Ratzinger contro eutanasia, aborto e matrimonio omosessuale riceve promotrice ugandese della legge ‘ammazza-gay’

In vista della Giornata mondiale della pace, indetta dalla Chiesa cattolica ogni primo gennaio, il papa ha lanciato oggi l’ennesima dichiarazione di guerra ai diritti umani. Con un messaggio che condanna aspramente eutanasia, aborto e matrimonio gay, bollandoli come “attentati e delitti contro la vita”. Secondo Benedetto XVI “ogni lesione alla vita, specie nella sua origine, provoca inevitabilmente danni irreparabili allo sviluppo alla pace, all’ambiente”.

I matrimoni gay diventano “un’offesa contro la verità della persona umana” e “una ferita grave inflitta alla giustizia e alla pace”. Nonché, aggiunge il papa, un danno al matrimonio tra uomo e donna perché “contribuiscono alla sua destabilizzazione, oscurando il suo carattere particolare e il suo insostituibile ruolo sociale”. Tali principi, secondo Benedetto XVI, “non sono verità di fede, né sono solo una derivazione del diritto alla libertà religiosa”, ma sono “inscritti nella natura umana stessa, riconoscibili con la ragione” e “comuni a tutta l’umanità”. Una pesantissima presa di posizione che ha suscitato la reazione degli attivisti per i diritti umani, soprattutto le associazioni gay.

Proprio Raztinger, che si proclama alfiere dei diritti umani, non ha però nessun problema ad accogliere e benedire chi i diritti umani li nega. Ieri ha ricevuto la speaker del Parlamento ugandese Rebecca Kadaga, che sostiene l’approvazione di una legge che criminalizza l’omosessualità e punisce i gay anche con ergastolo e pena di morte. Kadaga, presente alla messa in Vaticano insieme a migliaia di pellegrini, è stata quindi ricevuta senza alcun imbarazzo dal papa insieme alla delegazione di politici dall’Uganda.

Ratzinger Kadaga

La promotrice del famigerato ‘Kill the Gays bill’ ha descritto in termini estatici l’incontro con il papa: “un momento irripetibile”, “una cosa che mi ricorderò tutta la vita, è un momento molto grande e ringrazio Dio per questa opportunità”. L’approvazione del testo anti-gay, che Kadaga aveva promesso come ‘regalo di Natale‘ ai cristiani, dovrebbe avvenire domani. Anche se ci sono speranze che non venga approvato e il progetto di legge possa decadere, sostiene l’attivista per i diritti lgbt Frank Mugisha.

Coloro che quotidianamente si battono per l’affermazione dei diritti civili e delle libertà e che hanno a cuore queste conquiste sempre labili dovrebbero prendere atto che la Chiesa cattolica — assieme ad altre religioni organizzate come l’islam — porta avanti a livello politico un’agenda retriva che si traduce in un ostacolo al riconoscimento di diritti, che fomenta divisione e odio insanabili tra le persone e dà una legittimazione di fatto alle discriminazioni imposte verso alcune categorie. A danno soprattutto di coloro che da sempre subiscono la demonizzazione su base religiosa: come gay (considerati “intrinsecamente disordinati”), non credenti e donne (cui viene negato il diritto all’autodeterminazione per quanto riguarda contraccezione, scelta di maternità e interruzione della gravidanza). Tanto nei singoli paesi quanto a livello internazionale. Come dimostra per l’ennesima volta questa presa di posizione secca e intollerante di Ratzinger, uno dei veri ostacoli alla pace e alla libertà nel mondo è proprio il confessionalismo religioso.

L’associazione

Archiviato in: Generale, Notizie

267 commenti

Kaworu

h ttp://w ww.you tub e.com/watch?v=ee_IqXTMN2s

(levate gli spazi)

MetaLocX

E tutto questo dopo che per oltre una settimana una campagna martellante dei media ci ha descritto il Papa come il caro vecchietto che si accosta alle nuove tecnologia per dialogare coi giovani, con centinaia di migliaia di “follower”.

E intanto leggendo il sito de “il Fatto Quotidiano”, L’Osservatore Romano rincara la dose: «La Chiesa non è affatto isolata»

“Così sta avvenendo in Francia, dove attorno alle posizioni della Chiesa cattolica contraria al matrimonio omosessuale si stanno ritrovando ortodossi e protestanti, ebrei, musulmani, intellettuali laici” si legge in un editoriale dell’Osservatore Romano, a firma del direttore Giovanni Maria Vian, dedicato al messaggio per la Giornata Mondiale della Pace

“intellettuali laici” !
Sono proprio senza pudore…

MetaLocX

Questo pomeriggio al programma TV Talk hanno ripreso il tema del Papa su twitter, mostrandolo mentre inviava il messaggio da un tablet. Due degli ospiti hanno commentato: il primo (non conosco il nome, mi sembra fosse un ex-giornalista di studio aperto) ha sostenuto che il Papa faceva tenerezza, il secondo era il direttore del Tg2 e mi sembra avesse parlato di una rivoluzione, non ricordo francamente. Della questione trattata in questo post invece, se ne hanno parlato, io non ho sentito niente. Forse non era importante.

Ieri sera invece, su La7 al programma della Gruber c’erano Sgarbi e Card. Ruini, a cui è stata rivolta solo una domanda sulle parole del Papa, in chiusura durante i titoli di coda. Il cardinale ha di fatto evaso la domanda e la questione è finita li.

ANCIA LIBERA

credo che l’UAAR non dovrebbe dare spazio a personaggi squallidi come B XVI !

pastafarian

au contraire, lunga vita a benny 16, più farnetica e più persone abbandonano la religione cattolica.

bastian contrario

temo che per molti (moltissimi), quelle di B16 non siano farneticazioni bensì parole illuminanti.
per la cronaca, casomai a qualcuno interessasse, io sono eterosessuale (maschio), ma ho dei parenti omosex e non ho certo nulla né contro di loro né contro chi è orientato sessualmente come loro. basterebbe chiedersi – e possibilmente rispondersi con sincerità, cosa che vedo arduo per chi è credente in un qualunque dio – : cosa mi toglie chi è gay?

Gaglia

Sono d’accordo: credo che da un punto di vista pratico questo sia il Papa migliore che sarebbe potuto capitarci. Persino molti amici cattolicissimi che conosco lo criticano aspramente, e credo che molte persone si stiano finalmente allontanando dalla Mafiachiesa per merito suo. Anche se nel breve termine appariranno evidenti solo i suoi DISASTRI, credo che nel lungo termine sarà una vera… benedizione per noi 😀

ANCIA LIBERA

lunga vita a B XVI come dici tu – è nel Ns. interesse – però per me è r rimane un personaggio squallido !!!

Enza

Che pena… mamma mia che pena!!! Ma non si vergognano proprio eh!! Io fossi in loro, mi sotterrerei dalla vergogna. Ma meno male che pian piano, sempre più persone evitano di dar retta a gente di questa risma. Volete un mondo migliore? Fate esattamente il contrario di quel che vi dicono preti e cardinali vari…

Mario 47

A parte il dubbio – più o meno fondato – che Joseph Ratzinger sia lui stesso un omosessuale – la visione del sesso da parte della chiesa e la formazione dei suoi sacerdoti e suore – con l’imposizione della castità spesso ancora in età preadolescenziale sono secondo me più contronatura dell’essere gay, che -sia per gli uomini che per le bestie – è un fatto assolutamente naturale (mi pare che la percentuale dei gay – come quella dei mancini, che adesso non sono più discriminati – sia circa il 10%, quindi non riconducibile a scherzi della natura.

Inoltre la condizione contronatura della vita sessuale di sacerdoti e suore può – secondo me -causare non tanto l’omosessualita bensì comportamenti omosessuali o pedofili (come avviene nelle carceri, nelle caserme e generalmente in ambienti si soli maschi o sole femmine.

Ritengo che in tale contesto il comportamento del signor Ratzinger non sia diversoda quello di leghisti e fascisti, con la differenza che viene accolto acriticamente data la posizione portavoce di dio .

Impariamo a considerare questo personaggio come merita, togliendogli ogni aureola di religiosità e superiorità morale (???). La parola che mi viene più in mente è “spregevole”.

mario

mic

infatti…penso che i peggiori nemici dei gay sono i gay repressi che non si accettano…e la chiesa secondo me ne è piena…

El Topo

Ma siamo sicuri che Benny non stia lavorando per noi? Se continua così rimarrà solo Giuseppe a dargli retta forse addirittura pure lui comincerà a nutrire dubbi…

A parte la troppo facile ironia penso che ci siano i presupposti per una denuncia nei confronti del vaticano con l’accusa di istigazione all’odio nei confronti degli omosessuali.

Diocleziano

Consideriamolo un utile infiltrato all’interno della chiesa per accelerarne il crollo.
Il paradosso è che più perdono nuovi preti, quelli che restano si fanno sempre
più un concentrato di pedofili e omosessuali che però devono assecondare un
seguito calante di reazionari che disprezzano pedofili e omosessuali…

fab

Quei due insieme non fanno la moralità di un piranha e l’intelletto di un fungo.

Reiuky

Io l’ho sempre detto: i cristiani hanno la brutta abitudine di stravolgere il significato delle parole.

Nella giornata della pace il papa parla di discriminazioni e di odio.

Cioè, è da lui, ma….

Maurizio

In Uganda potranno essere condannati a morte anche i gay in stato vegetativo?

pincopallino

Assolutamente no!! I gay in stato vegetativo verranno nutriti forzatamente sperando in un loro risveglio dopodichè si potrà precedere alla pena di morte, invocando una lunga agonia poichè la sofferenza è la porta per la loro salvezza. Amen.

Alberto Reale

La cosa fantastica è che questo messaggio di odio e intolleranza arriva proprio nella Giornata della pace!

<>
<>

Che ipocrita.

Ma poi arriva l’apoteosi della falsità e dell’incoerenza!

<>

Ma stiamo scherzando!? Ci vogliamo ricordare che il Vaticano è stato l’unico paese a opporsi alla risoluzione della Commissione Diritti Umani delle Nazioni Unite che mirava a porre fine alle discriminazioni e alle violenze contro la comunità LGBT? Si chiedeva la depenalizzazione dell’omosessualità in quei pasesi in cui, appunto, era considerata un reato. Come in Iran, dove si viene ancora condannati a morte per questo! E come ha risposto, in quell’occasione, il Vaticano? Che essere contro l’omosessualità è un diritto umano fondamentale!

<>

Arcivescovo Silvano Tomasi, dell’Osservatorio Permanente del Vaticano presente alle Nazioni Unite

Incredibile! Loro lamentano ingerenze nelle legislazioni statali e condizionamenti delle scelte politiche degli stati!? Buffoni! Vergogna su di loro. Vergogna per sempre.

nightshade90

e fortuna che a natale dicono che sono tutti più buoni. tutti tranne i “rappresentanti in terra del Vero Bene Asolluto ed Incontestabile”, che chiedono a babbo natale come regalo una legge che criminalizzi l’omosessualità (non è una battuta, l’ha detto porprio questa speaker che volevano questa legge come regalo di natale) e plaudono i paesi dove si praticano queste persecuzioni…..e fortuna che, secondo questo tizio, “i peggiori mali del mondo nonchè tutte le ideologie che sviliscono ol’uomo e lo perseguitano nascono dall’allontanamento da dio”. se questi sono coloro che gli sono più vicini, meglio chidere a satana di proteggere gli innocenti da loro.

Alberto Reale

La cosa fantastica è che questo messaggio di odio e intolleranza arriva proprio nella Giornata della pace!

“un’offesa contro la verità della persona umana”
“una ferita grave inflitta alla giustizia e alla pace”

Che ipocrita.

Ma poi arriva l’apoteosi della falsità e dell’incoerenza!

“Chi vuole la pace non può tollerare attentati e delitti contro la vita”

Ma stiamo scherzando!? Ci vogliamo ricordare che il Vaticano è stato l’unico paese a opporsi alla risoluzione della Commissione Diritti Umani delle Nazioni Unite che mirava a porre fine alle discriminazioni e alle violenze contro la comunità LGBT? Si chiedeva la depenalizzazione dell’omosessualità in quei pasesi in cui, appunto, era considerata un reato. Come in Iran, dove si viene ancora condannati a morte per questo! E come ha risposto, in quell’occasione, il Vaticano? Che essere contro l’omosessualità è un diritto umano fondamentale!

“La gente viene attaccata perché prende posizione contro le relazioni fra persone dello stesso sesso… quando esprimono dei pareri del tutto normali basati sulla natura umana vengono stigmatizzati, e ancor peggio, perseguitati e sviliti. Questi attacchi sono una chiara violazione dei diritti umani fondamentali e non possono essere giustificati in nessun caso… Questo vittimismo furbo vorrebbe far passare per martiri i carnefici. Nessuno nega il diritto alla libera opinione, ma quando si pretende di scendere nell’agone politico, ingerendo nelle legislazioni statali e condizionando le scelte politiche degli stati, si deve essere pronti a ricevere delle legittime critiche, senza invocare una “lesa maestà” che suona grottesca.”

Arcivescovo Silvano Tomasi, dell’Osservatorio Permanente del Vaticano presente alle Nazioni Unite

Incredibile! Loro lamentano ingerenze nelle legislazioni statali e condizionamenti delle scelte politiche degli stati!? Buffoni! Vergogna su di loro. Vergogna per sempre.

San Culamo

sto pensando sempre di più che forse era Pinochet a doversi vergognare di quell’incontro!

Francesco

Segretario: Sua Santità?
Papa: Cosa vuoi!
Segretario: Il fatto che l’abbiano presa in giro su twitter non le dà il diritto di prendersela con il mondo intero.
Papa: Fottuten social network!

