della refurtiva non è stato ancora quantificato ma dovrebbe essere notevole. Gli investigatori mantengono il massimo riserbo e lo stesso monsignor Fumagalli non ha voluto commentare l’accaduto.

http://roma.repubblica.it/cronaca/2011/09/04/news/vescovo_viterbo-21223586/

nightshade90

oggetti d’oro in casa del monsignore? ma come, non era il messaggio di cristo a spinegere la chiesa alla beneficienza, come suggerito da enrico? e con un tale spirito di beneficienza, e i monsignori ne devono avere tanto, visto che per essere eletti tali devono essere molto vicini al messaggio di cristo, come ha fatto ad accumulare del volgare e completamente superfluo oro?

ah, già, certo: dimenticavo che, per quanto riguarda la chiesa, il messaggio di cristo comporta fare beneficienza sempre con i soldi degli altri, mai con i propri, o al limite solo quando pure il superfluo è fin troppo…..

Southsun

Mai conosciuta una religione povera.

Sono tutte ricche boldracche coi soldi dei “clienti” coi quali ficcano.

Kaworu

pare che la roba “ecclesiastica” non sia stata toccata.

Enrico

Fonte? Oggetti personali possono essere il calice per l’eucarestia.

Enrico

Per il valore, non ho guardato le ultimissime odierne, si parla di oggetti personali non si dice se sacri o meno, ricordo che il clero diocesano non fà voto di povertà.

Enrico

Probabilemente perchè era il vescovo e per le modalità del furto.

Kaworu

il furto sembra un normale furto in appartamento.

magari di qualche devoto, o qualcuno consapevole della difficoltà di smerciare certe cose.

comunque ammetti candidamente che il vescovo conta più di un tizio qualunque.

bravo, gesù sarebbe orgoglioso di te.

nightshade90

@enrico

gli oggetti di culto non sono stati toccati, sebbene ci fossero anche quelli e fossero preziosi (che il ladro fosse cattolico o superstizioso?)

ma anche se fossero destinati al culto, non mi pare che esercitare il culto con oggetti superfluamente d’oro sia molto in linea col messaggio di carità evangelico: anche lì, il gesù che predicate avrebbe preferito calici di legno e la differenza usata per sfamere i poveri, che il contrario……

Kaworu

lo dimostra anche indiana jones nell’ultima crociata (se non ricordo male)

Enrico

Negli oggetti di culto si compie anche la presenza reale di Cristo. Se voi aveste un figlio lo fareste dormire in una bella culla o su di un pagliericcio? In qualsiasi cultura si rende onore ad una persona vestendosi in un certo modo in sua presenza oppure usando per loro oggetti preziosi,

Kaworu

quindi, che ci fai in pigiama?

dio è ovunque sempre, quindi è anche di fianco a te.

e tu stai magari con delle mutande bucate tutto sbracato sulla sedia!

vola a vestirti di oro e broccati per onorare il tuo dio che sta lì con te.

Odis

@Enrico
È però il tuo dio ad aver detto che preferirebbe dormire sul pagliericcio… sarebbe perfino nato in una mangiatoia!

Conta di più il tuo desiderio di ostentare la tua fede o la sua volontà?

Kaworu

tra l’altro, con l’onnipotenza e tutte quelle robine lì, sarebbe veramente un babbeo se aspettasse te o il prete per star comodo…

quindi quel che dici “logicamente” non ha nessun senso.

a parte soddisfare la vostra vanità, s’intende.

e puoi anche farlo eh, ma senza nasconderti dietro scuse patetiche

diotassista

@e
tra l’erba che si rovina e il figliuolo sul pagliericcio stai toccando delle vette umoristiche straordinarie. puro cabaret. grandioso, non so come fai. tempi perfetti, ironia surreale…
ah… ma eri serio?

