Veneto, sale parrocchiali chiedono finanziamenti alla Regione

Col passaggio al digitale, obbligatorio dal 2015, e le innovazioni tecnologiche, i cinema parrocchiali del Veneto si trovano in difficoltà. Per questo i gestori di quelle che ora si chiamano ‘sale di comunità’, si sono rivolti alla Regione per ottenere finanziamenti. I gestori di un migliaio di sale in tutta Italia (di cui 68 in Veneto) sono riuniti nell’Acec, l’Associazione Cattolica Esercenti Cinema.

Don Alessio Graziani, rappresentante Acec, chiede quindi circa 60 mila euro “per cambiare sistema e proiettori” e propone che la Regione finanzi il 30%. Regioni come Lombardia e Toscana hanno permesso ai gestori delle sale parrocchiali “di accendere mutui di 4-5 mila euro l’anno”, aggiunge.

Valentino Salvatore

Archiviato in: Generale, Notizie