FSMosconi

Tweet: Ha mai mandato MARIA spazio GIUSEPPE al 48118 per scoprire la loro percentuale di compatibilità?
@Pontifex: E jo ke ne sapere? Ezzere staten confifenten mika zposaten… ops!
Tweet: è vero che la papamobile va da Dio e non consuma un’ostia?
@Pontifex: Kzi, fero. E zaij perké? Antaren a olien cunzakraten…
Tweet: ma voi non volete il preservativo perchè vi piace sentire il contatto con i fedeli?
@Pontifex: Qwesta me la zeghno per la prossima homilia. Zpiaceren ze te la rupen?
Tweet: Benny, ho trasformato un rumore in odore, potrei avere diritto ad essere beatificato?
@Pontifex: Kiedi a tuo mediken prima. Il parroko non apprezzereppe.
Tweet: Ma lei ci crede davvero a ciò che dice, o in privato tutti lì vi fate un sacco di risate??
@Pontifex: Kome no, qwi hafere pure telefizionen e popcorn a pozta.
Tweet: (Y=ax2+bx+c) Lei che se ne intende,Gesù quando ha raccontato questa parabola?
@Pontifex: Turante moltiplikazionen dei panen e dei pesci.
Papa: E piantala co’ ‘sto computer: ché poi finisce che ti prendono pure sul serio!
Segretario (tra sé): Aia, gli gira male. Vuoi vedere che domani se ne esce con un’altra delle sue?!…

Francesco

Papa: Cunzakraten! E cosa vuol diren?
Segretario: Consacrato.
Papa: Ahh, consacraten.
Segretario: Non si smentisce mai quest’uomo.

faber

Non riesco a commentare…mi fa solo ribrezzo! E anche odio! Spero solo che l’ottimismo di El Topo e Diocleziano sia ben riposto.

FSMosconi

Fatemi capire: nella Giornata della Pace il papa avrebbe accolto (diciamo che in relazione al suo discorso l’ha praticamente benedetta) una rappresentante di un Paese il quale sostiene il carcere o peggio la morte solo per una determinata parte dell’umanità sotto la loro giurisdizioni senza alcun reale motivo plausibile?

Che genio della comunicazione ragazzi, che genio!! 😆 😆 😉 🙁

faber

Lascia perdere la comunicazione che tanto ai tg mica è passata la notizia, lui sa bene che da quel punto di vista ha le mani libere. Pensa però: per arrivare a baciare le mani a Nazingher (da notare la curiosa coincidenza con i don di altra natura ma della stessa pasta) codesta signora delle nostre disgrazie è dovuta atterrare in un aeroporto itagliano, indubbiamente accolta da una scorta diplomatica (indovina chi paga?) e trasferita a sirene spiegate fino alla residenza dell’omunculo vestito di bianco. Ergo: gli onori del ricevimento li abbiamo fatti in parte anche noi.

gmd85

Sono passate le dichiarazioni. Almeno, le ho sentite di sfuggita, ma dell’incontro, ovviamente, non una parola.

Lyra

Veramente schifata.
Già recentemente Scola ci aveva deliziati con il suo attacco contro la laicità, ed ora ci tocca ascoltare le parole di Benedetto contro i diritti umani. E io che credevo che “una ferita grave inflitta alla giustizia e alla pace” fosse il numero di morti di fame, stenti e malattie curabili ogni giorno su questo benedetto pianeta, le guerre che coinvolgono inevitabilmente civili inermi ed innocenti, il numero delle donne uccise, violentate, maltrattate, il numero dei bambini costretti a lavorare precocemente, o peggio ancora a diventar soldati, il numero dei morti per mafia, il numero delle spose-bambine, il numero delle persone uccise dal fanatismo dei terroristi e dei fondamentalisti etc… Vorrei vedere se il Papa trovandosi in Darfur, in Pakistan, in Eritrea, in Iraq, avrebbe detto che la minaccia alla pace sono i matrimoni gay, l’aborto e l’eutanasia!

Va bene libertà di parola, ma le idee di cui la maggior parte del clero si fa portatrice sono veramente disgustose. Sarebbe meglio che tanti cattolici se ne rendessero conto, invece che restare indifferenti e far gregge passivo…

Kaworu

aspettiamo la difesa delle solite “vergini dai candidi manti”.

il santo padre è stato frainteso, i froci devono morire ed è solo colpa loro perchè sono contro natura, i cattolici sono perseguitati gne gne gne, fa parte della libertà religiosa bruciare chi non la pensa come te…

e via dicendo, per raggiungere il solito climax di bestialità senza pudore.

Kaworu

aspettiamo la difesa delle solite “vergini dai candidi manti”.

il santo padre è stato frainteso, i f roci devono morire ed è solo colpa loro perchè sono contro natura, i cattolici sono perseguitati gne gne gne, fa parte della libertà religiosa bruciare chi non la pensa come te…

e via dicendo, per raggiungere il solito climax di bestialità senza pudore.

FSMosconi

“e via dicendo, per raggiungere il solito climax di bestialità senza pudore.”

Perché ho la netta sensazione che quando hai scritto “bestialità” stavi pensando ad Enrico? 😉 🙁

Kaworu

sfortunatamente non è l’unico. anche se sicuramente ha raggiunto vette che manco Messner.

ci sono anche giuseppe (ueeeee ueeeee!!! il santo padre deve poter parlare, atei maledetti che siete contro la libertà di pensiero!!!!), doc (correggete, correggete, tutto ciò è impreciso! o “dito – luna”, per gli amici)…

FSMosconi

@Kaworu

Io invece già mi immagino mister-logorrea-vivente-Florenzio:
“atei = comunisti bla bla bla Verdi bla bla bla fuffa fuffa fuffa dio nella mente dell’umanità bla bla bla fuffa fuffa fuffa santi come pagode che danno energia a tutto il mondo bla bla bla fuffa fuffa fuffa infallibilità papale bla bla bla fuffa fuffa fuffa dio come informazione cosmica di un computer bla bla bla fuffa fuffa fuffa ordine sociale distrutto bla bla bla fuffa fuffa fuffa voi non potete avere ragione io il Santo Padre non può sbagliarsi”
😉 🙁

Kaworu

ah si vero, c’è pure lui.

ma i suoi commenti deliranti li salto a piedi pari

Federico Tonizzo

Io salto a piè pari i commenti di Enrico, giuseppe, Florenskij &C: nessuno di loro dice alcunchè di veramente interessante, ma solo di provocatorio; di Flò non sopporto anche la sua oscena logorrea. Trovo una perdita di tempo leggere i loro commenti-provocazioni-deliri, mentre dagli altri partecipanti alle discussioni c’è spesso qualcosa da imparare.

San Culamo

io invece spesso li cerco per leggerli, e dopo tiro un sospiro di sollievo e dico “grazie a dio non sono come loro!” 😉

Federico Tonizzo

@ San Culamo
Potresti anche pensare “Se costoro si sono ridotti in quegli stati spaventosi è colpa del loro dio” 😉

San Giovese

“Perché ho la netta sensazione che quando hai scritto “bestialità” stavi pensando ad Enrico? ”
“ci sono anche giuseppe, doc ”
“o invece già mi immagino mister-logorrea-vivente-Florenzio”
ecc…..
Posto che a nominare il diavolo spuntano poi le corna, questo vostro fare i loro nomi suona quasi come un’invocazione…. Non mi starete mica diventando satanisti!?! 😀 😀 😀

Su ragazzi, non svegliate il (domine)cane che dorme.
E comunque a giudicare dal silenzio prolungato sopratutto di Enrico e GiusyGiusyGiuseppe sembrerebbe che questa volta Benny l’abbia sparata così grossa che nemmmeno loro sanno più a quale santo appellarsi per difenderlo.

Mario 47

Quando ero piccolo (e anche dopo) era di modo un proverbio che odiavo: “scherza coi fanti e lascia stare i santi”.
Fortunatamente con questo papa (anche se si poteva cominciare prima con Woytila – simpatico ma altrettanto farabutto come Ratzinger) per molti il proverbio non vale più (vedi il recentissimo esordio del Twitter del papa, dove una maggioranza bulgara dei commenti sono di derisione o di spregio.

Purtroppo se poni la questione ad un credente ti risponde: è vero, ma evidentemente dio ha deciso questa linea di condotta e noi non siamo in grado di comprendere – meno ancora criticare – le sue imperscrutabili decisioni. Tutto questo per non ammettere: Joseph Ratzinger è un essere cattivo e spregevole; la sua pretesa di essere il portavoce di un dio è pretestusa e ridicola, la sua organizzazione non è meno corrotta e fraudolenta di quella dell’attuale corpo parlamentare e politico italiano.

mario

Stefano Grassino

La chiesa si sta sbriciolando. L’unica arma che possiede è quella di ritirarsi dentro una fortezza con i suoi “fedelissimi” in attesa che vengano tempi migliori.
Questa, nella sua lunga storia, è stata una strategia che ha sempre funzionato a causa dei pericoli che esistono in ogni epoca, come le guerre, le carestie e le malattie con molti morti e atroci sofferenze.
Io credo che la chiesa speri in questo, pronta a rinascere come l’Araba Fenice, per presentarsi come portatrice di speranza ai più.
Speriamo che il cammino culturale che l’umanità ha intrapreso tre secoli fa, continui a proseguire, lentamente ma inesorabilmente e sappia affrontare le varie avversità, senza cadere nella trappola di chi è così bravo da vendere illusioni.

nightshade90

la chiesa orami non ha più il potere di imporsi con la forza e la violenza, e senza di esse ha un solo modo per rinascere ed espendersi: può farlo solo nella pura (degli altri, del futuro, di non sapersela cavare da soli, di tutto ciò che non si capisce o che è brutto da affrontare e/o accettare) e nell’ignoranza (mancata conoscenza se non superficiale o meno e/o rifiuto di tutto ciò che riguarda la scienza e completa incapacità d’uso reale del metodo scientifico e dell’analisi razionale). sono le uniche due condizioni in cui il cattolicesimo prospera senza far uso della violenza. ma nessuna crisi economica moderna (fin’ora) è così grave da creare in massa queste condizioni.

finchè non arriverà una GRANDISSIMA catastrofe a distruggere completamente la civiltà occidentale, ricreando un’era di paura ed ignoranza dove le persone, non sapendo affrontare la realtà, si rifugiano delle illusioni delle raligioni dalle facili risposte, la chiesa è destinata ad una lenta decadenza, con sempre meno adepti e sempre più fanatici ed estremisti quelli rimasti, con sempre maggiore arroccamento attorno al proprio potere personale e le proprie ricchezze e privilegi per le gerarchie (non avendo più il sostegno popolare con cui giustificare queste cose, ma avendo ancora gli agganci nel sistema di potere per intorbidire le acque), finchè non si arriverà O ad una “rottura” con la società civile a causa dell’ormai ingestibile ed innaccetabile socialmente fanatismo, O ad una situazione tipo scientology di setta dai capi ricchissimi che spillano soldi ai (relativamente molto pochi, in percentuale sulla popolazione) seguaci con lavaggi della mente e fanatizzazione dei sottoposti, convincendoli di essere perseguitati da tutto e tutti e di non avere salvezza anche fisica fuori dalla chiesa.

Federico Tonizzo

Quello che attualmente più mi preoccupa (e inferocisce) è l’attiva e febbrile voracità di soldi e immobili della chiesa! E anche i politici italiani che continuano imperterriti a regalare alla chiesa i NOSTRI soldi! E anche le varie tv e i vari giornali che ogni maledetto giorno fanno pubblicità a quella bimillenaria ASSOCIAZIONE A DELINQUERE che si chiama “chiesa”.
Di questo passo, la “chiesa” potrebbe sì trovarsi un giorno senza fedeli e magari anche con pochi preti, ma sarà obesa di soldi e beni materiali, se prima o poi nessuno provvederà a confiscarle il maltolto (o, se qualcuno preferisce, estorto con l’inganno).

stefano

parole gravissime ed offensive, e le mancate levate di scudi in difesa dei diritti civili da parte dei politici sono ancora più gravi.

Paul Manoni

La Concia è stata tempestiva nelle sue dichiarazioni ieri…Una rondine però non fa primavera. Questo è il dramma del nostro paese. 🙁

Stefano

Che schifo, urlato.

In che modo le unioni tra due omosessuali costituiscono “un danno al matrimonio tra uomo e donna perché “contribuiscono alla sua destabilizzazione” ?????

Il sonno della ragione genera mostri….

Kaworu

sai, se le persone omosessuali possono sposarsi e vivere alla luce del sole, senza problemi, non ci saranno più persone costrette a sposarsi con qualcuno del sesso opposto per copertura (quindi nessuno triste/depresso e disposto a chiedere conforto a qualcosa di inesistente, stile “vivi male in questa vita, tanto poi avrai il biscottino post mortem”) né un discreto bacino di preti e suore, che già scarseggiano parecchio tra gli italiani.

e poi insomma, la santità dei due – tre matrimoni dei nostri politici baciapile verrebbe distrutta!

gmd85

Mi viene spontaneo domandarmi cosa ne pensano coloro che affermano convinti e tronfi che il cristianesimo, anzi, il cattolicesimo, è amore e che la chiesa non assume posizioni ostative epr il progresso civile.
Che manifestazione d’amore è sfruttare la giornata della pace per lanciare invettive? Che manifestazione d’amore è accettare la presenza di qualcuno che avalla l’uccisione in base all’orientamento sessuale, in spregio al quinto comandamento? Dove sono progresso e civiltà in tutto questo? E mi chiedo, come diavolo si fa a venerare un soggetto simile?

Sauro

Bisogna dare atto a questo papa di aver stracciato il velo di ipocrisia alzato dai papi precedenti.
Lui ci sta mostrando il vero volto del cattolicesimo.
Lunga vita a Benny !

Francesco

Segretario: Ma lei non è la prima volte che incontra il Papa, vero?
Speaker del Parlamento ugandese: Lo incontrato prima di sostenere l’approvazione della legge che criminalizza l’omosessualità.
Segretario: Guardi che gli omosessuali non sono tutti come “lui”.
Speaker del Parlamento ugandese: Ma allora ho fatto un gravissimo errore.
Papa: Ehi voi duen di cosa state parlanden?

Mirko

Sono letteralmente rimasto inorridito dalla notizia e mi sento molto imbarazzato a dirmi cristiano leggendo queste cose terribili e vergognose degne del più oscuro medio evo!

giuseppe

Allora la tua é proprio una malattia : pregiudizi e odio cosi forti da cadere in contraddizione con te stessa.

