Ministro Cancellieri: “Accertamenti su sepoltura di De Pedis in Sant’Apollinare”

La mobilitazione, anche su internet, di Pietro Orlandi per far luce sulla scomparsa di sua sorella Emanuela e sul coinvolgimento del Vaticano e della Banda della Magliana sembra aver ottenuto dei risultati. Uno dei punti tuttora oscuri è la sepoltura nella basilica di Sant’Apollinare a Roma di Enrico De Pedis, detto ‘Renatino’, boss della Banda della Magliana. Il malavitoso, vittima nel 1990 di una faida, è stato infatti sepolto nella chiesa. Perché faceva ingenti donazioni, si sono giustificati i religiosi interpellati. Senza interrogarsi tanto sulla provenienza più o meno lecita di certi denari.

Il ministro degli Interni, Anna Maria Cancellieri, ha annunciato “ulteriori accertamenti” sulla sepoltura di De Pedis. Così ha risposto alla richiesta di chiarimenti di Walter Veltroni (Pd), che da tempo segue la questione, durante il question time di ieri. Presenti anche il fratello e le sorelle di Emanuela Orlandi.

Cancellieri ricorda che per autorizzare quel tipo di sepoltura era necessario “un decreto del ministro della Sanità, di concerto con il ministro dell’Interno, previo parere del Consiglio di Stato”. Rileva che “nessun ufficio di questa amministrazione venne interessato: né la Prefettura di Roma, a cui sarebbe stato necessairo indirizzare la richiesta di tumulazione, né la Direzione generale dei culti, che avrebbe dovuto esprimere il parere di competenza”. Questo perché la basilica godrebbe “del regime di extraterritorialità, essendo ubicata nello Stato del Vaticano”. Ma, evidenzia, ci sarebbe anche un’autorizzazione dal Comune di Roma che ha dato l’ok alla traslazione della salma dal cimitero del Verano alla basilica.

Veltroni non è però soddisfatto per le risposte dal ministro, perché “a noi non risulta così chiaro che Sant’Apollinare sia territorio del Vaticano”. Infatti la chiesa non sarebbe inserita nella lista degli immobili che godono di extraterritorialità, allegata al Concordato del 1929. Ma è presente tra quelli “esenti da espropriazioni e tributi”. Ed è comunque “eticamente inaccettabile che il capo della banda della Magliana sia sepolto in una delle chiese più importanti di Roma”.

Disposti accertamenti anche sul caso del presunto gendarme vaticano impegnato a fotografare la manifestazione del 21 gennaio scorso davanti a Sant’Apollinare, organizzata proprio da Orlandi.

Forse sarà la volta buona per fare chiarezza su un caso ancora non risolto, superando le reticenze del mondo della politica e del Vaticano?

Archiviato in: Generale, Notizie

63 commenti

Kaworu

si, ormai…

comunque il papa e i vari prelati non sembrano turbati da quella sepoltura.

Mario 47

I “veri” credenti, se interpellati su questo o simili episodi, ti dicono che il meraviglioso della cosa è come dio sia tanto buono e potente da servirsi anche di questi fatti a noi incomprensibili per quello che di fatto sarà il giusto ed il meglio.

E cosa puoi rispondergli?

mario

Christian d'IOR

Pur con tutta buona volontà, anche a me non verrebbe in mente una risposta migliore.

Gianni

io sono un credente e ti dico che questi fatti mi lasciano sconcertato. non so cosa possa essere successo e onestamente non mi interessa. io penso che la Chiesa è sopravissuta a gentaglia peggiore (Papa Borgia docet) per cui sono convinto che la verità di ciò che insegna non dipende dalla santità di chi la insegna…

fab

Dopo i papucci del Rinascimento, la chiesa è sopravvissuta perdendo tutti i protestanti.
Robetta.

