Archivi Giornalieri: mercoledì, novembre 30, 2011

Mons. Bruno Forte su ‘Avvenire’: “Ateismo e agnosticismo veri se c’è ricerca e sofferenza, non arroganza”

Su Avvenire di oggi c’è un’intervista a mons. Bruno Forte, arcivescovo di Chieti-Vasto e noto teologo, in cui parla del rapporto tra fede e ragione e del confronto tra atei e credenti. Il contributo è un estratto dal libro-intervista Una teologia per la vita, firmato da Marco Roncalli. “Una ragione troppo sicura di sé”, “ideologica”, sostiene Forte, si fa “violenta e totalitaria”. Ma anche “una fede che non faccia spazio al dubbio”, un credente che non voglia fare come il… Leggi tutto »

‘L’Osservatore Romano’: “Non sottovalutare sfida dell’ateismo contemporaneo”

Adriano Pessina, docente dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, si chiedeva alcuni giorni fa su L’Osservatore Romano “che fine ha fatto l’ateismo contemporaneo?”. Mentre “fino a qualche anno fa” l’ateismo “si presentava in primo luogo dentro lo spazio pragmatico dell’irreligiosità e dell’indifferenza, oggi”, sostiene Pessina, si assiste ad una “duplice svolta”. La prima, con la “ripresa dell’ateismo teoretico alimentato dal riferimento al discorso scientifico”. Dopo i “maestri del sospetto” Marx, Nietzsche e Freud, “oggi è la volta del neodarwinismo e delle… Leggi tutto »

Mons. Semeraro: “Radici cristiane dell’Italia unita, servono cattolici”

Durante un convegno sul tema Le radici cristiane dell’Italia unita, organizzato ieri presso la Pontificia Università Lateranense, mons. Cosimo Semeraro ha affermato che il Paese “ha bisogno dei cattolici, anzi non può farne a meno”. Il religioso, segretario del pontificio comitato di Scienze Storiche e ordinario di Storia Contemporanea presso lo stesso ateneo, ha aggiunto che l’Italia ha visto “una delle sue stagioni più costruttive quando i cattolici sono stati pienamente coinvolti”. Ma negli “ultimi anni” il “rapporto Italia-cattolici è… Leggi tutto »

Suicidio di Lucio Magri, i commenti sui giornali

Dopo il suicidio assistito del fondatore de il manifesto Lucio Magri in Svizzera, sui principali giornali di oggi compaiono diversi commenti. E che inevitabilmente riaprono il dibattito sul suicidio assistito e sull’eutanasia in Italia. Su Repubblica si parla di “ultima eresia” di Magri, rendendo conto dell’opinione di esponenti cattolici e di attivisti radicali. Rocco Buttiglione prega affinchè Magri “venga accolto nelle braccia del Signore”, mentre mons. Sgreccia sentenzia: “Non siamo padroni della nostra vita”. Maria Antonietta Coscioni, deputata radicale, spera… Leggi tutto »

San Raffaele, le società di Daccò e i contatti con CL e la Regione Lombardia

Un’inchiesta su Repubblica di oggi mette in luce i contatti e gli interessi comuni tra don Luigi Verzè, il governatore lombardo Roberto Formigoni e Comunione e Liberazione. Al mediatore d’affari Pierangelo Daccò, recentemente arrestato nel corso delle indagini su fondi neri e sul possibile fallimento dell’ospedale San Raffaele, e a uomini di CL e della Regione Lombardia farebbero capo una decina di società coinvolte nel caso. Si ipotizza che Daccò ricevesse denaro in contanti proprio da Mario Cal, il braccio… Leggi tutto »

Tunisi, scontri tra studenti islamisti e laici all’università

Centinaia di studenti si sono scontrati ieri all’Università di Manouba, vicino Tunisi. Da una parte i salafati e donne col capo coperto, che in nome dell’islam vogliono imporre il velo alle studentesse e mettere fine alle classi miste, dall’altra studenti laici. I primi gridavano “Allah è grande”, mentre gli altri ribattevano con slogan come “Islamisti, tornate a casa”. Non ci sono stati comunque danni o feriti gravi. Gli islamisti queste settimane si stanno attivando molto nell’ateneo, con dimostrazioni e provocazioni… Leggi tutto »

Londra, studenti musulmani disertano seminari sull’evoluzione

Studenti musulmani dello University College London, riporta il Daily Mail, stanno boicottando le lezioni sull’evoluzione, non partecipando ai seminari e presentando note ai professori in cui scrivono che “non devono studiare queste cose” perché “contrarie alla loro religione”. Steve Jones, professore emerito di genetica umana e distinguished supporter della British Humanist Association, ha notato che anni fa le proteste arrivavano da studenti cristiani, mentre ora predominano i musulmani. Luciano Vanciu

Teheran, studenti e miliziani bassidji assaltano ambasciata britannica

Nella giornata di ieri circa un centinaio di persone hanno manifestato davanti all’ambasciata britannica a Teheran, contro la decisione di Londra di approvare le sanzioni contro l’Iran per il suo programma atomico. I giovani, soprattutto studenti, si sono scontrati con la polizia antisommossa schierata davanti all’ambasciata ma sono riusciti ad assaltare l’edificio, danneggiando alcune strutture, lanciando sassi e molotov e bruciando bandiere britanniche e israeliane. Circa 200 studenti e membri delle milizie islamiche dei bassidji hanno fatto poi irruzione in un’altra… Leggi tutto »