nightshade90

@enrico

un buon padre, quale è dio, preferisce dorminre in un pagliericcio e pagare con i resto le cure ad almeno qualcuno dei figli che muoiono di fame, piuttosto che dormire in un letto d’oro mentre i figli muoiono di fame.

il tuo discorso avrebbe senso solo ed esclusivamente se al mondo non ci fosse nessuno a cui mancano i beni di prima necessità: in tale contesto, il superfluo dedicato a dio ci può anche stare, ma se anche solo una persona ha fame perchè non ha i soldi per mangiare, otgni VERO padre se la prenderebbe di brutto con ogni suo figlio che preferisce regalargli oggetti preziosi invece che usare tali soldi per sfamare il fratello.

certo, è anche vero che, nei fatti, pur essendo tale “padre” onnipotente, evidentemente non si dà molta pena per proteggere i propri figli dal male e dalla sofferenza, visti quanti muoiono di fame al mondo e come, sebbene li veda benissimo e li possa sfamare senza sforzo, questo “padre” preferisce guardarli morire senza muovere un dito……..ma ovviamente il mio discorso di basava sul presupposto che il dio che predicate esista e sia davvero come predicate che sia…..

Stefano Grassino

Cara Sandra, l’ammontare non lo sapremo mai. L’investigatori riceveranno precisi ordini di non divulgare la somma e l’assicurazione (sicuramente legata all’Opus Dei) tacerà.
L’unica fatto certo è la nostra indignazione che non conta nulla…….. al momento.
Con una punta di ottimismo come ho sempre sostenuto, goccia dopo goccia, dobbiamo tentare di riempire il vaso fino a farlo traboccare. Quanto tempo occorrerà non ci deve riguardare; facciamo la nostra parte, poi si vedrà.

Alecattolico

Giustissimo Santrt,bisogna tagliare i soldi delle pensioni agli atei,ed aumentare loro le tasse,cosi non danno soldi all’U.A.A.R.,o,affini,cosi non fanno iniziative come l’autobus.

Batrakos

Basta, Valentino Salvatore: l’abbiamo capito tutti che ti camuffi da Ale dislessico per screditare i cattolici! 😉

Kaworu

credo che questa non sia dislessia, ma solo crassa ignoranza.

Odis

Ciò che volete gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro.

luca 6:31

È una delle frasi più conosciute della tua divinità.
Quindi: o non conosci la tua religione (e allora vorrei sapere con che faccia ti presenti come “cattolico”) o sei un fake, uno/a che vuole solo screditare i cattolici.

A meno che tu sia masochista…

Marco

Rispetto i vostri punti di vista, ma non posso non ammettere la loro superficialità e irrispettosità. Daltronde si è sempre saputo che cullarsi nei luoghi comuni è molto più comodo, piuttosto che cercare di entrare nella logica delle circostanze e farsene umanamente partecipi. Penso sia normale fare il possibile, nonostante le difficoltà, per accogliere il Santo Padre in visita in una diocesi, e questo si dovrebbe riconoscere a prescindere dalla propria confessione religiosa. Il denaro che sopra descritto in quel modo sembra solo sperpero, in parte è destinato al restauro di alcune chiese, che sarebbe avvenuto a prescindere dalla visita del Papa. Tutto il resto dei soldi di certo non verrà usato solo per le bandierine, ma in gran parte per la messa in sicurezza, e la riqualificazione del terreno nel quale avverrà la celebrazione, benefici dunque che permarranno anche dopo. E’ sempre molto facile parlare dall’esterno, proviamo ad immedesimarci piuttosto che passare sempre all’attacco giudicando.

Diocleziano

Non tieni conto del fatto che a una persona razionale le vostre credenze possano risultare un insulto al buon senso, e quindi offensive. Nessuno spenderebbe soldi pubblici per un convegno di astrologi. Non siete diversi.

faidate

La cosa più carina che viene fuori dal confronto con i cosiddetti cattolici, specialmente su queste ultimissime, è che lo spirito etichettato come cristiano (per es. amore per il prossimo) è in realtà solo uno slogan, i cattolici sono meschini un po’ più degli altri, e polemici arroganti e intolleranti, solo lo fanno in nome di dio (quando non possono fare proseliti con la manipolazione o con i favori).

