La clericalata della settimana, n. 34: Enrico Letta

Ogni settimana pubblichiamo una cartolina dedicata all’affermazione o all’atto più clericale della settimana compiuto da rappresentanti di istituzioni o di funzioni pubbliche. La redazione è cosciente che il compito di trovare la clericalata che merita il riconoscimento sarà una impresa ardua, visto l’alto numero di candidati, ma si impegna a fornire anche in questo caso un servizio all’altezza delle aspettative dei suoi lettori. Anzi, ringrazia in anticipo chi le segnalerà eventuali “perle”.

Il primo posto questa settimana va al premier Enrico Letta.

Il presidente del Consiglio, Enrico Letta, parlando della futura Service tax ha precisato che verranno completamente esentati gli enti no-profit «pesantemente penalizzati dall’IMU», ripristinando di fatto l’esenzione totale per la Chiesa come ai tempi dell’ICI

L’annuncio è stato fatto in conferenza stampa il 28 agosto, subito dopo il Consiglio dei ministri. Ricordiamo che l’IMU non era stata affatto penalizzante per gli enti no-profit. La tassa, introdotta dal governo Monti per evitare la sanzione della Commissione dell’UE, prevedeva l’esenzione solo per le porzioni di immobile destinate ad attività non commerciali, ma con la scusa che il calcolo della superficie di queste porzioni era complicato tutto era stato rimandato al 2014. Con la Service tax non sarà più necessario alcun calcolo: non pagheranno e basta.

Letta

Il secondo posto va alla Usl 16 di Padova che, scrive Il Corriere del Veneto, ha sottoscritto una convenzione con il Movimento per la Vita, in virtù della quale gli antiabortisti potranno attivare uno sportello di ascolto e girare per i reparti dell’ospedale.

Terzo posto per il consigliere di minoranza del comune di Ittiri (SS) Giacomo Zara che con un interrogazione ha chiesto al sindaco, Tonino Orani, di conoscere i motivi che lo hanno indotto a chiedere al parroco della chiesa di San Pietro in Vincoli di abbassare il volume del suono delle campane, richiesta che peraltro il parroco ha soddisfatto. Il sindaco ha precisato di aver ricevuto lamentele sul suono eccessivo da parte di alcuni cittadini.

Menzione speciale per il sindaco di Schiavon (VI) Mirella Cogo. Secondo quanto riportato dall’edizione veneta del Corriere della Sera, il sindaco Mirella Cogo ha auspicato che il nuovo segretario di Stato vaticano, l’arcivescovo Pietro Parolin originario proprio di Schiavon, vada a benedire il personale e gli uffici del Comune.

Altro riconoscimento fuori concorso, essendo non esattamente una clericalata ma sicuramente una “irrazionalata”, al sindaco di Sant’Omero (TE) Alberto Pompizi per aver chiamato una squadra di “ricercatori dei fenomeni paranormali” a indagare su lupi mannari e chiese costruite su templi pagani.

La redazione

Archiviato in: Generale, Notizie

157 commenti

Reiuky

In che mondo viviamo.

Dovremmo fare tutti come auspica DucaLamberti74 e andarcene tutti quanti in massa verso un paese più civilizzato.

DucaLamberti74

@Reiuky:

Guarda che il primo ad andarmene in un paese civile in caso di un eventuale licenziamento (sono a TI…quindi prima dovrebbero mettermi sul piatto almeno 12 mesi) da parte dalla mia azienda sarei proprio io….

Col cavolo che ritorno a fare lo stagista a progetto e sub-sub-appaltato !

Sempre ammesso che mi assumano visto che 80% degli annunci lavorativi nel mio settore lavorativo sono emerite pork@@e ed il candidato ideale ha max 30 anni e 10 anni di esperienza.

Cordiali Saluti, DucaLamberti74

P.S.: Per il discorso emigrazione chiedi anche consigli a firestarter..lui è emigrato (non ha mai detto dove nè a fare cosa) soltanto per sfuggire a Beppe Grillo 🙂 🙂

Reiuky

Lo stesso motivo per cui resto anche io. Non si lascia un lavoro a cuor leggero.

Eppure eri tu che ci hai inviato ad andarcene perché non ci piacevano delle leggi. Bene, adesso ti rendi conto che non è così facile.

DucaLamberti74

@Riekyu:

Forse non hai letto bene…

Io invitavo una coppia gay (che ne abbia le possibilità e scoppie gay con dei bei mezzi economici ce ne sono)… e credesse “sacrosanto” il diritto di adottare a procedere come segue:

#01) Emigrare in Svezia dove si possono adottare i bimbi da parte delle coppie gay.

#02) Una volta ottenuta adozione..rientrare in Italia.

#03) Svezia e Italia sono nella UE e quindi dovrebbe essere (ma posso sbagliarmi ma credo di no) che quanto è valido in un paese UE come stato di famiglia debba estendersi ad altre nazioni UE.

#04) Il sistema legislativo italiota andrebbe in corto-circuito.

Diciamo questo è un approccio da anni ’70…si ma gli anni 70′ del poliziottesco…per intenderci degno di un commissario Merli (quello spari, pugni e alfa giulia sfasciate 🙂 ) …pero’ avrebbe un suo dilettevole motivo.

Forse ti sei fatto prendere dall’ordalia comunistoide 🙂 …ed anche tu pensavi che io fossi un fascista cattolico 🙂 🙂 come gli altri tuo icompagn idi battaglia … ma ci mancherebeb che io inviti i gay ad emigrare.

Lasciare un lavoro a cuor leggero…eccerto che no anche perchè io prendo la stessa cifra in EUR di quello che prenderei in BPD nel Regno Unito … ed inotlre di casina mia sto pagando il mutuo…da un punto di vista economico a me non conviene.

Però ritornare a fare lo stagista in coccocazz o partita iva zanicchi ok la tariffa giornaliera è giusta (noi intaschiamo 500 a te ne diamo 150) …con tutto il rispetto parlando NO GRAZIE …in tal caso l’italietta degli italioti la manderei volentieri a quel tal paese.

DucaLamberti74

Reiuky

Quindi, invece di combattere per ottenere un diritto, proponi di andare all’estero, con tutto quello che ne consegue (adottare non è come comprare un souvenir, almeno lo spero) e poi tornare in italia?

Allora stessa cosa vale per l’aborto: se una donna vuole abortire, vada all’estero.

Stessa cosa per l’eutanasia: se una persona vuole accedere all’eutanasia vada all’estero dove è permessa.

Perché lottare per i diritti qui in italia? Meglio andare all’estero dove questi diritti sono riconosciuti.

Sandra

Proprio un consiglio di facile applicazione… lasciare due impieghi in Italia, trovarli in Svezia, starci un tot di anni, poi tornare in Italia (e perché mai, a quel punto?) e trovare di nuovo due impieghi… una cosa da nulla….

ANCIA LIBERA

potremmo anche cacciarli tutti a pdedate nel sedere anzichè andarcene noi che ne dici ?????

Reiuky

Non farmi rispondere, altrimenti sarei politicamente scorretto.

DucaLamberti74

@AnciaLibera:

Ed infatti ogni anno emigrano dall’Italia in 50.000…gente con laurea, esperienza e conoscenza…quindi il cacciare a pedate nel sedere chi ha voglia di lavorare e di fare…è un processo in atto.

Se invece intendevi che era mia intenzione cacciare i gay a pedate nel sedere…ti sbagli di grosso.

DucaLamberti74

gmd85

Oh, ma pensa un po’. Sono riusciti a evitarla di nuovo.

Girare per gli ospedali che vuol dire? Fare terrorismo psicologico?

Mi raccomando, che sena benedizione si lavora male, eh.

Attenti al lupo… livin’ together 😆

Kaworu

mi domando comunque come i torturatori psicologici si accordino con le leggi sulla privacy. io potrei essere in ospedale per qualsiasi ragione, come fanno questi a sapere che io sono lì per un’IVG?

FSMosconi

@Kaworu

Si potrebbero inventare gli obbiettori degli obiettori di coscienza. 😀
Cioè dei tipi che, ancora più subdolamente, stalkerano gli stalker delle pazienti utilizzando gli stessi metodi. Ma chissà perché ho l’impressione che verrebbero denunciati… questi non quelli intendo… 🙁 😉 ( 😉

gmd85

@Kaworu

Scherzi? Istituiranno un apposito reparto. Ghettizzazione e stigmatizzazione in pieno rispetto della labeling theory. Più efficace di così…

Enrico

Solitamente nei reparti di ginecologia ed ostretricia le abortente vengono tenute in una sezione particolare del reparto.Come nelle carceri vi è il reparto degli infami cosi negli ospedali le abortenti sono segregate.

Francesco S.

Credo che la redazione debba introdurre una moderazione seria, passino le madonne, superstizioni varie, tesi antiscientifiche. Ma quando si arriva a paragonare le donne che abortiscono agli infami dei carceri secondo me c’è un problema, sicuramente del tizio che esprime l’opinione ma ance del sistema. Si dovrebbero moderare simili opinioni perché rischiano di dare cattiva immagine dell’associazione per la risposta naturale che istigano nel laico medio.

Come condannare un ipotetico utente che paragoni Enrico ad un cilindro galleggiante di materia fecale? Il problema è che ad essere tollerante con gli intolleranti si finisce per farsi mettere i piedi in testa.

