Savona, il sindaco Berruti in Vaticano, critiche da parte dell’UAAR

Il sindaco di Savona, Federico Berruti, eletto a capo di una coalizione di centrosinistra, la settimana scorsa ha compiuto una “missione” di due giorni in Vaticano in occasione della concessione del cardinalato al vescovo emerito della diocesi, Domenico Calcagno. Il viaggio è costato settecento euro alle casse comunali. La coordinatrice del circolo UAAR di Savona, Francesca Marzadori, ha sottolineato come “dal punto di vista simbolico il fatto sia ugualmente rilevante”, perché “sono soldi pubblici che vengono spesi per privilegiare il rapporto con una singola e ben specifica religione”.

“Cosa c’entra l’ente pubblico savonese con la diplomazia, peraltro con una monarchia assoluta?”, si è chiesta Marzadori. “I rapporti personali, anche di amicizia, rimangano nella sfera privata e non si coltivino con i soldi pubblici, che sono anche quelli di laici, atei e agnostici”.