Archivi Giornalieri: giovedì, settembre 29, 2011

Ivrea, autorizzazione negata a manifestazione UAAR

Cancellata dal comune di Ivrea la manifestazione “Atei in Piazza”, prevista ad Ivrea per il 15 ottobre prossimo, il programma della quale prevedeva anche un intervento del circolo UAAR di Torino. La domanda per la manifestazione, organizzata congiuntamente a OLTRE LA SPECIE CANAVESE ed EXIT TORINO, era stata inoltrata dai soci UAAR di Ivrea addirittura il giugno scorso. Non avendo avuto alcun riscontro per parecchie settimane, i soci UAAR avevano chiesto notizie e si erano sentiti rispondere dal Comune che… Leggi tutto »

Studio sulla relazione tra autismo e credenze religiose

Il sito del Cognitive Science Journal Archive ha pubblicato un paper preliminare di quattro ricercatori dell’università di Boston dal titolo Religious Belief Systems of Persons with High Functioning Autism. Gli studiosi hanno realizzato un’inchiesta, che essi stessi giudicano assolutamente propedeutico, in cui hanno analizzato le discussioni su un forum online dedicato all’autismo e realizzando un questionario che ha incluso 61 persone affette da HFA (autistici con elevate capacità). Ne è emerso che la percentuale di atei e agnostici tra questi… Leggi tutto »

Nuovo sondaggio sul sito UAAR

Un nuovo sondaggio è iniziato oggi sulla home page del sito UAAR. La domanda è la seguente: “Quale futuro pensi che avrà l’odg della Camera sull’8xmille alla scuola pubblica?” Sette le opzioni tra cui scegliere la risposta preferita: – Nessuno, perché viola il Concordato – Nessuno, perché il governo non intende modificare la legge – Non molto roseo, perché molti parlamentari non intendono arrivare allo scontro – Non è facile, ma le speranze che sia trasformato in legge non sono… Leggi tutto »

L’Otto per Mille alla scuola pubblica: l’UAAR apprezza l’ODG della Camera

Per la prima volta il Parlamento tenta di scalfire il monolitico meccanismo dell’Otto per Mille. Un ordine del giorno approvato oggi dalla Camera ha infatti aperto alla possibilità di introdurre una nuova scelta, destinando parte del gettito IRPEF alla scuola pubblica. L’UAAR esprime apprezzamento per l’intento di introdurre una scelta più laica di quelle attualmente disponibili: “atei e agnostici, al momento della dichiarazione dei redditi, possono soltanto scegliere tra alcune confessioni religiose e lo Stato, il quale però storna gran… Leggi tutto »

Otto per Mille: approvato alla Camera ODG per scegliere anche la scuola pubblica

Il governo è stato battuto oggi, con 247 voti a favore e 223 contro, su un ordine del giorno presentato dal Pd riguardante la ripartizione della quota dell’8×1000 destinato allo Stato. Ciò nonostante il parere contrario del sottosegretario Carlo Giovanardi, che rappresentava il governo. L’ordine del giorno riguarda le ‘Disposizioni concernenti la ripartizione della quota dell’otto per mille dell’imposta sul reddito delle persone fisiche devoluta alla diretta gestione statale’ e ha come primo firmatario Antonino Russo (Pd). Impegna il governo… Leggi tutto »

Camerota (SA), parrocchiano vuole lasciare la Chiesa: “Il prete è iscritto ad un partito ateo”

Un parrocchiano della chiesa di Marina di Camerota (in provincia di Salerno), l’avvocato Adolfo Domingo Scarano, ha chiesto con una indignata lettera indirizzata anche a papa Benedetto XVI e resa pubblica di lasciare la Chiesa. Nella missiva vuole infatti che “venga cancellato il mio nominativo da ogni e qualsiasi registro” parrocchiale e della Curia, perché “non più unito da vincoli di fede e di comunione con la Chiesa cattolica”. Sebbene sia credente e praticante, ha chiesto inoltre l’eventuale seppellimento in… Leggi tutto »

Parigi, Prix de la Laïcité 2011 a regista Nadia El Fani e a Natalia Baleato, direttrice dell’asilo Baby Loup

Saranno consegnati domani presso l’Hotel de Ville di Parigi (il municipio), i due Prix de la Laïcité 2011, col patrocinio del Sindaco parigino. Il premio nazionale andrà a Natalia Baleato, direttrice dell’asilo nido Baby Loup, per la sua “coraggiosa azione a favore della laicità nella vita quotidiana”. La donna dirige infatti l’asilo al centro di una polemica per aver licenziato una maestra che si rifiutava di togliere il velo. Una volta assunta, questa maestra aveva iniziato a mettere il velo… Leggi tutto »