Gianni

beh..ricordiamo comunque che a quel tempo nella Chiesa c’era anche un certo fraticello di Assisi che era di tutt’altra pasta, e poi i protestanti (Luterani) se ne sono andati per questioni teologiche soprattutto (il problema della giustificazione) oltre certamente anche per la corruzione esistente all’interno della Chiesa..

fab

Fra Francesco e Lutero passano alcuni secoli, non appiattirei tutto su un solo istante.

nightshade90

c’erano anche altri come il fraticello d’assisi, ma furono ammazzati perchè considerati eratici. quando però si cominciò a rischiare la sommossa popolare, in quanto la bella vita di agi e lussi dei poprorati cominciava ad essere troppo in contrasto con la miseria popolare e quanto predicato dagli altari, si accolse e si fece santo il predicatore poverello di turno in modo da usarlo come paravento (appunto nel modo in cui hai appena fatto tu: “la chiesa non è malvagia, perchè c’è gente come francesco…..”), continuando però ad ingrassare ammazzando capretti grassi, fare intrighi, guerre e lotte politiche per il potere temporale e riempendosi i letti di puttane (anche il papa. sopratutto il papa).

come disse (secondo voi9 il vostro gesù, “la bontà di un albero si riconoisce dai frutti”. su 2000 anni di storia, la chiesa cattolica ha avuto circa 1500 anni di potere temporale. tali anni sono coincisi fino all’altimo con persecuzioni verso i dissidenti e gli eretici, uso spropositato della tortura e opposizione ad aogni libertà individuale, ad ogni accenno di democrazia e soprattutto ai concetti di libertà di parola, di pensiero, di espressione edi religione. si vede che tali frutti provengono dalla stessa pianta a cui appartiene l’islam.

Laverdure

Io gli chiederei come mai osano minimalizzare Dio pensando che non sappia sfruttare al meglio anche l’aborto e il divorzio.
O che non sappia sfruttare al meglio l’omosessualita come invece,evidentemente ( e loro non possono certo sognarsi di negarlo)sfrutta la pedofilia ecclesiastica.

Felix

Vorrei vivere fino al giorno in cui il Vaticano farà completa chiarezza sulla vicenda.
Ma forse pretendo troppo.

Southsun

Seeeh, come la vicenda Marcinkus, Sindona e Calvi. Come Elisa Claps. Come Emanuela Orlandi.

Tutte bagattelle di nessuna importanza……

Agnostico

Una vicenda vergognosa per la Chiesa italiana.
Come in tantissime vicende oscure è difficile che la chiesa faccia chiarezza.

Roberto Grendene

no, la vergogna è per la Repubblica Italiana, che oltre a non aver detto nulla per anni e anni versa contributi e concede favori allo questo stato con cui confina

Agnostico

Purtroppo il Vaticano non confina con lo Stato Italiano come qualsiasi altro Stato ma è un enclave sia geograficamente che metaforicamente perché è “dentro” lo Stato italiano in tutti i sensi: come la mafia non si pone contro lo Stato ma dentro lo Stato. 
Per questo motivo è difficile che uomini della Repubblica possano fare luce sui misteri della nostra storia in cui è coinvolta la Chiesa.

Odino

Oramai ne ho viste e sentite così tante che non mi faccio prendere più per il cul0 da questo governo.
A chi vogliono darla a bere?
Il pastore è tornato dalla villeggiatura fatta a spese degli italiani, andassero a sentirsi qualche messa che almeno in quello sono competenti.

firestarter

concordo. Dopo la evidente presa per il c dell’IMU non mi aspetto nulla da questi sacrestani

Festival_Vaticano

Tranquilli, tanto ‘svicolano’ anche da questa. Comunque fa certamente piacere che sempre piu’ italiani comincino a chiedere chiarezza.

Luca

La cosa davvero divertente, che nessuno finora sembra aver notato, è che stavolta sono scesi in campo uolterveltroni ed un ministro di un governo cattolico di tecnici, insomma quanto di meglio il mondo politico laico possa esprimere. Naturalmente ai prelati che vivono aldilà del Tevere staranno tremando i polsi per il terrore che la verità venga scoperta.

Spero che sia chiaro a tutti il sarcasmo delle mie parole.

Fred

Piu’ che la sepoltura in una chiesa romana, mi scandalizza di piu’ che gli sia stato officiato il rito cattolico. A Welby hanno rifiutato il rito religioso, ma nessun problema per mafiosi e membri della banda della Magliana.

