Archivi Giornalieri: domenica, gennaio 22, 2012

Spettacolo ‘blasfemo’ a Milano, Castellucci: “Fatwa cristiana su di me”

Intervistato da La Stampa l’autore teatrale Romeo Castellucci critica la “fatwa cristiana” che lo ha colpito. Il suo spettacolo, dal titolo Sul concetto di volto del figlio di Dio, è infatti oggetto di una pesante campagna degli integralisti cattolici, sia in Francia che in Italia. L’opera andrà in scena a Milano dal 24 al 28 gennaio, al Teatro ‘Franco Parenti’, attirando le ire degli oltranzisti e anche la dura presa di posizione del Vaticano. Chiarisce che “i giornali hanno diffuso… Leggi tutto »

Libia, manifestazioni per islam e sharia nella Costituzione

In vista delle prossime elezioni per l’Assemblea costituente in Libia, previste per giugno, si mobilitano le componenti islamiche. Per spingere all’inserimento esplicito della sharia e fare in modo che l’islam sia il principio ispiratore della Costituzione, nonché religione di Stato. Venerdì ci sono state manifestazioni a Bengasi, Tripoli, Saba, con migliaia di persone in corteo. Già lo scorso ottobre il presidente del Consiglio Nazionale di Transizione libico (Cnt), Mustafa Abdel Jalil, aveva dichiarato che le leggi saranno ispirate all’islam.

Nigeria, Boko Haram assalta città di Kano: almeno 150 morti

Il gruppo integralista islamico Boko Haram, dopo gli attacchi alle chiese cristiane a Natale e l’ultimatum imposto ai cristiani per obbligarli ad abbandonare il nord della Nigeria, è passato all’attacco. Il presidente, il cristiano Goodluck Jonathan, aveva proclamato lo stato d’emergenza negli Stati coinvolti dagli attacchi. E Boko Haram ha intensificato gli attacchi, cui si sono aggiunti altri disordini: il Paese rischia la guerra civile. Venerdì sera pesanti scontri nella città di Kano, una serie di attentati e attacchi di… Leggi tutto »

Iran, programmatore condannato a morte per sito porno

La Corte suprema iraniana ha condannato a morte Saeed Malekpour, un programmatore di 36 anni, con l’accusa di aver gestito un sito porno, agitazione contro il regime e offesa all’islam. L’uomo era tornato nel suo paese d’origine nel 2008 per andare a trovare il nonno, ormai morente. Ma è stato arrestato e quindi condannato a morte già nel dicembre 2010. A seguito dell’intervento diplomatico del Canada, la sentenza di morte è stata annullata dalla Corte suprema nel giugno 2011, che… Leggi tutto »

Roma, manifestazione per scomparsa di Emanuela Orlandi davanti Sant’Apollinare

Si è svolta nel pomeriggio di ieri la manifestazione organizzata da Pietro Orlandi per chiedere verità e giustizia sul caso della sorella, Emanuela, scomparsa in circostanze misteriose nel 1983. Tra reticenze del Vaticano e risolti criminali, che coinvolgono la Banda della Magliana. La manifestazione, con la presenza di centinaia di persone sensibilizzate dal tam tam su internet, si è svolta proprio davanti la basilica di Sant’Apollinare. Dove è sepolto Enrico De Pedis, il boss della Magliana detto ‘Renatino’. Proprio sulla… Leggi tutto »

Indonesia, giovane ateo rischia linciaggio e viene arrestato per blasfemia

Un trentenne indonesiano, Alexander Aan, è stato arrestato per aver scritto su Facebook “Dio non esiste”. L’uomo, un funzionario pubblico di Pulau Punjung in Sumatra, è stato messo in carcere per aver dichiarato pubblicamente il proprio ateismo e rischia il posto di lavoro. In Indonesia, dove la legislazione è orientata su canoni rigidamente islamici, la ‘blasfemia’ (e quindi anche affermare l’ateismo) è reato. Si rischiano cinque anni di carcere e la laicità, in uno dei paesi musulmani più popolosi, è… Leggi tutto »