Bee

Il fatto è che un cattolico, se davvero desidera ritenersi tale, dovrebbe appoggiare le tesi del papa. Tu lo fai, giuseppe?

nightshade90

chi lo spiega ora a giusy che tutti i cattolici sono cristiani ma non tutti i cristiani sono cattolici, cioè che non esiste solo il papa e la chiesa cattolica nell’universo cristiano ma esistono gli ortodossi, gli anglicani, i luterani, i calvinisti, i valdesi, qualche centinaio di protestantesimi personali vari…….

Kaworu

giuseppe, capisco che per te la logica sia un’illustre sconosciuta, ma per lo meno trattieni le zampine prima di scrivere cose che palesano proprio la tua ignoranza…

nightshade90

un cristiano non è responsabile dei crimini dei capi della chiesa cattolica.

in compenso un cattolico, essendo seguace di una religione che ha come precetto nel catechismo “l’asservimento ai sacerdoti” e “il ritenere che i sacerdoti sono gli unici validi interpreti della dottrina (e quindi della morale e del bene)”, le sue responsabilità ce le ha, in quanto supporter….e se non supporta la chiesa, allora non è un vero cattolico (visto che la sottomissione alla chiesa è un precetto del cattolicesimo).

antonino flammia

i matrimoni gay sono “un’offesa contro la verità della persona umana” ma cosa vuol dire la “verità della persona umana”, verità vuol dire che ciò che si dice corrisponde a ciò esiste. in questo caso cosa vuol dire? sono parole buttate là per impressionare non per comunicare e/o discutere..
…”una ferita grave inflitta alla giustizia e alla pace”. cos’è la giustizia? è la possibilità data a tutti gli uomini di vivere con dignità. proprio con il negare i diritti ai gay si nega loro la giustizia, proprio con il negare i loro diritti si mina la pace. possibile che dobbiamo essere trattati da persone incapaci di intendere? Tutti i soldi che il vaticano prende dall’italia è una cosa giusta? io non credente e sbattezzato devo pagare le tasse per pagare l’insegnante di religione cattolica. è una cosa giusta?

Vittorio

“…ma cosa vuol dire la “verità della persona umana”

Hai presente sia lo zigote che l’embrione? Ecco, appunto…. 😉 🙂 🙂

francesco S.

Chissà perché se n’è uscito con sta roba eppure in Italia a parte qualche partito (diciamo 2) nessuno ha avuto il coraggio di parlare di matrimonio tra persone dello stesso sesso. Evidentemente sentiva la necessità di far parlare di sè.

Vittorio

Ma l’assurdo è che il papa e tutti i suoi galoppini si arrogano il diritto di sostenere queste imposizioni sulla base di quella che chiamano “legge naturale”, di cui si considerano gli unici e legittimi interpreti-custodi. Proprio loro! Non v’è alcun dubbio: la situazione si è molto aggravata, anni fa la chiamavano “legge morale” oggi invece “legge naturale”! La loro arroganza non ha confini.

Bee

Poca fa c’erano Ruini e Sgarbi verso la fine di Otto e mezzo che tentavano di giustificare ciò che ha detto oggi il papa sulle coppie omosessuali… Interventi che ho trovato piuttosto imbarazzanti… Tra l’altro trovo divertente il fatto che Sgarbi si autoproclami ateo e “laicissimo”, per poi con mille contorcimenti retorici appoggiare quasi totalmente le tesi del cardinale… Non che mi aspetti molto di meglio da lui.

Angelo Ventura

Ruini, Ratzinger… Gesu`, facci un regalo di Natale….liberacene spedendoli direttamente all’ inferno insieme ai porci omofobi di Uganda, Iran e del mondo intero! Quanto a Sgarbi, ormai e’un caso umano.

Fiorenzo Nacciariti

“Proprio Raztinger, che si proclama alfiere dei diritti umani, non ha però nessun problema ad ACCOGLIERE E BENEDIRE chi i diritti umani li nega. Ieri ha ricevuto durante una conferenza la speaker del Parlamento ugandese Rebecca Kadaga, che sostiene l’approvazione di una legge che criminalizza l’omosessualità e punisce i gay anche con ergastolo e pena di morte.”

Sembra che per il Sig. Raztinger ciò sia una costante. Già nel novembre del 2009 aveva ACCOLTO e probabilmente BENEDETTO il cantante nazi-rock croato “Thompson”, al quale era stato da poco vietato di tenere i suoi concerti in Svizzera e in Austria per i contenuti razzisti delle sue canzoni.

Siccome la foto (che era stata linkata dalle Ultimissime
http://www.uaar.it/news/2009/11/14/benedetto-xvi-riceve-cantante-croato-ultranazionalista/
in questa parte dell’articolo: “le foto dell’udienza vaticana in seno alla quale Benedetto XVI ha ricevuto in regalo CD e DVD dell’artista in questione.” e con il seguente link link:
http://www.thompson.hr/web/modules.php?op=modload&name=News&file=article&sid=243&mode=thread&order=0&thold=0&POSTNUKESID=8159eafd30ce844119d1579291d3084b
)
di Raztinger che riceveva in Vaticano i CD, probabilmente delle allucinanti canzoni di ”Thompson”, dalle mani del cattolicissimo “prodigioso guerriero” croato (in realtà un “eroe de guera” creato dalla propaganda nazionalista Croata) è ora SPARITA dalla sorgente linkata, allora questa volta mi sono salvato la foto del papa che riceve Rebecca Kadaga.

Curiosamente proprio alcune ore fa (quando ancora non conoscevo la notizia che qui si commenta) mi sono trovato a discutere con un filosofo-letterato-storico (peraltro simpaticissima persona) che prima tentava di negare che il Papa avesse ricevuto “Thompson” e che poi tentava di negare che: il fatto che il papa avesse ricevuto il cantante nazi-rock poco dopo che le autorità svizzere e austriache avevano vietato a “Thompson” di tenere concerti potesse avere un qualche significato allusivo.

Quindi sarebbe bene che i curatori delle Ultimissime si tenessero sempre una copia delle prove fotografiche delle notizie che pubblicano, in modo che, quando una manina misteriosa passa a farle SPARIRE, si possa subito ripristinarle. E in modo che le persone come il filosofo-letterato-storico, con il quale ho piacevolmente chiacchierato questa sera, non possano (a prova sparita e ad anni di distanza dalla notizia) dubitare che la notizia possa essere stata fasulla.

Diocleziano

D’accordo. Cominciamo dalla prima condizione indispensabile: essere morta… 😉

Athea

Puntualmente ha dato la sua indicazione di voto agli italiani. Ovvero, non votate chi ha dichiarato che “farà le unioni gay”. Lapalissiano

Vittorio

Probabilmente questa è l’osservazione semplice e pertinente!

Fetente

Caspita… ma quale è più brutto (o brutta)? Dico, a parte le cose tremende che dicono, ma questi si guardano allo specchio prima di apparire in pubblico?

Mario 47

Considerazioni dell’inutile buon senso:

Dopo l’incontro a Bruxelles del PPE c’è stata una levata di scudi da parte di molti verso governanti esteri ed altri esponenti importanto per aver dichiarato chiaramente di preferire (scusate l’eufemismo) Monti al suo ineffabile predecessore.
E’ da considerare che si tratta di paesi dell’Europa unita dove il comportamento dell’Italia (che ne fa parte) può avere importanti riflessi.

Da anni un capo non democratico di uno stato estero interferisce sistematicamente con la politica italiana, dettando che leggi si possono fare e quali invece non si fanno o vanno abrogate con la condiscendenza supina di quasi tutto il corpo politico e della stampa italiana.

Ci chiediamo come reagiremmo se gli stessi pronunciamenti venissero da un Ayatollah iraniano o simili?

mario

ANCIA LIBERA

ma perchè B XVI non è forse un ayatollah del cristianesimo ?????

Vittorio

Spero voi scherziate! Il papa capo straniero, addirittura un ayatollah? Ma vi rendete conto che larga parte della popolazione italiana percepisce questa figura come gloria e vanto del paese, l’unica che tiene alto (non importa come) il nome dell’italia? Lo ritiene l’italiano più famoso e conosciuto all’estero? E gli concede un credito ed un’immunità che rasentano l’incredibile!
Fino a quando si penserà così, saremo messi molto molto male!

B'Rat

Sapete se per caso c’è un limite alla lunghezza (ma non penso sia quello), o ai links?

FSMosconi

Di lunghezza non saprei.
Riguardo i link ti posso dire che già con due il sistema è molto lento a visualizzare i messaggi.

Se metti le due cose insieme mi sa che toccherà aspettare almeno un po’…

B'Rat

Thanks…
Uh… se appaiono comunque i messaggi che ho provato ad inviare mi sa che ci saranno 2-3 ripetizioni di troppo…

nightshade90

di lunghezza non esiste, altrimenti florenskj non riuscirebbe a postare mai nulla….

Kaworu

credo dipenda più dai link.

you tube, come già detto, non piace.

e più di due link nello stesso commento idem, non vanno bene.

B'Rat

Grazie mille, alla fine spezzettando abbastanza ci sono riuscito (e a questo punto spero che tutti gli altri che ho mandato non riappaiano mai più)… fra l’altro avevo provato a spezzettare solo h ttps e w ww ma non bastava, bisogna mettere uno spazio anche nell’inizio del sito…

Sauro

Vai Benny,continua così,al diavolo l’ipocrisia,mostraci il vero volto del cattolicesimo….bei tempi quando comandavano i tuoi predecessori….a loro bastava accendere un bel falò…
E complimenti anche a quei politicanti grazie ai quali ti ingrassi con le tasse degli Italiani.

MASSIMO

Io il vero volto del cattolicesimo l’ho capito verso i 17-18 anni quando ho visto un museo della tortura.
Oggi per essere cattolici bisogna accettare gli insegnamenti che ti hanno imposto da bambino senza ragionarci sopra. Perchè se cominci a ragionarci sopra è ovvio ateo.

MASSIMO

volevo dire.

“se cominci a ragionarci sopra è ovvio che diventi ateo.”

Purtroppo per il signor BXVI, noi atei abbiamo la brutta abitudine di usare l’intelligenza e di ragionare sopra le cose che ci vengono dette.
Al succitato signore stanno bene solo i soggetti stile Giuseppe per cui vale il discorso “credere, obbedire, combattere” di mussoliniana memoria.

Southsun

Sul serio? A 17-18 anni? Taaaardi! Io lo capii a 6-7 anni, a catechismo, durante la lezione sull’origine del mondo e dell’uomo.

Feci una domanda inconsapevolmente “scottante” sulla discendenza di Adamo ed Eva e la catechista avvampo’ manco fosse stata messa al rogo, farfugliando scemenze, paonazza come una melanzana.

Da lì capii che tutta la loro “dottrina” puzzava di marcio. E infatti…..

Kaworu

indicativo che l’unico commento di Peppe alla notizia sia stata una frignata tipo “gneeeeeeeeeeee ce l’avete tutti con meeeeeee e coi cattoliciiiiiii”.

molto indicativo, direi.

B'Rat

A parte che buona parte dell’articolo si può riassumere come “Il Papa è contrario a aborto, eutanasia e matrimoni omosessuali! Shock!”, vorrei dilungarmi sulla parte in cui il Papa “riceve” la signora citata.

Ieri ha ricevuto durante una conferenza la speaker del Parlamento ugandese Rebecca Kadaga,
Non capisco da dove salti fuori questa ipotetica conferenza. Nel blog linkato si dice che la delegazione ugandese è stata “ricevuta dal Papa Benedetto XVI presso la Basilica di San Pietro” (cosa di per sè bizzarra, ricevere qualcuno in una chiesa), mentre nella ad occhio e croce più affidabile fonte governativa, accanto all’entusiasmo della speaker, si dice laconicamente che il Papa la ha benedetta durante la messa.
Vedi, senza spazi
h ttp://w ww.parliament.go.ug/new/index.php/about-parliament/parliamentary-news/147-speaker-kadaga-receives-blessings-from-the-pope-at-vatican-mass

Non è questione di lana caprina. In un caso si lascia intendere che il Papa aspettasse questa tizia e la sua combriccola, abbiano parlato e si siano dati amichevoli pacche sulle spalle, nell’altro… lo scenario più naturale è che Benedetto XVI si sia trovato di fronte l’ennesima delegazione, l’abbia benedetta nell’arco di qualche secondo e sia passato oltre. Come risulterebbe naturale anche dalle uniche 2 foto che ho trovato in rete. Da nessuna fonte, nemmeno dalle parole della tizia stessa, si può dedurre che ci abbia anche solo scambiato parola. Un evento decisamente poco significativo per lui.

Ora, qualche domanda.

Dovremmo supporre da soltanto la nozione che ci sia stata che una simile benedizione (normalmente ricevuta da chiunque gli si pari davanti, sapete, dopotutto è il suo lavoro…) abbia il profondo significato di un’approvazione incondizionata dell’assurda legge anti-gay supportata dalla tizia?

O possiamo cautamente ipotizzare che per lui sia stata solo un’altra delegazione venuta a vederlo, che ha rapidamente benedetto come benedice chiunque si trovi appresso, tantopiù durante una messa?

Siamo sicuri che Joseph Ratzinger sia un esperto di politica ugandese? Prima di questa notizia chi di voi conosceva Rebecca Kadaga?

E in ogni caso, dovremmo ignorare il fatto che nella stessa messa il Papa ha chiaramente condannato ogni minaccia alla Vita, compresa quindi la pena di morte?

Vorrei aggiungere un dettaglio che trovo molto importante. Il Vaticano ha fatto pressioni proprio contro quella legge. Ebbene sì, anch’io dubitavo che avrei trovato qualcosa del genere prima di saperlo.
Vedi, senza spazi
h ttp://w ww.boxturtlebulletin.com/2011/09/11/36896

Mirko

A parte il fatto che il Papa può se vuole, e lo ha fatto, fare dei distinguo quando riceve delegazioni varie. Ma rimane inquietante che il giorno dopo se ne sia uscito con una frase infelice sul fatto di equiparare le nozze gay a una minaccia alla PACE!
Ma ci rendiamo conto?
Se le dichiarazioni della Chiesa sui diritti omosessuali sono vaghe, agli incontri ufficiali si tace e poi si dicono queste cose il giorno dopo. Sarà anche vero che laChiesa condanna la pena di morte ma comunque sugli omosessuali pesa una pesante ombra di disapprovazione che poi fa dire a certe persone folli quello che dice questa signora!
Il problema sta lì la poca chiarezza a difesa della libertà di ogni uomo di decidere della sua vita senza che gli venga tolta la vita o la libertà!
Questo non emerge dai comportamenti di questo pontefice ed è molto grave!