Enrico

Non è questione di triangoli rosso ma ad esempio vi chiedo perchè gli infami sono segregati dagli altri?

Reiuky

A me pare assurda l’affermazione di Enrico, perché se così fosse non avrebbero modo di ottimizzare i posti letto.

dysphoria_noctis

comunque Kaw, non so se dispiacermi del fatto che a Milano o Roma non ci sia uno speaker’s corner come a Londra… basterebbe mettere sul piedistallo Enrichiello, e per ogni minuto di suo delirio la chiesa accattolica perderebbe decine e decine di fedeli, secondo me 😀

Diocleziano

Enricogl…
Perché in galera conoscono bene la gente come te.

Kaworu

chissà perchè i cardiopatici sono segregati in un reparto apposito…

per non parlare delle donne con l’endometriosi, hanno ambulatori riservati addirittura.

gmd85

@Enrico

Sei una triste conferma, marcio.

Vai a farti f.ottere. Per quello che scrivi, che scriverai e per quello che dimostri di essere.

Che poi il reparto sia Ostetricia e Ginecologia e stop è irrilevante. Sezione particolare, come no 😆

@Reiuky

Lo è, lo è.

DucaLamberti74

@Enrico:

Mi dai la definizione di detenuto infame che viene tenuto da parte ?

Da quel che so io, ma è una legge “non scritta”, chi si macchia di violenza sessuale su una donna (o peggio su un bambino) viene isolato da parte degli altri detenuti …

Quindi per te chi commette violenza sessuale (compreso uno dei tuoi amici preti pedofili) è identico ad una donna che magari vuole abortire ed appunto ha subito lei una violenza sessuale ?

Secondo quindi la tua dottrina si ottiene:

* * * CARNEFICE == VITTIMA ?

Illuminaci quindi sulla filosofia della dottrina cattolica che dovrebbe essere (a detta vostra) piena di bontà ed amore

DucaLamberti74

Engy

@Enrico,
negli ospedali pubblici che conosco io (non conosco quelli privati) le donne che hanno abortito sono separate da quelle che hanno partorito semplicemente per una elementare questione di umanità e di delicatezza.
E meno male che è così. Quando non è così per questioni organizzative, mancanza di letti, il disagio è evidente, da entrambe le parti.
Non c’è alcuna volontà di segregazione e non sono considerate delle infami.
Mi sembra un paragone assurdo (ammesso che nelle carceri ci sia un reparto “infami”) e inutilmente provocatorio.

gmd85

@E.ng.y

Ah, ma Enrico è così. Tanto da farmi concordare conte, una volta tanto.

Enrico

*Ducalamberti

Perchè nei privati si può abortire?

Comunque le abortenti sono tenute solitamente separate dalle altre.

*Engy

Si esistono sezioni per infami.

Reiuky

Cioè, ragazzi, questo sta scambiando un atto di empatia per una segregazione di infami. Capisco che un essere del genere faccia molto ridere, ma abbiate pietà della sua disgrazia e non rispondetegli.

DucaLamberti74

@Enrico:

Negli ospedali privati che io sappia se non sono di ispirazione cattolica ci può essere anche la clinica per l’aborto…di sicuro c’è in Svizzera.

Per cui se mai si abolisse l’aborto in Italia (io vi suggerisco di provare con un bel referendum abrogativo se avete le p@@@e) appunto potranno abortire in Svizzera solo chi ha disponibilità economica.

Del resto se lo fa una donna cattolica di abortire, poi va dal prete compiacente che la perdona dopo una “confessione privata” 🙂 …e la donna torna agli occhi del tuo amico dio candida e pulita…del resto se si è confessata ed il prete le ha dato l’assoluzione…

DucaLamberti74

Enrico

Sulla confessione delle persone dopo un aborto si documenti meglio solo determinati sacerdoti possono assolvere dal peccato di aborto.So documenti anche sull’aborto in strutture private.

Kaworu

non ho capito come questo soggetto possa accedere a documenti riservati di strutture sanitarie pubbliche o private

Reiuky

“…e chiese costruite su templi pagani.”

Se i cattolici non avessero distrutto delle opere d’arte per costruirci la loro [XXX], non avrebbero avuto questi problemi. No?

FSMosconi

Più che altro dovrebbe piuttosto cercarne una antica che NON sia stata costruita su un tempio pagano. Forse la cima non lo sa, ma non stiamo nell’Inghilterra gotico-baroccheggiante immaginata da Lovecraft*: qui i templi antichi non sono così rari… :roll:

*In particolare mi riferisco a quella narrata I topi nel muro

Diocleziano

Si dice che le quattro colonne di porfido sull’altare di s.ambrogio a Milano siano state tolte dal tempio di Giove: chissà che i bigottoni milanesi non abbiano pregato per tutti questi secoli per quello sporcaccione che si prendeva certe libertà con le squinzie di quaggiù! (nessuna allusione alle squinzie della Giudea). :mrgreen:

florasol

a Milano, San Babila è edificata su un tempio di Ercole.

Enrico

Colgo l’occasione per ribadire il mio plauso a quell’ASL veneta che consente al movimento per la vita di ammonire le donne per il tremendo ed osceno atto da loro compiuto.

gmd85

E rieccoti, puntuale come un’emorroide in periodo di stipsi.

Colgo l’occasione per mandarti dove puoi ben immaginare.

E colgo l’occasione per dire agli altri di lasciarlo perdere.

Kaworu

s’è perso tutta la discussione su uno dei suoi argomenti preferiti (omosessualità), ora poverino deve rifarsi su un altro argomento che gli piace molto (libertà delle donne di disporre del proprio corpo).

concordo con l’invito a lasciarlo perdere, esseri così ributtanti meritano l’oblio e di essere ignorati dalla società civile.

Enrico

4 La moglie non ha potestà sul proprio corpo, ma il marito; nello stesso modo anche il marito non ha potestà sul proprio corpo, ma la moglie.Corinzi 1 7,4

Non ritiene ciò valido anche per un laico?

Francesco S.

Sa essere più schifoso di quelli del MPV, almeno quelli hanno detto che parleranno con chi vuole ascoltare, lui invece parla di ammonimento alle donne, tipo terrore psicologico.

Voglio vedere se ci prova ad entrare in un ospedale e provare una simile cosa in presenza del compagno della poveretta.

Sovrolando che trovo assolutamente sbagliato far circolare personale non medico per le strutture e farlo avvicinare ai pazienti senza loro formale autorizzazione.

Enrico

Il fatto stesso che si paragoni un compagno al marito mostra una mancanza di moralità estrema.il marito è un quello che si definisce una persona responsabile ovvero un uomo, il compagno come lo definirebbe?

Francesco S.

Mio caro burlone il compagno lo riconosci subito: è quello che ti mena se ti avvicini alla compagna nel letto d’ospedale per “ammonirla”.

DucaLamberti74

@Enrico.

E rivediamo questa lettera ai corinzi … che poi scusami tanto … dovrebbe valere soltanto per i corinzi…mica per tutti 🙂

Non mi sembra che nelle sacre scritture quando c’è lettera a $popolazione$ sia scritto bene in modo chiaro che … debba estendersi a tutti… altrimenti si sarebbe dovuta intitolare:

* * * Lettera ai corinzi ed a tutti quanti nessuno escluso * * *

Dico forse male ?

Ma torniamo a quanto detto ai corinzi ed ammettiamolo valido per tutti:
——
La moglie non ha potestà sul proprio corpo, ma il marito; nello stesso modo anche il marito non ha potestà sul proprio corpo, ma la moglie.
——

Quindi se il marito propone di fare consumare un rapporto sessuale alla moglie con un altro uomo più prestante e “potente” di lui … e la moglie accosente … secondo le sacre scritture tale triangolo è lecito o dico bene ?

No perchè … semmai dovesse capitarmi (indovina un po’ io che ruolo farei 🙂 ) … quando andrò innanzi al tuo dio … mi gioco il jolly:

* * * La lettera ai corinzi * * *

Dico bene Enrico….o dico male ?

DucaLamberti74

Kaworu

dai, non dargli l’attenzione che nel mondo reale non riceve e che qui cerca spasmodicamente…

non merita e fa affermazioni ributtanti (che peggioreranni, ovviamente, alla ricerca della suddetta attenzione)

Francesco S.

@Kaworu

Hai ragione Kaworu, ma mi volevo togliere un sassolino, riguardo al paragone delle donne che abortiscono agli infami, perché quel commento è in approvazione. Anche i razionalisti si arrabbiano 😆

Enrico

Primo perchè il compagno ovvero un estraneo è li vicino al letto?

Secondo il fatto stesso di essere compagno e nn marito mostra molto.

Reiuky

Mi chiedo se enrico eviti di mangiare carne di maiale, gamberi e di indossare abiti di diverso tessuto.

Ma, forse, è meglio restare con il dubbio.

Francesco S.

@Kaworu

Ritengo che la redazione sbagli a tollerarlo, gli fa solo del male, poiché se non è un burlone è una persona disturbata.

Kaworu

@francesco

io sono d’accordo e sono per una migliore diffusione del servizio psichiatrico nelle città italiane, i cps esistono… basta sfruttarli, anziché accendere il pc.

dipende dalla mo de razione, comunque.

gmd85

Ma cristiddiotanghero, come è possibile che ne sia uscito un individuo così tarato?

Enrico

Guardate che sono normale ho la patente di guida una serie di attestati professionali ed ho avuto l’onore di servire la patria in armi.