Ma porca miseria, i cattolici italiani non si scandalizzano di queste cose? Non capiscono che far parte della chiesa cattolica ormai e’ immorale?

Southsun

No, la cosa più pazzesca è che a Welby hanno rifiutato il rito A PRIORI. Lui, infatti, non l’aveva manco chiesto.

Ma siccome i pretoni deluxe devono sempre rimarcare il potere sulle cose e sulle persone – come pretendeva Gregorio IX – misero le mani avanti e proclamarono con una coda di paglia lunga un chilometro che il funerale per Welby era verboten.

Evidentemente era meglio De’ Pedis, che la vita invece che toglierla a se stesso l’ha tolta agli altri. Come d’altronde ha fatto questa Chiesa mærdosa per 2000 anni, fino al 1870.

andrea pessarelli

tuttora, non fino al 1870: opporsi alla ricerca sugli embrioni equivale a assumersi la responsabilità della morte di quelle persone ammalaye di oggi o di domani che avrebbero eventualmente potuto giovarsene

MetaLocX

Cancellieri ricorda che per autorizzare quel tipo di sepoltura era necessario “un decreto del ministro della Sanità, di concerto con il ministro dell’Interno, previo parere del Consiglio di Stato”. Rileva che “nessun ufficio di questa amministrazione venne interessato: né la Prefettura di Roma, a cui sarebbe stato necessairo indirizzare la richiesta di tumulazione, né la Direzione generale dei culti, che avrebbe dovuto esprimere il parere di competenza”. Questo perché la basilica godrebbe “del regime di extraterritorialità, essendo ubicata nello Stato del Vaticano”

Secondo la legge italiana avrebbero dovuto richiedere queste autorizzazioni, ma loro credono di essere sottoposti – non alla legge italiana – ma alla legge Dio.
E non devono dimostrare niente, perché hanno deciso che questo genere di cose non vadano dimostrate.

losna

Sono pessimista: finirà in una bolla di sapone.
Spero sempre di sbagliarmi-……

Gianni

altro punto che, da credente, mi lascia sconcertato, e cioè che non si arrivi mai a sapere cosa è successo (come per il caso di Elisa Claps)…

Rothko61

Una delle ipotesi era che nella bara di De Pedis ci fosse anche il cadavere della povera Emanuela Orlandi. Ma vi pare che, ammesso che la cosa fosse vera, il Vaticano, uso a commettere ogni nefandezza da duemila anni, non abbia già provveduto a sistemare tutto?
E i fedeli, che credono alle storielle più assurde e perdonano ai gonnelloni gli scandali più scabrosi, saranno turbati da tutto ciò?
Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire.

Ratio

Mi dispiace per Pietro Orlandi al quale va tutta la mia solidarietà ma non credo che si riuscirà a chiarire questa tragica vicenda.

Walter

“Ringraziando dio so dumila anni che va avanti sto spettacolo, Mejo de chorus line a brodway” – Padre Pizarro (Corrado Guzzanti)

Questo sciocchezze non toccano il vaticano, troppo potente. E i fedeli neanche a parlarne, hanno un pelo sullo stomaco da fare invidia.

Southsun

Quelli di pelo hanno foderato lo stomaco, e non è pelo di Ruby ma pelo di topo.

L’idolatria che si sta vedendo in questi giorni attorno all’ampolla di sangue di Wojtyla è da paganesimo primordiale.

CosmoGioioso un Giorno

Ampolla col sangue di Wojtyla? questa mi è nuova! è tissotropica pure questa? ma che mangiano sti preti?

sin.night.

Quella del sangue di Wojitila non mi giunge nuova, ne avevo già sentito parlare in occasione delle celebrazioni dei 500 anni (se non sbaglio) delle apparizioni mariane di Motta di Livenza.

Sembra che quel sangue fosse stato prelevato al defunto pontefice in vista di alcune operazioni chirurgiche (o per delle cure, non ricordo bene cosa avevano detto sui tg locali) e poi, rimasto inutilizzato, si sia deciso di farne una reliquia.
Se non ricordo male (primo perché sono le 2 di notte, secondo perché non si tratta di cose di cui mi importi molto) hanno diviso la sacca di sangue realizzando dalle 2 alle 5 reliquie (non ricordo il numero, mi spiace!); quella che avevano portato a Motta – spero di non scrivere delle inesattezze – era in oro con al centro una parte in vetro contenente il sangue (liquido) di GPII.

