Perché ha vinto Alfano e hanno perso i laici

Il Senato ha approvato la fiducia posta dal governo sul maxiemendamento sulle unioni civili. Il testo, che già rappresentava una sorta di minimo sindacale, ora non contiene nemmeno più il nuovo babau dei clericali, la stepchild adoption — e pazienza se in tal modo i diritti verranno negati soprattutto ai bambini. Non è del resto una novità: non dimentichiamo che l’adozione, in Italia, è ancora oggi un privilegio riservato soltanto alle coppie sposate da almeno tre anni. La stepchild non era altro che la presa d’atto, da parte dello Stato italiano, dell’esistenza di una famiglia già riconosciuta altrove, ma è stata volutamente presentata all’opinione pubblica come l’accesso indiscriminato degli omosessuali all’adozione.

Non che ci sia nulla di male, ovviamente: è stata soltanto la scusa per vellicare la latente omofobia di tanti italiani e tante italiane. I sondaggi l’hanno registrato, e proprio i sondaggi hanno spinto i Cinquestelle a una retromarcia: il dissenso di numerosi elettori di destra ha consigliato loro di accordare il voto di coscienza, sulla scia di quanto già deciso dal Pd. Pare del resto che gli anti-adozioni all’interno dei senatori pentastellati fossero almeno una decina, e questo spiegherebbe anche la successiva, controversa decisione sull’applicazione del “canguro”. Che non sia stata un’idea felice lo dimostrano sia la rabbia del “popolo della rete”, sia i disperati tentativi di metterci una pezza da parte di Di Maio e Di Battista. C’è chi li ritiene idioti, chi fascisti, chi ingenui volenterosi che giocano a fare i sofisticati politici con il kit delle istruzioni preparato dalla Casaleggio & associati. Comunque la si pensi, resta il fatto che il loro comportamento è stato il detonatore della decisione del governo di eliminare il passaggio incriminato.

Matteo Renzi porta infatti a casa i due risultati che gli interessavano: togliere l’Italia dall’imbarazzante novero dei paesi europei che non hanno una legge sulle unioni civili e aggiungere un altro bullet all’elenco delle riforme portate a termine. E se poi non sono granché, pazienza, si possono comunque rivendere alla popolazione come già faceva il Berlusconi I. In fondo, alla sorte delle coppie di fatto il premier non è mai stato molto interessato (è pur sempre un uomo che partecipò al Family Day del 2007, quello anti-Dico). Ha pure lasciato che il suo partito, allo scopo di rabbonire i cattodem, si lanciasse in una avvilente campagna di criminalizzazione della gestazione per altri, a cui si sono inopinatamente unite diverse femministe, che ha rafforzato le pressioni ecclesiastiche e ulteriormente indebolito la richiesta di diritti da parte di gay e lesbiche (anche se la quasi totalità di chi ricorre all’”utero in affitto” è composta da abbienti coppie etero).

E così Angelino Alfano, che se si votasse ora forse non entrerebbe nemmeno in parlamento, canta vittoria, e può non solo vantarsi di aver “bloccato la rivoluzione contro natura”, ma anche di aver fatto sparire dalla legge “l’obbligo di fedeltà”. Insieme a lui festeggia il pluri-inquisito Denis Verdini, che entra nella maggioranza di governo anche se (e proprio perché) a candidarsi non ci pensa nemmeno. Il tutto condito dalla subalternità della minoranza dem, dal sostanziale silenzio della sinistra “cosmopolitica” e dalla quasi definitiva scomparsa di radicali, repubblicani e liberali. E dire che la società civile, in questa occasione, la sua parte l’ha fatta. Le manifestazioni di “SvegliatiItalia” sono andate bene, il Family Day ha invece avuto bisogno di numeri gonfiati.

La laicità ha dunque perso perché, in parlamento, abbondano i sedicenti laici (in un’epoca in cui anche i papi si dichiarano tali), ma di veri laici non ce ne sono. Non ci sono i Salvemini, i Calamandrei, i Rossi, i Fortuna, le Bonino. E chissà se prima o poi qualcuno li rimpiazzerà. A mio avviso la laicità sta soffrendo terribilmente della polarizzazione delle identità politiche. Va inevitabilmente in difficoltà, laddove prevale la fede partitica. Anche nel mondo laico: basta leggersi un confronto su Facebook sul tema. L’odio per il nemico (sia esso renziano o grillino) impera sempre più sulla ricerca delle strade per creare un mondo migliore. E non è affatto sorprendente, in una società che evita di affrontare il record di decessi dall’epoca di Caporetto, ma in cui impazza la discussione sullo sdoganamento della parola “petaloso”.

Sono tempi non facili, ma bisogna cercare di uscirne con il concorso di tutti. Dite la vostra qui sotto. Magari aiuta.

Raffaele Carcano

Articolo pubblicato sul blog di MicroMega il 25 febbraio 2016.

Archiviato in: Generale

116 commenti

Francesco S.

Io dei grillini non parlerò per un bel po’, meritano una damnatio memoriae. Li reputo nocivi a qualsiasi progresso civile del Paese, a causa della loro ottusità politica, la stessa nocività dei clericali sebbene parta da presupposti diversi.

Frank

Papa ufficiale: Certo che aver dalla nostra uno che se chiama mezzo culo….
Segretario: Mezzo culo?
Papa ufficiale: Half ano.
Segretario: Lei dovrebbe rivedere un po’ il suo inglese.

bruno gualerzi

Concordo con quanto scrive adesso Carcano, mentre in un primo momento ero rimasto piuttosto perplesso in quanto nel precedente post sembrava che UAAR, nella persona del sui segretario, prendesse posizione a sostegno di una delle forze politiche direttamente chiamate in causa. Ciò che naturalmente è legittimo… ma, a mio parere, non certo di fronte a questa vicenda.
In quanto poi allo stato della laicità in Italia… non solo in parlamento, ma in generale nel paese… le considerazioni da fare sono tante. Una in particolare, perchè d’attualità: d’accordo che l’Italia è un caso a parte… ma bisogna prendere atto che c’è a livello globale una deriva reazionaria (un esempio per tutti, il crescente consenso che un personaggio come Trump sta mietendo negli USA) che a mio parere UAAR, per sua natura – pur ovviamente impegnandosi a pieno titolo in casa nostra – dovrebbe guardare con maggiore attenzione. Anche, appunto, per non essere coinvolta più del necessario in una polemica ‘partitica’ di corto respiro.

