Irlanda, il college fa marcia indietro: via le espressioni anti-atee

Atheist Ireland ce l’ha fatta. L’Hibernia College di Dublino ha infatti comunicato, scrive l’Irish Times, che rimuoverà le espressioni anti-atee dal materiale in uso in un corso per insegnanti. Non solo ha accondisceso a quanto chiesto dall’associazione atea, ma le ha anche chiesto di approntare per lo stesso college un documento che spieghi “cos’è l’ateismo, in cosa crede o non crede”.

Le espressioni criticate affermavano senza alcuna esitazione che “l’umanesimo ateo ha prodotto i più grandi orrori a cui la storia abbia mai assistito, il nazismo, il fascismo e il marxismo”. Affermazioni che, si è venuto a sapere, erano state inserite da un religioso, Vincent Twomey, insegnante in pensione di teologia morale. Che, del resto, non aveva fatto altro che riprendere alcune esternazioni dello stesso papa, l’ex Luftwaffenhelfer Joseph Ratzinger. Le cui opinioni sono ormai evidentemente incompatibili con programmi di studio mediamente qualificati.

Archiviato in: Generale, Notizie