Questo è quanto appresi dai tg locali un po’ di tempo fa… io ne sono rimasto schifato, così come i miei famigliari (che, a differenza di me, sono pure credenti e praticanti)… sangue, ossa, vari pezzi di corpo: oltre ad una certa idolatria (in barba alle scritture!), c’è anche un certo gusto per il macabro… mah…

whichgood

De Pedis santo subito. Un’altro per la collezione di malavitosi protetti.

whichgood

La Cancellieri ha trovato finalmente la paglia nel pagliaio, complimenti…

tommaso

E meglio non farsi illusioni.

Se dovesse saltare fuori la verità al 99 % dovrebbero sconfessare la santità di GPII (santo subito)

Come mai Sua Santità. all’ epoca, IMPEDI’ che l’unico che avrebbe potuto dire qualcosa, potesse essere interrogato dalle autorità italiane ?

E spedì Mons.Marcinkus nella splendida latitanza dei campi da golf americani ?

DI CHE COSA ERA A CONOSCENZA PERCHE’ LO SI IMPACCHETTASSE COSI’ IN FRETTA E FURIA ???

Paul Manoni

Difficile che spedì Marcinkus per la sola faccenda di Emanuela Orlandi, sai!? 😉
Quel tipo era a capo dello IOR…Avevano ben altre cose da nascondere!!

tommaso

Questo è il punto.

Tutto è collegato : Ambrosiano, soldi alla Polonia, fallimento, coinvolgimento dello IOR, soldi della malavita scomparsi, uccisione di Calvi prima e rapimento della Orlandi poi per ricattare il Vaticano e costringerlo a restituire i soldi della mafia-banda della Magliana, e Marcinkus in mezzo a dirigere l’ orchestra !!

Il sospetto (più che un sospetto) è che il Vaticano abbia lasciato che la Orlandi venisse uccisa per non cedere alle richieste della malavita di restituzione dei soldi spariti nel fallimento Ambrosiano a sua volta causato dagli esborsi in favore di Solidarnosh, VOLUTI DAL PAPA !

E ci aspettiamo che il Vaticano, volutamente, ammetta tutto questo, con Woityla, nel frattempo fatto pure santo ???

crebs

Io ho sentito dire, da fonte che mi era sembrata abbastanza qualificata, che per “acchiappare” il telefonista che chiamava casa Orlandi, i servizi segreti italiani avevano provveduto a rendere inagibili TUTTE le cabine telefoniche in un ampio raggio, con centro sul Vaticano, escluse tre o quattro costantemente sorvegliate dagli addetti. Il telefonista chiamò da una di queste cabine, vicina a Porta Pia, ma gli agenti dei servizi non intervennero perchè avevano riconosciuto il telefonista.

Gianni

tommaso
scusa ma quella che ha scritto è una storia che ha un qualche fondamento o è solamente una “leggenda metropolitana” . se fosse vero, anche in parte, quello che tu dici c’è veramente da avere paura, perchè non si salverebbe nessuno (Stato, Chiesa, polizia, servizi segreti, magistratura ecc)

Laverdure

Ma c’e di piu’,sembra che il Dc9 di ustica sia stato abbattuto per eliminare un pericoloso testimone,come pure che Bin Laden abbia organizzato la distruzione dell Twin Towers perche ricattato dal Vaticano tramite foto che lo ritraevano abbracciato ad Pamela Anderson mentre beveva whisky a volonta,allo scopo di distruggere documenti depositati da De Pedis in uno studio notarile locale.
Sembra pure che De Pedis fosse in realta un agente del Mossad in caricato di infiltrarsi nell’archivi segreto vaticano per recuperare il Santo Graal ivi custoditovi, e che sia stato casualmente smascherato da Martin Mystere mentre vi svolgeva uno studio su presunte tecnologia laser usate dagli extraterrestri per incidere la Sacra Sindone.
Ma vi siete proprio bevuti il cervello ?

