Archivi Mensili: settembre 2013

La clericalata della settimana, n. 38: Enrico Letta

Ogni settimana pubblichiamo una cartolina dedicata all’affermazione o all’atto più clericale della settimana compiuto da rappresentanti di istituzioni o di funzioni pubbliche. La redazione è cosciente che il compito di trovare la clericalata che merita il riconoscimento sarà una impresa ardua, visto l’alto numero di candidati, ma si impegna a fornire anche in questo caso un servizio all’altezza delle aspettative dei suoi lettori. Anzi, ringrazia in anticipo chi le segnalerà eventuali “perle”. Il primo posto questa settimana va al Presidente… Leggi tutto »

Ultimi arrivi alla Biblioteca Uaar

La Biblioteca Uaar, ubicata all’interno della sede nazionale dell’associazione, fa parte del Sistema Bibliotecario Nazionale e consiste di quasi 3.600 volumi di interesse laico-razionalista, in continuo aumento (l’elenco sintetico parziale è pubblicato sul nostro sito, e la catalogazione Opac Sbn è in corso). Anche durante il mese di settembre sono stati acquisiti al patrimonio librario ulteriori titoli. Ecco l’elenco di quelli che sono stati pubblicati negli ultimi mesi: AL-KHALILI JIM: La casa della saggezza. L’epoca d’oro della scienza araba (Bollati… Leggi tutto »

Se la scuola paritaria è più laica di quella pubblica

Una recente testimonianza arrivata al nostro servizio SOS Laicità merita di essere condivisa perché simbolica di quanto la laicità delle istituzioni sia ancora irrealizzata in molte parti del nostro paese. Una vicenda che ricorda l’episodio avvenuto in Malesia dove alunne non musulmane sono state costrette a mangiare in bagno per non “offendere” gli altri compagni che seguivano il digiuno del ramadan. Il nostro socio Nico ci scrive: È arrivato il momento di mandare il mio primo figlio a scuola materna… Leggi tutto »

La tragedia dei matrimoni in tenera età

Ancora oggi è diffusissima nei paesi in via di sviluppo la piaga dei matrimoni tra uomini adulti e bambine. Una pratica che risponde a logiche tribali, in cui prevale la cultura maschilista e patriarcale e che trova una forte giustificazione anche a livello religioso. Nei paesi in via di sviluppo si parla di una ragazza su sette che viene data in sposa prima del quindicesimo compleanno: soprattutto nell’Africa centrale e subsahariana, nella penisola indiana e in quella arabica. Le ricadute… Leggi tutto »

L’Unione degli Studenti risponde all’Uaar: “Mobilitazione anche per una scuola laica”

Non si è fatta attendere la risposta dell’Unione degli Studenti alla nostra lettera aperta. Ci potranno essere differenti valutazioni su come sostituire l’insegnamento della religione cattolica: storia delle religioni, etica laica, educazione civica o semplice estensione dei programmi delle attuali materie curricolari, che al loro interno possono trattare propriamente e laicamente i fenomeni religiosi. Ciò che è importante è affermare che sia giunta l’ora di abolirlo, per investire sulla crescita consapevole degli studenti e su una scuola all’avanguardia. Per questo… Leggi tutto »

Potenza, nuovo cimitero e vecchio clericalismo

Nella città di Potenza è ormai pronto un nuovo cimitero, ma anche questa circostanza diventa l’occasione per un’ostentazione di clericalismo da parte delle istituzioni. La giunta comunale ha deliberato che la struttura sarà intitolata a Giovanni Paolo II, come proposto da monsignor Agostino Superbo, vescovo di Potenza e presidente della conferenza episcopale della Basilicata. Lo ha annunciato il sindaco Vito Santarsiero, politico che ha militato nella Democrazia Cristiana, poi nel Partito Popolare, con la Margherita (diventando primo cittadino già nel… Leggi tutto »

Reddito, benessere e religiosità

Negli ultimi anni sono aumentati gli studi su religione e non credenza riguardanti diversi aspetti della vita. E spesso accade che contribuiscano a smentire, dati alla mano, luoghi comuni propagandati dagli apologeti della religione. Solitamente si crede che la religione sia un potente antidoto alla depressione e un buon ricostituente per l’autostima e la salute psicologica: ma anche questa idea risulta più difficile da sostenere quando si esce dal campo dell’aneddotica, quella per intenderci dei depressi “convertiti” che abbondano sulle riviste… Leggi tutto »