Tiziana

Credo che stare a fare le pulci a Renzi sia un errore. Oggi è presidente del consiglio e ha scelto il pragmatismo. Del resto credo vada ricordato che le associazioni LGBT avevano chiesto a Prodi di mettere la fiducia sui dico. È ovvio che avremmo preferito l equiparazione al matrimonio civile, ma e stato per l Italia un passo da gigante e se Renzi si appunta il fiore all occhiello fa bene. Se il parlamento, e perché no una nuova fiducia, approva le adozioni lo dovrà fare anche per i singoli, e questo e fondamentale perché è la persona che deve avere diritti non le coppie comunque assortite. Perché ricordiamocelo, il singolo non ha diritti.
Aggiungo che leggo con piacere dolce e Bonino. Per il mio breve periodo nella uaar a Roma ricordo altre preferenze politiche. Non laiche tra l ,altro.
Quanto ai pentastellati credo che sarebbe opportuno riconoscere che sono una setta eterodiretta, più preoccupante di quelle religiose che almeno hanno una bella letteratura!

Tiziana

Credo che stare a fare le pulci a Renzi sia un errore. Oggi è presidente del consiglio e ha scelto il pragmatismo. Del resto credo vada ricordato che le associazioni LGBT avevano chiesto a Prodi di mettere la fiducia sui dico. È ovvio che avremmo preferito l equiparazione al matrimonio civile, ma e stato per l Italia un passo da gigante e se Renzi si appunta il fiore all occhiello fa bene. Se il parlamento, e perché no una nuova fiducia, approva le adozioni lo dovrà fare anche per i singoli, e questo e fondamentale perché è la persona che deve avere diritti non le coppie comunque assortite. Perché ricordiamocelo, il singolo non ha diritti.
Aggiungo che leggo con piacere dolce e Bonino. Per il mio breve periodo nella uaar a Roma ricordo altre preferenze politiche. Non laiche tra l ,altro.
Quanto ai pentastellati credo che sarebbe opportuno riconoscere che sono una setta eterodiretta, più preoccupante di quelle religiose che almeno hanno una bella letteratura!
Grazie,

Eleonora

Concordo con Tiziana, anche se non si può assolutamente cantare vittoria, non si dovrebbero ignorare del tutto le conquiste fatte. Bisogna ricordare che da più di 20 anni in questo Paese si tentava di far passare una qualche legge riguardante le unioni tra coppie dello stesso sesso e che finora questo non era mai nemmeno stato discusso in Parlamento, perciò era ingenuo probabilmente (e lo dico anche a me stessa) pensare che fosse possibile ottenere tutto in un solo momento… Io non avrei nemmeno voluto le unioni civili a dirla tutta, secondo me è necessario estendere il diritto al matrimonio a tutti, ma purtroppo sappiamo quanti e quali ostacoli ci siano, bisogna superarli e credo che questo possa essere un punto di partenza.
Capisco quindi lo sconforto, ma bisognerebbe anche tenere presente che ora finalmente le coppie omosessuali avranno una qualche forma di riconoscimento, dei diritti concreti, e anche se non è tutto, non può nemmeno essere giudicato come niente…

Agnos

Sulla deriva reazionaria personalmente la vedo in maniera un po’ diversa.
Ritengo che lei si riferisca in particolare all’immigrazione.
Bene, secondo la mia opinione sarebbe ora di affrontare questo problema da una visione di sinistra, in modo realistico e non solo di principio e soprattutto con una visione non ancorata al passato.
Voglio dire che si sta lasciando alla destra la gestione monopolistica di un problema che incute timore alla grande maggioranza della popolazione; la destra lo tratta in modo becero e incivile, è vero, ma finchè la visione della sinistra è quella che vediamo, mbeh, mi permetta, preferisco, malgrado tutto, la visione della destra.
Certo, le soluzioni possibili non sono per niente facili, per questo forse sia la destra sia la sinistra si rifugiano dietro slogan che evitano a tutti di cercare soluzioni realistiche; io ovviamente non ho ricette magiche, ma ritengo che l’ingresso, per di più indiscriminato, di MILIONI di persone nel nostro paese non sia accettabile.
Se dovessi fare una proposta, non avendo mai tentato di elaborare una mia via alla soluzione del problema, mi rifarei a quello che mettono in atto, con risultati a mio avviso ottimali, Australia, Nuova Zelanda, Giappone…
Allo stesso modo, è evidente il modo reazionario con cui viene vissuta la religione cattolica, vista come baluardo contro l’inciviltà e il terrore rappresentati dall’Islam; a questa visione si accoda quella che si autodefinisce sinistra (mi riferisco a personaggi come Adinolfi, Bazoli, Fiorono, Preziosi, Letta, Dell’Aringa e lo stesso Bersani che subisce fortemente il fratello prete.
Questo comporta che la laicità delle istituzioni sia un tema che scompare ad ogni competizione elettorale, durante le quali invece viene esaltato il ruolo di scudo contro la barbarie islamica della religione cattolica.
Per questo la pur coerente uscita dal PD di persone come Civati non porterà nessun risultato, visto che nessuno di questi temi viene portato avanti; anzi, se potessi dare un suggerimento non richiesto ai fuorisciti a sinistra del PD sarebbe questo: portino avanti “solo” tre temi politici, rielaborati da sinistra in maniera realistica e tenendo conto dei sentimenti delle persone: il tema dell’immigrazione selvaggia, togliendo l’esclusiva di questo atout alla Lega, il tema dell’onestà in politica, togliendone l’esclusiva a M5S e il tema della laicità assoluta delle istituzioni, come baluardo contro ogni barbarie e ogni integralismo.

Ateo64

Che si deve dire…. mi sembra sia stato detto tutto.
L’unica cosa da fare è scendere in piazza con un:
#vergognatitalia.

Angelo

In materia di matrimonio sono un convinto sostenitore della Binetti e del Vaticano. Detto cosi’ suona un po male e quindi mi spiego meglio. Il Vaticano e la Binetti erano per non estendere il matrimonio alle coppie omosessuali ma per estendere i diritti del singolo. Ovviamente si sono sempre guardati dal proporre seriamente qualcosa, si tratta di una posizione di facciata, falsa come i quattrini di cuoio ma filosoficamente giusta. Questa posizione, volta a conservare lo status quo, e’ nei fatti una posizione tendenzialmente anarchica che finirebbe per trasformare il matrimonio in una serie di contratti regolati esclusivante dal diritto civile e disponibili a tutti. La Cirinna’ (nel senso della legge) va in questo senso creando un tipo di matrimonio per certi versi piu’ vantaggioso del matrimonio tradizionale (divorzio facile, meno obblighi) e spostando la gestione delle adozioni sempre piu’ sul giudice e sempre meno su delle precondizioni dei richiedenti. I tentativi dei tradizionalisti in realta vanno nel senso di sgretolare completamente i capisaldi della tradizione che vorrebbero difendere. Se fosse stato esteso il matrimonio a tutti questa istituzione ne sarebbe uscita riaffermata e rafforzata, ora invece si iniziera un processo che portera’ a ridiscutere e a ridefinire il matrimonio eterosessuale stesso (o almeno cosi spero). A me sembra che i questi (stracciab@lle…) poveri cattolici si muovano partendo da una profonda e colpevole ignoranza della stessa “cultura” e “tradizione” che voglio difendere fancendosi un gran male da soli.