Enrico

Sono cattolico quindi mangio carne, bevo vino e mangio gamberi, cavalli, asini, cervi, mucca,pecora e pesce.Mai mangiato cane o gatto ma non loritengo illecito moralmente.

Enrico

Mi chiedo perchè allora non organizzate voi UAAR ronde o come volete chiamarle per ribadire alle donne che è loro diritto abortire.

gmd85

Azzo, la patente di guida è un chiaro sintomo di normalità 😆
E gli attestati professionali ancora di più 😆

Ronde? Dev’essere retaggio. Il peggiore.

ribadire alle donne che è loro diritto abortire.

Già lo sanno. Il problema non è l’UAAR. Attieniti alle premesse. Anzi, chiudi, che tanto le boiate che dici le conosciamo già. Fai il favore.

Reiuky

Ricordiamo i signori utenti del forum che la tesi di laurea di Enrico, e di conseguenza tutti gli attestati da essa derivanti, vanno considerati nulli in quanto la tesi se l’è fatta scrivere.

gmd85

@Reiuky

Pure tu, però. adesso giù a pistolettare: io ho fatto così, io ho fatto colì. Non dargli il la 🙂

Enrico

Per tante abiòlitazioni basta la scuola superiore purchè non sia un inutile liceo.

Comunque lei può trarre le sue conclusioni la commissione di laurea l’ha pensata diversamente.

nightshade90

“Guardate che sono normale ho la patente di guida una serie di attestati professionali ed ho avuto l’onore di servire la patria in armi.”

l’avere una patente non è che ti renda una persona priva di psiucopatie, socipatie o anche solo atre psichiche.

gli attestati professionali sappiam o ben come te li sei procurati: come per ottenere la laurea ti sei dovuto far fare la tesi dal relatore compiacente (e chissà quanti esami per superarli hai dovuto trovarti il professore compiacente, se tanto mi dà tanto), difficilmente il seguito sarà stato di un tenore diverso.

per aver fatto il servizio militare non è necessario essere una persona normale, basta non avere tare fisiche rilevate dalla visita medica o tare psichiche evidenti. anzi, una certa socipatia caratterizzata da una certa tendenza alla violenza combinata con una cieca obbedienza agli “ordini superiori”, non importa quanto infami, è pure particolarmente conveniente in certi ambienti dell’esercito…..

nightshade90

la commissione di laurea non sapeva che la sua tesi era falsa ed invalida (in quanto fatta non da lei ma da altri), quindi già da questo può dedurre che, se l’avesse saputo, la commissione la laurea gliela avrebbero strappata davanti agli occhi e fatta ingoiare.
poi se tu frequenti una università contenente professori tanto compiacenti da fare la tesi al posto tuo, non soprende che la commissione di laurea sia tanto compiacente da far passare cani e porci. chi non ha l’onestà professionale di fare il proprio lavoro senza scorciatoie, per sè o per i propri protetti, non ha nemmeno quella per giudicarli senza cadere in compiacenze, favori od altro.

Enrico

*Nightsade90

Agli attacchi alla persona ed alle istituzioi no voglio nemmeno rispondere.
Comunque le ricordo che ai congeati per motivi psichici veniva ritirata la patente.

Diocleziano

E.
Già il fatto che per qualificarti ti attacchi al possesso di patente e aver fatto il militare la dice lunga sulla tua personalità. Io vedo solo una personalità fantozzianamente schizoide. Qui puoi raccontare tutte le baIIe che vuoi, tanto non ci sono riscontri; il diploma puoi anche averlo comprato in un politecnico svizzero senza frequenza (e senza studio). La tua ossessione religiosa e maniacale di bacchettone non lascia intravedere una vita normale, con relazioni interpersonali normali. Ti pare normale venir qui a citare passi della bibbia con tanto di numero e matricola? Secondo me sei lo scaccino di un seminario.

Sandra

Enrico,
se hai il coraggio delle tue opinioni e del giudizio di altri sul tuo equilibrio mentale, aggiungi il tuo cognome in modo che ti si possa identificare, che il tuo datore di lavoro, i tuoi vicini i tuoi conoscenti possano sapere cosa davvero pensi. Secondo me la patente te la tolgono…. se invece sei sicuro di no, firmati, tranq.

gmd85

Bene, per Enrico, tutti quelli che hanno studiato nei licei hanno perso tempo. Ipse dixit, signore e signori, rassegnatevi. Ma che cristo…

Comunque le ricordo che ai congeati per motivi psichici veniva ritirata la patente.

Come se le tare fossero tutte evidenti. 😆

nightshade90

“Agli attacchi alla persona ed alle istituzioi no voglio nemmeno rispondere.”

sei tu che hai tirato in ballo le argomentazioni “sono normale perchè ho fatto questo e quello”. rispondere sullo stesso argomento non è attacco alla persona ma semplicemente sbugiuardare argomentazioni fallaci basate sul nulla, geniaccio. per quanto riguarda le istituzioni, non ho paerlato delle istutuzioni in generale ma della TUA, dove tu stesso hai amesso che il tuo professore ha fatto la tesi al posto tuo, e che quindi è marcia (o comunque produce lauree illegittime ed illegali, perchè ottenute violando i criteri necessari per il loro ottenimento, tipo la produzione personale della tesi in quanto atta alla valutazione della capacità del laureando). non sono certo io quindi ad aver fatto degli “attacchi alle istituzioni”, ho solo evidenziato il marcio di un caso specifico da te stesso ammesso.

“Comunque le ricordo che ai congeati per motivi psichici veniva ritirata la patente”.

perchè ciò avvenga è innazitutto necessario che il soggetto abbia una tara psichica evidente (l’esercito al tempo della leva non è che faccesse numerose sedute e controlli approfonditi sulle reclute, bastava non essere completamente e palesemente fuori di cicco). ma la maggior parte delle persone con problemi psichici anche gravi (dai sociopatici ai paranoici ai bipolari od altro) non sono immediatamente riconoscibili a vista.
quindi, a meno che tu non abbia fatto un certo numero di sedute da uno psichiatra, la cosa non significa nulla.

e la petente veniva ritirata a quelli congedati, quindi con problemi psichici GRAVI ed EVIDENTI, ma alla maggior parte delle persone in cura psichiatrica la patente viene lasciata

FSMosconi

@gmd

Non so perché ma m’è venuta una cattivella fantasia: immaginati se in nome del suo enne Corinzi enne-enne Enrico si ritrova con una tal tipetta soprannominata appunto La Sposa che si vuol vendicare per avergli fatto decedere la figlia per un mancato aborto e il marito suicida di conseguenza?
Lo so lo so: ci manca la Yakuza, una lista, il kung-fu e le katane… però come “Lamia” non sarebbe male. 😉 😉 😉

Enrico

*Nightsade90

Lei ha fatto i tre giorni?Sà a quali trest erano tutti soggetti?Ricordo poi che ilcomanandante di corpo poteva poi disporre visite psichiatriche anche dopo l’arruolamento.

In merito alla patente si documenti anche su questo sito si è parlato di ciò.

Enrico

La lettera ai Corinzi era scritta a determinate persone ma poi diffusa in tutta la cristianità ed era tuttora attuale.

Leggete bene non è forse un inno all’amore inteso come dare e non avere?

Reiuky

1) non vuol dir niente
2) Se per te questo è amore, poretta quella che te se sposa.

FSMosconi

@Reiuky

Forse costui non ha capito il paradosso della moira, cioè il senso dell’immaginaria punizione:
è proprio in nome dell’identificazione corpo del marito-corpo della moglie che questa Black Mamba rediviva si appresterebbe a trapassarlo da parte a parte, visto che vendicherebbe il marito come avrebbe voluto e in nome del marito vendica la sua anche personale figlia defunta (sua proprietà nella concezione retrograda enrichesca).

E porca miseria devo spiegargli tutto io, qui? :roll: 😉 😀

nightshade90

tre giorni, nella ricerca di problemi psichiatrici, non vogliono dire assolutamente nulla, e questo è una cosa che QUALUNQUE psichiatra (o psicologo, perchè ci sono anche i problemi psicologici) ti può confermare. che sono diversi, ancor meno individuabili di quelli psicihiatrici, ma altrettanto pericolosi. la visita della leva serve solo a tener fuori i casi da manicomio o le persone palesemente instabili, nulla più. al limite in tal tempo si riesce a rilevare i casi più evidenti e pericolosi, ma solo se lo psichiatra ha il tempo di occuparsi degnamente di ogni paziente e non fa la visita con lo stesso spiritto del medico che mi fece l’esame della vista per la patente. che per la croncaca mi disse “lo leggi questo con l’occhio destro coperto? e questo col sinistro coperto? sì? bene promosso”. 10 secondi massimo.

e il comandante le verifiche ulteriori le richiede solo nel caso il soggetto manifesti, appunto, problemi evidenti (che quindi possa riconoscere anche lui), ed in genere se tali problemi non pregiudicavano le sue mansioni o la funzionalità della squadra se ne sbatteva altamente di richiedere ulteriori verifiche.

e vista la tua preparazione sui temi di cui fin’ora ti dichiari esperto, mi sa che sulla patente è meglio se il ripasso lo fai tu….

FSMosconi

@Enrico

Mi giunge nuova.
Mi giunge nuova che tu abbia un discrimine tra capire e non capire un testo: comunemente rimani fisso sul non.

