Archivi Giornalieri: venerdì, novembre 11, 2011

Detroit, pastore Terry Jones e fondamentalisti cristiani contro islam “satanico”

Un tribunale d’appello del Michigan ha ribaltato una precedente sentenza che intimava ai pastori evangelici Terry Jones e Wayne Sapp di stare alla larga per tre anni da una moschea di Dearborn, vicino Detroit. I due, noti per aver dato alle fiamme una copia del Corano suscitando proteste e attentati nei Paesi islamici, avranno così la possibilità di manifestare davanti all’Islamic Center of America come avevano già annunciato. Ciò potrebbe essere giudicato provocatorio e suscitare altre rimostranze. Un’altra grana rischia… Leggi tutto »

Progetto: “L’insegnamento di Attività Alternativa: quali prospettive?”

L’UAAR, che da alcuni anni ha attivato il Progetto Ora Alternativa, volto a supportare il diritto all’insegnamento alternativo e a fornire risorse a docenti ed alunni in esso coinvolti, segnala a tutti i docenti l’interessante progetto promosso dalla Scuola Statale Sperimentale Don Milani di Genova incentrato sull’Attività Alternativa all’Insegnamento della Religione Cattolica, che vuole creare una rete di condivisione con altre scuole e docenti della loro esperienza pluriennale in quest’insegnamento di civiltà. Il progetto è infatti volto a formare una… Leggi tutto »

GMG Spagna, ancora non rimborsati 6 milioni di euro per i buoni pasto

In occasione della Giornata della Gioventù, la Federación Española de Cadenas de Restauración Moderna (FEHRCAREM) era stata incaricata di organizzare una rete di mense dove distribuire pasti ai pellegrini in cambio di buoni pasto. L’organizzazione aveva promesso il saldo dei buoni pasto ai ristoratori in due rate, il 19 settembre e il 3 ottobre. Ma l’organizzazione della GMG, scrive El Pais, deve ancora 6 milioni di euro, cosa che ha suscitato le proteste degli imprenditori. In generale, gli introiti incassati… Leggi tutto »

Elezioni Egitto: candidata senza volto del partito salafita, nei manifesti “è la moglie di”

Anche il partito salafita Nur si è candidato per le prossime elezioni in Egitto. Tra i candidati, una donna, di cui però non si conosce il volto né il nome. Nei manifesti di propaganda appare infatti una foto del marito, con didascalia “è la moglie di Ismael Mustafa”. Anche il partito salafita Al-Nur si è candidato per le prossime elezioni in Egitto. Tra i candidati, una donna, di cui però non si conosce il volto. Si chiama Marwa Ibrahim al-Qamash ed… Leggi tutto »

Mario Monti, “cattolico liberale” apprezzato dai vescovi

Il Vaticano, scrive Il Sole 24 Ore, segue con interesse i recenti sviluppi politici, in particolare la nomina a senatore a vita di Mario Monti e un possibile esecutivo da lui guidato. Monti “è ben conosciuto e apprezzato dalle gerarchie, sia per le posizioni di cattolico liberale”, “sia per la figura personale ‘rigorosa’”, scrive Carlo Marroni. Già Mario Monti aveva definito, durante un convegno in Vaticano, l’enciclica di Benedetto XVI Caritas in Veritate “quasi un documento guida di un governo… Leggi tutto »

Senato, “legge mancia”: soldi anche a parrocchie, oratori e ospedali cattolici

Nonostante la situazione critica dal punto di vista finanziario, la Commissione Bilancio del Senato ha approvato degli emendamenti alla legge di stabilità, relatore Massimo Garavaglia (Lega Nord), al fine di stanziare 150 milioni di euro per la cosiddetta “legge mancia”. 100 milioni per il 2012 e 50 per il 2013. Il Pd si è astenuto, Udc non ha partecipato al voto, Idv contraria, mentre Lega e Pdl a favore. Ogni parlamentare ha a disposizione un Fondo per gli interventi urgenti finalizzati al… Leggi tutto »

Veneto, introdotta normativa per la videosorveglianza delle salme

La giunta regionale, scrive Il Corriere del Veneto, ha approvato giorni fa un regolamento concernente le case funerarie. Tra le norme degne di interesse, la previsione “di apparecchiature di rilevazione e segnalazione a distanza per la sorveglianza del cadavere, anche ai fini del rilevamento di eventuali manifestazioni di vita”. Luciano Vanciu

Libia, si organizza partito islamico “moderato” di al-Sallabi

Cresce l’interesse intorno ad Ali al-Sallabi, leader islamico che potrebbe diventare una delle figure chiave della nuova Libia. Per anni imprigionato da Gheddafi nella prigione di Abu Salim, è stato in esilio in Qatar durante la rivolta che ha portato alla caduta del dittatore. Tornato in Libia, sta organizzando un movimento di ispirazione islamica che operi in un contesto democratico, simile a quelli in Turchia e Tunisia. Il nome provvisorio del partito è ‘Unione Nazionale per la Libertà, la Giustizia… Leggi tutto »