Perizia dichiara Breivik “schizofrenico paranoide”, ma lui non ci sta

Il terrorista Anders Behring Breivik, che lo scorso luglio uccise 77 persone in Norvegia proclamando di aver agito, da cristiano, contro l’espansione dell’islam e del multiculturalismo, è stato dichiarato insano di mente. Gli psichiatri incaricati dal tribunale che lo sta processando di stendere il rapporto, lungo più di 240 pagine, hanno concluso: schizofrenico e paranoico. Il rapporto sarà vagliato da una commissione medico-legale. Se la diagnosi fosse confermata, Breivik verrebbe internato a vita in un ospedale psichiatrico.

Secondo il procuratore Svein Holden, “gli esperti lo descrivono come una persona che si trova in un suo personale universo di illusioni, dove tutti i suoi pensieri e atti sono governati da queste illusioni”.

Ma proprio Breivik non ci sta, contesta la perizia. Il suo avvocato, Odd Ivar Groen, intervistato da Verdens Gang fa da megafono alle rimostranze del terrorista. Breivik parla di “menzogne” e “dichiarazioni estrapolate dal contesto”, di errori in “ogni pagina”. Inoltre sostiene che gli esperti “non hanno conoscenze di ideologie politiche”: Breivik “può dire cose che loro percepiscono come bizzarre, ma che a suo avviso non lo sono”.

Tra i familiari delle vittime, i pareri sono discordanti. Molti lo ritengono un pazzo, ma è da segnalare il commento di Abdulkadir Doğan, un uomo di origine turca e padre della diciannovenne Gizem, una delle vittime di Breivik. “Quest’uomo non è pazzo”, ha detto, “se si guarda al fatto, si vedrà che il suo piano e il suo progetto erano stati messi in piedi molto tempo fa”. “Se Breivik fosse stato asiatico e non norvegese, non penso che avrebbero preso una decisione simile. Il leader di Al-Qaeda Osama Bin Laden non è stato chiamato schizofrenico ma ‘terrorista islamico’, ma quando si è passati a Breivik, si è concluso che questi deve essere malato”, ha aggiunto.

Valentino Salvatore

Archiviato in: Generale, Notizie

28 commenti

Paul Manoni

Ciò che viene dichiarato dal padre della diciannovenne Gizem di origini turche, non fà una piega e in tutta coscienza non me la sento affatto di dargli torto. 🙁

serlver

Ma c’è di più: strage a parte, sia personalmente che nella rete, molti di noi possono conoscere diversi soggettoni che possono essere definiti “schizofrenici paranoidi” eppure non tutti sti schizofrenici paranoidi giungono a compiere stragi. Troppo spesso la “malattia mentale”, sempre che poi sia reale, viene accettata passivamente dai tribunali come giustificazione di ciò che viene fatto, quando invece alla maggior parte delle azioni crinali c’è di base la cattiveria o la semplice stupidità.

pendesini alessandro

Infatti Breivik dichiarato dalla perizia psichiatrica schizofrenico paranoide, non è pazzo (malgrado che la definizione di pazzia non mi risulta sia molto chiara) nel senso che sa benissimo cio’ che vuole ed è capace di effettuare strategie con messe a punto accurate che una persona “pazza” non sarebbe in grado di elaborare. Potrei pero’ affermare che il suo squilibrio mentale non si sarebbe espresso in quel modo se non fosse stato CONDIZIONATO DA TENDENZE ESTREMISTE RELIGIOSE FANATICHE ANTI ISLAMICHE che invadendo il suo cervello l’hanno condotto inevitabilmente a commettere l’irreparabile.
Questa persona con una configurazione cerebrale simile alla sua, invasa da ideologie estreme, non avrebbe potuto evitare di commettere cio’ che è accaduto, ho comunque qualcosa di mostruosamente simile ! Il « libero arbitrio » in questi casi (e non solo) è pura illusione ; per cui ritengo che l’internamento in ospedale psichiatrico A VITA sia giustificato!

Batrakos

Erano pazzi personaggi come Hitler? Bin Laden era un fanatico o un malato di mente?
Io non so: so solo che abbiamo davanti gente pericolosa e che va messa in condizioni di non nuocere ancora, visto che non è stato possibile farlo prima.
Interessante è il discorso del rapporto con le religioni: se lo fa un musulmano è un terrorista, se lo fa un integralista cristiano di estrema destra, allora è un pazzo… e allo stesso modo è interessante il discorso delle illusioni, nel senso che ogni fanatico vive un mondo di illusioni.
Di sicuro non possiamo dire che Breivik non sapesse quello che faceva e che ha avuto un raptus; di sicuro possiamo dire che, in un Europa scossa dalla crisi, rischiamo che succedano altri episodi di violenza interreligiosi, quando quelli che meriterebbero di essere combattuti, possibilmente senza violenza (…possibilmente, ma poi quelli capiscono solo il bastone e/o il danno economico) sono i padroni del vapore, che per guadagnare ignobilmente, e continuare a farlo, ci stanno erodendi diritti e poteri.
E gente come Breivik (o gli integralisti musulmani) sono utili idioti al servizio di costoro.

