Archivi Mensili: marzo 2012

BBC censura controverso spettacolo su islam?

Dopo le polemiche a Parigi per la presentazione del suo spettacolo, Lloyd Newson deve incontrare ora anche l’ostracismo, o quantomeno una certa freddezza, della BBC. L’opera, dal titolo Can We Talk About This? e messa in scena anche presso il National Theater di Londra, critica con decisione l’estremismo islamico ed è un inno alla libertà di espressione. Newson ha proposto al direttore generale della tv di stato britannica, Mark Thompson, di mandare in onda il suo spettacolo. Ma dalla BBC al… Leggi tutto »

Pordenone: parrocchia offre crocifissi a liceo, ma insegnante di religione si astiene

Gianfranco Nosella, preside pro tempore del liceo Grigoletti di Pordenone, ha avuto la bella idea di chiedere alla Provincia un contributo per acquistare crocifissi. Il Messaggero Veneto si premura di tratteggiarlo come un “corista appassionato nelle messe celebrate con rito antico”. Un cattolico modello che voleva infatti comprare, con tutti i problemi e le carenze che vivono le scuole soprattutto in questo periodo di tagli, alcuni crocifissi. Nell’istituto tra l’altro si viene a sapere che due aule sono chiuse perché… Leggi tutto »

Ricerca Gallup: religiosità negli Stati Uniti

Un sondaggio Gallup svoltosi nel 2011 ha posto una semplice domanda agli americani: definirsi tra le tre opzioni “Molto religioso”, “Moderatamente religioso”, “Non religioso”. Non ci sono molte novità rispetto al passato nell’area molto religiosa: gli stati della “Bible belt” dominano la classifica. Si evidenzia tuttavia che ben 32% della popolazione generale si è detta “non religiosa” (anche se probabilmente questa categoria comprende chi si considera spirituale o crede in qualche entità soprannaturale).

Avviata l’area soci del sito Uaar

Nei giorni scorsi i soci Uaar in regola con l’iscrizione per l’anno 2012 hanno ricevuto le credenziali per l’accesso alla nuova area soci. Dal suo interno è possibile leggere L’Ateo in formato pdf, partecipare alle consultazioni periodiche, discutere con gli altri soci, seguire gli appuntamenti (come quello in chat con il segretario Uaar, in programma il 4 aprile) e utilizzare le altre funzionalità già attivate. Chi non avesse ricevuto le credenziali per l’accesso è invitato a contattare l’email infointerne@uaar.it.

Pennsylvania, pastore organizza finto rapimento per ‘educare’ i fedeli

John Lanza, pastore della Glad Tidings Assembly of God a Middletown in Pennsylvania, voleva mostrare ai suoi fedeli la dura realtà delle persecuzioni religiose. Con una modalità sicuramente incisiva, forse troppo. Aveva infatti organizzato il finto rapimento dei giovani frequentatori della chiesa, con tanto di irruzione di un gruppo di sodali armati anche di un kalashinok (si saprà poi, scarico) che hanno minacciato i ragazzi. Creando comprensibilmente grande spavento e trattandoli in modi piuttosto bruschi, tanto che alcuni hanno riportato… Leggi tutto »

Vaticano annulla congresso su staminali: “No spazio a ricercatori su embrionali”

Il Vaticano ha annullato una conferenza sulle cellule staminali, prevista a Roma in aprile e a cui avrebbe dovuto essere presente per una udienza anche Benedetto XVI. Gli incontri, in agenda dal 25 al 28 aprile nel contesto della Third International Congress on Responsible Stem Cell Research erano incentrati sulle cellule staminali adulte ‘riprogrammate’. Ma vedevano anche la presenza di scienziati e ricercatori coinvolti nella ricerca sulle staminali embrionali, invitati anche nelle precedenti occasioni. Stavolta però la presenza di scienziati… Leggi tutto »

Usa, giudice dà torto ai vescovi: “No fondi federali per impedire accesso a contraccettivi e aborto”

Il giudice distrettuale Richard Stearn ha recentemente ribadito che il concetto di separazione tra Stato e Chiesa non significa discriminazione nei confronti della religione. Come invece spesso lamentano gruppi religiosi per potersi imporre. E che le confessioni religiose non possono usare il denaro di tutti i cittadini per limitare i servizi che dovrebbero fornire, sulla base dei loro dogmi.  A rinfrescare la memoria agli integralisti, venerdì scorso la sentenza favorevole su un caso portato in tribunale dall’American Civil Liberties Union… Leggi tutto »