B'Rat

A parte che buona parte dell’articolo si può riassumere come “Il Papa è contrario a aborto, eutanasia e matrimoni omosessuali! Shock!”, vorrei dilungarmi sulla parte in cui il Papa “riceve” la signora citata.

Ieri ha ricevuto durante una conferenza la speaker del Parlamento ugandese Rebecca Kadaga,
Non capisco da dove salti fuori questa ipotetica conferenza. Nel blog linkato si dice che la delegazione ugandese è stata “ricevuta dal Papa Benedetto XVI presso la Basilica di San Pietro” (cosa di per sè bizzarra, ricevere qualcuno in una chiesa), mentre nell’ad occhio e croce più affidabile comunicato governativo, accanto all’entusiasmo della speaker, si dice laconicamente che il Papa la ha benedetta durante la messa.
Vedi, senza spazi,
h ttp://w ww.p arliament.go.ug/new/index.php/about-parliament/parliamentary-news/147-speaker-kadaga-receives-blessings-from-the-pope-at-vatican-mass

Non è questione di lana caprina. In un caso si lascia intendere che il Papa aspettasse questa tizia e la sua combriccola, abbiano parlato e si siano dati amichevoli pacche sulle spalle, nell’altro… lo scenario più naturale è che Benedetto XVI si sia visto arrivare l’ennesima delegazione, l’abbia benedetta nell’arco di qualche secondo e sia passato oltre. Come risulterebbe naturale anche dalle uniche 2 foto che ho trovato in rete. Da nessuna fonte, nemmeno dalle parole della tizia stessa, si può dedurre che ci abbia anche solo scambiato parola. Un evento decisamente poco significativo per lui.

Ora, qualche domanda.

Dovremmo supporre da soltanto la nozione che ci sia stata che una simile benedizione (normalmente ricevuta da chiunque gli si pari davanti, sapete, dopotutto è il suo lavoro…) abbia il profondo significato di un’approvazione incondizionata dell’assurda legge anti-gay supportata dalla tizia?

O possiamo cautamente ipotizzare che per lui sia stata solo un’altra delegazione venuta a vederlo, che ha rapidamente benedetto come benedice chiunque si trovi appresso, tantopiù durante una messa?

Siamo sicuri che Joseph Ratzinger sia un esperto di politica ugandese? Prima di questa notizia chi di voi conosceva Rebecca Kadaga?

E in ogni caso, dovremmo ignorare il fatto che nella stessa messa il Papa ha chiaramente condannato ogni minaccia alla Vita, compresa quindi la pena di morte?

Vorrei aggiungere un dettaglio che trovo molto importante. Il Vaticano ha fatto pressioni proprio contro quella legge! Ebbene sì, anch’io dubitavo che avrei trovato qualcosa del genere prima di saperlo.
Vedi, senza spazi,
h ttp://w ww.b oxturtlebulletin.com/2011/09/11/36896

FSMosconi

Non che tuonare contro i gay nello stesso momento in cui in Uganda si approva una legge simili non possa creare stranissimi qui pro quo, e anche solo non rimandando l’incontro con una rappresentante di un simile Paese per evitare misunderstandement non è che sia stata una genialata.

Anche ammettendo che non l’abbiano fatto apposta rimane il fatto che sembra quasi lo facciano apposta ad offrire situazioni imbarazzanti delle quali pensare male. Un pochettino come quando Benny disse di star lavorando per il rientro dei lefevriani e per tutta risposta nel giro di quanto, un giorno? Arrivò la dichiarazione negazionista del vescovo di questi ultimi.

Non che questo renda le parole meno deplorevoli, visto che le sue parole sono d’impatto anche e soprattutto in Uganda, eh…

B'Rat

Penso che di questi tempi ci sarà sempre qualche luogo in cui l’argomento è sensibile.

Riguardo al tempismo delle dichiarazioni di Williamson, è stato il contrario: le dichiarazioni erano di mesi prima, ma solo allora, con “tempismo”, l’emittente rilasciò l’intervista… (vedi p.e. Wikipedia, h ttp://i t.w ikipedia.org/wiki/Richard_Williamson#La_controversia_revisionista )

Quanto al peso delle parole, ha tuonato contro l’equiparazione di matrimonio omosessuale ed eterosessuale, mica ha detto di incatenare i gay… per le parole per esempio ci sono state queste dell’arcivescovo dell’Uganda:
h ttp://w ww.b oxturtlebulletin.com/2009/12/24/18804

Kaworu

avere una certa autorità (soprattutto in certe zone), tuonare contro l’equiparazione di bianchi e neri e sentirsi anime candide quando qualcuno pensa bene di bruciare i neri mi sembra leggerissimamente ipocrita.

B'Rat

dubito poi che non sapesse chi aveva di fronte…
Su che basi? Il capo della cattolicità dell’intero mondo ha dichiarato in qualche intervista di avere la passione per l’imparare l’identikit di tutti politici di quasiasi stato al mondo?

Kaworu

dai, quando un politico arriva davanti al papa, nessuno gli dice chi è?

essù, dove siamo? a fantasylandia?

FSMosconi

@Kaworu

Uno che è anche sovrano assoluto di uno Stato come minimo mi par lo debba sapere.
Come minimo,

Sarebbe come se un Primo Ministro od un Capo di Stato non sapesse quale ambasciatore sta ricevendo.

B'Rat

avere una certa autorità (soprattutto in certe zone), tuonare contro l’equiparazione di bianchi e neri e sentirsi anime candide quando qualcuno pensa bene di bruciare i neri mi sembra leggerissimamente ipocrita.
Secondo questo ragionamento la Chiesa non dovrebbe minimamente azzardarsi a parlare contro l’equiparazione giuridica fra i due tipi di matrimonio (cosa ben precisa, non stiamo parlando di generici incitamenti all’odio) ed una miriade di altre cose… mi pare chiedere un tantino

FSMosconi

@B’Rat

Ingerenza magari?
Divisione tra Stato e Chiesa (sino a prova contraria non si stava rivolgendo ai suoi intesi come abitanti del Vaticano)?

Tu che dici?

Kaworu

sarebbe opportuno che non si azzardasse a farlo infatti, b’rat.

e dovrebbe tenere la lingua tra i denti anche per un’altra miriade di cose.

oppure, esplicitare in modo MOLTO esplicito che certe cose valgono per i soli cattolici e che invece gli stati devono provvedere a tutti i loro cittadini.

ahimé, l’ipocrisia regna sovrana e quindi si può tuonare dicendo di tutto e di più contro gli omosessuali e fare appunto le vergini dai candidi manti quando in qualche paese meno evoluto dal punto di vista del rispetto dei diritti umani (ma se rispettano i cattolici va tutto bene) decidono di andare pure oltre all’insegnamento di questi “maestri della morale”.

B'Rat

“Sarebbe come se un Primo Ministro od un Capo di Stato non sapesse quale ambasciatore sta ricevendo.”
Sennonchè non si trattava di un ambasciatore, ma di un membro di una delegazione che a quanto è dato di capire il Papa ha a malapena considerato… eppure secondo il tuo metro doveva sapere vita morte e miracoli di ciascun membro.

(sia chiaro, qualcuno nel Vaticano doveva pur sapere chi stava arrivando, e quel qualcuno è stato particolarmente stupido nel non prevedere il problema che avrebbe posto)

Kaworu

davvero, non ci crede nessuno che una politica di un altro paese sia arrivata alla chetichella davanti al papa completamente ignaro di tutto, senza che qualche cardinale abbia fatto pissi pissi bau bau all’orecchio di ratzy.

B'Rat

Kaworu,
temo che quello che tu dici sia noto a molti come “dittatura del politicamente corretto”. Qualcuno (Kaworu), pensa che la cosa non criminale che dico (no all’equiparazione giuridica) possa portare ad un piano scivoloso o sia sconveniente per qualche altro motivo = non ne devo fiatare. Perchè sia chiaro, che non è che il Papa dice “di tutto e di più contro gli omosessuali”, qui ha parlato solo di non equip. giuridica.

gmd85

@B’Rat

Ma al papa e ai cattolici cosa importa se agli omosessuali viene dato modo di contrarre matrimonio? Non è che i cattolici sono obbligati a contrarre matrimoni gay, eh.

E davvero credi che Benny non sapesse chi aveva di fronte? Ma piantala.

B'Rat

Kaworu,
politici di altri paesi arrivano continuamente di fronte al Papa. E questa non era affatto di rilievo particolare, come dimostra il trattamento “benedizione e a casa”. Se un sacerdote dovesse prepararsi su tutti quelli a cui impartisce una benedizione, non ne darebbe e basta…

B'Rat

gmd85,
ma perchè quando si parla di queste cose improvvisamente gli atei si convincono che i rappresentanti della Chiesa siano dotati di capacità e conoscenze al di là del normale essere umano e devo essere io a ricordare che sono persone come noi?

gmd85

@B’Rat

Dire che non si vuole l’equiparazione giuridica equivale a dire che non si vuole il matrimonio gay. Davvero non cogli questo particolare?

Kaworu

sicuramente, e quando arrivano i politici di altri paesi, stai tranquillo che sa chi sono o, se non lo sa, viene informato.

nessuna dittatura del politicamente corretto, poi. se tuoni contro una certa categoria di persone e sai di avere un seguito (o di poter essere usato per legittimare qualcosa), non puoi fare la vergine innocente quando poi qualcuno esaspera quel che dici o usa quel che dici per legittimare atrocità pure peggiori.

e sia chiaro che papa e prelati tipo una volta a settimana ci deliziano appunto con “di tutto e di più” contro gli omosessuali senza che ci siano “secche smentite” da parte della dottrina ufficiale cattolica, “prese di distanza” o cose del genere. anzi…

gmd85

@B’Rat

Piantala, ti ho detto. Gli incontri e le udienze sono pianificate, programmate. Ogni personalità di spicco sa chi riceverà durante un incontro. O vuoi dire che fanno tuto alla carlona?

Kaworu

@gmd85

saranno “questioni di lana caprina”…

@b’rat

perchè sai, se c’è una cosa che i prelati e la ccar san fare bene, è l’intrallazzo politico.

non vedo perchè tu debba convincerti del fatto che un uomo politico quale il papa, circondato da altri uomini politici ben intrallazzati, sia equiparabile alla signora romana che, se avesse incontrato questa tipa fuori dalla chiesa, non avrebbe fatto un plissé.

FSMosconi

@B’Rat

“qui ha parlato solo di non equip. giuridica.”

Dimentichi l’Hate Speech di contorno sulla giustizia e sulla pace.
C’è differenza tra il dire ad esempio: “a me piacciono le donne, non capisco i maschi a cui piacciono i maschi” e “gli omosessuali sono intrinsecamente disordinati”…

Non so se è chiaro.

“Sennonchè non si trattava di un ambasciatore, ma di un membro di una delegazione che a quanto è dato di capire il Papa ha a malapena considerato… eppure secondo il tuo metro doveva sapere vita morte e miracoli di ciascun membro.”

A malapena considerato non significa necessariamente che non sapesse chi aveva davanti.
Né che non lo sapesse chi gli ha predisposto gli incontri, che sarebbe comunque stato tenuto ad informarlo.

B'Rat

gmd85,
il fatto è che come forse non ho sottolineato abbastanza questo a quanto ci è dato sapere non era nè un incontro nè un’udienza, ma una delegazione che si presenta durante una messa per ricevere una benedizione, stop. Come tante altre delegazioni ad ogni messa. Pensi che quell’arzillo vecchietto studi i files personali di ogni membro di ciascuna di esse?

Kaworu

vorrei poi capire quali dovrebbero essere le “giuste discriminazioni” secondo il papa, siccome altrove ha parlato di “discriminazioni ingiuste”.

quelle ingiuste son la morte, quelle giuste sono “eh beh ciccisbau, mica siete del tutto umani, si sa mica se avete l’anima, quindi niente matrimonio, niente pari diritti, zitti e mosca e accontentatevi di conservare la testa attaccata al collo”?

B'Rat

non vedo perchè tu debba convincerti del fatto che un uomo politico quale il papa, circondato da altri uomini politici ben intrallazzati, sia equiparabile alla signora romana
Vabè, alla fine tu lo consideri un supercomputer, io no. Direi che siamo concordi sul disaccordo

gmd85

Tra l’altro, sulla presa di posizione del vaticano leggo:

The Vatican, however, likely will shy away from instructing the bishops directly to denounce the bill, as bishops everywhere are given a lot of leeway in deciding how to conduct pastoral work in their own dioceses.

Che è come dire, facciamo i politically correct e interessati ai diritti umani, ma lasciamo agli arcivescovi ampio margine decisionale.
Così, se un arcivescovo dovesse essere a favore di qualche porcata, la porcata in questione diventerebbe realtà.

gmd85

@B’Rat

Tu pensi che non lo faccia? O che almeno non venga informato? Quanto sei candido.

Kaworu

b’rat, quale parte di “il papa è un uomo politico circondato da altri uomini politici” non è chiara?

se tu lo consideri un vecchietto un po’ in decadimento cognitivo va bene, ci sta.

stai tranquillo però che ha i “suggeritori” che nel caso gli ricordano chi ha davanti.

@gmd85

sempre la solita storia del “oh cavolo, ma io mica potevo sapere cosa ha fatto la mia mano sinistra!”.

Kaworu

vergini dai candidi manti, appunto.

chissà però il luminol cosa rivelerebbe, su quei candidi manti.

B'Rat

A malapena considerato non significa necessariamente che non sapesse chi aveva davanti.
Con tutta la gente che benedice ogni giorno, e di delegazioni ne arrivano, non vuol nemmeno dire che lo sapesse (e non solo chi, ma nozioni specifiche sulla sua attività parlamentare)

Né che non lo sapesse chi gli ha predisposto gli incontri, che sarebbe comunque stato tenuto ad informarlo.
Qui sono incline al non cercar malizia dove la spiegazione può essere semplice incompetenza, ma posso concordare. D’altra parte, se qualcuno avesse fatto 2+2 e si fosse reso conto dell’autogol mediatico lo avrebbero evitato (e qui penso machiavellicamente mi possiate dar ragione, visto che per voi son tutti intriganti).

