Archivi Giornalieri: sabato, ottobre 29, 2011

San Giovanni in Fiore (Cs), prete suona le campane a morto per ogni aborto in ospedale

A San Giovanni in Fiore, riporta il Fatto Quotidiano, il parroco don Emilio Salatino suona le campane della chiesa a morto ogni volta che nel vicino ospedale viene praticato un aborto. L’iniziativa sarebbe una protesta per la chiusura della sala parto dell’ospedale, per carenze igienico-strutturali. Una suora, che approva l’azione del sacerdote, ha testimoniato che tutti gli infermieri dell’ospedale si dichiarano obiettori di coscienza, tanto che è stato chiamato “un vecchietto” dall’esterno. Resta da chiedersi come faccia il prete a… Leggi tutto »

Ozieri (SS): genitori rinunciano a ora di religione per protesta contro tagli

I tagli alla scuola pubblica stanno incidendo pesantemente sulla qualità della didattica, sostengono i genitori delle classi seconda, quarta e quinta “A” tempo pieno della scuola elementare “Giuseppe Garibaldi” di Ozieri. E temono ulteriori tagli. Per questo motivo, riporta Sassari Notizie, hanno deciso di rinunciare all’ora di religione cattolica. Lo scopo, sostengono, è di “smuovere le acque, chiamando la Chiesa a partecipare al dibattito sui tagli all’istruzione”. Benché credenti, ritengono che sia “non più accettabile che in tempo di ristrettezze… Leggi tutto »

L’ateismo come “rivoluzione copernicana”

Bruno Gualerzi* Un concetto che accomuna tutti gli atei, quale che sia il rilievo che poi ad esso ognuno dà, è che “non è stato dio a creare l’uomo, ma è stato l’uomo a ‘creare’ dio”. Si tratta di un sorta di ‘rivoluzione copernicana’, che rovescia in modo radicale i criteri cui ricorrere nel valutare la storia umana, la storia della civiltà, qualora la si consideri caratterizzata in modo determinante in ogni sua fase da un pensiero magico-religioso che ne… Leggi tutto »

Germania, Chiesa possiede casa editrice di romanzi porno?

Diversi mezzi di informazione, come il Corriere della Sera, stanno riprendendo la notizia data dal quotidiano tedesco Die Welt secondo cui la Chiesa cattolica possiederebbe il 100% di una casa editrice, la Weltbild, che ha in catalogo oltre 2.000 romanzi pornografici. La Weltbild pubblica anche testi legati all’esoterismo e alla magia, nonché lo stesso Codice da Vinci, più volte ‘condannato’ in Vaticano La Weltbild si difende sostenendo che i suoi non sono romanzi pornografici, ma soltanto erotici. Luciano Vanciu