ΔΙΩRAMA

Questo è un discorso che ho provato a spiegare tante volte, ma è difficile far capire che la Coca-Cola fa male ad uno che muore di sete. Il problema è il solito: non possiamo decidere al meglio di noi stessi perché le condizioni di partenza ce lo impediscono, non solo e non tanto in barba all’art.3 Cost., quanto a una solidarietà più umana, più vera, che bisogna si instauri tra le persone e che sia il faro di tutti gli umanisti e gli eudemonisti.

Frank

Signori cerchiamo di essere onesti, quanti di noi, facciamo appena un anno fa, avrebbero scommesso che oggi avremmo in Italia una legge, per quanto indecente, garantisce una convivenza tra persone omosessuali? Cerchiamo per una volta di vedere il bicchiere mezzo pieno, è assurdo che siano i clericalisti o si dice ormai clericalosi?, i veri sconfitti, a festeggiare, non è stata una vittoria eclatante ma con quello che c’è oggi in parlamento praticamente è stato un “miracolo”. 🙂

Gianluca

Sono d’accordo con Frank sul fatto che non si tratta di una sconfitta, ma di una seppur modesta vittoria.

Aggiungo che non appena qualche giudice solleverà un’eccezione d’incostituzionalità per il fatto che due sposati possono adottare e due “uniti civilmente” no, ne vedremo delle belle.

Frank

infatti, l’importante è che la legge sia passata poi per forza di cose si potrà migliorare.

Francesco S.

C’era la possibilità di avere una legge migliore di questa, ma bisogna pur far i conti con l’ottusità di taluni.

Tiziana

Francesco s.

Del resto noi italiani conosciamo bene cosa sia una setta eterodiretta dall alto.

Sandra

Frank,
in realtà era proprio la redazione Uaar a sembrare molto sicura un po’ più di un anno fa di avere il parlamento più laico da decenni. Ricordo che Bruno aveva parlato di vittoria di populismo: il populismo si paga in cultura, in rispetto, in laicità insomma. E l’abbiamo visto benissimo in questi giorni.

Frank

Si questo lo ricordo, infatti ho ironizzato molto su questo fatto ma ripeto: cerchiamo di vedere il bicchiere mezzo pieno e non mezzo vuoto.

Sandra

D’accordo, nel bicchiere mezzo pieno ci vedrei che a parte qualche triste eccezione molti si sono accorti della vera natura dei grillotalpini.

Tino

Bruno non mi è sembrato però mai particolarmente favorevole all’adozione gay.

sumadarto sono

Eccerto e` tutta colpa di beppe grillo (cosi` come il fatto che devo cambiare lo scaldabagno di casa mia vecchio di 15 anni).
.
Perche` non proviamo a fare un`analisi oggettiva dei fatti ?Vediamo un po` dunque:
——
LUN-15/02: Il M5S boccia il “canguro” al ddl Cirinna` e chiede di votare in aula tutti gli emendamenti.
.
MAR-16/02: il piddi`cicci` dichiara che votando tutto i tempi si allungherebbero troppo: UNA SETTIMANA (che tempi biblici vero ???)
.
.
Con l’accordo Renzi-Alfano-Verdini (gli ultimi nomi possono vantare milioni di voti democratici…ecco le delizie dell`assenza del vincolo di mandato che piace tanto a molti qui sul forum) viene approvato il ddl senza la stepchild-adoption.
.
Quindi…c`e` stato un emendamento del M5S contro la stechild-adoption ?
A me non sembra.
.
.
In pratica seguendo la linea del M5S (forse si approvava diciamolo anche con un mese di ritardo) si approvava TUTTA la legge comprensiva della StepchildAdoption, votando e discutendo DEMOCRATICAMENTE…E SENZA VOTI SEGRETI !!!
.
Ma come dire…e` tutta colpa di beppe grillo…pure i poveri pinguini del polo sud sono vittima dello scioglimento dei ghiacci causato da beppe grillo & casaleggio.
.
.
firmato: Mago Sumadarto Sono (grande studioso di italiottologia)

Mauritius

Sei patetico. Nell’altro post, in cui non posso più risponderti perché i commenti sono ormai chiusi, io e gli altri ti abbiamo fatto delle domande precise, ma tu continui a svicolare a destra e a manca per non rispondere nel merito. Ti ho mandato il link all’introduzione di Airola alla votazione online sul blog di Grillo per dimostrarti che è falsa la motivazione usata da Grillo stesso per giustificare la libertà di coscienza sulla stepchild, perché è evidente che la stepchild era oggetto della votazione online, ma tu continui a negarlo come il tuo guru di riferimento. Non sei in grado diaccettare l’evidenza quindi la negi spudoratamente. Lo stesso hai fatto con gmd85 e con firestarter: loro ti chiedono dove vai, tu rispondi “son cipolle”.

Ormai è chiaro che l’unica differenza tra te e Bagnasco è il clero di riferimento, quello cattolico per lui e quello grillino per te. Per il resto siete entrambi dogmatici. Anzi, siete il simbolo del dogmatismo. Dichiarare di non credere in Dio non è sufficiente per dirsi non religiosi, sono tante religioni non spirituali.

La colpa non è di Grillo, su questo hai ragione. La colpa è dei beoti (non italioti) che gli danno credito.

Gianluca

Mauritius

“Dichiarare di non credere in Dio non è sufficiente per dirsi non religiosi, sono tante religioni non spirituali.”

Questa è da incorniciare 🙂
Approvo su tutta la linea.

sumadarto sono

@Mauritius:
.
Tu invece stai rispondendo sono cipolle al mio post presente.
Ho fatto una dettagliata cronaca degli eventi e dei dati di fatto oggettivi.
.
Beppe Grillo ha detto liberta` di coscienza mica ha detto di votare NO alla stepchild-adoption dico bene ?
.
I senatori contrari nel M5S erano solo due per cui come ho evidenziato nel post precedente (su cui tu in questa risposta non hai avuto nulla da poter obiettare) se si facevano le cose rispettando le regole di democrazia si aveva la legge Cirinna` (contro cui il M5S non ha mai fatto alcun emendamento per stravolgerla).
.
Poi se ti sta antipatico il M5S non so cosa farci…ma dare la colpa a costoro di ogni problema e` uno sport nazionale.
Hanno fatto un errore politico…bene gli elettori “puniranno” il M5S non dando a costoro il voto oppure rivotando il piddi`cicci` cosi` potranno mugugnare felici e contenti.
.
.
La votazione della legge Cirinna` rivista la ha fatta la maggioranza di governo e non l`opposizione (poi se il M5S e` adesso al governo fammi sapere…magari io vivo in una dimensione parallela 🙂 ).
.
.
firmato: Mago Sumadarto Sono (grande studioso di italiottologia)
.
.
P.S.: Ai signori gmd85 e firestarter ho risposto in modo coerente.
Tuo giudizio personale (sei anche tu un detentore della verita` assoluta ?) attribuirmi una risposta “cipollesca”.

