Archivi Mensili: febbraio 2014

Governo Renzi, la gestione dell’istruzione è iperclericale

Il premier Matteo Renzi sembra aver messo da parte il tema dei diritti civili, glissando sulla sua promessa delle civil partnernship (formulata quando era “solo” segretario Pd). Il nuovo governo ha ottenuto la fiducia da Pd, Ndc, Scelta Civica e dai Popolari per l’Italia (il gruppo capeggiato da Mario Mauro, uscito da Sc). E l’elenco dei ministri rispecchia i nuovi equilibri, soprattutto la necessità di un compromesso con il Nuovo centro destra e le componenti moderate. Anche sul tema dell’istruzione,… Leggi tutto »

Avanza la scienza “religiosamente corretta”

A febbraio la nostra associazione, per ricordarne la nascita, organizza ormai da una decina d’anni una serie di Darwin day. Tanti eventi, tra presentazioni di libri, conferenze, dibattiti, per valorizzare la cultura scientifica e in particolare il contributo dato dallo scienziato inglese alle nostra conoscenze. Senza però particolari pretese ideologiche: con approccio laico e con la collaborazione di studiosi seri. Visto che non si tratta di lezioncine volte a glorificare l’ateismo. Da qualche tempo, da parte cattolica, sono stati organizzati… Leggi tutto »

La clericalata della settimana, 8: Letta, Bonino, Alfano, Patroni Griffi, Napolitano, Boldrini, Grasso

Ogni settimana pubblichiamo una cartolina dedicata all’affermazione o all’atto più clericale della settimana compiuto da rappresentanti di istituzioni o di funzioni pubbliche. La redazione è cosciente che il compito di trovare la clericalata che merita il riconoscimento sarà una impresa ardua, visto l’alto numero di candidati, ma si impegna a fornire anche in questo caso un servizio all’altezza delle aspettative dei suoi lettori. Anzi, ringrazia in anticipo chi le segnalerà eventuali “perle”. La clericalata della settimana è delle autorità civili… Leggi tutto »

Il crocifisso negli edifici pubblici: un’esperienza personale

Daniele Pulvirenti, padre di tre figli, è non credente. Vive a Turbigo, piccolo paese al confine tra Lombardia e Piemonte praticamente immerso nel bosco del Ticino. Ha contattato l’Uaar e ha gentilmente acconsentito alla pubblicazione della sua esperienza delle ultime settimane. Circa un mese fa sul social network Facebook commentai un articolo del 2006 che raccontava di un imam di Segrate che si diceva pronto a portare avanti la sua battaglia anti infedele e chiamava a raccolta i suoi adepti…. Leggi tutto »

Governo Renzi: uno stile né nuovo né laico

Il rottamatore per eccellenza ha dunque formato il suo governo. Che, per quanto modificato, non si differenzia granché da quello precedente: una guida anagraficamente giovane, la stessa maggioranza, qualche tecnico, alcune presenze ingombranti. Matteo Renzi, nella sua funzione di presidente di Provincia prima, di sindaco poi, non si è segnalato per iniziative particolarmente significative. Può darsi che il suo sia un modo diverso di far politica ma, da buon laureato con una tesi sul sindaco di Firenze e servo di… Leggi tutto »

Annual Report UAAR 2013

Il nuovo annual report Uaar è allegato al numero 92 della rivista L’Ateo ed è disponibile sul nostro sito. Anche quest’anno abbiamo difeso i diritti di atei e agnostici e la laicità nella scuola e nelle istituzioni. Abbiamo lanciato la campagna “Viviamo bene senza D” in tutta Italia: da Torino a Ragusa, da Porcia (Pn) a Cagliari, per ribadire che nel nostro paese vivono dieci milioni di non credenti e c’è chi si impegna per eliminare le discriminazioni nei loro… Leggi tutto »

Clericali contro gli opuscoli anti-omofobia Unar per le scuole

Divampano le polemiche per tre opuscoli prodotti dall’Unar, in collaborazione con l’istituto Beck e con il logo del Dipartimento della pari opportunità della presidenza del consiglio dei ministri, destinati agli insegnanti delle scuole primarie, secondarie di primo grado e di secondo grado contro omofobia, bullismo e discriminazione. Nei testi, della serie Educare alla diversità a scuola, si affronta anche il tema del contrasto all’omofobia, se ne tratteggiano le cause e si propongono soluzioni e modalità di gestione a scuola, come… Leggi tutto »

Nuovo Concordato e vecchio clericalismo

Proprio trent’anni fa, il 18 febbraio 1984, l’allora presidente del consiglio Bettino Craxi e il cardinale Agostino Casaroli, segretario di stato vaticano, firmarono gli accordi di Villa Madama. Il nuovo Concordato, che aggiornava quello stipulato l’11 febbraio del 1929 con il regime fascista, non considerava più il cattolicesimo quale religione di Stato e rendeva opzionale l’ora di religione nelle scuole, introduceva però il meccanismo dell’otto per mille. E di fatto lasciava intatta l’enorme capacità di condizionamento che la Chiesa cattolica… Leggi tutto »