B'Rat

Tu pensi che non lo faccia? O che almeno non venga informato? Quanto sei candido.
No, va bene, mi avete convinto, penso che sia un androide a cervello positronico che ogni giorno ingurgita il curriculum vitae (non solo nome e faccia, ma anche attività passate) delle decine di membri di delegazioni che benedice quotidianamente….

gmd85

@B’Rat

I media tradizionali si sono guardati bene dal parlare della Kadaga, la quale, se vuoi capire, è portavoce di un parlamento. Guidava una delegazione ufficiale. Non sono andati li per caso, eh.

B'Rat

gmd85,
se guardi oltre vedi che l’arcivescovo d’Uganda ha poi parlato chiaramente contro quella legge.

Kaworu

ok, poniamo che il papa sia lì come un burattino rintronato ad agitare le mani senza sapere chi ha davanti. dopotutto, tutto può essere.

ciò può essere interessante anche per considerazioni future.

tutti i prelati che lo circondavano erano altrettanto ignari.

B'Rat

tutti i prelati che lo circondavano erano altrettanto ignari
No, qualcuno probabilmente sapeva ed è stato abbastanza scemo da non fare 2+2

gmd,
chè, le altre che benedice sono delegazioni per finta?

Kaworu

b’rat, comprendo la tua necessità di far passare il papa per (o credere sinceramente che il papa sia) una vergine dal candido manto.

ma nessuno ha detto che il papa conosce a memoria tutti i politici di tutti i paesi.

semplicemente, come ogni capo di stato, ha i suoi suggeritori quelli si, bene informati, che all’occorrenza gli ricordano a chi sta stringendo la mano, imponendo le mani sul capo, esorcizzando e via discorrendo.

tra parentesi si l’arcivescovo ha parlato contro quella legge.

dicendo però che sarebbe meglio che quella gente fosse indotta a curarsi.

come ho chiesto sotto, che differenza c’è tra la morte e le torture, scusa? a me sfugge.

(oppure tra l’ammazzare qualcuno e l’indurlo al suicidio. ci si sporcano meno le mani?)

e le “giuste discriminazioni” quali sarebbero invece?

Kaworu

beh dai, secondo me anche woytila s’è trovato per caso in cile.

insomma, è arrivato lì (lui voleva andare a courmayeur, però ha sbagliato aereo), s’è trovato davanti questo signore vestito da generale… e che doveva fare, poverino… lui gli ha stretto la mano.

gmd85

@B’Rat

Ma sei scemo?

Come ca*zo fai a credere davvero che non sapesse chi aveva davanti? Quanto bisogna essere in malafede o lobotomizzati per esserne convinti? La vicenda della legge anti-omosessuali va avanti come minimo dal 2009. Illuditi pure che fosse allo scuro di tutto.

B'Rat

semplicemente, come ogni capo di stato, ha i suoi suggeritori quelli si, bene informati, che all’occorrenza gli ricordano a chi sta stringendo la mano, imponendo le mani sul capo, esorcizzando e via discorrendo.
Certo che gli ha, ma tu puoi dirti così sicuro delle prassi diplomatiche da sapere che se anche solo si tratta di una delegazione a cui dare una benedizione e via il suggeritore si mette a sciorinare il curriiculum vita di ognuno? A me verosimilmente pare che di fronte a tante informazioni uno perderebbe più tempo a prepararsi alla messa che a farla…

Sull’ingiuste discriminazioni credo sia chiaro che per il Papa sia giusta la discriminazione di non dare l’adozione e il matrimonio, in breve.

gmd85

@B’Rat

2+2 l’hanno fatto, dopo. E infatti, ti ho detto, in TV non è passato nulla. Almeno sul web, però, possono fare poco.

Kaworu

bene, quindi il papa fondamentalmente fomenta l’odio verso le persone omosessuali, istigando la gente a non considerarli esseri umani degni di pari diritti come tutti gli altri.

se poi qualcuno esagera ed estremizza eh poverino, mica è colpa del papa.

ponzio pilato gli stringerebbe la mano.

ovviamente a sua insaputa.

gmd85

@B’rat

Non so se essere discgustato, basito o se provare compassione per il tuo atteggiamento.

B'Rat

Ragazzi,
sì, credo in coscienza che il Papa non butti a mente il CV di tutti quelli che sa che dovrà benedire.
Esistono pazzi del genere. Per fortuna poi ci sono quelli come voi che invece sguazzano tutti i giorni negli appartamenti pontifici e sanno esattamente le cose come stanno.
Ora andate e disperatevi pure.

(il paragone con il Cile mi pare folle: una benedizione data in velocità durante una messa paragonata ad un viaggio… fate voi…)

Kaworu

io sono disgustata, personalmente.

la compassione la riservo ad altri, gmd85

FSMosconi

@B’Rat

“visto che per voi son tutti intriganti”

Con tutto il rispetto ma dopo aver letto le carte di Nuzzi,dei vari casini e appoggi di Calci, Sindona e Marcinkus, del polacco che dipendeva da questo finanziare Solidarnosc e della sua restaurazione, delle varie scalate e giri dell’Opus Dei, degli arrivismi dei prelati Ciellini, dell’ascesa dei movimenti settari a causa di una politica d’assedio ormai anacronistica nonché dell’appoggio imbarazzante per Arkeon di Cantalamessa sentirmi dire che oltre le Mura Leonine non c’è almeno uno con le mani in pasta quantomeno dal punto di vista dell’immagine politica mi fa letteralmente o cadere le braccia o morire dal ridere. 😆 😆 😆

gmd85

@B’Rat

Io personalmente, no. Un mio parente, si. Ergo, si, so le cose come stanno. E non ci sarebbe neanche bisogno, visto che parliamo di pratiche essenziali allo svolgimento di attività diplomatiche.

B'Rat

Disgustatevi, se volete (anche io ho un certo mal di stomaco, ma temo sia stato più il cenone di Natale anticipato di ieri), ma alla fine è questione di buon senso.
A me il buon senso dice che è improbabile che il Papa sappia vita morte e miracoli di tutti coloro che vengono a ricevere la sua benedizione, a voi il contrario.
Scegliete pure di considerarmi un cretino/venduto/plagiato/quel che volete, ma personalmente non mi sento nessuna di queste.
Più di questo, non penso ci sia modo di discutere, le nostre cose ce le siam dette e stare ad insistere quanto ci consideriamo pazzi gli uni gli altri non mi pare un bell’esercizio di buon senso, stavolta per nessuno di noi.
Magari un giorno ci capiremo meglio e saremo più aperti all’ipotesi altrui (perchè alla fine di queste si parla, in Vaticano non ci lavora nessuno di noi).
I.P.

Kaworu

si difatti, è questione di buon senso.

è irrealistico credere che un capo di stato non sappia chi si trova davanti, specie quando si tratta di una delegazione.

poi certo, se uno è abituato a credere, crede a tutto. specie se qualcosa serve a preservare l’immagine candida di ciò in cui crede.

vai pure avanti, nessuno te lo vieta.

tanto il sangue si lava tranquillamente.

gmd85

Quel che tis enti tu, è irrilevante. Noi comentiamo in base a quel che scrivi. E di buon senso non ne hai dimostrato affatto.

B'Rat

Insisto, l’ultima volta. Non dico che non sappia chi ha davanti. Dico che non sa ogni sua attività ed ogni legge che supporta, che moltiplicato per ognuno che viene a ricevere la benedizione mi pare improbo.
Poi sì, evidentemente sono un completo demente e ricordarmelo continuamente è un’astuta strategia per farmi cambiare idea o far diminuire il mio impatto sulla società (insomma, un comportamento veramente razionalista e dai chiari obiettivi).

Kaworu

demente no.

in malafede può essere.

ma potresti anche aver bisogno di credere per preservare una certa immagine.

quale che sia l’alternativa, comunque resta il fatto che ciò in cui credi è estremamente irrealistico.

FSMosconi

@B’Rat

Guarda: ritengo assai improbabile che per sapere a) che delegazione sia quella con la quale hai programmato l’incontro e b) quali sono le politiche di quel Paese che ti ha spedito la delegazione siano necessarie proprio vita, morte e miracoli. Bastano 2 cose in croce. E ancor di meno se scatenano polemiche.

Fatto sta che evidentemente almeno entro la stessa settimana in cui ha lanciato quelle dichiarazioni sarà stato come minimo informato una volta che avrebbe dovuto incontrare e benedire quella delegazione di quel Paese che sostiene quella legge. Che ci fosse incompetenza o meno nella gestione del tempo lo avrebbe saputo comunque.

B'Rat

quale che sia l’alternativa, comunque resta il fatto che ciò in cui credi è estremamente irrealistico.
Ma voi che siete tanto bravi col relativismo non vi rendete conto che col fatto che Dio (se c’è) non si prenderà la briga di far comparire un cartello fra le nubi che dica “Kaworu ha ragione” “B’Rat ha torto”, “gmd a letto è una bomba” è semplicemente inutile continuare a dire “tu sei scemo/in malafede/disgustoso/ti manca buon senso”? Una cosa è argomentare, ma questo decisamente non lo è! Penso che i nostri argomenti ce li siam scambiati, alla fine, ognuno è rimasto della sua idea, pace, un giorno semmai ci ripenseremo con calma, ma non capisco perchè vi buttiate su questo onanismo anti-argomentativo….

gmd85

@B’Rat

E chi vuole farti cambiare idea? Anche se volessi, non nutrirei speranze. La risposta di kaworu è più che apprpriata. Io ti ribadisco ch incontri di qualsiasi tipo sono ultraprogrammati. Tu illuditi pure del contrario.

FSMosconi

@B’Rat

Per favore B’: evita la fallacia del finto tonto. Anche se non lo fai apposta.
Ché se ti si dimostrasse inequivocabilmente il tuo torto faresti una figura da peracottaro assai poco elegante e certo non sarebbe un bene per l’autostima, come per chiunque d’altronde.
:roll: 😉 😐

B'Rat

“quella legge”
E’ qui il passaggio che non condivido. Quella persona da quel paese, ok, ma ciascuna cosa che fa/appoggia no (perchè dire che basta sapere QUELLA cosa è un’informazione a posteriori, a priori è come dire che c’è da sapere un po’ di tutto).

Per il resto, continuo a non capire il vostro gioco nel dire che sono un illuso, peracottaro ecc. Migliora la possibilità che mi ricreda? No. Fa si che io esprima le mie convinzioni in modo per voi meno lesivo? No, anzi, se è il giorno sbagliato prendo anche l’UAAR e i suoi seguaci irrazionalmente sulle scatole. Quindi?

Insisto, mi pare di argomenti ci siam già detti tutto e cercherò di non ripetermi più.
Concordiamo di discordare.

gmd85

@B’Rat

La testimonianza di un monsignore che sta in vaticano ti basta come fonte o no? Ogni incontro è programmato e ogni informazione acquisita, com è normale che succeda. Se per te è difficile da capire, problema tuo.

E non stiamo giocando. Semplicemnte, commentiamo in base a ciò che scrivi. Si, ti illudi che il papozzo non sapesse con chi aveva a che fare. E te l’abbamo fatto notare. O forse non potevamo farlo?

FSMosconi

@B’Rat

“Quella persona da quel paese, ok, ma ciascuna cosa che fa/appoggia no (perchè dire che basta sapere QUELLA cosa è un’informazione a posteriori, a priori è come dire che c’è da sapere un po’ di tutto).”

Appunto: un po’ di tutto.

Se avessi un ospite importante non si dovrebbe per caso fare? Non è un fondamento della diplomazia sapere perché quella persona è lì?

E aggiungo, al più che la stessa ambasciatrice aveva descritto quella legge come “regalo di Natale per i cristiani”? Con deducibile valenza della sua presenzs proprio il giorno prima dell’approvazione della stessa legge in Parlamento (se faccio un regalo, lo presento. Se non vengo accolto, nemmeno il mio dono viene accolto)?

“Per il resto, continuo a non capire il vostro gioco nel dire che sono un illuso, peracottaro ecc. Migliora la possibilità che mi ricreda? “

Guarda, finché non si è arrivato al punto della difesa dell’obiezione è andato tutto a posto.
Quindi il problema non sei tu, ma come difendi la tua opinione.
Se noti nei passaggi sopra ti è sempre stata concessa la possibilità di aver ragione, salvo casi eclatanti.
Quindi ripeto: il problema non sei tu in quanto credente o cos’altro.

Kaworu

guarda che non c’è nessun gioco.

si constata semplicemente, a voler essere ottimisti, la tua ingenuità (a non volerlo essere, la tua malafede).

tutto qui.

direi che non sei tu comunque il tema di questa ultimissima, quando la solita, noiosa e prevedibile ipocrisia della chiesa cattolica.

poi se vuoi che ti si dica “oh si povero papa, non poteva sapere chi aveva davanti, questa anima candida” mi spiace ma anche no.

B'Rat

Il tuo monsignore (anche il parroco della mia parrocchia era un monsignore) ha conoscenza diretta delle procedure nel caso del Papa? Anche nel caso di una benedizione durante la messa e via? Quale è il livello esatto di accuratezza delle informazioni? Come dipende a seconda del caso (incontro, udienza, ricevimento, ecc) e dell’importanza dell’ospite? (non credo politici ugandiani siano in cima alla lista)
(perchè, insisto, non si tratta di dire “Ma bastava sapere quella cosa”, si tratta di “Doveva sapere tante cose fra cui quella”… e non ditemi “Non potevano non notarla”, perchè dopo il grossolano errore in una faccenda assai più importante mostrato dal caso Williamson credo sia chiaro che anche in Vaticano sono comuni mortali)

Provo a chiedere ad un vaticanista le stesse cose, preferisco avere almeno un paio di fonti. (E poi non è che un nickname anonimo ispiri fiducia incondizionata… fino ad allora non è che possa prendere per oro colato quel che vedo qua scritto)

B'Rat

si constata semplicemente, a voler essere ottimisti, la tua ingenuità (a non volerlo essere, la tua malafede).

