Archivi Giornalieri: mercoledì, settembre 28, 2011

Gran Bretagna, per la Chiesa anglicana l’ateismo è la “new cool thing”

L’arcivescovo anglicano di Canterbury, Rowan Williams, è recentemente intervenuto sulla diffusione della miscredenza, come riporta il Telegraph. Il capo della Chiesa d’Inghilterra sostiene di avere difficoltà nel diffondere il messaggio cristiano, a causa della crescente popolarità dell’ateismo e di intellettuali come Richard Dawkins o Christopher Hitchens. Anzi, ha detto che si è formato un “circolo vizioso” in cui “la coolness dell’ateismo è molto in evidenza”: “l’ateismo è cool, quindi sono cool i libri sull’ateismo”. Mentre “i libri che dicono che… Leggi tutto »

Avvenire: “Atei e agnostici in crescita, spaventati da nuova evangelizzazione e Cortile dei Gentili”

Un commento odierno su Avvenire, dal titolo Chi ha paura del Cortile?, prende atto del fatto che “il numero di atei, di agnostici o più direttamente di persone per le quali la religione è una cosa estranea sta crescendo anche in Paesi tradizionalmente cattolici come l’Italia”. Viene citata una ricerca commissionata dalla rivista Il Regno, in cui si nota che soprattutto i giovani dopo il 1981 “sono tra gli italiani più estranei a un’esperienza religiosa” e quella condotta dall’Osservatorio socio-religioso… Leggi tutto »

Il papa ribadisce: “il fondamento del diritto inscritto nella creazione”

Nel corso della catechesi tenuta durante l’udienza generale di oggi, Benedetto XVI ha ripercorso le tappe salienti del suo recente viaggio in Germania. In particolare, ha ricordato che il “mondo di oggi spesso ignora Dio o non si interessa di Lui”, e ha ribadito quanto già affermato davanti ai membri del parlamento tedesco, ai quali ha voluto “esporre il fondamento del diritto e del libero Stato di diritto, cioè la misura di ogni diritto, inscritto dal Creatore nell’essere stesso della… Leggi tutto »

BBC cambia il calendario: non più ‘avanti’ e ‘dopo Cristo’

Nei programmi della BBC sempre più spesso vengono abbandonati termini BC (Before Christ) e AD (Anno Domini) per classificare le date. Secondo il dipartimento di etica e religione della BBC, la modifica si è resa necessaria per non offendere i non cristiani, stando a quanto riporta il Daily Mail. Vengono quindi preferite le diciture BCE (Before Common Era) e CE (Common Era). Ma il cambiamento ha indispettito soprattutto gli esponenti religiosi cristiani e ha visto la contrarietà anche di altri… Leggi tutto »

Sir: “Superare impasse dell’alternanza, serve nuovo impegno dei cattolici in politica”

Una nota pubblicata sul sito del Servizio Informazione Religiosa (Sir), riguardante la recente prolusione del card. e presidente Cei Angelo Bagnasco per l’apertura del consiglio episcopale permanente, rende ancora più espliciti i rimandi alla politica del messaggio del prelato. Un discorso, quello di Bagnasco, “atteso soprattutto sul versante della politica”, in cui “su Berlusconi e la ‘questione morale il presidente della Cei ha parlato a lungo, con franchezza, ripetendo una posizione già molto ben definita’”. Ma questo è “il passato”,… Leggi tutto »

Küng su Spiegel: “Ratzinger ha creato un ‘sistema’ romano”

In occasione della visita del papa in Germania, il teologo svizzero Hans Küng esprime l’opinione che sussista una notevole discrepanza tra la facciata che viene mostrata e la realtà della Chiesa, sofferente a causa del “sistema” romano. Le immagini pubblicate durante il viaggio del pontefice in Germania illustrerebbero una chiesa potente; nel contempo, afferma il teologo, quest’evento non apporta quasi nulla alle comunità tedesche. Nella sua intervista allo Spiegel, Küng critica il culto della persona del papa e si chiede… Leggi tutto »

Rapporto di Amnesty International sullo scandalo della pedofilia clericale in Irlanda

E’ stato diffuso un rapporto di Amnesty International, intitolato In Plain Sight. Responding to the Ferns, Ryan, Murphy and Cloyne Reports e a firma di Carole Holohan, sullo scandalo pedofilia che ha coinvolto la Chiesa irlandese. Secondo il direttore esecutivo di Amnesty per l’Irlanda, Colm O’Gorman, lo scandalo è stato “forse il più grande fallimento in tema di diritti umani nella storia dello Stato”, con migliaia di bambini “torturati” e “brutalizzati, picchiati, messi alla fame e abusati”. “I rapporti Ferns,… Leggi tutto »

La prolusione di Bagnasco, Berlusconi e l’uso del crocifisso: l’analisi di Politi

Sul Fatto Quotidiano di oggi Marco Politi scrive che la goccia che avrebbe fatto perdere la pazienza ai vescovi sono proprio le “orgette”, i costumi licenziosi, “l’impiego del crocifisso come arredo di penose esibizioni”. A questo si riferiva il “rinnovamento etico” nel telegramma di Benedetto XVI a Napolitano, ma Berlusconi non ha voluto cogliere l’occasione per un mea culpa. Politi vede altre due ragioni concomitanti che hanno spinto i vescovi ad alzare la voce: la situazione economica di parrocchie e… Leggi tutto »