Archivi Giornalieri: martedì, giugno 26, 2012

Tunisia, confermata condanna per ateo a sette anni e mezzo di prigione

Confermata la condanna a sette anni e mezzo di prigione per uno dei due atei tunisini, Jabeur Mejri, un cittadino di Mahdia colpevole di aver espresso su internet le proprie idee sulla religione e pubblicato una caricatura del profeta Maometto su Facebook. La sentenza è stata emessa dalla corte d’appello di Monastir. L’altro condannato in contumacia, Ghaz Béji, era a suo tempo fuggito in Grecia e si troverebbe in Romania. La repressione contro gli atei conferma come in Tunisia, nonostante… Leggi tutto »

Gran Bretagna e Gates Foundation: “aiuti per garantire contraccezione a donne nei paesi poveri”

Nei paesi in via di sviluppo, scrive The Independent, circa 215 milioni di donne non hanno accesso alla contraccezione né ad alcuna forma di family planning. Sono costrette quindi ad avere delle gravidanze, spesso loro stesse poco più che bambine e condannate ad una situazione di minorità, povertà e disagio. Non aiuta certo l’atteggiamento delle religioni più influenti, come cristianesimo e islam, che condannano il controllo delle nascite e il ricorso a metodi contraccettivi e spingono ad una iper-natalità che… Leggi tutto »

Ecco gli atei e gli agnostici! Il coming out dei non credenti

La secolarizzazione avanza, e per una volta tanto non lo dicono solo i dati, ma lo ammette perfino la Chiesa. Ciononostante a volte è difficile per i non credenti fare il loro coming out, specie in contesti di provincia, o nei quali il potere della Chiesa è pervasivo (viene in mente il problema dell’obiezione di coscienza). Per questi motivi l’UAAR ha deciso di lanciare un nuovo piccolo progetto: Ecco gli atei e gli agnostici! Una sezione del sito UAAR in… Leggi tutto »

Usa, Corte Suprema non si pronuncia su croce memoriale di guerra in California

In Italia la Corte Costituzionale ha preferito non pronunciarsi sul crocifisso e la battaglia civile di Massimo Albertin, sostenuta dall’Uaar, è arrivata fino alla Corte europea dei diritti dell’uomo ma senza successo. Ma il tema dell’invadenza dei simboli religiosi, ritenuti in contrasto con la laicità, è sentito in diversi paesi all’estero e portato all’attenzione da altre associazioni laiche. Negli Usa la Corte Suprema di recente ha rimandato di nuovo alla corte d’appello la questione di costituzionalità per una gigantesca croce… Leggi tutto »

Giordania, giornalista accusato di apostasia

Il giornalista e scrittore giordano Salih Kharisat rischia la pena di morte con l’accusa di apostasia e di “ateismo”. Denunciato da un gruppo di avvocati salafiti, capeggiati da Musa Abdelilat, è accusato di aver offeso l’islam. Verrà processato il 24 giugno da una corte islamica. È stato messo sotto accusa per aver scritto articoli in cui si parlava di non esistenza di Dio, nonché di negazione del sovrannaturale e dei miracoli. Tutto ciò è stata considerata dai censori una derisione… Leggi tutto »