Archivi Giornalieri: sabato, dicembre 17, 2011

Manovra: non passano odg su Ici e 8×1000, ok solo a odg PD-PDL

La Camera ha bocciato ieri due ordini del giorno (Lega e IDV) che impegnavano il governo a imporre l’IMU (che sostituirà l’ICI) su tutti gli immobili di proprietà ecclesiastica utilizzati anche per fini commerciali. Bocciato anche l’ordine del giorno presentato dagli IDV Palagiano e Borghesi che chiedeva la non ripartizione delle scelte inespresse sull’Otto per Mille. E’ passato solo un documento bipartisan Pd-PDL inteso a “definire” la questione degli edifici utilizzati parzialmente per fini commerciali, tenendo anche conto “del valore… Leggi tutto »

Conegliano (TV): ‘esorcismo’ contro malocchio, ma rischia il pene

Un pensionato di 65 anni di Conegliano (TV) soffriva di uretrire ma era convinto di avere il malocchio: invece di andare dal dottore ha pensato bene di fare una sorta di ‘esorcismo’ in casa. Ha consultato un manuale dell’inquisizione, che prescriveva impacchi di acqua bollente contro quello che l’uomo ha definito il “sortilegio di una strega”. Quindi l’ha messo in pratica, con l’aiuto di moglie e figlio. Ma la ‘cura’ gli ha causato una necrosi, costringendo i medici ad amputargli… Leggi tutto »

Bagnasco contrattacca: “Chiesa paga Ici e non fa cresta su Otto per Mille”

Il cardinale Angelo Bagnasco, dopo le parole ritenute frettolosamente dai più un’apertura sul tema dell’Ici alla Chiesa, chiarisce la sua posizione. Intervenendo durante un incontro organizzato da Retinopera a Roma, dal titolo Lo sviluppo umano ha bisogno di cattolici, è tornato anche sul tema Ici-Imu. “Speriamo che la trasparenza dei dati possa spegnere ogni polemica sull’Ici, perché non ha fondamento”, ha sostenuto. “Le polemiche vanno avanti dall’estate scorsa, ma i dati forniti quasi ogni giorno da Avvenire mettono in evidenza… Leggi tutto »

Aumentano gli studenti delle scuole paritarie

Starebbero cominciando a produrre i loro inevitabili frutti i favori che, a partire dall’approvazione della legge n. 62/2000, i governi di centrosinistra e centrodestra hanno concesso alla scuola paritaria, in buona parte cattolica. Peraltro acccompagnati da ricorrenti e corposi tagli alla scuola pubblica. Salvo Intravaia, su Repubblica, scrive infatti che “in appena sei anni – dal 2004/2005 al 2010/2011 – gli iscritti nelle scuole elementari, medie e superiori delle paritarie sono cresciuti del 10 per cento”, mentre “nelle statali si… Leggi tutto »