Enrico

*Nightsade90

Lei sà tutto e dimostra da come risponde di non sapere nemmeno che test erano dati e poi mi dia una definizione scientifica di: caso da manicomio.
Si documenti meglio sugli aspetti legali di quanto scrive.

DucaLamberti74

@Enrico:

Scusami se è lettera ai Corinzi…è lettera ai corinzi e quindi solo per loro… Che sia poi estesa a tutti quanti è una tua personale interpretazione…

Se io crivo una lettera al sig.:

Enrico cattointegralista & moglie colf
Piazza della inquisizione spagnola 4
20666 Popolanago sul Membro (MB)

E’ una lettera indirizzata al sig. Enrico cattointegralista ed alla moglie colf … mica a tutti quanti coloro che abitano al palazzo del civico 4 e/o a tutti gli abitanti del ridente paesino di popolanago sul membro…o dico male ?

No perchè bisogna essere precisi nelle cose ed il tuo dio a volte è mooolto impreciso e per ogni sua parola di uansacra scrittura ci possono essere N interpretazioni.

Discorso diverso se invece le cose sono state ben definite ed in modo chiaro …se io scrivo all equipaggio dell’Enterprise NCC-1701/A rammentandogli che più volte hanno violato la prima direttiva …eccheccavolo è un ammonimento… ma la prima direttiva fa riferimento ad un regolamento più esteso.

Ma è ben chiaro che la prima direttiva dice (vabbè non sarò preciso al 100% ma la sintesi è questa):
* * * Non influire lo sviluppo di un pianeta prima che abbiano raggiunto la tecnologia a curvatura * * *

Scusami ma l’universo di Star Trek ha delle regole ben precise … anche se poi quelli dell’Enterprise fanno un po’ come c@@@o gli pare 🙂

E ritorniamo al discorso dei corinzi di appartenenza al corpo di marito e moglie … il messaggio mica parla di una esclusione di un possibile terzo (o quarto/quinto) soggetto presente nel rapporto di coppia … e quindi se il “possesso” dei corpi è un contratto vincolante solo tra marito e moglie ed entrambi sono consenzienti a cedere il corpo ad un altro soggetto…mica si viola questo punto della lettera ai corinzi (lo riprendiamo)
——
La moglie non ha potestà sul proprio corpo, ma il marito; nello stesso modo anche il marito non ha potestà sul proprio corpo, ma la moglie.
——

O forse dico male ?

Cioè se entrambi i due soggetti (Marito e Moglie) sono consapevoli di dare il proprio corpo e/o solo uno dei due ad un terzo soggetto … direi che la lettera ai Corinzi non viene violata…o dico male ?

DucaLamberti74

P.S.: Attendo ancora una risposta valida..anche se la questioneda me posta sembra chiara ed evidente.

nightshade90

“Lei sà tutto e dimostra da come risponde di non sapere nemmeno che test erano dati”
infatti ammetto che credevo si trattasse almeno di un paio di visite personali vere e proprie da uno psicologo, se non uno spichiatra. dopotutto persino gli psicologi, prima di poter lavorare, devono obbligatoriamente farsi un lungo periodo di viaite da uno piscologo. ora tu mi dici che si trattava solo di TEST? stai scherzando? e secondo te dei test sarebbero in grado di individuare diciamo anche solo la maggioranza deille persone affette da problemi mentali o psicologici? questo non fa che rafforzare ulteriormente la convizione che l’aver fatto la leva non grantisce in nulla e per nulla l’essere una persona “normale”. cavolo, con i test non becchi manco le psersone affette da paranoia psicologica o i depressi aspiranti sucidi, basta che questi mentano dando le risposte che si aspattano diano tutti e col cavolo che te te ne accorgia della cosa dai test. forse con i test becchi giusto giusto le persone affette da mancanza totale di empatia, ma solo perchè, anche volendo mentire, non saprebbero comunque associare un volto all’emozione espressa corretta….

“mi dia una definizione scientifica di: caso da manicomio”
TSO, ovvero i casi in cui scatta il trattamento sanitario obbligatorio.

Enrico

*Duca

i valori morali di una società ed in particolare di quella cristiana non cambiano nel tempo e Paolo oltretutto non suggeriva di compiere atti impuri come quelli che nella sua elucubrazione sosteneva.

*Nightsade90

Guardi che eventualmente uno cercava di passare per pazzo non sano.Veda le puntate di MASH e capirà.
Quindi lei è certo che cosi venivano individuati solo i casi acuti?

Enrico

*Duca

i valori morali di una società ed in particolare di quella cristiana non cambiano nel tempo e Paolo oltretutto non suggeriva di compiere atti impuri come quelli che nella sua elucubrazione sosteneva.

*Nightsade90

Guardi che eventualmente uno cercava di passare per pazzo non sano.Veda le puntate di MASH e capirà.
Quindi lei è certo che cosi venivano individuati solo i casi acuti?

Kaworu

@night

il test con tutta probabilità era l’MMPI-2, che non è che sia poi il top della gamma, se vogliamo dirla tutta.

anche perché tramite questo si proponevano (nell’esercito) di identificare gli omosessuali dalle risposte a domande tipo “ti piacciono i fiori?”.

ora come ora è ancora usato (eliminando appunto quella scala assolutamente idiota) ma non può prescindere da un discreto numero di colloqui.

basarsi solo sui risultati di uno o due test di personalità è più o meno come prescrivere un trapianto cardiaco sulla base del fatto che il paziente dice di sentire un doloretto al torace, senza averlo mai visto nella vita, mai visitato e senza saper nulla della sua storia passata.

Kaworu

comunque, il “nostro” sta come al solito ottenendo l’unica cosa che va cercando qui (che di certo non è la discussione): attenzione.

che poi sia negativa o positiva, come s’è visto poco importa.

Kaworu

(è ancora usato in ambito clinico, ovviamente. in ambito militare non ne ho idea)

DucaLamberti74

@Enrico:

Rimane sempre la incoerenza di base:

La lettera ai Corinti era indirizzata a loro …non è scritto da nessuna parte che debba estendersi a tutti quanti ?

Quindi i padri della tua chiesa hanno citato una serie di esperienze e pratiche sessuali da non fare…ma se marito e moglie sono d’accordosi è in contraddizione con la lettera ai corinti che assegna la proprietà dei corpi a marito e moglie…

Oppure nella lettera ai corinti è indicato in modo esplicitio un richiamo ad altri apostoli e/o altri insegnamenti ?

Inoltre il tuo amico gesù non ha mai negato la legge esistente del vecchio testamento e quindi se ti sei nutrito di carne di maiale ed hai mangiato crostacei…hai commesso un grave peccato come ti ha sottolineato un altro commento.

Insomma…l’universo di Star Trek (con tutti i suoi spin-off, fumetti, serie, prequel universi alrternativi ecc. ecc.) è molto più coerente della tua dottrina cattolica….Più parlate e più vedo incoerenze.

DucaLamberti74

DucaLamberti74

@Enrico:

Inno all’amore nel senso di dare ed avere…che dire io ho sempre inteso che l’amore è sia dare che avere…

Se poi intendi che qualcuno deve SOLO dare (immagino tu dirai la donna) ed un altro SOLO avere (immagino tu dirai l’uomo) non mi sembra un inno di fratellanza.

Se invece intendi la contabilità dare/avere del piacere fornito … quantificata nel numero di orgasmi fatti provare al proprio partner beh che dire … io penso allora di avere come saldo contabile un buon credito 🙂

DucaLamberti74

Enrico

Mai detto che l’uomo deve solo avere e mai dare un uomo innamorato responsabile soffre e dà anche lui.

Vedo che lei come molti frequentatori di questo sito ha il solito aberrante concetto egoistico della famiglia che le deve dare solo piacere.

Quellisui Corinzi e non sugli altri è solo una astrusa disquisizione, come quella su Gesù e la legge ebraica lo stesso Gesù che veniva rimproverato di non rispettare il sabato.

Reiuky

Enrico, lo abbiamo capito che tu sei umano solo perché il regno animale si scanza per non aver niente a che fare con te. Non è necessario ribadirlo.

fab

Allo stesso modo, ammonisco il compagno Enrico per il suo tremendo e osceno affronto alla civiltà. Peccato che in questo caso l’ammonimento sia meno efficace, in quanto non amministrato di persona.

Camer Lengo

Ti prego Enrichetto, continua a scrivere cattocazzate. Mi spezzi!!!
Le tue argute argomentazioni congiuntamente alle dotte citazioni di vangeli e improbabili lettere ai corinzi e ai tessalonicesi sono decisamente esilaranti. Torna in sacrestia.

Titti

Non è che basti essere il marito di qualcuna per trasformarlo nell’uomo ideale, basta vedere tutte le donne uccise dai propri mariti,

Kaworu

per certi esseri, i mariti hanno diritto di “tutto” sulle mogli e sui figli (anche una volta che questi raggiungono la maggiore età).

una delle ultime sparate di quest’essere, per esempio? che lo stupro all’interno del matrimonio non esiste.

valuta tu se val la pena interagire con certi esseri oppure no…
a me disgustano.

Titti

Lo stupro nel matrimonio non esiste, morta la moglie la si può rimpiazzare con la sorella di quest’ultima…lo strano mix di Enrico, a cavallo tra l’idea femminile dei Talebani e degli ebrei ultra-ortodossi, con un pizzico di cattolicesimo vecchio stampo…

Francesco S.