stefano

Hitler era paranoico e affetto da morbo di Halzaimer.
Bin Laden nutriva il solito odio verso i cristiani che ogni islamico radicale cova dentro di se, ammesso e non concesso che sia realmente esistito un personaggio simile o non sia un archetipo del “cattivo islamico” sapientemente costruito dalla cia, un capro espiatorio su cui far ricadere le colpe di attentati sanguinari commessi per il governo del mondo, per un nuovo ordinamento geopolitico mondiale…e non datemi del complottista 🙂

Roberto Grendene

Il leader di Al-Qaeda Osama Bin Laden non è stato chiamato schizofrenico ma ‘terrorista islamico’, ma quando si è passati a Breivik, si è concluso che questi deve essere malato”, ha aggiunto.

Breivik terrorista cristiano, come Bin Laden terrorista islamico
ci sta, perché i valori identitari delle fede erano per entrambi spinta alle loro azioni violente

stefano

il carattere psicologico di Breivik è una singolare commistione di pazzia, odio razziale su base religiosa che in quanto tale non è basato su alcunchè di razionale, e di perfetta logistica paramilitare, una vera bomba umana.
in un tale contesto qualsiasi spiegazione può essere vera o non vera.
la cosa veramente importante è che la condanna sia esemplare, e può essere solo l’ergastolo da scontare in carcere o in un manicomio criminale.

Paul Manoni

Non e’ previsto l’egastolo in Norvegia. Figurati se lo vanno a dare ad uno che e’ stato dichiarato da un tribunale, incapace di intendere e volere..! 🙁

Paul Manoni

Nelle parole del Sig. Abdulkadir Doğan, c’e’ ovviamente un tono di delusione, ma anche di aspra critica verso le decisioni prese dal tribunale circa la pazzia del Breivik.
Non vorrei che questa disparità di “trattamento” che ha ricevuto il Breivik a cui e’ stata data l’infermità mentale, rispetto ad altri assassini a cui e’ stato attribuito solo l’aggettivo “islamico”, sia un ulteriore motivo di divisione tra popoli e culture.
Per chi vede in entrabi i casi, sia in quello di un assassino estremista cristiano, che in quello di un estremista islamico, dei terroristi, non sarà certo così.
Il problema sorgerà se qualcuno non ha ancora registrato nel suo cervello, il fatto che lo sterminio di tutti quei ragazzi sull’isola Norvegese, e’ opera di un estremista CRISTIANO, e che gli estremismi ed i terroristi CRISTIANI ESISTONO ECCOME!!

stefano

certo che esistono, ed in passato hanno sterminato interi popoli in nome del loro dio.

Francesco

Certe che Breivik e’ pazzo, con le stesse idee e un po di acido fenico si sarebbe fatto i miliardi e avrebbe avuto milioni di seguaci, invece di essere richiuso, certe persone non sanno utilizzare la fortuna di essere ispirati “divinamente”. :roll:

crebs

Non entro nella discussione se Anders Behring Breivik sia schizofrenico e paranoico.
Dico soltanto, se quello che ho letto è vero, che è meglio sia considerato schizofrenico e paranoico.
In questo caso Breivik verrebbe internato a vita in un ospedale psichiatrico.
Se fosse “normale, avevo letto, la pena non supererebbe i 20 o25 anni di prigione.
Scegliete voi cosa è più giusto.

Paul Manoni

Ne le carceri, ne gli ospedali psichiatrici norvegesi, sono come quelli italiani…
Con tutta probabilità, meglio una vita in un ospedale psichiatrico norvegese, piuttosto che uno solo in un’ipotetico ospedale psichiatrico della nostra “banana republic”.

giulio

Ma poi ci resta tutta la vita in manicomio questo Breivik? Non so in Norvegia, ma da noi se ti dichiarano non imputabile perchè infermo di mente è una lotteria, puoi uscire dopo pochi anni o anche non uscire mai più, dipende se ti trovano guarito o no.

Laverdure

Una piccola osservazione diciamo “semantica”.
Poniamo che un ponte crolli improvvisamente da solo,senza nessuna causa esterna:terremoti,
cedimenti del terreno,esplosioni,uragani ecc.
Dire che l’inchiesta dovra accertare se “era stato costruito a regola d’arte” sarebbe grottesco,non vi pare ?Il crollo dimostra inequivocabilmente il contrario.
L’inchiesta sara senz’altro utile per stabilire i dettagli :difetti di progetto,difetti di costgruzione,difetti dei materiali ecc,ma il difetto di costruzione e’ evidente dal principio.
Allo stesso modo una volta accertato che un indioviduo si e’ reso colpevole degli atti di Anders o analoghi,i suoi difetti mentali sono evidenti inequivocabilmente.
Sara intereressante accertare se siano dovuti a predisposizioni di nascita,traumi subiti nell’infanzia o adolescenza o condizionamenti del tipo di quelli subiti ad esempio dai Kamikaze islamici,ma che tali disturbi mentali esiatano e’ semplicemete lapalissiano.
Invecel a cosiddetta “giustizia”moderna continua a pretendere di fare distinzioni tra criminali
“sani di mete “o “malati”,cosa che per me e’ come pretendere di distinguere tra letame pulito e letame sporco.