Mauritius

Beppe Grillo ha detto liberta` di coscienza mica ha detto di votare NO alla stepchild-adoption dico bene ?

Ti risulta che io abbia detto il contrario? Io ho chiesto perché ha detto libertà di coscienza visto che 1) il “popolo della rete” si era detto favorevole all’80% (ma anche più) e 2) poco prima aveva fatto il famoso passo di lato (maddeché?). Tu continui a ripetere che ha dato libertà di coscienza. Son cipolle

I senatori contrari nel M5S erano solo due per cui come ho evidenziato nel post precedente (su cui tu in questa risposta non hai avuto nulla da poter obiettare)

Ha attinenza con quanto avevo contestato? Evidentemente no, e tra l’altro io non leggo nella mente dei senatori e leggo numeri contrastanti su questo, quindi non vedo perché avrei dovuto sentirmi obbligato a obiettare qualcosa. Son cipolle.

Poi se ti sta antipatico il M5S non so cosa farci

Nooooo, ma che dici. Mi stanno simpaticissimi, specialmente quando la migliore argomentazione che riescono a trovare è “andatevene @ff@nc…” (cfr. Airola a palazzo Madama).

ma dare la colpa a costoro di ogni problema e` uno sport nazionale

A parte che non stiamo parlando di ogni problema ma stiamo parlando di un problema ben definito, mi pare che finora in questo sport loro siano stati nell’eccellenza.

La votazione della legge Cirinna` rivista la ha fatta la maggioranza di governo e non l`opposizione

Son cipolle.

sumadarto sono

@Mauritius:
.
La votazione ufficiale fatta online riguardava le unioni civili e non la stepchild-adoption.
Avrebbe dovuto fare un`altra votazione specifica su questo punto pero` sui temi di etica c`e` liberta` individuale.
.
Se si pensava che la legge non sarebbe passata E si voleva fare un regalo completo (e non come suggerito da altri come Frank che parlano di mezza vittoria) allora si decideva di votare … invece e` il governo di renzi e soci che ha deciso di cambiare tale legge togliendo la stepchild-adoption (che io sappia il M5S non ha presentato emendamenti fliclericali).
.
La base del piddi`cicci` invece era contraria alla stepchild-adoption vero ?
Il signor renzi perche` non ha tenuto lui conto del suo “popolo” della rete ?
.
.
Non ti sta simpatico il M5S ed allora cosa dirti…ci sono tanti partiti italioti tra cui scegliere.
.
.
firmato: Mago Sumadarto Sono (grande studioso di italiottologia)
.
.
P.S.: Le risposte “cipollose” io le leggo dai tuoi interventi…che dire istituiamo un`accademia della cipolla ? 🙂

Frank

Sarebbe bastato votare? E quanto tempo ci sarebbe voluto?
Come fai a sapere che cosa avrebbero votato i senatori grillici?
Risposte serie non opinioni come tuo solito.

Mauritius

La votazione ufficiale fatta online riguardava le unioni civili e non la stepchild-adoption

Caro il mio Do Nascimiento Reloaded, capisco che tu sia ironico quando dici di essere un veggente, ma almeno cerca di essere un “leggente”. Il tuo amico Airola “the vaffa-man” scriveva nell’introduzione alla votazione queste parole: “il testo di legge in questione NON prevede adozioni per le coppie omosessuali, prevede solo la tutela di figli già presenti da precedenti unioni se minorenni”. C’è scritto nel primo commento in alto in questo post: https://www.facebook.com/albertoairolam5s/posts/761140283958780

Tra l’altro nel testo del post scriveva: “il testo sulle unioni garantisce molto le coppie al pari del matrimonio, salvo adozioni EX NOVO per le coppie omosessuali”.

Ma che te lo dico a fare. Tanto per te son cipolle.

Mago Sumadarto Sono (grande studioso di italiottologia)

Immagino intendessi dire “grande cultore”….

sumadarto sono

@Frank.
.
Il tempo delle votazioni per “gestire” seicento emendamenti penso che un mese sarebbe bastato.
SI faceva con voto palese E avresti visto che i senatori del M5S avrebbero votato SI alla legge Cirinna`.
.
Altrimenti se e` come pensate (il M5S corteggia il vaticano) avrebbero detto sin da subito un NO a tale legge ed avrebbero presentato degli emendamenti.
.
.
firmato: Mago Sumadarto Sono (grande studioso di italiottologia)

sumadarto sono

@Mauritius:
.
Vale quanto gia` risposto a Frank ed aggiungo (continuando a ripetere le solite storielle) che se il M5S voleva “affondare” la stepchild-adoption avrebbero detto di votare NO sin da subito e/o presentatro emendamenti cosi` non e` stato.
.
L`italiottologia e` una scienza in continuo divenire di cui io ne sono un grande studioso.
ED ho sempre sostenuto che il M5S non e` un partito anti-italiota ma il meno italiota tra quelli presenti E se non altro loro provano…ripeto provano a cambiare le cose.
.
Altrimenti vorrei sapere da te una valida alternativa per provare…ripeto PROVARE…a cambiare la situazione attuale in questa italietta degli italioti.
.
Io sostengo che il meccanismo dei referendum propositivi (meglio SE senza quorum come avviene in altre nazioni civili) potrebbe essere un valido strumento per introdurre (o almeno provarci) innovazioni laiche in questa italietta degli italioti.
.
.
Per il resto buone cipollate nel seguire gli altri partiti italioti nei vari tolk-scio` et similia.
.
.
firmato: Mago Sumadarto Sono (grande studioso di italiottologia)

Frank

Insomma le solite vaghe risposte per poter, invano, giustificare l’incoerenza del M5S che, prima agisce secondo la volontà della rete (ecco perché non sono stati subito contrari) e poi dall’alto cambia idea e se esce con la scusa della libertà di coscienza e del rispetto della democrazia votando emendamento per emendamento.
Circa un mese? Ancora non hai capito che posso passare in un giorno decine di emendamenti e possono volerci mesi per uno solo?
E tutto condito con le solite accuse a vanvera nei confronti di chi giustamente obietta alle tue argomentazioni superficiali e clamorosamente di parte.
Era meglio se ti stavi zitto.

Frank

P.s.

“Come fai a sapere che cosa avrebbero votato i senatori grillici?”

Era chiaro che intendevo dire che: non puoi sapere se avessero votato a favore o no degli emendamenti (Grillo dall'”alto” gli ha dato libertà di coscienza) e quindi il solito mantra del votando emendamento per emendamento sarebbe passata una legge migliore di quella attuale non ha significato.

firestarter

Mi tocca a rispondere qui per sbufalare un altro mantra M5SS “ti dice niente il fondo M5S per il microcredito alle imprese”, usato come ultima risorsa dal buon adepto nella precedente discussione ormai chiusa.

