Archivi Mensili: luglio 2013

La laicità anti-atea di Francesco

Il papa è tornato dalla sua tournée in Brasile per la giornata mondiale della gioventù, occasione che i media hanno seguito in maniera spesso ossessiva e idolatrante. Ogni gesto di Francesco è stato esaltato, nel clima di papolatria imperante: mentre sale in aereo con il bagaglio a mano, nelle favelas, quando beve il mate offerto da un fedele. Tra i tanti gesti e dichiarazioni, ha accennato anche di laicità. E pure le parole del papa sono state dipinte come un’apertura… Leggi tutto »

A sua immagine: l’antiteismo individuale e l’Uaar

Lo spazio dedicato alla religione dai mezzi di informazione non è poi granché. Papolatria a parte, ovviamente: ma, per l’appunto, si celebra l’uomo che sale sull’aereo con la propria borsa, mentre nel contempo si occultano le reiterate esternazioni di quello stesso uomo sull’esistenza del demonio e la sua incessante attività in favore del male. Si parla poco di religione, si parla ancora meno di laicità e non si parla per nulla di incredulità. Soprattutto, non si parla della forma organizzata… Leggi tutto »

La clericalata della settimana, n. 29: i parlamentari che sostengono la “moratoria etica”

Ogni settimana pubblichiamo una cartolina dedicata all’affermazione o all’atto più clericale della settimana compiuto da rappresentanti di istituzioni o di funzioni pubbliche. La redazione è cosciente che il compito di trovare la clericalata che merita il riconoscimento sarà una impresa ardua, visto l’alto numero di candidati, ma si impegna a fornire anche in questo caso un servizio all’altezza delle aspettative dei suoi lettori. Anzi, ringrazia in anticipo chi le segnalerà eventuali “perle”. Il primo premio di questa settimana è assegnato… Leggi tutto »

Nuovo numero de L’Ateo: “Medicina e religioni”

È in corso di di­stri­bu­zio­ne il quarto numero dell’anno del­la ri­vi­sta L’Ateo, il bi­me­stra­le dell’UAAR. I soci pos­so­no leg­ger­lo da subito sul sito, nell’area riservata. Il numero è intitolato Medicina e religioni e pre­sen­ta con­tri­bu­ti di Turchetto, D’Alpa, Rota, Flamigni, Carcano, Marullo, Hubert, Rizzo, Merenda, Cesarani e Mainardi, Bigliardi, Ugolini, Pestieau e Meeùs, Mauthner. La Re­da­zio­ne

Terzo comandamento: santifica le feste. Settimo non pervenuto

Qualche giorno fa, tra il serio e il faceto, avevamo commentato una statistica pubblicata su Friendly Atheist relativa a più di 210mila carcerati negli Usa, dalla quale emergeva come solo lo 0,07% si auto-identificasse come “ateo”. L’intento era ricordare come i non credenti, nonostante gli stereotipi che li dipingono come immorali, non siano molto propensi ai crimini. Un recente caso avvenuto a Roma mette in evidenza come a volte sia invece proprio la religione a creare, in alcuni casi, un sistema… Leggi tutto »

La manipolazione anti-atea di Studio Aperto

Nel clima di papolatria, intensificato dalla trasferta di Francesco in Brasile, capita persino di sentire che gli atei e gli agnostici hanno dato luogo a scontri di piazza. Studio Aperto, proprio ieri durante l’edizione delle 12:25 su Italia1, ha mandato in onda un servizio in cui sostiene che “nella confusione i manifestanti, facenti parte di associazioni atee e agnostiche, hanno iniziato le proteste e gli scontri con la polizia” davanti a Palácio da Guanabara a Rio de Janeiro, dove il… Leggi tutto »

L’educazione religiosa dei figli nelle coppie “miste”

Un recente caso inglese torna a far riflettere sui problemi educativi delle coppie miste. Spesso accade che persone con religioni differenti abbiano difficoltà a trovare un accordo, soprattutto per l’insegnamento religioso dei figli. La corte d’appello d’Inghilterra e Galles ha negato il diritto d’asilo a una donna della Malesia e a suo figlio di sei anni (denominato “C”). La donna, di origine sikh ma convertita al cattolicesimo da adulta, era andata in Gran Bretagna per stabilirvisi senza dirlo al marito,… Leggi tutto »