MASSIMO

Se proprio lo Stato deve spendere i soldi, dovrebbe spenderli per qualcosa di carino…che so… organizzare un bel concerto di Lady Gaga…..
Invece li spende per organizzare le messe, ovverosia dei noiosissimi rituali che sono sempre gli stessi da 1700 anni.

Io non ho mai capito che cosa credono di ottenere i cattolici ad eseguire un rituale che è sempre lo stesso e nel quale si ripetono sempre le stesse preghiere.
Suggerisco di sostituire il prete con un bel registratore, così si risparmia uno stipendio e tanto il risulato è lo stesso.

MASSIMO

Ad ogni i nostri politici non hanno capito una mazza della situazione economica italiana.

Ci sta una crisi pazzesca, e lo si vede chiaramente dagli andamenti di borsa delle nostre aziende. Titoli come INTESA S. PAOLO e UNICREDIT stanno affondando come il Titanic. Ma non dimentichiamo che sono le due più grandi banche italiane e se falliscono queste fallisce l’italia!

E questi invece che pensare a questa situazione pensano ad organizzare le messe!
Ma tanto una volta che l’italia sarà fallita finirà il benestare anche per loro.

MASSIMO

Profumo è stato il manager meglio pagato in assoluto.
Ma sotto la sua dirigenza UNICREDIT è passato da 7 euro agli attuali 0,87 euro.

Se dirige anche l’italia così stiamo freschi.

Marco

Non sei costretto a credere. Ma abbi almeno rispetto per chi nelle ‘messe’ ci crede

Kaworu

e dov’è il rispetto di chi nelle messe “crede” verso chi invece non crede?

Odis

Acc… no, aspetta, mi sa che l’ho dimenticato nell’altra dimensione…
Vado a prenderlo e torno.

Marco

in cosa credi che questo rispetto sia mancato?
io sto leggendo solo accuse mosse gratuitamente da chi forse vuole ergersi a paladino della giustizia con questioni più grandi di lui.. e per le quali non è certo evitando la somma spesa per il Papa che si troverebbe una situazione.. non si può sempre approfittare di qualsiasi scusa per attaccare i cattolici. I cattivi esempi non mancano e ne sono consapevole, ma non bisogna guardare a quelli, bisogna guardare a Cristo, cosapevoli di essere uomini……. erranti dunque

Diocleziano

Marco. Per tua comodità ti riporto ciò che ho scritto qui sopra.

Non tieni conto del fatto che a una persona razionale le vostre credenze possano risultare un insulto al buon senso, e quindi offensive. Nessuno spenderebbe soldi pubblici per un convegno di astrologi. Non siete diversi.

Marco

in cosa credi che questo rispetto sia mancato?
io sto leggendo solo accuse mosse gratuitamente da chi forse vuole ergersi a paladino della giustizia con questioni più grandi di lui.. e per le quali non è certo evitando la somma spesa per il Papa che si troverebbe una situazione.. non si può sempre approfittare di qualsiasi scusa per attaccare i cattolici. I cattivi esempi non mancano e ne sono consapevole, ma non bisogna guardare a quelli, bisogna guardare a Cristo, cosapevoli di essere uomini……. erranti dunque

Kaworu

ho come la sensazione che tu debba leggere molto di più e meglio, allora.

Kaworu

(oltre ad imparare a cliccare sul tastino “rispondi”, ovviamente)

Marco

Sta tranquillo ho letto bene.. fatto sta che non hai risposto.. essere arroccati sulle proprie posizioni credendole assolute è una brutta cosa, esclude qualsiasi altra via, assolutizzando la propria. e si sa i sistemi assolutistici a cosa portano..