Ebbene, il fondo per le PMI e’ una iniziativa governativa che ammonta a circa un miliardo di euro. Ora, il M5SS ha (o aveva inizialmente) 163 parlamentari eletti, che tra rimborsi e stipendi beccano circa 19000euro/mese. Facciamo che ne restituiscano 10000 a testa (OK, non ridete troppo), il totale in un anno fa 10000x163x12=19560000 (diciannove milioni cinquecentosessantamila euro/anno).

Si confrontino le cifre (ricordandosi che ho assunto 10000/mese di restituzione: completamente irrealistico) e si tirino le somme sul livello di buffonaggine di Giggino o’ ripetente, Alejandro di Ballista, e del comico bollito, i quali senza nessun ritegno si prendono il merito della esistenza di tale fondo. Eppure basta Gogol e una calcolatrice arcaica per cacciare un numero che dia una idea di massima.

sumadarto sono

@firestarter:
.
Intanto ai punti Q01..Q06 ed al mio post precedente non hai dato risposta.
E nemmeno al mio ultimo “aggiornamento” pubblicato prima su questo post.
.
Attendo risposte e obiezioni puntuali…non penso io di avere in tasca la verita` assoluta.
.
Vediamo ti faccio uno schemino semplice che l`analfabetismo funzionale colpisce ormai meta` della popolazione italiana.
.
.
P01) Rispetto agli altri soggetti politici italioti il M5S prende soldi pubblici di “rimborsi elettorali” ? [SI/NO]
P02) I loro deputati, senatori, parlamentari europei prendono i super-stipendi degli altri colleghi ? [SI/NO]
.
.
Quando avrai risposto alle domande sopra ne riparliamo.
Che io sappia (poi dammi una smentita seria e non un copia & incolla del regolamento con tua personale reinterpretazione) il M5S ha rinunciato a soldi che gli spettavano di diritto in quanto soggetti politici regolarmente candidati alle elezioni.
Altrimenti se non rispettano i regolamenti legislativi non potrebbero nemmeno candidarsi oppure mi sfugge qualche cosa ?
.
.
firmato: Mago Sumadarto Sono (grande studioso di italiottologia)

firestarter

Il M5SS prende i rimborsi elettorali che gli spettano: i rimborsi ai parlamentari per pagare i portaborse, non regolamentati dalla legge che ho citato in precedenza, il M5SS li prende e li usa per pagare rocco casalino e nick il nero sotto la supervisione di una agenzia di marketing gestida da tale Casaleggio. Quelli regolamentati dalla legge sui rimborsi elettorali non li prende PERCHE’ NON GLI SPETTANO, come ho spiegato a sufficienza.

Non mi pare che tu sia nella posizione di insinuare che altri siano affetti da analfabetismo funzionale. Almeno non ti prendere per il c da solo.

firestarter

I rimborsi ai parlamentari li prendono anche quelli residenti a Roma, e ci pagano affitti stratosferici.

Vuoi che continuo o ci fermiamo qui?

sumadarto sono

@firestarter:
.
Il dato di fatto oggettivo e` che il M5S NON PRENDE i soldi dal finanziamento pubblico.
Altrimenti se non rispettasse le leggi (come tu sostieni a tua interpretazione personale) nemmeno potrebbe candidarsi o dico male ?
.
Gli eletti del M5S prendono stipendi inferiori rispetto ai colleghi dei partiti italioti..la risposta e` SI quindi per favore anche qui non hai argomentazioni.
.
Le altre spese sono regolamentate e registrate per cui non sono soldi che finiscono in tasca alla societa` di casaleggio e neppure ai parlamentari del M5S.
.
SE pensi che costoro violino la legge presenta regolare denuncia altrimenti sono solo sterili “cipollate”.
.
Invece sulle spese di rappresentanza di Marino e di come spende i soldi Renzi (bello l`aeroplanino super-accessoriato che si paga…giusto ?) ne possiamo trovare da ridire.
.
.
firmato: Mago Sumadarto Sono (grande studioso di italiottologia)

Marcotron

E’ vero è una sconfitta per la laicità, è vero è un’unione ghetto per le coppie LGBT in tutto e per tutto paragonabile al “separate but equal” ed è vero che togliere l’obbligo di fedeltà voleva essere solo l’estremo insulto verso le coppie omosessuali ma non è questo lo spirito. No non è piangendo e strepitando che la comunità LGBT e tutti quelli che fin’ora si sono battuti al loro fianco otterranno qualcosa; e basterebbe pensare alle esternazioni di Gandolfini fuori dal senato dopo l’approvazione del DDL o le parole di Adinolfi “Cari amici Lgbt… Hanno tradito anche voi, ha vinto solo la logica del Palazzo” o ancor meglio la rabbia idrofoba che circola sui social tra gli integralisti.
Perchè? Perchè non scordiamoci che siamo governati da un branco di patetici idioti incapaci di guardare più in la del proprio naso e interessati solo alle poltrone e ai giochi di palazzo.
Sono talmente tanto idioti che alla fine gli omofobi “parlamentari” paladini della destra, della fede e della “Famiglia Tradizionale” hanno creato un pasticcio immenso senza nemmeno rendersene conto.

In primis hanno dovuto cedere ed estendere i diritti concedendo alle unioni civili aspetti molto simili al matrimonio (di qui la rabbia degli integralisti e di sicuro anche il pretame che ha puntato sull’unico obiettivo raggiungibile e cioè la stepchild), poi se ne sono usciti con l’insulto dell’obbligo di fedeltà ma se la comunità LGBT fosse furba rivolterebbe facilmente la frittata addirittura ringraziandoli visto che hanno certificato che una coppia omosessuale non ha bisogno di una tutela legale per essere fedele (essendo cattivelli la comunità LGBT potrebbe dire che hanno dato ragione al concetto di “amore omosessuale” espresso da Veronesi eheh), per non parlare del divorzio lampo… ma come gli etero non fanno altro che lamentarsi di quanto sia difficile, lungo e ferraginoso il divorzio quindi perchè le coppie omosessuali dovrebbero lamentarsi per quello che agli occhi di molti sarà un privilegio? Vuoi mettere quanto risparmi? e poi le tutele per i coniugi e per i figli restano comunque quindi che vuoi di più!
Dulcis in fundo i “politici” Cattolici, paladini della Famiglia Tradizionale, sono talmente accecati dal mero successo del momento da non rendersi conto che hanno creato un tipo di unione che non sarà matrimonio ma diamine è anche meglio! In poche parole sono corresponsabili di un ulteriore atto volto allo sgretolamento della Famiglia Tradizionale che loro dicono di voler difendere. L’istituto dell’unione civile è forse stato “progettato” per risolvere la questione delle unioni tra omosessuali ma non esclude la possibilità che possa essere usato da coppie eterosessuali. Considerando la loro strenua difesa della “Famiglia Tradizionale” è un bel paradosso vero?