Se non fosse ancora chiaro:
cosa ci guadagnate a constatarlo ad alta voce piuttosto che in foro interno, a parte potenzialmente rendervi antipatici?

gmd85

@B’Rat

Oh, beh, sta in vaticano un giorno si e l’altro pure e spesso a contatto con il pontefice e le procedure da seguire esistono. Chiedi pure al vaticanista.

Quel giorno c’era da sapere quella cosa. O vuoi farmi credere che presentino al papa cani e porci?

FSMosconi

@B’Rat

Dal libro di Nuzzi è possibile ricavare quasi tutto, non ti preoccupare.

Se sei nel dubbio però più che al vaticanista ti consiglierei di chiedere alla stessa Ambasciata Ugandese su quell’incontro.
Non si sa mai…

gmd85

@B’Rat

Dovremmo bisbigliarlo? Assumiti la responsabilità di ciò che sostieni.

B'Rat

gmd,
non hai risposto puntualmente alle mie domande.

E sì, chiaramente appena avrò risposta dal vaticanista tireremo le somme (se possibile, cosa non scontata) (e se i commenti non sono già bloccati).

Dovremmo bisbigliarlo?
Sai cosa si intende per “foro interno”?

gmd85

Se il contatto diretto col pontefice non ti basta, problema tuo.

E so cosa sono foro interno e foro esterno. ma se tu commenti in pubblico assumitene la responsabilità.

B'Rat

gmd,
ok, assumiamo che dietro al tuo nick ci sia il cuggino/nipote/zio/figlio di monsignore braccio destro di Benny, e che questo ti abbia raccontato pedissequamente il suo lavoro, quindi quali sono le risposte alle domande che ti ho posto?

Provo poi a riformulare sul foro interno. Ok, io scrivo delle cose e a voi viene da pensare “Che pirla/ingenuo/illuso/peracottaro/tipo in malafede/KHAAAAAAN!”. La domanda da 1 milione di € è: cosa ci guadagnate a scriverlo invece di pensarlo e basta? Mi convincete meglio? Direi di no. Se me lo sento dire sarò più rispettoso della sensibilità laica? No, più facile il contrario. E allora? Si tratta solo di onanismo?

gmd85

@B’Rat

Semplici constatazioni. Se ti danno fastidio, continua a essere un tuo problema. Si cerca di farti capire, ma o non vuoi o non sei in grado, scelgi tu.

Le risposte alle tue domande sono che, come ti ho già spiegato, ogni incontro è programmato nei minimi dettagli. Liberissimo di rimanere col dubbio. Quanto all’incontro in questione, dubito che il papozzo non sapesse di essere di fronte al portavoce di un apparato politico. Per te non è così. Ergo, vuoi che non venga spontaneo dirti che ti stai illudendo o che sei in malafede?

manimal

@B’Rat
chiedo scusa se mi intrometto nella discussione, ma non riesco ad esimermi dal porti una domanda riferita al tuo ultimo commento (13:30):
ma tu, cattolico che intervieni in un sito di atei, perchè lo fai?
ritieni di poter convincere qualcuno? o lo fai per semplice onanismo?

Giorgio Pozzo

Mi sembra alquanto ovvio, oggettivamente, che non si possa in alcun modo giustificare il comportamento del papa con la sua ignoranza sul personaggio che gli si presentava davanti. Come minimo, lasciando il beneficio del dubbio, si tratta di una gaffe, e piuttosto pesante.

Resta comunque fuori discussione che, alla stessa stregua di un direttore responsabile di giornale con quello che viene scritto e pubblicato dai suoi giornalisti, il papa sia completamente responsabile delle scelte dei sui collaboratori.

E il confronto potrebbe continuare, lunghissimo, con capi di stato, ministri degli esteri, manager, militari,…. Trovo semplicemente fastidioso e puranche ridicolo ogni tentativo di de-colpevolizzazione.

Kaworu

è vero, ma

Uganda’s Catholic Archbishop of Kampala Cyprian Lwanga stated in December 2009 that the bill was unnecessary and “at odds with the core values” of Christianity, expressing particular concerns at the death penalty provisions. Lwanga argued that instead homosexuals should be encouraged to seek rehabilitation.[71] For its part, the Holy See has maintained excellent relations with Uganda, with Pope Benedict XVI receiving the Ugandan ambassador in December 2009 and commending the climate of freedom and respect in the country towards the Catholic Church. During this meeting, there was no mention of the anti-homosexuality bill.[72] However, three days earlier the Vatican legal attaché to the United Nations stated that “Pope Benedict is opposed to ‘unjust discrimination’ against gay men and lesbians”.[73]

(by wiki).

non è che cambi molto però il voler torturare gli omosessuali dal volerli ammazzare.

(si perchè, per chi non lo sapesse, le terapie riparative sono fondamentalmente torture e violenze che solitamente hanno simpatici effetti collaterali quali suicidio, autolesionismo, depressione e via discorrendo. oltre al fatto che non riparano proprio una bella fava di niente, e che chi è omosessuale resta omosessuale. semmai sotto le pressioni sociali potrebbe castrarsi metaforicamente e non e comportarsi come un eterosessuale. al prezzo appunto di simpatici effetti collaterali come quelli sopra, tra l’altro)

senza contare che sono rimasti tutti in rapporti amichevoli e ci si potrebbe chiedere quali sono le “giuste discriminazioni” invece contro gli omosessuali, secondo benny.

B'Rat

Dice che devono essere “incoraggiati”, non “obbligati”. E nel discorso ha citato il “non giudicare”.

B'Rat

Dico ciò che ha detto l’arcivescovo, non come (purtroppo) è il clima locale.
Non capisco cosa aggiunga di nuovo l’articolo (che ho già citato)

il parroco di Funo

“Vorrei aggiungere un dettaglio che trovo molto importante. Il Vaticano ha fatto pressioni proprio contro quella legge! Ebbene sì, anch’io dubitavo che avrei trovato qualcosa del genere prima di saperlo…”

non vorrai mica presentare dei fatti
a questi simpatici gombloddisdi?

troppo facile.

Kaworu

come stanno gli anziani danesi senza assistenza sanitaria?

ti stanno in cambio insegnando un po’ di inglese, per lo meno?

FSMosconi

@Parroco

“Pope Benedict is opposed to ‘unjust discrimination’ against gay men and lesbians”

Poi mi spieghi quando e come sia “just” una discriminazione contro qualcuno.
(Eccezion fatta per gli intolleranti, s’intende)

Kaworu

beh sai mosconi, quando gli omosessuali si ostinano a voler essere considerati esseri umani come tutti gli altri…

gmd85

@parroco

Poi mi spiegherai la coerenza nel condannare la proposta di legge in questione e poi sbraitare palrando di attentati alla vita da parte delle unioni omosessuali.

Paul Manoni

Ci vuole la faccia come il c**o per presentarsi qui oggi, e difendere l’indifendibile Parroco…Vedi se non sia il caso di andare a ramazzare la canonica o la sgrastia piuttosto. La figura di Nazingher alla giornata per la pace (sigh!), ce la ricordaremo per un gran bel pezzettino.

Southsun

@ parroco di Fumo.

I “fatti” li ha presentati proprio la TUA Chiesa con quest’ultima smarronata, che fa pendant con l’opposizione in sede ONU alla depenalizzazione dell’omosessualità.

Non abbiamo ancora visto nè sentito il tuo padrone tuonare dal balcone contro questa legge abominevole, mentre abbiamo sentito il contrario sui gay in molte occasioni.

Sparisci, manichino di paglia con la coda lunga un chilometro!

mistergrey2

“Ora, qualche domanda.
Dovremmo supporre da soltanto la nozione che ci sia stata che una simile benedizione (normalmente ricevuta da chiunque gli si pari davanti, sapete, dopotutto è il suo lavoro…) abbia il profondo significato di un’approvazione incondizionata dell’assurda legge anti-gay supportata dalla tizia?
O possiamo cautamente ipotizzare che per lui sia stata solo un’altra delegazione venuta a vederlo, che ha rapidamente benedetto come benedice chiunque si trovi appresso, tantopiù durante una messa?
Siamo sicuri che Joseph Ratzinger sia un esperto di politica ugandese? Prima di questa notizia chi di voi conosceva Rebecca Kadaga?
E in ogni caso, dovremmo ignorare il fatto che nella stessa messa il Papa ha chiaramente condannato ogni minaccia alla Vita, compresa quindi la pena di morte?
Vorrei aggiungere un dettaglio che trovo molto importante. Il Vaticano ha fatto pressioni proprio contro quella legge. Ebbene sì, anch’io dubitavo che avrei trovato qualcosa del genere prima di saperlo.
Vedi, senza spazi
h ttp://w ww.boxturtlebulletin.com/2011/09/11/36896”

Dicono che Sant’Ambrogio , quello del premio ai milanesi benemeriti, abbia impedito l’accesso in chiesa all’imperatore Teodosio, reduce da uno dei soliti massacri.

Il tuo papa ha stretto la mano a quell’essere (salvo fotomontaggi) e il suo predeccessore si affacciava al balcone con il boia cileno.

“Siamo sicuri che Joseph Ratzinger sia un esperto di politica ugandese? Prima di questa notizia chi di voi conosceva Rebecca Kadaga?”

Noi non guidiamo la chiesa cattolica;non deteniamo le chiavi dell’apostolo Pietro; pertanto abbiamo minori responsabilità.

Personalmente cercherei di evitare di stringere la mano ad un qualsiasi politico/ministro/diplomatico, sia italiano che straniero.Se la cosa capitasse per sbaglio
rimedierei subito con delle abluzioni purificatrici. 🙂

Per la Chiesa c’è bisogno di ben altri avvocati che vossignoria. 🙂

“E in ogni caso, dovremmo ignorare il fatto che nella stessa messa il Papa ha chiaramente condannato ogni minaccia alla Vita, compresa quindi la pena di morte?”

Non mi risulta che la Chiesa condanni la pena di morte in quanto tale.

“Vorrei aggiungere un dettaglio che trovo molto importante. Il Vaticano ha fatto pressioni proprio contro quella legge. Ebbene sì, anch’io dubitavo che avrei trovato qualcosa del genere prima di saperlo.”

Ammesso che sia vero, sarà stato un consiglio ispirato da considerazioni tattiche.
Perchè fare tanto chiasso quando i pervertiti possono essere discretamente liquidati nelle segrete dei commissariati ugandesi ?

Chi se ne impipa di quel che succede nei commissariati del quarto- quinto mondo? Che poi i leoni delle riserve son lesti a fare sparire qualsiasi traccia.

silfe

ma stringe la mano alla promotrice delle pena di morte per i gay e nemmeno una parola di biasimo per i suoi sottoposti pedofili? proprio di ieri l’ articolo del fatto sui ragazzi dell’ istituto di Verona, ripetutamente violentati dai loro “educatori”, tutti religiosi, per i quali la condanna è stata :”una vita di preghiera”. ma ditemi che che è tutto uno scherzo, per favore …
dal fatto quotidiano del 14.12.2012:
di Paolo Tessadri
Il Vaticano ora ammette:
ci furono abusi sessuali
su molti bambini sordi.
A commetterli furono
preti pedofili, in un numero ancora
imprecisato.
Il più grande scandalo di pedofilia..
LA PENA-
Ai colpevoli
si prescrive “una vita
dedita alla preghiera
e alla penitenza, oltre
al divieto di qualsiasi
contatto con i giovani

Osvaldo

“il Vaticano…SCONFESSA di fatto il vescovo di Verona, Giuseppe Zenti, che in un primo momento si era scagliato contro i sordomuti, parlando di menzogne e anche chi aveva retto il suo gioco, vale a dire il giornale dei vescovi, Avvenire, che aveva alimentato ulteriori dubbi sulla vicenda. Zenti aveva parlato di “cattiverie, strumentalizzazioni e ricatto di carattere economico”, costretto poi a fare retromarcia in seguito alla presentazione di una querela da parte dei sordomuti.”

giuseppe

Il testo originale non dice le cose nei termini riportati dai giornali, repubblica in testa. Siamo alle solite e ci siamo già abituati.

FSMosconi

Kaworu, vieni qua: mi sa che gius’ s’è per sbaglio fuso con doc…
😉 😆

gmd85

FU-SIO-NE

DOSEPPE!!

Oh porca… una grassa risata prima di andare al lavoro. 😆 😆 😆

Buon sabato sera a tutti.

gmd85

@giuseppe

Perché non celo riporti il teso? Così lo analizziamo insieme punto per punto.

Priapus

Ma è una tradizione consolidata per i nostri papocchi avere rapporti familiari con razzisti e massacratori; gli ustascia poi sono di casa in Vaticano sin dai tempi di Ante Pavelic e del “beato!” Stefinac. Non mi stupirei neppure se ci fosse una causa di beatificazione per il caro Adolfuccio Hitler, accantonata in attesa di tempi migliori

Bee

Mi domando, giuseppe, se il papa ha detto cose totalmente diverse da quelle riportate dai quotidiani, perché ieri sera il cardinal Ruini, ospite eccellente di Otto e mezzo da Lilli Gruber, non ha smentito la notizia che la giornalista gli ha evidenziato?

gmd85

@Reiuky

Per l’appunto. Ma pensi che se lo leggessero coglierebbero lo schifo?

Reiuky

Sulla capacità di lettura di molti troll di questo sito, non ho alcun dubbio.

Ma molti cattolici hanno preso le distanze da quanto affermato dal papa.

Mirko

Nascondiamoci sempre dietro i distinguo che ci mettono in pace la cosceinza! 🙁
Anche al tempo dell’inquisizione la Chiesa non torturava o metteva al rogo gli eretici, lasciava fare il lavoro sporco alle istituzioni laiche! I soliti sofismi!

IPOCRITI!

MASSIMO

Rebecca Kadaga: Basta con tutti questi froci, bisogna ucciderli. E’ colpa della froceria se non mi scopa nessuno!
Berlusconi: (dopo averla guardata bene) Non ti scopa nessuno? E te credo!

charlymingus

insomma trattandosi di gaY e lesbiche non dovrei dirlo, ma comunque… quelli girano sempre intorno al cazz.. con la bocca piena di bibbia e corano

charlymingus

insomma trattandosi di gaY e lesbiche non dovrei dirlo, ma comunque… quelli girano sempre intorno al cazz.. con la bocca piena di bibbia e corano

MASSIMO

La stronza ce l’ha tanto con i gay.
Speriamo allora che il destino l’accontenti e gli faccia trovare un bell’esercito di maschi veri e ben “armati”, che se la violentino a sangue.