Benjamin l'@sino

Ciascuno alla sua maniera, siamo tutti pazzi. E’ la naturale conseguenza del vivere una vita innaturale.

Sandra

La diagnosi di pazzia accomoda la società norvegese sotto due punti di vista, uno, già ricordato, permette di rinchiuderlo per sempre, bypassando il penale. E l’altro permette di bollare sotto la dicitura “pazzia” quella che è l’estremo limite dalla “cattiveria” di una normale civiltà. Sono d’accordo con il padre della ragazza, se fosse stato non norvegese non avrebbero avuto la premura di marchiarlo come pazzo per distinguerlo dalla massa di normali norvegesi, normalmente buoni e normalmente cattivi.

Rainbow Eyes

Probabilmente non ammette la sua pazzia anche per un altro motivo: in Norvegia chi viene rinchiuso nei manicomi criminali ci può anche restare tutta la vita, invece la pena massima prevista per il carcere è di soli 30 anni..

Paul Manoni

Nessuno in Norvegia ha mai scontato 30 anni di galera…

schiaudano

Mi sembra che in Norvegia la pena massima sia di 21 anni.

giulio

21 anni, ma se a fine pena sei ancora pericoloso li possono prorogare di 5 anni in 5 anni.
Ti possono dare 30 anni solo per crimini contro l’umanità.

Perchè?

Si ha paura di sonsiderarlo sano di mente perchè altrimenti i ciristiani fanatici di tutta Europa, ma anche del resto del mondo, dovrebbero essere considerati pericolosissimi perchè capaci di intendere e di volere quando uccidono, perseguitano, discriminano, usano le leggi dello stato per imporsi afli altri in modo prepotente, tracotante, arrogante e persecutorio, in alcuni paesi anche minacciando rapresaglie, proprio come fa anche l’islma più sfegatato.

Cesare b

In un Paese che non prevede né la pena di morte né un vero ergastolo (in Norvegia la pena massima e’ addirittura di 10 anni!) la difesa sociale da soggetti estremamente pericolosi e’ meglio assicurata dalla dichiarazione di “malattia mentale pericolosa tanto per il paziente quanto per gli altri”, con ricovero in ospedale psichiatrico a tempo indeterminato, finche’ tale pericolsita’ non sia sicuramente cessata.
Saluti

hopauradeipreti

fallimento rovinoso dello stato norvegese; un paese che non ha anticorpi contro esseri simili…neanche in italia si riuscirebbe a fare tanto…almeno avremmo parlato di ergastolo.
che tristezza non hanno leggi per punire in modo efficace e soddisfacente simili orrori
per una volta preferisco stare i Italia. cioe uno pianifica al mimino dettaglio una delle piu efferate stragi degli ultimi anni e me lo chiamano allucinato! si come hitler, kappler, bin laden.. etc e altri illustri mostri che non mi pare siano stai dichiarati incapaci di intendere e volere…norvegia svegliati!

pendesini alessandro

@ hopauradeipreti ; Per sua informazione:

L’ITALIA HA L’INDICE DI CORRUZIONE PIU ALTO (dopo la Grecia) DELL’UNIONE EUROPEA !!
LA NORVEGIA, PER CONTRO, HA UN INDICE DI CORRUZIONE FRA I 10 PIU’BASSI DEL MONDO !!! (See Transparency International)
Solo 36% dei norvegesi sono religiosi ! E’ la proporzione la più bassa dei Paesi occidentali ! (See Gallup)
L’Islam rappresenta 1,5% della popolazione norvegiese.
L’Università d’Oslo si trova al 75mo posto nella graduatoria mondiale ;
La migliore Università italiana -Bologna- si trova al 183mo posto e La Sapienza di Roma al 210mo posto !!
P.S. Le posso garantire che gli psichiatri (ma non solo) norvegesi non hanno niente da invidiare a quelli italiani (in Italia) !! Non le sembra che discriminare la Norvegia su questo singolo fatto -grave che sia- sia un « tantino » esagerato ?
A questo punto è sempre convinto che sia la Norvegia che deve « svegliarsi » anzichè l’Italia ?

Kaworu

beh se uno schizofrenico paranoide accettasse la diagnosi, probabilmente penserei che è sbagliata 😉

Garrick

In Norvegia non puoi andare in carcere per più di 20 anni (30 in caso di crimini contro l’umanità). La notizia riporta che potrebbero internarlo a vita in questo caso. Secondo me hanno voluto calcare le sue ossessioni per dargli un vero e proprio ergastolo senza dover cambiare il codice penale.

Commenti chiusi.