Il bello è che io ho usato il termine compagno senza pensarci, quando l’ho scritto intendevo proprio il marito, ma avrò usato il termine compagno perché in quel momento mi stavo concentrando sulla sfera emotiva e di comunanza di intenti.

Siccome è tarato c’ha costruito su il suo castello di pregiudizi.
Alla fine sono contento della scelta più o meno involontaria.

Engy

Enrico,
chiunque “ammonisca” nel senso che dici tu, io penso debba essere mandato a stendere. Anche perchè non è una mossa intelligente: chiunque dovesse ammonire me col ditino moralizzatore e paternalistico, otterrebbe l’effetto contrario.
Non conosco nessuno di movimenti per la vita. Personalmente non ci vedo niente di male nella loro presenza, se discreta e dialogante.
Non conoscendoli personalmente ma leggendo quanto vanno dicendo, non mi pare tu stia rendendo loro un buon servizio.

fab

Compagno Enrico, la tua trinità, se esistesse, sarebbe responsabile unica della stragrande maggioranza degli aborti, quelli spontanei. Mi aspetto quindi un tuo immediato e convinto biasimo nei suoi confronti.

FSMosconi

Non so voi, sarà che mi son goduto ieri Drag Me to Hell, ma certe volte penso ci vorrebbe una Lamia per certe uscite. E non mi riferisco solo ad Enrico…

gmd85

Beh, visto che parliamo di Raimi, andrebbe bene anche il demone Candariano 😆

FSMosconi

Naaaaaah: a quello puoi sopravvivere con una doppietta e un po’ di istinto. Con la Lamia devi sapere cosa ti ha preso, maledetto, restituito e (cosa più difficile) a chi affibbiare l’oggetto in questione sapendo di vivere poi per il resto dei tuoi giorni nel rimorso. Molto più sottile! 😉 😉 😉

Il vantaggio del bosco

Finché rimarrà cattolica l’ Italia sarà sempre il Bel Paese.
Non desidero il deserto spirituale per la nostra Nazione.

Tiziana

Leggo che il nuovo papa sta preparando una enciclica intitolata Beati i poveri.
dal che deduco che non ha nessuna intenzione di tirare le orecchie alal Cei perchè dia il dovuto (che poi sarebbe anche nei comandamenti che comunque come ogni cattolico dovrebeb sapere bene non appartengono alla loro religione). Invece continuano a rubare.

John

FSMosconi…
la riflessione che proponi è fra le più serie che ci possano essere, e va davvero al nucleo di qualunque discussione sulla chiesa…
Relativamente all’aiuto della chiesa ai poveri (che è anche il leitmotiv dell’attuale papa) si possono avere due tesi contrapposte:

tesi anticlericale: La povertà è uno stato che deve essere superato, invece la chiesa “valorizzerebbe” i poveri perché ha interesse a mantenere lo status quo di una fascia di povertà che è colonna portante del proprio sistema di potere.

tesi clericale: la povertà è un fattore endemico della nostra società, soprattutto a livello globale, almeno nel medio periodo (si può ipotizzare il suo superamento, come è avvenuto per altri fenormeni del passato come i servi della gleba, ma si parla di un arco di tempo che va oltre l’orizzonte di qualche generazione), dunque occorre prenderne atto come di un fenomeno persistente, ed è giusto incentrare la propria etica sull’aiuto al povero e anche sul riconoscimento del fatto che alcuni valori emergono più facilmente in condizioni di povertà.

Ciò di cui sono convinto, è che in entrambe le tesi ci sia del vero, e che la fallacia logica sia nel considerare una delle due come totalmente e unicamente vera.
(Mi si potrà obiettare che questa è un’ovvietà o la scoperta dell’acqua calda… io però invece vedo spesso un arroccarsi eccessivo nell’una o nell’altra posizione, e sono convinto che raggiungere un punto di vista realmente terzo e distaccato, e capace di mettere in discussione davvero tutto, non sia un’ovvietà).

gmd85

@John

Diciamo che la sintesi potrebbe essere: la povertà è uno status che dev’essere superato, ma che è reso endemico da forze economiche e politiche che sfruttano le le zone calde per perpetrare e mantenere il proprio status di ricchezza, creando squilibri sensibili.

E fra quelle forze, piaccia o meno, c’è anche la CCAR.

FSMosconi

@John

Discorso un po’ democristiano se permetti:
sono conscio dell’esistenza di fenomeni sociali endemici (per esempio l’esclusione del diverso, dell’altro da sé, è aimeh una di questi!) ma non per questo li ritengo da accettare proprio così perché non si può far nulla di immediato. Si starebbe allora dicendo che è meglio corrucciarsi senza voler davvero cambiare le cose!
I fenomeni endemici rimarrebbero comunque fenomeni e come tali sono modificabili: il fatto che il Per Auctoritatem sia stato destituito di valore ne è un esempio.
Inoltre non basta la consolazione dei valori come palliativo, dacché questi si possono scegliere, mentre un non abbiente se potesse non sceglierebbe certo di essere tale. Tanto varrebbe invece che tali “valori” (quali?) venissero insegnati indipendentemente dallo status economico-sociale. Ma ciò collimerebbe col fatto che chi predica la povertà o gode di lusso materiale o di lusso spirituale – vd. Furio Jesi per capire che intendo – e perciò rientra perfettamente in una situazione piuttosto strana. A maggior ragione che il mantenimento dello status quo sarebbe proprio coerente con la condizione di tali “pauperisti”. Con l’aggiunta che tali principi siano giusto citati e mai veramente insegnati.

FSMosconi

Si starebbe allora dicendo che è meglio corrucciarsi senza voler davvero cambiare le cose!

Dicevo che ieri mi son visto Drag Me to Hell. Ecco: per fare un paragone nemmeno troppo alla lontana, si starebbe perfettamente nella situazione della protagonista che sceglie di non dare un prestito a una vecchia la quale rischia la casa perché, a suo dire, costretta dal capo della banca il quale, altrimenti, gli avrebbe dato il posto da vice-direttore nonché dai familiari del fidanzato i quali, sempre a suo vedere, l’avrebbero accettata solo come tale. Quando invece ha sempre avuto una scelta visto che ciò non avrebbe comunque influito sulla sua vita personale.

RobertoV

Già Weber aveva indicato come per la chiesa cattolica valesse il criterio dei giusti bisogni, della giusta retribuzione, dove questo livello è posizionato molto in basso ed in passato non doveva neanche ricevere istruzione. Cioè alla chiesa interessa che vi sia una moltitudine di persone che abbiano il minimo per sopravvivere, ma niente di più, non è suo interesse elevarne la condizione.
Ovviamente questo non vale per una ristretta casta destinata a condurrre il popolo.
E come dal titolo di un convegno di qualche anno fa tenuto insieme agli ortodossi, i poveri sono la ricchezza della chiesa. Quindi una chiesa cattolica ha bisogno dei poveri, perchè questi risultano dipendenti da lei (un po’ come l’imperatore romano che manteneva una moltitudine di poveri romani). Perchè una crescita del benessere, porta ad una maggiore secolarizzazione ed autonomia dei fedeli e delle persone.

Tale papa, in un’intervista pubblicata recentemente in Germania (non so se sia arrivataa anche in Italia) si era definito un peronista: cioè un sostenitore di un populismo basato sui poveri per legittimare il proprio potere (e non demovratico).

Agnos

Il presidente del Consiglio, Enrico Letta, parlando della futura Service tax ha precisato che verranno completamente esentati gli enti no-profit .
Mi sembra che una cosa del genere possa essere ritenuta assolutamente illegale; mentre una tassa sulla proprietà potrebbe avere teoriche esenzioni se la proprietà non produce reddito, una tassa sui servizi connessi alla proprietà DEVE essere pagata da chi usufruisce di questi servizi, altrimenti gli altri pagheranno di più.
Non ricordo le motivazioni con cui l’Europa pretendeva che lo Stato italiano facesse pagare l’ICI alla Chiesa, ma sarebbe forse il caso di approfondire e di tentare di coinvolgere tutti nella discussione; infatti, a meno che non mi sia sfuggita solo a me, mi sembra che la grande stampa (ed anche quella media e piccola), telegiornali e giornali radiotutti, partiti tutti (M5S compreso) abbiano omesso o almeno minimizzato la notizia.

Terzo posto per … Giacomo Zara che … ha chiesto al sindaco…i motivi che lo hanno indotto a chiedere al parroco … abbassare il volume del suono delle campane, richiesta che peraltro il parroco ha soddisfatto.

La storia delle campane sembra senza soluzione, malgrado le leggi (ho letto quanto riporta in merito il sito UAAR).
Sono stato recentemente a Collazzone, piccolo (e molto carino) paesino vicino a Perugia, ospite di alcuni amici che lì vivono per buona parte dell’anno. Alle 6 di mattina (non era domenica, non era festivo) hanno iniziato a suonare le campane della chiesa, ovviamente svegliandomi; da quel momento ogni quarto d’ora le campane rompevano il … silenzio.
Me ne sono lamentato ironicamente con il mio ospite, che mi ha risposto che ai credenti non danno fastidio e quindi gli altri lo devono tollerare, sono affari loro.

gmd85

Oh, beh, meglio del paesino dove le fanno suonare anche di notte. Una sola protesta e guai a toccarle agli altri. Tutti di una certa eta, però. magari, anche un po’ sordi :lol.

