Archivi Mensili: marzo 2012

Pennsylvania, Camera proclama 2012 ‘Anno della Bibbia’

La Camera della Pennsylvania con una risoluzione ha dichiarato il 2012 ‘Anno della Bibbia’, esortando cittadini e pubblici ufficiali a “studiare e applicare gli insegnamenti delle Sacre Scritture”. Ma la Freedom From Religion Foundation, una delle associazioni che si batte per la laicità dello Stato e che rappresenta atei e agnostici negli Usa, non ci sta. Lo smaccato sostegno a livello religioso da parte di un’amministrazione – tanto da dichiarare tra l’altro la Bibbia “parola di Dio” – infatti si… Leggi tutto »

Religioni e paura della morte: islamici più timorosi, meno gli atei

Si ritiene generalmente che le persone religiose siano meno spaventate dalla morte e che i più terrorizzati, perché senza alcun appiglio spirituale e senza la promessa di una vita dopo la morte, siano i non credenti. Una ricerca di Chris Ellis dell’università di Malaya, a Kuala Lumpur, mette in dubbio questo luogo comune. Nello studio, circa 5.000 interviste e tre Paesi a confronto: Turchia, Malaysia e Stati Uniti. Secondo le rilevazioni, esisterebbe piuttosto una correlazione positiva tra religiosità e paura… Leggi tutto »

Intesa Stato-Uaar: il governo Monti ricorre in Cassazione contro la sentenza del Consiglio di Stato

Con sentenza depositata lo scorso 18 novembre, il Consiglio di Stato accolse il ricorso presentato dall’Uaar contro il diniego del governo dell’epoca ad avviare trattative per stipulare un’Intesa con lo Stato. Secondo il Consiglio di Stato, il giudice deve poter entrare nel merito della legittimità delle decisioni degli organi politici: pertanto, il Tar del Lazio è stato chiamato a valutare nel merito la legittimità del diniego opposto dal governo, senza limitarsi a sostenere che il provvedimento del governo è insindacabile…. Leggi tutto »

Stop fino al 2013 su Imu per la Chiesa, diocesi ai parroci: “Censimento edifici di culto”

La diocesi di Tortona ha recentemente pubblicato un appello rivolto alle proprie parrocchie, per avere un censimento preciso degli edifici che fanno capo alle singole chiese. Preannunciando l’arrivo di lettere dall’Ufficio Beni Culturali alle varie parrocchie. Sembra quindi che nemmeno la Chiesa sappia bene quanti e quali siano i beni che fanno parte del suo sterminato patrimonio. E chieda aiuto a parrocchie e diocesi per mettere un po’ d’ordine, cercando di distinguere tra edifici di culto ed altri con usi… Leggi tutto »

Video: “Il pensiero rimane”, in memoria di Martino Rizzotti

In ricordo del prof. Martino Rizzotti, fondatore dell’Uaar, a dieci anni dalla scomparsa si è svolta sabato scorso una commemorazione presso l’aula magna dell’università di Padova. Sono intervenuti: – Rodolfo Costa, professore di Genetica al’università di Padova; – Giovanni Boniolo, professore di Logica e Filosofia della Scienza a Padova, ora a Milano all’università di Milano e all’Istituto FIRC di Oncologia Molecolare; – Giorgio Villella, già segretario dell’Uaar; – Raffaele Carcano, segretario nazionale dell’Uaar. Il video dell’iniziativa è stato pubblicato su… Leggi tutto »

Pillola dei cinque giorni dopo disponibile su internet, non ancora in Italia

Un’inchiesta del canale Doctor’s Life su Sky ha messo in luce come sia possibile acquistare la pillola dei ‘cinque giorni dopo’ on line. Aggirando i rigidissimi limiti imposti per la vendita dall’Agenzia italiana per il farmaco, come l’obbligo del test di gravidanza, scrive Il Corriere della Sera. Limitazioni tra l’altro non presenti negli altri Paesi dove l’EllaOne – questo il nome commerciale della pillola – è disponibile. L’Aifa aveva dato l’ok per la vendita solo dopo due anni, mentre infuriava… Leggi tutto »

Da Moby Dick all’UAAR, ovvero le fatiche della democrazia

Giorgio Pozzo* Chiamatemi Ismaele. Con queste precise parole inizia il famoso romanzo marinaresco di Melville. Già. Io, invece, con queste stesse parole di Incipit, vorrei arrivare a spiegare perchè è molto più semplice e meno faticoso aderire ad una dittatura piuttosto che ad una democrazia. E, soprattutto, perchè risulti molto probabile il litigio tra persone democratiche, che si ritrovino nella stessa sfortunata situazione dei famosi capponi di Renzo. Poniamo il caso, purtroppo ipotetico in quanto mi serve come metafora, che… Leggi tutto »

Tunisia: no sharia fonte del diritto, salafiti attaccano

Il partito islamico Ennahdha, che ora con Rachid al Ghannouchi guida la Tunisia, non considererà la sharia quale fonte principale del diritto nella Costituzione. Rimane però il riferimento all’islam come religione di Stato. Nel Paese, dopo la caduta di Ben Ali, le forze islamiste hanno cercato spazio nel vuoto di potere. Cercando di imporre una rigida morale islamica, come accaduto per il boicottaggio violento del film di Nadia El Fani e della messa in onda di Persepolis. Contro queste limitazioni… Leggi tutto »