Walter

Ma poi come faccio a scoprire le coppie gay?? Se due amici vivono insieme e vengono denunciati cosa dovrebbero fare?? Portano le ragazze a testimoniare? Puzza un po di caccia alle streghe, che piaceva tanto ai cattolici; con le donne è diventato complicato, meglio prendersela con minoranze poco tutelate.

P.s.: ama il prossimo tuo… siamo tutti fratelli… si professano cristiani ma di cristiano cos’hanno??

MASSIMO

Ma questi che vogliono ammazzare i gay sono cristiani, islamici o cos’altro?

gmd85

Se ti riferisci al caso in questione, sono cattolici. Altrimenti da dove nasce il problema?

MASSIMO

Ma Vendola lo sa che i suoi amici cattolici vogliono far fuori a quelli come lui ?

gmd85

Non saprei. Stai andando oltre, però. Stiamo parlando del caso Uganda. Che poi, probabilmente, c’è gente che approverebbe un provvedimento simile anche da noi è un altro paio di maniche.

MASSIMO

Nalla cattolica europa dei secoli XV – XVI i “sodomiti” venivano messi al rogo.
E se oggi Vendola & C possono dormire sonni tranquilli lo devono proprio a quel “secolarismo” che tanto criticano.

gmd85

@MASSIMO

Va bene, siamo d’accordo. Ma non stiamo parlando dell’Europa, ora. 🙂

Southsun

@ Massimo.

L’Uganda è il Paese più cattolico dell’intera regione africana di cui fa parte.

Naturale quindi che penda pedissequamente dalle labbra del tiranno di Roma in gonna e sottana.

Laikos

Il problema non riguarda l’accettazione della chiesa cattolica dei matrimoni omosessuali. Nessuno lo pretende e questa dovrebbe essere sempre e solo prerogativa assoluta degli stati sovrani. La vera questione per me e’ che una persona alla quale in tantissimi attribuiscono una autorità’ morale (per quanto discutibile, ovviamente) dovrebbe sentire su di se l’enorme peso della responsabilità’ di ogni singola sua parola.

Sa Benedetto XVI quanti giovani nel mondo si suicidano ogni anno perché’ non sono in grado di gestire il proprio orientamento sessuale in un mondo che – anche per i continui richiami delle gerarchie cattoliche – sentono troppo ostile? Anche una sola vita sarebbe troppo! Non capisce quale enorme effetto positivo una sua anche parziale apertura potrebbe avere su milioni di persone – ripeto: soprattutto giovani e giovanissimi – in tutto il mondo? E’ questo che mi sconcerta: come può’ pensare di dire “urbi et orbi” certe cose tanto pesanti noncurante delle enormi ripercussioni che possono avere sulla vita e sulla felicita’ di così’ tanti esseri umani? Questa totale mancanza di “compassione” e’ davvero tragica e inaccettabile.

Walter

Ma ormai le gerarchie ecclesiastiche sono lontane dal loro gregge, gli unici interlocutori che hanno sono politici e potenti vari. L’importante è far finta che il popolo sia cattolico, anche se i numeri li smentiscono. Alla fine campano con i finanziamenti pubblici che gli piovono addosso per legge. Poi dai vari comuni hanno sovvenzioni per edilizia religiosa, scuole private ecc ecc. Alla fine dei fedeli sti cazzi, servono più che altro per far pubblicità! C’è una matta che vuole sterminare i gay in nome di dio in un paese del terzo mondo??? Basta che non ammazza preti pedofili per sbaglio…

Paul Manoni

A me non me lo toglie dalla testa nessuno, che il Papa abbia “parlato alla nuora, affinchè la suocera sappia”. Per intendersi, ha parlato così duramente circa le leggi sulle nozze gay, sull’aborto e sull’eutanasia, affinchè siano i nostri politici, alle prese con l’inizio della campagna elettorale, SENTANO.
Tant’è che il loro omertoso silenzio tombale sulle sue parole, la dice lunga sul livello di sottomissione della nostra politica al Papa, ed ai desiderata d’oltretevere.
A parte l’On. Concia, ed altri due o tre deputati Radicali, nessuno ha proferito una sola parola per smarcarsi da questo orribile intervento a gamba tesa sui Diritti Civili, e sullo Stato Laico.
Per il resto, oggi come ieri, il clero non è mai cambiato di una sola virgola. Che alimentino idee contrarie al comune sentire, che accondiscendano alle discriminazioni o che siano sempre a favore di telecamera nello stringere la mano a gentaglia criminaloide come quella vacca della Kadaga, si distinguono sempre per PROPAGANDARE ODIO…La tragedia vera è che riescano a farlo pure durante la giornata per la pace, e che nessun credente cattolico prenda le distanze da loro.

Paul Manoni

Aggiungo anche che oggi alle 13.00 circa, Alfano ha pronunciato un discorso ai suoi seguaci del PDL alla ricerca di un posticino al sole nel PPE o a fianco di Monti, che ricalca in toto (ma con parole decisamente più diplomatiche, per fortuna), ciò che ha detto B16 alla “giornata per la pace”. 🙁

Anche da lui i secco no alle nozze gay, la rivendicazione dei principi espressi nel decreto per Eluana Englaro, ed altre amenità circa i “volori” della vita da difendere senza se e senza ma. 😕

Per curiosità poi, ho aperto una piccola ricerca su Alfano, e questa sua ennesima kermesse fuffaiola del PDL. Ho scoperto che solo due giorni fà (quindi nel giorno in cui B16 si è dato alla pazza gioia con quelle dichiarazioni), lo stesso si era incontrato con Ruini. 😯

Insomma, quando la politica è alla ricerca di voti benedetti, è chiaro che in cambio di questi, deve supportare in qualche modo le stravaganze di chi glieli fornisce.

charlymingus

europa quella del triangolo rosa nei campi di concentramento non era poi diversa ed era sempre la stessa matrice il cattolicesimo, ma che ci trovano i nostri politici a fare i baciapile, tanto vengono costantemente traditi

charlymingus

ora che ricordo l’uganda è il paese dei ”catanga” quelli della statale del movimento studentesco del 68 quelli che adesso sono i maggiori baciapile a parte Capanna,,, IO

Nathan

Hai le idee un po confuse; il Katanga non è in Uganda, ma in Congo, da cui tentò di staccarsi, con l’interessato appoggio delle compagnie minerarie europee.
I katanghesi non c’entrano nulla col movimento studentesco del ’68. I militanti del servizio d’ordine di tale movimento, quelli che per necessità e qualche volta per piacere giocavano con i bastoni le spranghe e le bottiglie, furono chiamati “katanghesi” o “katanga” perche erano stati addestrati alle arti marziali da alcuni tipi , europei ex mercenari , che avevano combattuto al servizio della provincià secessionista del Katanga nei primi anni ’60.

Bruno Rapallo, apostata e ateo

… sulle deliranti dichiarazioni di B. XVI vi segnalo l’articolo del “Fatto quotidiano” on line di oggi, a firma di Pierfranco Pellizzetti (giornalista e docente di “Politiche globali” all’Università di Genova), che conosco personalmente, vivendo nella stessa città, avendo amici comuni, incontrandolo sovente in seminari pubblici su questioni politiche, ambientali, socio-economiche, ecc., scambiando con lui anche messaggi occasionali in rete su questi temi.
Con Pellizzetti mi sono moderatamente risentito in occasione della campagna degli “ateo-bus”, quando ci ha attaccato accusandoci di voler fare inutili e contro-producenti provocazioni, ma soprattutto mi ha molto più irritato la sua critica pesante e sarcastica alle nostre campagne informative sull’apostasia formale (impropriamente chiamata “sbattezzo”, quasi si trattasse di un contro-rito, quando semplicemente è una legittima, coerente e ritengo persino doverosa dichiarazione di rifiuto totale da parte di atei e agnostici di continuare formalmente a far parte di un’organizzazione della quale non si condividono né ideologia né prassi, per giunta essendovi stati iscritti a nostra insaputa ben prima di aver raggiunto l’età della ragione); comunque erano sue opinioni legittime, che ovviamente non condividevo affatto, ma avendo chiarito con coerenza le mie ragioni ho comunque mantenuto con Pellizzetti un rapporto cordiale.
L’articolo che vi segnalo al link che segue è invece per me condivisibile in toto, anche nei toni sarcastici e durissimi, dato che la pazienza ha dei limiti e “non se ne può veramente più” di certe dichiarazioni assurde, farneticanti, forse indice di demenza senile incipiente ma anche estremamente aggressive (dietro i toni fintamente melliflui):
http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/12/15/chiesa-omosessuale-omofoba-di-ratzinger/447230/

enrico

@ Bruno etc etc

Il suo amico manco sa riportare correttamente una notizia, poichè con “copia e incolla” di pezzi del discorso del pontefice, ha stravolto le parole dette.

Mi complimento per la correttezza e la serietà.

Sandra

Non ha stravolto niente, questo è il brano originale di Ratzinger, parola per parola:

“Anche la struttura naturale del matrimonio va riconosciuta e promossa, quale unione fra un uomo e una donna, rispetto ai tentativi di renderla giuridicamente equivalente a forme radicalmente diverse di unione che, in realtà, la danneggiano e contribuiscono alla sua destabilizzazione, oscurando il suo carattere particolare e il suo insostituibile ruolo sociale.

Questi principi non sono verità di fede, né sono solo una derivazione del diritto alla libertà religiosa. Essi sono inscritti nella natura umana stessa, riconoscibili con la ragione, e quindi sono comuni a tutta l’umanità. L’azione della Chiesa nel promuoverli non ha dunque carattere confessionale, ma è rivolta a tutte le persone, prescindendo dalla loro affiliazione religiosa. Tale azione è tanto più necessaria quanto più questi principi vengono negati o mal compresi, perché ciò costituisce un’offesa contro la verità della persona umana, una ferita grave inflitta alla giustizia e alla pace.”

A me sembra chiarissimo. Sta parlando di matrimonio gay, e lo definisce una ferita ecc. Se non voleva dire questo, allora deve imparare a esprimersi meglio.

Semmai non è corretto affermare che il matrimonio esclusivamente eterosessuale sia comune a tutta l’umanità, e non sia una fissazione di certe religioni – cattolica e musulmana in testa – come vuol far credere Ratzinger, dato che il matrimonio tra omosessuali è celebrato da alcune chiese protestanti – luterane e valdesi – quindi cristiane.

Bruno Rapallo, apostata e ateo

La sua osservazione mi lascia sbalordito: voglia per cortesia precisare meglio in qual modo Pellizzetti abbia “… stravolto le parole dette …”, visto che si è limitato a riportare quanto dichiarato lapidariamente da B. XVI sullo specifico argomento del riconoscimento del matrimonio omosessuale in USA e in Inghilterra, come correttamente riportato da tutti i quotidiani italiani che a questo punto lei potrebbe accusare in blocco di scarsa serietà e di scorrettezza.
Tra l’altro Pellizzetti nel suo articolo ha collegato tramite link ipertestuale le precise parole di B.XVI ad altro articolo del “Fatto quotidiano”, che riporta per esteso tutte le frasi virgolettate sulle varie tematiche trattate da B. XVI nel medesimo messaggio per la “Giornata mondiale della pace”, per cui il lettore che volesse conoscere l’intero contesto del discorso di B.XVI non avrebbe nessuna difficoltà a documentarsi anche sulle frasi relative ad aborto ed eutanasia.
Il commento di Pellizzetti è riferito principalmente allo specifico argomento e alla frase insensata nella quale B.XVI afferma che il riconoscimento del matrimonio gay costituirebbe “una ferita grave inflitta alla giustizia e alla pace”, espressione che fa tanto pensare per analogia a qualche decennio fa, quando a proposito dello stupro i bigotti insinuavano che le donne “scostumate” “se lo fossero cercato”, indossando minigonne o altri abiti troppo succinti e “provocanti”. Similmente, se in un paese integralista cattolico o islamico o di qualsivoglia altra religione o ideologia politica intollerante alcune persone hanno gusti sessuali diversi dalla maggioranza dominante, questi “… ferirebbero la giustizia e la pace …” per cui, se li sbattono in galera a vita o magari li torturano e li ammazzano, tra le righe di una frase apparentemente asettica in realtà si fa balenare il concetto che “se la siano cercata”.

enrico

Allarmano i focolai di tensione e di contrapposizione causati da crescenti diseguaglianze fra ricchi e poveri, dal prevalere di una mentalità egoistica e individualista espressa anche da un capitalismo finanziario sregolato. Oltre a svariate forme di terrorismo e di criminalità internazionale, sono pericolosi per la pace quei fondamentalismi e quei fanatismi che stravolgono la vera natura della religione, chiamata a favorire la comunione e la riconciliazione tra gli uomini (…)

Via di realizzazione del bene comune e della pace è anzitutto il rispetto per la vita umana, considerata nella molteplicità dei suoi aspetti, a cominciare dal suo concepimento, nel suo svilupparsi, e sino alla sua fine naturale. Veri operatori di pace sono, allora, coloro che amano, difendono e promuovono la vita umana in tutte le sue dimensioni: personale, comunitaria e trascendente. La vita in pienezza è il vertice della pace. Chi vuole la pace non può tollerare attentati e delitti contro la vita.

Coloro che non apprezzano a sufficienza il valore della vita umana e, per conseguenza, sostengono per esempio la liberalizzazione dell’aborto, forse non si rendono conto che in tal modo propongono l’inseguimento di una pace illusoria. La fuga dalle responsabilità, che svilisce la persona umana, e tanto più l’uccisione di un essere inerme e innocente, non potranno mai produrre felicità o pace. Come si può, infatti, pensare di realizzare la pace, lo sviluppo integrale dei popoli o la stessa salvaguardia dell’ambiente, senza che sia tutelato il diritto alla vita dei più deboli, a cominciare dai nascituri?

