Archivi Giornalieri: mercoledì, novembre 23, 2011

Monti, Berlusconi, e l’onestà dei credenti

Raffaele Carcano* Per la prima volta nella storia dell’Unità d’Italia le organizzazioni cattoliche sono entrate in massa nel governo. Non era mai accaduto nemmeno ai tempi della Dc. I cui ministri erano sicuramente cattolici, ma erano anche politici di mestiere, e solo raramente leader del collateralismo. Su diciotto ministri dell’esecutivo Monti, ben tre (Andrea, Riccardi, Lorenzo Ornaghi, Renato Balduzzi) sono invece direttamente passati dalla dirigenza di realtà ecclesiali a incarichi di governo. E tre di essi (ancora Riccardi e Ornaghi,… Leggi tutto »

L’Ombudsman dell’UE interroga la Commissione dopo il ricorso dell’EHF

La Federazione Umanista Europea, di cui fa parte l’Uaar, il mese scorso ha accusato la Commissione Europea di non voler rispettare il Trattato di Lisbona. Il 19 ottobre l’EHF (European Humanist Federation) ha presentato una denuncia all’Ombudsman dell’UE, il quale ha ora inviato una serie di domande alla Commissione riguardo la sua aderenza al Trattato. L’articolo 17.3 del Trattato sul Funzionamento dell’Unione Europea (introdotto dal Trattato di Lisbona) impone all’UE di mantenere un “dialogo costante, aperto e trasparente” con “organizzazioni filosofiche… Leggi tutto »

Venezia, dipendente Ulss sospeso per aver organizzato visione della visita papale in orario lavorativo

Bernardino Mason, dipendente della Ulss 12 di Venezia, è stato sospeso per tre giorni senza stipendio dopo che ha promosso e organizzato la visione in diretta tv della visita del papa a Venezia, nel maggio scorso. Lo stesso Mason ha spiegato al Gazzettino: “il direttore generale Antonio Padoan ha ritenuto che l’iniziativa ledesse l’immagine laica dell’Azienda per cui ha agito disciplinarmente nei miei confronti”, giustificandosi di aver agito su indicazione del suo superiore al momento dei fatti, il direttore amministrativo… Leggi tutto »

Tunisia, segretario partito Ennahdha: “è l’ora del sesto califfato”

Il segretario del partito Ennahdha e futuro primo ministro tunisino, Hamadi al Jabali, la settimana scorsa nella città di Susa ha fatto davanti ai suoi sostenitori un discorso in proclamava che è giunto il tempo del “sesto califfato, grazie a Dio”, riporta il Washington Post. Il riferimento al sesto califfato si ricollega alle cinque precedenti dinastie di regnanti musulmani che hanno istituito dei califfati, l’ultimo dei quali venne abolito da Kemal Ataturk in Turchia, spiega Reuters. Le affermazioni esplicitamente religiose hanno… Leggi tutto »

Paesi Bassi verso la proibizione dell’obiezione di coscienza sui matrimoni gay

La settimana scorsa il parlamento olandese ha approvato una mozione che chiede una veloce soluzione del problema degli ufficiali che si rifiutano di celebrare matrimoni omosessuali. La Camera ha imposto al governo di proporre una legge entro la fine di quest’anno. Le associazioni gay, il COC in primis, apprezzano questo passo dopo il tentativo del governo di temporeggiare chiedendo un parere al Consiglio di stato, nonostante il via libera della commissione pari diritti. La mozione, proposta dai Verdi, ha ottenuto… Leggi tutto »

Belgio, ragazzina ebrea picchiata da compagne musulmane

Venerdì scorso una ragazzina di 13 anni ha denunciato un’aggressione all’uscita di un centro sportivo a Neder-Over-Hembeek. Lei, di famiglia ebraica, sarebbe stata picchiata da cinque compagne di famiglia islamica e origine marocchina. Oltre ad essere stata spesso oggetto di insulti da parte delle altre proprio per l’origine ebraica. Il caso è stato reso pubblico, scrive RTBF, dalla deputata del Mouvement réformateur (centro-destra francofono) Viviane Teitelbaum. Valentino Salvatore

Modena, omicidio per matrimonio combinato: chiesto ergastolo per due pakistani

Chiesta dal sostituto procuratore di Modena Pasquale Mazzei la condanna all’ergastolo per Khan e Umair Butt, padre e figlio di origine pakistana. Lo scorso ottobre uccisero a Novi Shahanaz Begum, rispettivamente moglie e madre dei due. La donna infatti voleva divorziare e sosteneva la figlia, la ventenne Nosheen, contraria alle nozze combinate con un pakistano. Mentre la donna veniva uccisa a colpi di pietre nel giardino, la figlia veniva sprangata dal fratello minore, Umair, rimanendo ferita gravemente. Valentino Salvatore

Le ragioni della sconfitta di Zapatero secondo “Avvenire”

La vittoria elettorale del Partito Popolare spagnolo è stata commentata sul quotidiano dei vescovi italiani Avvenire da Marco Olivetti con un articolo dal titolo La Spagna si libera dello «zapaterismo» sogno-incubo di radicale disunione. L’autore ha accusato il premier uscente Zapatero di aver voluto “demonizzare l’avversario (non solo in campagna elettorale, ma anche nella politica quotidiana)”, qualificandolo “come «estrema destra», neo­franchista e clericale”, nonché di non aver “neppure esitato a riaprire le dolorose ferite della guerra civile degli anni Trenta,… Leggi tutto »