Kaworu

al cattolicesimo ad esempio, sistema assolutistico per eccellenza. come tutte le religioni, si sa.

comunque se tu non vedi in questa spesa inutile e superflua uno schiaffo alla miseria e alla crisi del nostro paese, non so che farci.

si vede che hai gli occhi sigillati dalla cera dei lumini.

Marco

Non sono cattolico per le candele che fiammano sugli altari.. nè per i preti che fanno ciò che non devono, nè per le contraddizioni, lo sono perchè credo a ciò che Gesù ha fatto per noi. L’ultima cosa che hai scritto comunque non fa altro che confermare quanto intendevo prima, con chi la pensa come te non è possibile dialogare senza offendere, il che dovrebbe essere buon costume per tutti, a prescindere dal credo.. Punti di vista, per me gli sperperi sono altri.

Kaworu

ok pardon, ricominciamo.

gli sperperi sono tanti, e sicuramente il fatto che ce ne siano altri, non giustifica questi sperperi.

su questo siamo d’accordo?

la religione cattolica è strutturata in un certo modo, quindi tu non puoi esser cattolico per gesù e basta, ma devi accettare una serie di cose.

siamo d’accordo anche su questo?

MASSIMO

@ Marco

Hai detto: “lo sono perchè credo a ciò che Gesù ha fatto per noi.”

Fammi capire. Tu credi che il volere di Gesù è quello di fare dei cerimoniali ripetitivi che sono sempre i soliti da 1700 anni e che per questo che lo stato italiano deve pagare 10 miliardi di euro l’anno al Vaticano?
Perchè questo è il cattolicesimo.

Marco

Kaworu: certo che accetto tutto il resto, infatti ho detto che per me l’accoglienza al Papa con tutto quello che comporta non è da considerare sperpero…

Massimo: Quello che voleva Gesù non lo possiamo sapere nè io nè tu questo è certo. Fatto sta che è stato lui a volere la Chiesa e l’ha affidata agli uomini, dei quali conosceva bene i limiti e le contraddizioni, essendo Lui stesso uomo, ma lo ha fatto comunque..

MASSIMO

“Massimo: Quello che voleva Gesù non lo possiamo sapere nè io nè tu questo è certo. Fatto sta che è stato lui a volere la Chiesa e l’ha affidata agli uomini, dei quali conosceva bene i limiti e le contraddizioni, essendo Lui stesso uomo, ma lo ha fatto comunque..”

Veramente a me risulta che i privilegi attuali di cui gode la Chiesa li ha voluti un certo Benito MUSSOLINI e non il tuo Gesù.

bardhi

Massimo, Kaworu.
“Quello che voleva Gesù non lo possiamo sapere” + “Fatto sta che è stato lui a volere la Chiesa e l’ha affidata agli uomini” + “lo sono perchè credo a ciò che Gesù ha fatto per noi” + blablabla = Come volevasi dimostrare: tutto cio che fa il papa è legittimato dal volere di Gesu che pero nessuno puo sapere quello che Gesu voleva. Lineare no???!! Avete ancora voglia di discutere????
Se non fosse per Garibaldi & Co avremo avuto ancora il papa re.

Kaworu

nemmeno per me sarebbe da considerarsi sperpero, se te la pagassi tu (e in generale se voi cattolici vi pagaste le VOSTRE spese).

siccome la pago anche io, per me è sperpero.

ora più che mai.

curioso poi che prima dici di non sapere cosa voleva gesù, e poi dici che voleva la chiesa.

noti un certo controsenso? io si.

