La clericalata della settimana, 8: calcoli politici contro le unioni civili

Ogni settimana pubblichiamo una cartolina dedicata all’affermazione o all’atto più clericale della settimana compiuto da rappresentanti di istituzioni o di funzioni pubbliche. La redazione è cosciente che il compito di trovare la clericalata che merita il riconoscimento sarà una impresa ardua, visto l’alto numero di candidati, ma si impegna a fornire anche in questo caso un servizio all’altezza delle aspettative dei suoi lettori. Ringraziamo in anticipo chi ci segnalerà eventuali “perle”.

La clericalata della settimana è dei politici che

per calcoli elettorali rischiano di far affossare la legge sulle unioni civili

senato-unioni2

A seguire gli altri episodi raccolti questa settimana.

Numerosi senatori, nel tentativo di boicottare la legge sulle unioni civili, hanno inoltre presentato diverse centinaia di emendamenti strumentali.

Il premier Matteo Renzi, allo scopo di accontentare la minoranza clericale del Pd e gli alleati dell’Ncd, sta pensando di proporre un decreto legge contro la gestazione per altri e una legge sulle unioni civili senza riferimenti al tema dell’adozione.

Il sindaco di Telgate Fabrizio Sala (Lega Nord) ha fatto installare sei nuovi cartelli stradali su cui, oltre alla denominazione comunale, compare anche la scritta “Paese del Santo Crocifisso”, “una decisione pensata a lungo e concordata con don Alberto e don Mario, parroco e curato di Telgate”.

Una relazione divulgata nei giorni scorsi ha reso noto che la copertura delle statue “oscene” ai Musei Capitolini durante la visita del presidente iraniano Rouhani fu pretesa dalla delegazione della repubblica islamica e accettata dalla responsabile del cerimoniale italiano, Ilva Sapora.

Si è svolto a Catania un convegno sull’insegnamento della religione cattolica tra i cui relatori era presente anche un rappresentante del Miur: Luciano Chiappetta, consigliere del ministro Giannini.

Il rettore dell’università di Bari ha autorizzato l’organizzazione di un convegno anti-gay con la partecipazione di Mario Adinolfi, direttore de La croce.

La redazione