Io che mi sono sempre considerato di destra, quella vera sul modello anglosassone non la feccia nazifascista che sta tentando di riemergere dagli anfratti più oscuri della storia e che è sempre andata tanto a genio a santa romana chiesa, mi ritengo un conservatore e penso che i veri conservatori avrebbero assunto posizioni ben diverse iniziando una battaglia contro le unioni civili a favore dell’inclusione delle coppie omosessuali nell’istituto del matrimonio evitando così la creazione di un nuovo modo di “legalizzare” le unioni, modo che potrebbe indebolire ulteriormente l’istituto del matrimonio. Ed è un po il motivo per cui in europa e in nord america il matrimonio egualitario è stato una battaglia più per i conservatori che per i progressisti.

Che dovrebbe fare la comunita LBGT, e chi la sostiene, riunita a Roma il 5 marzo? Beh dovrebbe reagire con giubilo (eheheh), dovrebbe festeggiare per aver fatto il primo passo nonostante politici bigotti, chiesa e integralisti di varie religioni gli fossero contro e il tutto ribadendo che questo è solo il primo passo (il peggior incubo degli integralisti). Se la legge fosse già in vigore sarebbe splendido che in un clima di festa si orgnaizzassero già delle unioni civili, ma ve lo immaginate in quanti si mangerebbero il fegato sia al di la che al di qua del Tevere vedendo la trionfante vittoria degli LGBT che sale sul palco vestita da sposo/sposa nella splendida cornice di Piazza del Popolo, di fronte alle televisioni e a migliaia di persone, di fronte agli occhi del mondo per celebrare la prima unione civile in Italia?

cinzia

la posizione di Cameron dovrebbe essere esemplare. Molte persone LGBT abbraccerebbero una destra liberale e veramente laica, e invece, in questo paese, si vedono costretti a temporeggiare nelle incerte schiere del centro sinistra per giungere infine a disinteressarsi della vita politica che non offre alcuna posizione robusta cui poter aderire.

Angelo

Mi fa piacere vedere che non sono l’unico a pensarla cosi’.

cinzia

questa legge e` un manifesto programmatico affisso davanti a tutti, che dice chiaramente che le persone omosessuali sono strutturalmente instabili, quindi incapaci di un progetto di fedelta` reciproca , incapaci di amore profondo e dedizione all’altro.
sono una convivenza semi occasionale che non deve pretendere di fondare societa`, di essere cellula formativa del corpo sociale del paese.
che conseguentemente, essendo fondamentelmente disimpegnata o sostanzialmente impegnata a sodddisfare i propri bisogni quelli economici ed eventualmente quelli affettivi individuali, non puo` assumersi la responsabilita` di crescere educare formare alla vita adulta altre persone, ora bambini, ne` lo deve pretendere.
l’unione civile tra persone dello stesso sesso non dice nulla, assolutamente nulla, dell’amore tra due persone , amore non egoistico ma generativo, profondo e donativo che molte moltissime persone omosessuali vivono o desiderano vivere.
questa legge e` stata ‘concessa’ per sistemare le faccende pratiche di persone oggettivamente disordinate e impossibilitate a dare buoni frutti.
questa legge non dice nulla della mia vita ed e` profondamente umiliante per la mia persona la mia storia e i desideri profondi del mio cuore.
ma purtroppo durante I miei passi su questa terra questo mi e` stato dato ora.
ma non mi si chieda di dire che mangiare gli scarti avariati di un altro sia nutrimento.

emmebi

la “destra liberale” così ipotizzata sarebbe certamente alla sinistra del pd

Francesco S.

Credo che la parte che non obbliga ad essere fedeli, sarà la prima a venir meno. Quando ci saranno le prime separazioni di coppie unite civilmente, sicuramente l’infedeltà verrà riconosciuta dai giudici come un valido motivo di separazione con addebito. La vera battaglia sarà sull’adozione dei figli dell’altro coniuge (si dirà così per le unioni civili?). Ma anche lì spero che giudici razionali pensino all’interesse del bambino permettendone l’adozione. Non sono pessimista, ma la strada è dura.

Senjin

Poco probabile. Già col matrimonio per avere l’addebito di colpa per tradimento và dimostrato che l’infedeltà sia la causa della crisi della coppia e non un suo effetto… figurati per le unioni civili che nemmeno prevedono l’obbligo di fedeltà.
In effetti “l’obbligo di fedeltà” è qualcosa di parecchio assurdo: omo o etero che sia esistono coppie aperte e simili…. che facciamo gli chiudiamo il matrimonio\unione civile d’ufficio?

Francesco S.

Io credo proprio che l’obbligo di fedeltà verrà riconosciuto, o per via giudiziaria o legislativa. Se il disegno di legge sulle adozioni andrà in porto credo proprio che sarà inserito. Si tratta di un diritto-dovere, che non lede chi vuol fare la coppia aperta,che può decidere di non avvalersene, ma tutela la parte lesa qualora il rapporto cessi proprio per infedeltà. Non facciamo i fanatici.

Francesco S.

Inoltre mi paiono caduti dalle nuvole quelli che si meravigliano che il matrimonio preveda l’obbligo di fedeltà. Per me è un requisito per avere bambini in adozione, perché assicura almeno formalmente un’assicurazione di stabilità del rapporto, poi le cose posso andare anche diversamente, ma almeno all’inizio ce la buona intenzione di mantenere un rapporto stabile per crescere dei bambini.

Tino

@ Macotron
Ma si è iniziato così ovunque. Tutti i paesi più o meno hanno cominciato con un unione soft (che comunque se garantisce la reversibilità non è poco perché il pacs non la garantiva per nulla). Io credo che nonostante tutto sia una vittoria in un paese con il papa portare a casa una legge del genere cerchiamo di essere positivi. Dopotutto il vero obiettivo è l’equiparazione del matrimonio gay al matrimonio etero.

gmd85

@Tino

Pur nel disgusto causato dal comportamento dei nostri politicanti, riflettendoci, concordo. La legge ottenuta non è il massimo, ma è una base e dovrebbe poter dare spazio di manovra per ulteriori cambiamenti.

Tino

Esatto e teniamo conto che qualche anno fa anche una legge del genere non sarebbe certo stata votata da tipi come Alfano.

Gianluca

gdm85 & Tino

Vedrete che questa legge farà la stessa fine della legge 40, smantellata a colpi di sentenze costituzionali.

Tino

@Gianluca
Non ho letto tutta questa legge ma non credo che possa essere smantellata a colpi di sentenze costituzionali, anzi speriamo di no perché smantellarla vorrebbe dire togliere i diritti che conferisce alle coppie dello stesso sesso. Mi spiego. Nella legge 40 c’erano delle norme che instauravano divieti (eterologa), le sentenze le hanno abrogate. In questa legge mi pare non ci siano divieti, c’è un argomento, quello dell’adozione che non è proprio affrontato. Ora la Corte Costituzionale può abrogare una norma ma non può crearne una di sana pianta, non ne ha il diritto legislativo.

Francesco S.