Frank

Tragedia all’Uaar.

Ucciso l’autore dell’articolo: “Sì, questo è un parlamento più laico del precedente”.

Diocleziano

Può sempre ritrattare e dire che intendeva ‘laido’. 😎

whichgood

Almeno saranno già in ospedale. Se sento qualche commento di questi “semidei” nei corridoi degli ospedali o qualche insinuazione a una donna che va per abortire gli spacco il naso.

parolaio

Una cosa non l’ho capita, ma l’IMU è abolita per TUTTI gli immobili?
Mi pare strano, se così non è la tassa continua ad essere pagata per quelli non compresi nell’esenzione, e di ‘prime case’ mi pare che la CCAR ne abbia pochine.

Detto questo, ricordiamoci che fra gli enti no profit ci sono anche le fondazioni bancarie, le case del popolo e via dicendo.

Magari la lobby che difende questo tipo di esenzione non è ristretta alla chiesa cattolica.

Agnos

Infatti le lobby che difendono questo tipo di esenzione non sono ristrette alla chiesa cattolica.
Fondazioni bancarie, chiese, cliniche, case del popolo sicuramente godono dei servizi (illuminazione, rifiuti…) per cui tutti gli altri pagheranno la relativa tassa; se i soliti noti non la pagheranno, sarà ovvio che “gli onesti” dovranno pagare di più.
E con il numero di chiese, conventi, istituti religiosi e dipendenze varie che ci sono a Roma, saranno proprio i romani i più svantaggiati; chi può farlo lo segnali al sindaco Marino.
Per quanto riguarda l’esenzione IMU, pochissimi ne parlano :
http://www.giornalettismo.com/archives/1079883/imu-service-tax-arriva-lesenzione-per-la-chiesa/

Francesco S.

Non lo so ma una cosa è certa in italia manca la cultura di pagare le tasse come dovere civico.

Molti dicono che le tasse sono alte e allora si evade. Io dico che le tasse sono alte perchè si evade o elude.
Io concederei esenzioni solo alle ONLUS che sono una categoria particolare di non profit che hanno utilità sociale, tipo enti di ricerca, promozione della cultura e dell’arte, tutela dei diritti civili etc.

Diocleziano

Francesco S.

”…Molti dicono che le tasse sono alte e allora si evade. Io dico che le tasse sono alte perchè si evade o elude…”

Le due cose vanno di pari passo, il problema è che non c’è stato mai un governo che fin dall’inizio abbia fatto sul serio per far pagare a tutti le giuste tasse. È fuor di dubbio che oggi chi paga senza poter evadere, paga anche le tasse degli evasori: allora come dargli torto se cerca di aggiustare la sua situazione? Assistiamo adesso allo scatenarsi della GdF alla ricerca degli evasori, ma sono proprio evasori quelli che non pagano, mettiamo un 30%, dei loro ricavi, che all’incirca è quello che hanno evaso altri grazie al lassismo dello stato? Secondo me questa caccia al ladro porterà più danni che benefici perché io penso che la cosa giusta da fare è bloccare all’origine la possibilità di evadere, non raccogliere l’acqua perduta da un secchio pieno di buchi.

Engy

Francesco S.
Si però, onlus a parte sulle quali per quel che ne so ci sono anche delle ombre e dei profittatori, secondo me quello delle tasse è un problema che, personalmente, faticherei a risolvere.
Conosco piccoli commercianti (ma piccoli piccoli) che, se dovessero pagare le tasse, fare scontrini, ecc, perfettamente e sistematicamente – chiuderebbero e, con loro, magari quell’unico dipendente si troverebbe disoccupato. E ho detto una cosa strarisaputa del resto.
A volte penso che se tutti insieme, nello stesso momento, ci mettiamo a pagarle ste tasse e da quel momento le paghiamo sempre, forse si risolve la cosa. Ma sembra un miraggio (o una cretinata, mah …).
Impedire la possibilità di evasione all’origine, dici @Diocleziano.
Ma come, my dear :lol:?

Diocleziano

E n g y
Come? ma con la minaccia dell’inferno, mom petit chou! 😉

Francesco S.

Buon per questi commercianti che non ho mai frequentato i loro negozi, io lo scontrino lo pretendo anche quando entro in un bar a prendere un pacchetto di gomme da masticare. Sono meno intransigente con il contadino che vende in maniera più o meno ambulante e più o meno abusiva in mezzo la strada le patate, l’uva, i pomodori, da le mie parti esitono ancora, ma non faccio sconti a chi ha un esercizio definito. Non mi va di essere complice di un reato per quanto possibile.

claudio285

Comunque se ci fosse la clericalata international bisognerebbe darla ai polizia russa che ha disciolto con la forza una manifestazione non autorizzata dei PASTAFARIANI. Come i carabinieri quando hanno arrestato Pinocchio…

Giorgio Pozzo

Francesco S poco più su scriveva

trovo assolutamente sbagliato far circolare personale non medico per le strutture e farlo avvicinare ai pazienti senza loro formale autorizzazione

Sacrosanto.

Infatti, i volontari UAAR dell’AMNC del circolo di Torino NON possono contattare liberamente i pazienti, ma devono arrivare su chiamata. Ergo, convenzione o no, i volontari del MPV di Padova non dovrebbero e non devono avere alcun titolo per contattare i pazienti direttamente.

Il fatto poi che questi abbiano un tesserino di riconoscimento, non significa nulla: infatti, anche i nostri UAAR ce l’hanno (lo devono avere tutti i volontari, a prescindere. Viene rilasciato dall’URP). Anche per quanto riguarda l’assicurazione, non significa nulla: anche i nostri UAAR ce la devono avere, come tutti i volontari. Quello che preoccupa, è

1) che la notizia fornisca dei particolari irrilevanti come fossero invece una conquista legittima e sacrosanta del MPV (tutta propaganda bieca, che dimostra ancora una volta che la risonanza fornita a certe iniziative non è affatto la stessa fornita ad altre iniziative opposte). Siamo oppure no in presenza di discriminazione?
2) che questi del MPV si comportino effettivamente in modo corretto: all’URP nessuno ha voglia e tempo di fare il carabiniere, e la rassicurante dichiarazione del DG Brazzale mi fa -scusate- l’effetto della dolce Euchessina. Se e quando i volontari del MPV si comporteranno “male”, non sarà certo l’URP a doverlo segnalare. E Brazzale sarà sempre prontissimo a dire che non ne sapeva nulla. Fino a che questi del MPV manifestano e interferiscono con le donne al di fuori dell’ospedale, la cosa non tocca la ASL stessa. Ma se lo fanno all’interno, qualcuno potrà sempre dire che stanno facendo qualcosa per cui sono autorizzati: la frittata, una volta fatta, può sempre essere girata. Però, intanto le uova sono rotte.
3) che non si elenchino (anzi non se ne parli proprio) quali siano le altre associazioni alle quali è stata data una convenzione, e quanto questa sia analoga a quella del MPV, oppure ad associazioni laiche. Questo è un nodo fondamentale, per capire quanta discriminazione e quanto “bias” esista in questa situazione.
4) che parlino con parole roboanti di una miriade di iniziative come “ascolto, sostegno morale e psicologico”: per ascolto e sostegno morale, ba bene, è come l’AMNC UAAR, (e allora??), ma per quanto riguarda il sostegno psicologico, qui siamo nuovamente fuorilegge. Nessuno dei volontari UAAR, e nessun volontario qualunque, ergo neanche MPV, è legalmente autorizzato a dare sostegno psicologico in quanto nessun volontario è psicologo. Un sostegno psicologico può solo essere dato da un professionista certificato, non da un volontario. Ma scherziamo? Il volontario non può nemmeno toccare il paziente, figuriamoci se può agire come se fosse certificato a farlo. Ancora una volta, questi del MPV si tradiscono per quello che sono; e sono le loro stesse parole a tradirli: la frase “potremo salvare tanti bambini”, oltre che essere una distorsione indebita della realtà, populistica e propagandistica, stride e contrasta diametralmente con l’intento dichiarato di “offrire assitenza alle donne”.

Suggerirei agli amici di UAAR Padova, se non lo hanno già fatto, di scrivere o contattare l’URP di questa ASL per capire il fenomeno, che non è affatto da sottovalutare. Si presta ad essere un pericoloso precedente.

Scusate se questo sembra un po’ uno sfogo, ma in effetti lo è: per mettere su un sistema come i volontari AMNC di UAAR Torino ci abbiamo messo alcuni anni, soldi, energie e tempo, e non solo non abbiamo alcuna pubblicità, ma ci accade pure che molti ci mettano i bastoni tra le ruote. Grossi bastoni nelle nostre piccole e discriminate ruote. Fa piuttosto male vedere che quelli del MPV invece hanno vita facile e trovano la pappa pronta.

Kaworu

sai che una denuncia per abuso della professione da parte di quei cialtroni non è affatto male?

del resto è stato fatto con certi counselor…

Francesco S.

Spero che seguano le regole delle altre associazioni, ma ne dubito per esperienza.

Sono stato in ospedale una settimana e puntualmente entravano volontari e a me non è stato mai chiesto e un venerdì c’è stata pure una novena, io ero fortunato in quanto indisciplinato, nel senso che mi staccavo la flebo (cosa che avevo imparato per andare al bagno dopo aver scoperto di non riuscire ad usare il pappagallo) e uscivo. Ma c’erano persone con l’ictus che non potevano fare gli indisciplinati.