Marco

Non cercare il pelo nell’uovo, non ti serve. Non possiamo sapere come l’avrebbe voluta Lui la Chiesa, ma che la volesse è un dato certo, visto che ne ha affidato la custodia ad un certo Pietro… il cui successore sarebbe quell’uomo vestito di bianco che tanto vi infastidisce…ma dimenticavo, per voi non ha alcun valore. Il nocciolo della questione è sempre là: la fede. Saremo sempre su binari diversi, fino a quando in un modo o nell’altro, vi rivolgerete a Lui. Poi mi farete sapere.

Per Bardhi: Se ritieni inutile “discutere”, la prima inutilità sta nel fatto che sei intervenuto.

Kaworu

un dato certo?

dimostrato da che cosa, di grazia?

comunque non è quell’uomo che ci infastidisce, e davvero mi domando come facciate a non capirlo.

Kaworu

comunque gli anatemi e affini puoi risparmiarteli, perchè suonano abbastanza ridicoli.

fab

“Lui” chi sarebbe? Il padre, il figlio, lo spirito santo, Allah, Jahweh, Ganesh, lo zio Mimmo, quella del piano di sotto?
Se c’è una cosa che mi manda in bestia, è questo vezzo di darsi di gomito (ma a chi?) con frasette come “un certo Pietro…” o “vi rivolgerete a Lui”, come se ti avessero passato una dritta e stessi stringendo l’occhio a quelli che la sanno lunga come te. Marco, non sai una mazza di niente, è per questo che si chiama “fede” e non “conoscenza”.

diotassista

sei grande!!!
è vero, sa troppo di scuole elementari, gnegnegne

nightshade90

“Non possiamo sapere come l’avrebbe voluta Lui la Chiesa, ma che la volesse è un dato certo, visto che ne ha affidato la custodia ad un certo Pietro”

…….e questo lo sai grazie a lbri scritti da MEMBRI di tale chiesa che gesù in vita loro manco lo hanno conosciuto. logico e lineare.

per non parlare del salto logico da “gesù ha designato pietro suo successore” a “gesù voleva una chiesa di potere ricca e con grandi possedimenti anche in termini di beni terreni, che perdipiù fà pagare i suoi show alla comunità intera invece che ai soli fedeli”.

francamente, il gesù di cui PREDICATE, sembra più il tipo “invece di officiare i miei riti in palazzi arredati con ori e marmi e con calici d’oro e argento, preferisco che li officiatei con calici di legno in capanne e diate il resto ai poveri…”

Alipio

Sempre la solita ambiguità e malafede: “scuole “pubbliche”, per una legge dello Stato emanata sotto il governo di centrosinistra (ministro dell P.I. Giovanni Berlinguer) sono a tutti gli effetti anche le “scuole paritarie”. Non solamente ed esclusivamente, quindi le statali.

spapicchio

@ Marco

“essere arroccati sulle proprie posizioni credendole assolute è una brutta cosa, esclude qualsiasi altra via, assolutizzando la propria. e si sa i sistemi assolutistici a cosa portano..”

Questo descrive esattamente quello che fanno i cattolici clericali: è esattamente il tuo comportamento ed il tuo controsenso, che certo si nota.

diotassista

tiens. scompare enrico, compare marco. scompare marco, compare enrico. venghino venghino siori! sparizioni, apparizioni…

Kaworu

non credo siano la stessa persona. uno usa la punteggiatura, l’altro no

Kaworu

anche di più, purtroppo.

guarda ale, o mandis, o la tizia con tipo 10 nick diversi che ora sembra se ne sia andata…

fab

… e Zaccheo-Matteo-Sine Sole Sileo-Marameo, l’amico della Hack, dove vogliamo metterlo? E Kleiber?
Un giorno o l’altro dovremmo fare un censimento, con tanto di assegnazione del Credulino d’oro. Anche se credo che Aluccio vincerebbe a mani basse.

Kaworu

io ho proposto una raccolta di tutte le perle di questi individui.

oltre che una sezione faq per teologo, che ripete sempre le stesse tiritere e diventa noioso rispondergli sempre allo stesso modo.

Commenti chiusi.