Tino
Noi italiani siamo creativi, non c’è bisogno di creare nuove norme, basta equiparare una coppia omosessuale unita civilmente ad una coppia sposata e questo i giudici lo possono fare proprio sulla base della costituzione.

Tino

@ Francesco S.
” basta equiparare una coppia omosessuale unita civilmente ad una coppia sposata e questo i giudici lo possono fare proprio sulla base della costituzione.”

No non possono farlo, possono farlo caso per caso ma non possono produrre una norma una legge dovrebbero per farlo giudicare inconstituzionale la legge sul matrimonio nella parte che prevede che debba essere contratto tra un uomo e una donna. Non esistono differenze da questo punto di vista tra l’ordinamento giuridico francese e quello italiano.

Tino

@ Francesco S.
No non possono farlo, possono farlo caso per caso ma non possono produrre una norma una legge dovrebbero per farlo giudicare inconstituzionale la legge sul matrimonio nella parte che prevede che debba essere contratto tra un uomo e una donna. Non esistono differenze da questo punto di vista tra l’ordinamento giuridico francese e quello italiano.

Rudy

Ormai neanche per separazioni e divorzi di coniugi sposati, la fedeltà è un elemento decisivo. Si ritiene normale che finisca il matrimonio e ci si separi, quando uno dei due ha cominciato un’altra relazione più o meno stabile. A volte il “pubblico concubinaggio” è durato decenni, prima che si ufficializzi la separazione o il divorzio.
Per dire quanto è ridicola questa clausola della fedeltà in più o in meno.
Se non altro è finita per ora questa stucchevole e degradante telenovela parlamentare, più ridicola di quelle televisive.

Eleonora

Questa norma sulla fedeltà non credevo nemmeno esistesse riguardo al matrimonio… mi ha lasciata un pò basita: non credo sia lecito legiferare anche riguardo a questo. Le coppie dovrebbero essere libere di scegliere come gestire la propria relazione, se si vuole stare assieme e non essere fedeli (chiaramente entrambi i coniugi devono esserne al corrente e accettare la cosa) non vedo dove sia il problema. Le coppie di scambisti, le coppie aperte o qualunque altro tipo di relazione che non preveda la fedeltà (almeno intendendo quella sessuale), non possono definirsi sposate? E come viene valutata l’infedeltà? Cosa esattamente vuol dire (legislativamente parlando) essere infedeli al partner? ci sono anche dei gradi di infedeltà prestabiliti??!? Baaah!

Diocleziano

Non certo da un punto di vista etico, ma da un punto di vista delle conseguenze la fedeltà dovrebbe essere tenuta in conto. Ricordo il caso di una coppia sposata da poco e lui si era molto esposto finanziariamente con mutuo e altro, lei si è invaghita di un altro e su due piedi se n’è andata. Lui l’ha menata di brutto. È passato come uno dei soliti casi di violenza sulle donne, ma sarebbe il caso di far capire certe regole a chi si sposa, di qualunque sesso siano. Magari introducendo i patti matrimoniali.

firestarter

Grazie a Raffaele Carcano per questo articolo, e a chi gestisce il blog per avere permesso la discussione (qui e in posts precedenti) su questo tema.

angelo giovanni mussi

Se si leggono i contenuti della legge approvata si può vedere che per l’Italia è un grosso passo avanti al di là di contrasti o errori dei singoli partiti . Purtroppo le leggi si fanno se hai i numeri e non solo con i desideri o le recriminazioni.

Francesco S.

Certo, ma fa rabbia che si era ad un passo da poter approvare una legge completa. A me fa rabbia e non sono omosessuale, non riesco ad immaginare come l’abbia presa un diretto interessato. Almeno chi si atteggiava a rivoluzionario riformatore che voleva “aprire il parlamento come una scatoletta” è stato sgamato. Ce lo ricorderemo al momento opportuno.

stefano

disgusto totale, 15 anni di discussioni inutili per ottenere meno del minimo.

stefano

i grillini, al netto di un mero calcolo politico, hanno sacrificato l’elettorato laico che forse considerano una minoranza a favore della marmaglia fasciocattolica che effettivamente rappresenta una bella fetta di consensi per un’accozzaglia non ben definita di sedicenti “riformatori”, di certo il mio voto lo hanno perso per sempre, sul pd e al-fano non ha senso infierire, la natura è già stata di per se abbastanza crudele.

alle

@ stefano. il mio non l’hanno mai avuto. capisco che in questo paese immobile e terribilmente vecchio non solo anagraficamente, chi desidera un qualche sintomo di progresso si butti su chiunque lo faccia intravvedere, ma da atei e razionalisti dovremmo rigettare ogni ricorso al pensiero magico e interrogare i fatti.
che i pentastellati si siano comportati in maniera schifos@ in questa occasione è palese, che siano laici e femministi come bagnasco dovrebbe essere ormai di evidenza palmare. che flirtino con casa pound anche. mentre dicono di ripudiare la politica tradizionale fanno la più tradizionale delle politiche: allearsi con CHIUNQUE faccia il loro gioco. non necessariamente pulito. per non parlare del tipico vecchissimo vittimismo italiota (ah, i media, i media, a lor pregiudizialmente contrari!!!).
Ciò detto, quello che sembra un rinco glionimento clericale in questo paese, al di là delle mire sui voti dei cattos, è sintomo di una decisa virata reazionaria e destrorsa che è sempre accompagnata/preceduta in qualunque parte del mondo, da un inasprimento del moralismo autoritario e della precettistica religiosa. arabia saudita docet. per questo credo sia molto importante che la legge sia comunque passata.

sumadarto sono

@stefano:
.
SE volevano “corteggiare” i fascio-cattolici avrebbero detto di votare NO a questa legge senza SE e senza MA.
.
Cosa dirti dunque…saranno i civato-cuperto-dalemiani dell`area DEM del piddi`cicci` a garantire la laicita` !!!
.
.
firmato: Mago Sumadarto Sono (grande studioso di italiottologia)

stefano

se avessero votato no avrebbero perso anche i voti dei moderati cattolici e non gli conveniva.

il pd per me è assimilabile alla pdl, quindi liquame puro.

firmato stefano, uno che non si prendere per … da nessuno.

sumadarto sono

@stefano:
.
Lieto di sapere che consideri il piddi`cicci` liquame puro.
Perche` molti mugugnano e si lamentano contro le clericalate e poi puntuali alle elezioni rivotano il piddi`cicci` perche` non c`era niente di meglio da votare e qualcosa bisogna votarlo.
.
Indro Montanelli diceva: “turatevi il naso e votate dicci`” ma come dire il profumo che proviene dal liquame del piddi`cicci` per non sentirlo bisogna recarsi alle urne con la maschera antigas.
.
.
firmato: Mago Sumadarto Sono (grande studioso di italiottologia)

firestarter

Imbarazzante. Completamente impermeabile ai fatti e alla logica. Gli stessi commenti ripetuti sotto qualunque discussione. Spero che l’ottusità sia voluta, perché altrimenti c’è da compatire.