PS. Don’t try this at home – Non imitatemi togliendovi le flebo.

Sandra

L’articolo sul MPV termina così:
“Il Movimento fornisce supporto economico per 18 mesi, pannolini, latte, omogeneizzati e vestiario. Salviamo tanti bimbi».”

Da spanciarsi dalle risate… 18 mesi… hanno idea di quello che si spende DOPO? Altro che omogeneizzati (non indispensabili tra l’altro, credo di averne comprati due o tre), sai quanto mangia un adolescente? E quanto costa in tutto il resto… ma questo magari prima non lo si sa o non ce se ne rende ben conto. Che furfanti imbroglioni, i primi 18 mesi, pfui.

whichgood

Siamo alla solita propaganda e ancheper questa usano la solita CARITà PELOSA.
Nessuna donna determinata ad abortire cambierà idea per un anno e mezzo di pannolini e latte. E non è neanche quella economica la principale causa di aborto. Indovinate qual è?: LA DISINFORMAZIONE e mancanza di educazione sessuale. Perchè non sussidiano dei corsi di educazione sessuale a scuola questi creduloni del dio peloso?. Te lo dico io: perchè la massa ignorante è più facile da ingannare e più propensa a credere nei babbi natale.
Io avrei una proposta per questi moralisti di miei stivali: USINO I LORO PANNOLINI PER VESTIRE IL LORO DIO NELLE PROCESSIONI E CON IL LATTE POSSONO FAR PIANGERE LA STATUA DELLA SCHIAVA DI GALILEA CON DELLE BELLISSIME LACRIME BIANCHE, CHISSà CHE EFFETTO CHE FA !.

RobertoV

Uno studio del Censis dell’anno scorso indicava un costo medio per figlio di circa 750 €/mese. Una mia stima per i miei figli è di 500-600 €/mese, ma sono ancora in età scuola dell’obbligo ed i costi crescono con l’età.
Dovrebbero anche dire a quanto ammonta questo supporto economico perchè dalle cifre che avevo sentito si tratta di elemosina, cioè sono operazioni demagogiche che non risolvono il problema, in più se limitate ad un periodo temporale ristretto.
Indicano qual’è il concetto di vita di questi fondamentalisti: interessa solo la gravidanza, il farli nascere, poi il resto non interessa.

RobertoV

Ovviamente il costo di 500-600 €/mese è relativo ad ogni figlio.

Engy

Su questo tono non sono d’accordo, cara @Sandra.
Intanto perchè mi pare che un aborto mancato non sia poi tutta sta sconcezza.
E assodato il fatto che l’idea del plagio – almeno per me – non esiste, salvo casi eccezionalissimi che si limitano a confermare la regola.
Per esperienza poi ti posso garantire che 18 mesi di supporto economico, per quanto sia effettivamente poca cosa rispetto a una vita intera, rappresentano un discreto motivo di maggior ottimismo da parte di chi è spinto ad abortire per motivi economici.
In un anno e mezzo possono cambiare tante cose.
Come allo stesso modo le cose possono cambiare, imprevedibilmente, anche per chi sia sempre guidato da mentalità che pianificazione tutto e minuziosamente, che programma con estremo pragmatismo; anche costui o costei non può comunque conoscere cosa gli/le riserverà il futuro e quali problemi, sia di natura economica che di salute, potranno accadere.
Quindi, anche nel momento in cui i vari movimenti per la vita sono nostri “nemici”, non è comunque automatico che ogni loro iniziativa sia una stronzata o una cosa priva di (buon) senso.
E questa dei 18 mesi di aiuto economico a me non pare una stronzata.
Penso che ci si debba sforzare di essere veramente liberi, da pregiudiz/concetti soprattutto, ideologizzazione spinta e luoghi comuni.

Sandra

“assodato il fatto che l’idea del plagio – almeno per me – non esiste”

E’ assodato o solo per te? Una persona che vive un momento in cui non ha controllo della situazione, come per una gravidanza indesiderata, è l’oggetto ideale per il plagio. L’aiuto alla maternità va benissimo, ma sinceramente un paio di migliaia di euro sono ridicoli di fronte alla spesa complessiva – e limitandosi a casi di figli sani!- che un figlio comporta. E’ l’equivalente di un bonus bebé da assegnare ai redditi bassi. Ma che è una goccia nel mare. Mi faceva ridere l’immagine degli omogeneizzati, perché al di là del fatto che per i miei figli non ne ho fatto uso, ho confrontato mentalmente il carrello cibo per mio figlio quando aveva un anno (e mi preoccupavo che non mangiasse abbastanza) e quello di adesso (non faccio in tempo a riempire il frigo, i 4 cavalieri dell’apocalisse in uno).

Cos’è che può cambiare in 18 mesi, se hai problemi economici? Con un bimbo di un anno e mezzo che non va ancora all’asilo, per cui non puoi pagare una baby sitter, che si ammala ogni due per tre, una donna è la candidata ideale per l’assunzione. Sono molto richieste, le neomamme….. già.

Guarda, per come la vedo io, se una donna resta incinta senza volerlo, decide di abortire, affronta la trafila medico e consultorio, e poi si fa convincere da quelli del mpv per un anno di pannolini, non sarà un granché come mamma. Una donna yoyo (che in inglese si usa anche per definire un tontolone), lo voglio, non lo voglio più, ah forse non è così male lo tengo….

Sandra

“Come allo stesso modo le cose possono cambiare, imprevedibilmente, anche per chi sia sempre guidato da mentalità che pianificazione tutto e minuziosamente, che programma con estremo pragmatismo; anche costui o costei non può comunque conoscere cosa gli/le riserverà il futuro e quali problemi, sia di natura economica che di salute, potranno accadere.”

Certo, è per questo che si cerca di partire al meglio. Proprio perché un figlio può nascere non sano, può ammalarsi, può morire… si cerca di dargli almeno un inizio ideale, ossia il fatto di essere davvero voluto. Così come al meglio ci si sposa innamorati, o si sceglie un tipo di studio animati da passione o almeno un certo interesse, pur nella consapevolezza che l’entusiasmo iniziale può non reggere al tempo. Ma iniziare un matrimonio, un lavoro, le vacanze in compagnia…. con scarsa motivazione, è il peggiore degli scenari possibili, e tra adulti autosufficienti! Per la maternità si parla di un bambino che non lo sarà per moooolti anni (e ripeto, nel caso “sano”). Non è proprio il caso di iniziare senza convinzione profonda.

Engy

Sandra
libera (come me( di pensarla come vuoi.
L’unica cosa che veramente non capisco è la frequente irritazione di fronte a un aborto mancato e penso che se – parlando per assurdo – l’aiuto economico fosse garantito a vita e a fronte di tutte le spese, l’irritazione rimarrebbe.
Questa è la mia nitida impressione, forse sbagliata o forse no.
Su una cosa sono in disaccordo totale, perchè è la realtà che rompe prima o poi tutti i nostri begli schemi mentali, è la realtà che smentisce sistematicamente tutte le sentenze che sistematicamente ci ostiniamo a voler emettere, insieme alle etichette.
Nel caso che stiamo trattando – maternità subita o decisa – non poteva mancare dunque la sentenza del caso, nel punto in cui affermi che “…… se una donna resta incinta senza volerlo, decide di abortire, affronta la trafila medico e consultorio, e poi si fa convincere da quelli del mpv per un anno di pannolini, non sarà un granché come mamma….”
Conosco, così come conoscerai anche tu, umanità varia, fatta di genitori, di mamme ottime o pessime indipendentemente dal fatto di aver voluto e programmato la gravidanza o averla accettata con una certa rassegnazione non prima di aver meditato di abortire e magari facendosi consigliare da amici, fratelli o anche movimenti pro-vita.

Sandra

L’aiuto economico a vita, per assurdo – come giustamente fai notare, è solo una parte del compito. Non capisco se hai figli, se li hai saprai quanto è impegnativo in termini di tempo e di energia fisica, cose che non vengono coperte da questo ipotetico aiuto economico. Poi c’è, non meno importante!, l’aspetto psicologico, l’equilibrio, la maturità, la capacità di prendersi cura di un bambino. La superficialità nell’oscillare tra la decisione di un aborto e quella della maternità in base di un aiuto economico da niente o di quattro frasi memorizzate da un pinco pallino qualsiasi del mpv, scusa sai, tutta la comprensione umana, ma a me non sembra una buona premessa. A me sembra che per prendersi la responsabilità per altri, si debba essere consapevoli di sè. Non credo che una coppia che richiede l’adozione, con questo atteggiamento altalenante avrebbe possibilità di vedersi assegnare un bambino.