Syd

Eh sì, perché se sei una donna che vuole abortire sei un mostro, se invece sei “Renatino” vieni sepolto in chiesa con tutti gli onori. Che schifo.

Paul Manoni

Ho sentito via radio praticamente tutto l’intervento di Veltorni. E’ stato fin troppo buonista nella sua interrogazione alla Cancellieri. Forse nel rispetto di Pietro che era presente in aula.
Io personalmente ci sarei andato mooooolto più pesante.

Alla luce di questa interogazione, anchio penso che non cambierà un bel nulla. La sepoltura di Renatino nella basilica e’ relativamente poco incisiva nella vicenda del rapimento della Orlandi. Anche scoperchiando quella tomba, non troveranno un bel nulla che potrebbe aiutare a chiarire questa triste storia.
L’unico motivo per cui insistono tanto nel voler aprire la tomba o spostare DePedis, e’ solo per una questione di “immagine”, in quanto la sepoltura di un mafioso criminale in una basilica, situata in Italia o in terra vaticana e’ irrilevante, getta discredito su tutta la Chiesa Cattolica Apostolica Romana…Cosa di cui onestamente mi interessa molto relativamente.

Se fossi la Cancellieri, io mi concentrerei di più sulla faccenda del “fotoreporter” della gendarmeria vaticana, inviato sicuramente sul luogo della manifestazione, appositamente per schedare i manifestanti. Una cosa innaudita e che getta ulteriori contorni di mistero e squallore su tutta quanta la storia.

Paul Manoni

Ho appena letto un commento di Gianluigi Nuzzi su Facebook….
Lo riporto tale e quale:

“Ma la Cancellieri perchè spara balle sulla vicenda De Pedis? Sant’Apollinare è territorio italiano, la tomba può essere aperta in qualsiasi momento. basta volerlo, ecco…volerlo”

😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯

DURRUTI 51

E’ cosa antichissima : la chiesa misura la santità dalla quantità di donazioni effettuate a favore della chiesa. Quanti re, baroni, sanguinari e malfattori furono glorificati e santificati perchè avevano aperto il cordone della borsa, è incredibile ma non cambiano mai.

Southsun

Ecco perchè io chiamo (e continuerò a chiamare) siffatta Chiesa per cognome e nome: Lercia Sgualdrina.

fab

Francamente, non capisco perché si voglia spostare la sepoltura, come traspare da parecchi commenti. De Pedis sta benissimo dov’è. Perché mai si vorrebbe offrire la falsa immagine di una chiesa che si emenda?

Dariok

Io propongo di portarci anche le salme di Pacciani e Vanni, ed un giorno di Toto’ Riina. Così solo mi fa pena, povero Renatino santo… 😉

whichgood

C’è chi ha scheletri nell’armadio e chi scheletri nelle chiese.

🙂

Southsun

La Chiesa negli armadi ha un intero cimitero monumentale, altro che scheletri.

In confronto, la Triade totalitaria del Novecento è una democrazia scandinava.

whichgood

@ Kaworu

Quanto sono belle….
Ammmmmmmmmmmmmmmmore per la vita e rispetto della morte professano ?

Diocleziano

Ma non c’era una legge sul vilipendio di cadavere?…

Bulk

Penso che tra i nazisti che facevano i paralumi con la pelle umana e questi che fanno i lampadari con le ossa umane, non ci sia nessuna differenza.

MEVI

Ma lasciate De Pedis là!Mi sembra il luogo più giusto e adatto – è fra i suoi simili.

Laverdure

In senso biologico lo e’ certamente.
Infatti il processo di decomposizione (a differenza di altri processi)e’ del tutto al di fuori delle intromissioni di Carnevale e della Cassazione.

Laverdure

L’affare De Pedis in fondo,non si puo’ negarlo,rispecchia la validita degli insegnamenti cristiani.
Dimostra che anche un criminale incallito non e’ mai completamente cattivo:puo’ incontrare infatti qualcuno capace di far breccia nel suo cuore (con proiettili di calibro adeguato)e di
avvicinarlo a Dio(Infatti lo hanno spedito SPARATO a Lui !).

Commenti chiusi.