Ogni lesione alla vita, specie nella sua origine, provoca inevitabilmente danni irreparabili allo sviluppo, alla pace, all’ambiente. Nemmeno è giusto codificare in maniera subdola falsi diritti o arbitrii, che, basati su una visione riduttiva e relativistica dell’essere umano e sull’abile utilizzo di espressioni ambigue, volte a favorire un preteso diritto all’aborto e all’eutanasia, minacciano il diritto fondamentale alla vita.

Anche la struttura naturale del matrimonio va riconosciuta e promossa, quale unione fra un uomo e una donna, rispetto ai tentativi di renderla giuridicamente equivalente a forme radicalmente diverse di unione che, in realtà, la danneggiano e contribuiscono alla sua destabilizzazione, oscurando il suo carattere particolare e il suo insostituibile ruolo sociale.

Questi principi non sono verità di fede, né sono solo una derivazione del diritto alla libertà religiosa. Essi sono inscritti nella natura umana stessa, riconoscibili con la ragione, e quindi sono comuni a tutta l’umanità. L’azione della Chiesa nel promuoverli non ha dunque carattere confessionale, ma è rivolta a tutte le persone, prescindendo dalla loro affiliazione religiosa. Tale azione è tanto più necessaria quanto più questi principi vengono negati o mal compresi, perché ciò costituisce un’offesa contro la verità della persona umana, una ferita grave inflitta alla giustizia e alla pace.

enrico

@ Bruno etc etc

Glielo spiego.
Il suo amico, e vedrò di spiegarlo pure a lui, ha tagliato la parte precedente dell’intervento, dove si parla di :

diseguaglianze fra ricchi e poveri,

mentalità egoistica e individualista espressa anche da un capitalismo finanziario sregolato

fondamentalismi e quei fanatismi che stravolgono la vera natura della religione

il rispetto per la vita umana, considerata nella molteplicità dei suoi aspetti, a cominciare dal suo concepimento

diritto all’aborto e all’eutanasia

Nell’articolo del suo amico sembra che si stia parlando del matrimonio omosessuale e basta e fra l’altro non di per se, come si evincerebbe dall’articolo, ma in contrapposizione al matrimonio tra un uomo ed una donna.

Non viene trattato solamente per se stesso infatti ma :

“Anche la struttura naturale del matrimonio va riconosciuta e promossa, quale unione fra un uomo e una donna, rispetto ai tentativi di renderla giuridicamente equivalente a forme radicalmente diverse di unione..(..)..oscurando il suo carattere particolare e il suo insostituibile ruolo sociale.”

Ovvero renedere equivalente la struttura del matrimonio tra un uomo ed una donna ad altre unioni che di fatto non costituisco la parte costitutiva di una società, a meno di non ritenere che un bambino non abbia bisogno di una figura paterna ed una meterna di riferimento, o che possa essere generato da qualcosa di diverso da un maschio ed una femmina.

enrico

@ Bruno etc etc

Beh, se lei non comprende che tagliuzzare qui e la un discorso, prendere parte di esso, eliminare il confronto con il matrimonio tra un uomo ed una donna che è il significato dell’intervento, e poi appiccicarsi la conclusione finale di tutto il ragionamento sia stravolgere il pensiero di qualcuno…

E’ un suo problema.

gmd85

@Enrico

h ttp://www.vatican.va/holy_father/benedict_xvi/messages/peace/documents/hf_ben-xvi_mes_20121208_xlvi-world-day-peace_it.html

Il testo integrale è qui. le porcate sparate dal pontefice sono ben chiare. Avevo già espresso il dubbio che tu e i tuoi compagni di merenda foste in grado di coglierle e ne hai dato conferma. Complimenti per non esserti smentito.

Sandra

enrico,
anche a voler considerare la lista intera, resta che per Ratzinger il matrimonio gay è una ferita ecc. L’omofobia ratzingeriana si traduce in molto più di una ferita per i gay, e non certo simbolica.

E poi perché mai, visto che le chiese luterana danese, svedese e islandese (per tacere le altre) benedicono le nozze gay nei loro templi? Loro non fanno parte dell’umanità?
Praticamente con una frase è riuscito a offendere più di una categoria, bravo Ratzi.

enrico

@ Sandra

Il Papa dice semplicemente una cosa ragionevole.
Quale complementarietà dell’uomo si estrinseca in un matrimonio omosessuale? Quale base fondante della società? Non ha forse un bambino diritto almeno potenzialmente di una figura paterna ed una materna di riferimento?
Si vuole riconoscere le unioni omosessuali..ok, ma non equipararle al matrimonio naturale che è intrinsecamente una cosa diversa.

Poi non vedo perchè mai la Chiesa dovrebbe correre dietro agli errori luterani o alle mode del momento.

Sandra

enrico
la complementarietà anatomica non è solo condizione non sufficiente per un matrimonio riuscito, ma nemmeno condizione necessaria: l’amore è un sentimento dalle tante sfumature che unisce le persone altrettanto policromatiche, l’esclusiva maschio-femmina è per le prese di corrente.

Un bambino ha diritto a crescere amato, in un ambiente di serenità, maturità equilibrio degli adulti che si prendono cura di lui. E non mi sembra proprio che la Chiesa cattolica possa dare lezioni visto il suo poco credibile impegno: recentemente la CEI non ha inserito l’obbligo di denuncia per abusi su minori, mentre ho letto che nella legge ugandese c’è l’obbligo di denuncia entro le 24 ore per casi di omosessualità: quando i cattolici vogliono mettere freno a qualcosa a cui tengono davvero, non li si ferma. Ed è ancora più vergognoso quando pretendono di dire quello che è giusto.
Essere genitori in gamba non è questione né di sesso né di orientamento sessuale. Un bambino ha diritto ad avere persone di riferimento su cui possa contare, due brave persone che lo amano e si curano al meglio del suo benessere. Esigenze che molti genitori “classici” hanno tradito.
E se il matrimonio è unione tra persone, e non tra presa e spina, non c’è motivo di escludere una qualsiasi coppia di persone.

La Chiesa non deve correre dietro a nessuno, ma almeno rispettare le opinioni degli altri che possono avere principi diversi senza per questo mancare di umanità: le chiese protestanti del nord europa hanno un’altra opinione, ma Ratzinger non ha alcun diritto di giudicarle sull’ “umanità”, e meno ancora dato che si parla di bambini: dovrebbe avere la decenza di tacere.
Evidentemente la visione di società cattolica è molto più vicina a quella degli islamici. Ratzinger vuole raggiungere Morsi?

Alex

Enrico la “complementarietà” che dovrebbe esserci in un matrimonio è qualcosa che va al di la della compatibilità anatomica. Quello che in un matrimonio conta è l’amore tra i patner. Ma certo per qualcuno che pensa che il partner serva solo come mezzo di riproduzione l’amore può essere un concetto estraneo . E la base fondante della società penso siano le famiglie di qualunque tipo siano. Il bambino a mio parere ha diritto ad avere una famiglia che lo ama. Il fatto che la famiglia sia composta da maschio+femmina non ha alcuna importanza.
La tua chiesa non deve correre dietro a niente, nessuno qui lo pretende ma non deve assolutamente permettersi di offendere dicendo che il matrimonio omosessuale è un’offesa contro la verità della persona umana, una ferita grave inflitta alla giustizia e alla pace. Le sue disgustose parole piene di veleno sono un’offesa all’umanità alla giustizia e alla pace.

gmd85

@Enrico

Di porcate non ne vedo nemmeno l’ombra.

Questo è il problema.

enrico

“ma Ratzinger non ha alcun diritto di giudicarle sull’ “umanità”, e meno ancora dato che si parla di bambini: dovrebbe avere la decenza di tacere.”

Di grazia, perchè la sua opinione signora Sandra ha valore mentre quella di altri, segnatamente Ratzinger non l’avrebbe.
Lei dice due persone, e visto che vogliamo stravolgere il dato che un bambino nasca da un maschio e una femmina, mi chiedo su quale base lei proponga solo due persone.
Perchè non tre quattro o più.
Si vede che non ha alcuna importanza che un bambino cresca con una figura paterna ed una materna di riferimento.
Se vogliamo stravolgere le cose a questo punto..stravolgiamo pure che debbano essere due persone…

Kaworu

certi farmaci non van sospesi così di botto però, dovrebbero seguirti meglio

Paul Manoni

Ma ancora esiste lui!? 😯
Cos’è hanno aperto i cancelli degli OPG ieri!?!? 😯

Athea

Visto che molti cadono dalle nuvole,
*completerei il titolo dell’articolo con: “dopo aver ricevuto ufficialmente in data 7.12.2012 Amama Mbabazi Primo Ministro ugandese e collega del movimento per la resistenza di Rebecca Kadaga”.

Che fermento! Chi manca ancora per sugellare con la benedizione papale la “kill the gay bill” voluta dal Presidente David Bahati (altro collega di Kadaga e Mbabazi)? L’azzeccagarbugli evangelico, nonchè avvocato di fiducia del Parlamento ugandese, signor Scott Lively?

Scusate ma il link è d’obbligo, a futura memoria; se viene cancellato ne ho copia p-screenata. http://www.defendthefamily.com/pfrc/newsarchives.php?id=3261726

Athea

Con tanto di scambio di doni (l’incontro col Primo Ministro)

MASSIMO

E’ evidente che i leader delle tre grandi religioni monoteiste (cristianesimo, islamismo ed ebraismo) sono molto amici di dittatori fascisti e che essi stessi propugnano idee di stampo fascista.
In realtà queste tre religioni hanno un DNA comune. Ed è da questo DNA che sono nati tutti i fascismi della terra.

fab

Conservateci il bavarese a lungo: come mostra lui il vero grugno della chiesa non lo mostra nessuno.

spapicchio

Solo che i cattolici non vedono e non considerano i loro attentati e le loro attività lesive della vita, né i loro peccati contro la vita, specie nella sua ori­gi­ne, e pro­vo­cano ine­vi­ta­bil­men­te danni ir­re­pa­ra­bi­li allo svi­lup­po alla pace, all’am­bien­te, alla società civile.

E’ l’ avverione della CCAR alle convivenze gay che di­ven­ta­ una ingerenza offensiva contro la verità della per­so­na umana e contro la sua facoltà di autodeterminazione consapevole, e “una ferita grave in­flit­ta alla giu­sti­zia e alla pace”.

La verità della persona umana è quella espressa dal soggetto-persona stesso non quella preimposta e dettata dalla CCAR.

spapicchio

E’ l’avversione pregiudiziale e preconcetta della CCAR al riconoscimento formale delle convivenze o e dei matrimoni gay che di­ven­ta­ una ingerenza offensiva contro la verità della per­so­na umana e contro la sua facoltà di autodeterminazione consapevole, e “una ferita grave in­flit­ta alla giu­sti­zia e alla pace”.

mauricevi

Di “scemenze ne ho sentite dire tante dai signori del clero, ma quando ho sentito l’espressione che “i matrimoni gay sono una ferita grave alla giustizia e alla pace” ritengo che con questo si sia superato ogni limite.

Con queste affermazioni, la chiesa dimostra pienamente il suo atteggiamento omofobo incrementando e, ancora più grave, “giustificando” l’odio e l’intolleranza verso i gay.

Questi signori del clero che si ergono come paladini dell’amore verso il prossimo, della tolleranza e del rispetto di tutti, in verità fomentano disprezzo verso chi la pensa diversamente da loro.

Quale occasione migliore del “natale” poteva scegliere il signore che si borda di pelliccia d’ermellino bianco per diffondere la sua ennesima “perla di verità” ?

Liperlì

Il Papa ha detto che l’omosessualità è contro la persona? Praticamente ha detto la stessa cosa che una parte delle femministe dice contro la prostituzione, eppure spesso è una forma di sessualità tra adulti consenzienti anche la prostituzione, come mai non vi scagliate contro quel tipo di femministe con la stessa foga con la quale vi scagliate contro la Chiesa? Perchè invece che difendere la sola omosessualità non vi battete in difesa della dignità di qualsiasi forma di rapporto sessuale tra persone consenzienti? Per quel che riguarda i gay…… caso strano, sono sessant’anni che ci parlano dell’olocausto degli ebrei ma degli omosessuali morti nei lager come mai che le persone che si dicono antifasciste non ne parlano quasi mai? Evidentemente alla sinistra degli omosessuali morti nei lager importa meno che degli ebrei, magari anche i parenti degli ebrei morti sono omofobi anche loro e non vogliono che i nomi dei loro parenti uccisi siano ricordati accanto al nome di qualche omosessuale. E degli omosessuali morti nei Gulag staliniani al tempo delle purghe perchè non se ne parla mai? Perchè non si dice quanti erano? Silenzio assoluto! E dei campi di lavoro cubani per correggere i maricones(omosessuali) voluti fermamente da quel “macho” di Che Guevara come mai nessuno ne parla? Silenzio anche lì. Lo sapete che per Salvador Allende che a quanto pare era pure psichiatra gli omosessuali erano dei malati da curare con l’elettroshock? Altro che Paola Binetti!

Priapus

Ma lo troviamo uno davvero bravo che possa curare lui ed i suoi cardinali?
Non dimentichiamo neanche i vari enrichi e giuseppi.

antoniadess

chiamare il papa (e coloro che lo sostengono e condividono) TALEBANO mi sembra pittosto appropriato! sono sempre più indignata e preoccupata di tanto integralismo 🙁
se questa è la pace, che sarà mai la guerra? laicità è convivenza PACIFICA delle differenze, discriminazione assolutismi e dogmi sono il contrario

MassimoP

Un paese arretratissimo – e, insieme, a maggioranza cristiana – che sia degno degli splendori nazisti di Iran e Sudan. Era proprio quello che mancava a Ratzinger – così imparano, questi islamici miscredenti! Credevano di potersi vantare di impiccare i f.r.oci solo loro? Che presuntuosi!
(In ogni modo, l’Uganda ha troppo bisogno di aiuti esterni per restare sorda alle pressioni internazionali che la spingono verso il mondo contemporaneo: i suoi governanti, anche i più retrivi e forsennati, dovranno per fortuna scendere a patti col XXI secolo e andarci un po’ più piano con simili derive – cosa che prima o poi, toccherà anche all’ultimo monarca assoluto sopravvissuto in Occidente al Medioevo: il papa).

Commenti chiusi.