Engy

Sandra,
mi ero concentrata su quell’aiuto economico di 18 mesi, partendo da un dato che, se è vero, dice che una bella fetta di aborti – forse la maggior parte considerando le tante donne straniere oltretutto – viene richiesta per motivi economici e dicevo, essendone convinta, che mi pareva comunque una risposta interessante.
Quindi l’impossibilità di mantenere il figlio come causa principale, a quanto sembra e di lì sono partita.
A questo proposito:
http://milano.repubblica.it/cronaca/2011/04/22/news/un_aborto_su_tre_avviene_per_povert_e_il_pioniere_della_194_apre_ai_cattolici-15234927/
POi tanto ognuna di noi due rimarrà sulle sue convinzioni 🙂

Sandra

Ecco appunto, donne povere e straniere, isolate e quindi più fragili ( e che magari non si rendono conto di quanto verrà a costare, se vengono da paesi dove per i minori i costi di mantenimento sono irrisori). Una soluzione seria? Quella dove uno Stato investe con assegni familiari, asili nido, scuola, servizi, e dove guarda caso, pensa alla Francia o alla Svezia, la natalità è alta. E non certo grazie alla dotazione di pannolini, o alla presenza di volontari del mpv…. un pastrocchio mal fatto, una toppa peggiore del buco. Italia che tra l’altro non ha motivo di investire nei cittadini di domani dato che non ha idee o progetti per come impiegare i cittadini di oggi.

diego

gli antiabortisti oltre a fornire uno sportello di ascolto e girare per l’ospedale sono anche in grado di fornire alternative?? (Tipo adozione)
E se è in pericolo la vita della madre che fanno??

Kaworu

son domande retoriche?

(comunque l’adozione non è l’alternativa all’ivg, se una donna appunto non vuole portare avanti la gravidanza. e se vuol farlo e non ha i mezzi, molto più umano e logico sarebbe fornirla di tali mezzi, anziché farla diventare un’incubatrice)

Reiuky

Certo: sforna il figlio. Poi che fine fate voi due a noi che ce ne importa?

Sandra

Idea deterrente: andare con un bambinetto parecchio rognoso a rimorchio, tipo che si butta per terra e urla, o anche un adolescente, di quelli conciati, e portarsi davanti allo sportello mpv, dicendo “ecco guardate qui che risultato, e tutto per avervi dato retta! E con quello che mi è costato… ”. 😉

Kaworu

una pubblicità di preservativi era stata strutturata appunto così: giovanissimo papà va col figlioletto di 4 – 5 anni al supermercato. questo si mette a buttare a terra tutto, urlare e sbattersi per terra come un indemoniato, e il padre lo guarda con rassegnazione

Gérard

Queste persone sono ignobile . Nell’ incapacita di dare un motivo reale e serio a loro deliri a motivazione pseudo religiosa e “umana” questi decerebrati agrediscono con slogans anziche vere argomentazioni ( tipo quelli contro l’ adozione gay ” un bambino = un babbo e una mama ” .. ) .
Spinto dalla Chiesa cattolica, in Spagna viene attualmente riveduta la legge sull’ aborto da parte del governo di destra !
Questi reazionari fascisti non sono per niente interessati ai gravi problemi che recano alle donne quando poi nel loro paese, grazie al sistema capitalista iper-liberista che loro portano avanti
Ci sono 6 300 000 persone senza lavoro
Ci sono 2 500 000 bambini piccoli che hanno un solo pasto al giorno ( !!! ) ( Non è questo il vero infanticidio !! ? )
Quelli che non hanno la possibilita di pagare la mensa a loro bambini, li mandano con le pietanze da riscaldare . Pero nelle scuole, devono ormai pagare 3 Euros per riscaldare il loro povero pasto !!!
L’ inizio dell’ anno scolastico costa Euro 800 per ogni bambino ormai senza nessun aiuto dello stato !
Per accedere agli studi universitari, occore avere in media 5 su 10 in tutte le materie . Pero per avere un aiuto allo studio, bisogna avere almeno 6,5 …
Quando poi il tempo di attesa per poter essere operato era di 79 gg, ormai sta superando i 100 gg !!
I tempi di attesa per visite specializzate per malattie grave è attualmente meta 2014 !!
Ormai la maggiore parte degli giovani vede un saluto soltanto nell’ espatrio
Piu di 6 milioni di famiglie non hanno nessuno che ha un lavoro e vivono grazie ai nonni …

Pero tutti questi bambini che vivono un infanzia terribile non interessano i buoni cristiani ” A la Enrico ” i quali applaudiscono a
Rajoy e sono pronti a rivotarlo alla prossima occasione .

Engy

Gerard,
trovo però scorretto e offensivo e ingeneroso definire chi non la pensa come te “ignobile”, guidato da intenti o convinzioni “pseudo”-qualcosa, da intenzioni subdole e tornaconti loschi, “decerebrati”, ecc.
Triste vita quella di chi è guidato da questa mentalità, da questa astio.
Nel momento in cui tu dovessi fare qualsiasi tipo di volontariato non gradiresti sentirti definire in questo modo.
E di recente hai giustamente lamentato il pregiudizio, il razzismo e lo sfruttamento diffusi verso voi stranieri, clandestini o meno.
Non è che il razzismo riguardi un solo argomento eh …!
Ci sono valori non negoziabili, non solo per te, ci sono convinzioni autentiche, non solo per te.
Il ditino puntato, il moralismo feroce, quelli infastidiscono, ma fare di ogni erba un fascio, generalizzare sulla base delle proprie tendenze, senza approfondire, sparare sul mucchio non porta a niente.

Gérard

Engy

Non ho mai sentito una persona favorevole all’ aborto andare per convincere una donna a farlo . Però ci sono individui che si sentono investito di un potere oppure se vogliamo una missione, che vanno a avvelenare la vita di persone che non hanno chiesto niente a loro . Chiamare questo ” volontariato ” è una grave distorsione del significato di questa parole o perlomeno di cosa si intende sotto ” volontariato ” . Il mio pensiero non è guidata da qualsiasi rifiuto basato su un pre-concetto ideologico ma sulla constatazione che le religioni manipolano le coscienze, alienando cosi la loro liberta di spirito . Se non fosse cosi, non credo che ci sarebbero persone pervase di questo spirito ” missionario ” .
Metterei nello stesso ” pacco ” razzismo, pregiudizio, sfruttamento , e ” volontariato ” ( come lo chiami te !?) di stampo religioso .
Credimi : tutte queste belle anime perverse da voler salvare un embrio di poche settimane contro la volonta della donna, non andrano mai a sollevare la miseria dei bimbi già nati !!
Poi, in quanto riguarda Enrico, ho cercato una volta di discutere con lui degli asili nidi ma era piu facile discutere con le pietre che con lui …( Quando Berlino nel 1953, Budapest nel 1957, Praga nel 1968 furono invasi dagli tanks russi, ci furono tanti comunisti pro URSS che rifiutavano di guardare l’ evidenza in facia : acceccamento ideologico ) .
Mi aspettavo da te almeno due parole su quanto ho scritto sulla situazione in Spagna….(? )

Engy

Gerard,
se leggi il post che ho mandato a Sandra, ti renderai conto che le cose non sono MAI così schematiche come ci fa spesso comodo pensare, soprattutto per crearci il “nemico” cui attribuire tutti i mali del mondo; nemico che – manco a dirlo – è anche “un fascista reazionario”.
Hai fatto bene a citare Berlino, Budapest, Praga … Mio padre ad esempio era tra gli “accecati” di cui parli e approvava l’URSS incondizionatamente. Era un cretino? No di certo! ERa un essere abbietto? Neanche per sogno!
E da giovane andava (sempre mio padre, comunista ateo) insieme a tanti altri amici/compagni, la domenica mattina a vendere L’Unità porta a porta. Pensa che palle aho!
Comunque, pure loro, ateissimi e non obnubilati da credenze in un dio soprannaturale (ma evidentemente un dio terreno che era la loro chiesa-partito), si sentivano in dovere di diffondere il loro verbo.
Di sicuro avranno rotto i coglioni a molti e molti si saranno indispettiti.
Ma, per quanto io non approvi un tale modo di fare proseliti, secondo te erano tutti dei decerebrati, ottusi, invasati, irrispettosi e avvelenatori di vite di persone che non li avevano interpellati? Lo so, il paragone è calzante fino a un certo punto, però fino a quel punto lo è.
Mi sembra un po’ infantile, o al massimo adolescenziale, vedere il mondo in questa maniera assolutistica, manichea, dove tutto è bianco o nero, buoni o cattivi, onesti disonesti, di qua, di là, davanti o dietro, zero sfumature.
Ti aspettavi un mio commento sulla Spagna? Ebbene, hai fatto male ad aspettartelo 🙂 Ora no, la prossima volta. Dimmi però dove lo rintraccio questo tuo commento sulla Spagna, perchè non lo trovo.
Grazie, ciao 😀

faidate

Tutti coloro che oggi dipendono dal reperimento di risorse pubbliche per una dignitosa sopravvivenza dovrebbero ricordare a Letta che la cifra assoluta ricavata dall’8 per mille alla Chiesa cattolica è aumentata negli ultimi anni nonostante sia diminuito significativamente il numero di preti. Queste risorse potrebbero alleviare i problemi di disoccupati, cassintegrati e precari. Se questi ultimi continuano a genuflettersi invece che protestare, un po’ la loro condizione se la cercano.

Francesco S.

Ma si cambiasse almeno il modo di distribuirlo, tipo basarsi solo sulle scelte espresse, il resto se lo prenda lo stato di default per le proprie finanze.

benjamin l'@sino

Vorrei commentare, ma… blooobbbf!!!… non… burpf! ci riesco… barf!! devo correre a vomitare!

Gérard

Se non hai nessun argomento da proppore, non venir su questo blog per vomitare in pubblico…

marilena

ho letto l’articolo del corrriere del veneto dove si dice che altre dieci associazioni hanno avuto il permesso di entrare in ospedale, mi piacerebbe sapere quali sono e, magari proporre anche uaar per vedere cosa succede!

Commenti chiusi.