ΔΙΩRAMA

Qualcuno pensi ai bambini? Qualcuno pensi ai bambini.
I bambini perdono due volte. Non arriva l’adozione dei figli affini (“figliastri” è dispregiativo) e il governo Renzi è ancora in carica a far danni al loro futuro e aumenta le sue chance di arrivare a fine mandato con questa nuova spilletta.

Francesco S.

Non ho capito tutta questa paura di usare termini come figliastro, matrigna, patrigno. E’ vero che hanno anche un uso dispregiativo, ma denotano uno status particolare precedente all’adozione. Anche ateo un tempo era dispregiativo ma oggi non lo è più. Buona notte ai sognatori.

Eleonora

Secondo me figliastri in questo caso è dispregiativo (e lo è anche in base alle strutture linguistiche) perchè nella maggior parte dei casi non si sta parlando del figlio che una persona ha generato con qualcun altro, ma di un figlio desiderato da entrambi e anche messo al mondo da entrambi, seppur con pratiche “””diverse””” rispetto a quelle “””tradizionali”””

ΔΙΩRAMA

@ Francesco: si chiama riappropriazione e la decidono i diretti interessati. È il motivo per cui puoi chiamare “lesbica” un’omosessuale e non (almeno per il momento) “frocia”, oppure perché è ancora dibattuto il termine “terrone” per appellarsi a chi vive al sud della Penisola. La condizione di partenza è in ogni caso la discriminazione di un gruppo dominante su uno dominato, come successe con gli stessi atei.

Se esistono altri termini – più precisi e addirittura giuridicamente eloquenti – sono da preferire. Nel caso di “figliastra/o” c’è l’aggravante dell’alterazione dispregiativa dell’aggettivo, cosa che non c’è nemmeno etimologicamente e.g. in “gay” (accettato) o “negro” (non accettato) a patto che tu sia ignaro della storia. Non si tratta di ipocrisia, si tratta di non offendere e in particolare di non offendere i bambini che assimilano molto dal linguaggio e sono più suscettibili di chi ti manda a sognare.

Francesco S.

Eleonora,
trovo un diritto sacrosanto di ogni uomo o donna tradito/a divorziare/separarsi con addebito verso il partner che ha commesso adulterio. Se qualcuno vuol fare la coppia aperta, si regola privatamente col partner e decide liberamente di non avvalersi di tale diritto, ma la fedeltà è un fattore importante che va normato. Disconoscere l’obbligo di fedeltà è come dire che l’amore omosessuale è di serie B.

Frank

Incredibile ma vero,.

Deputato del M5S espulso dal suo partito perché voleva andare in vacanza in Australia.

raffaele

La legge Cirinnà Pd sarebbe passata SOLO col contributo PROMESSO dei 5S. Che si sono sfilati pochi minuti prima del voto. A casa mia si chiama TRADIMENTO. Il resto sono chiacchiere.

Diocleziano

”Cherchez la femme” avrebbe detto Maigret…

E noi sappiamo bene chi è la femme che è causa del tradimento: quella che ha chiesto il voto segreto e con la quale si erano incontrati segretamente?

mafalda

Diocleziano
Cosa mai può aver offerto ai 5stelle “la femme”? Dev’essere qualcosa di straordinario per portarli ad un voltafaccia del genere.

Francesco S.

Non ha offerto nulla, sono degli idioti lobotomizzati, ricordiamo che è pur sempre il partito che ha eletto complottisti, sciachimisti, e il tizio del microchip sotto pelle, ci sono eccezioni, ma la base è quella. E per rimanere nel partito non bisogna contestare le scelte del capo. Sono capaci solo di concludere i discorsi con un “vaffa”, ma poca sostanza.

mafalda

Francesco s.
Non mi sembra molto razionale come giudizio: sono degli idioti, punto. Se è vero che hanno avuto dei contatti con il pretume bisognerebbe approfondire quali. Che poi la mossa politica che hanno fatto sia una sciocchezza, questo è vero.

Francesco S.

Non li reputo così intelligenti da fare complotti con i cardinali. Hanno troppi precedenti di idiozia. Anche ordire un complotto necessità di capacità politica che non hanno, non ce l’hanno mai avuta.

Sandra

Chi ha aiutato la femme a far saltare Marino? Ci vorrà una ricompensa adeguata, del tipo una marciona su roma.

Tiziana

In altre case, la mia ad esempio, si utilizzano epiteti irripetibili

Giorgio Pozzo

In termini relativi, poco è sicuramente meglio di niente. Però, considerando che qui si passa dallo zero assoluto a pochi gradi di temperatura, quando altri (in Europa come noi, non sulla Luna) hanno i piedi accanto al caminetto, viene da chiedersi, e da rispondersi, che anche in termini relativi siamo ancora indietro alla grande rispetto agli altri.
Va bene un passo alla volta, ma qui, di questo passo, arriviamo agli appuntamenti con decenni, lustri, eoni, di ritardo. Che diremo, “c’era un traffico bestiale”?

mafalda

Giorgio pozzo
Sono d’accordo e non capisco perché tanti qui si accontentino e vedano il bicchiere mezzo pieno. È una totale sconfitta della laicità, è la vittoria di gente come Alfano e dei trogloditi vaticani. Se fossi gay mi sentirei presa in giro poiché il parlamento ha agito solo per obbedire all’Europa, dopo anni di attesa, e non per i diritti delle persone. È un’ ulteriore dimostrazione che in questo assurdo paese comandano i preti.

Frank

Io vedo il bicchiere mezzo pieno perché anche se limitata questa legge è sempre un passo avanti. Anzi si dovrebbero fare tanti festeggiamenti nelle piazze alla faccia dei rosiconi che questa legge la volevano affossare del tutto.

mafalda

Frank
Esulteresti per l’alfano soddisfatto? È come esultare per un 6 quando il resto dei tuoi compagni di classe ha preso 8…

Giannino

A fronte del rischio di rimanere in una situazione priva di qualsiasi configurazione giuridica, mi sembra che il risultato ottenuto sia già qualcosa. Si poteva fare di più, si poteva fare di meglio… E si poteva rimanere nel vuoto legislativo: stavolta il bicchiere è mezzo pieno.
Piuttosto mi sembra deprimente che i parlamentari e senatori della repubblica abbiano deciso che, piuttosto di discutere di diritti e doveri dei cittadini, la questione in ballo fosse l’appoggio o meno al governo in carica, e se il risultato avrebbe fatto piacere o dispiacere ai propri avversari politici, e se era possibile far prestare il proprio voto e che cosa si poteva chiedere in cambio… E trovo deprimente anche noi cittadini ci lasciamo tirare in questo gioco di potere, tutti a discutere se Renzi ha vinto o perso, se Verdini vota a destra o a sinistra, se i pentastellati sono alleati o nemici di questo e di quello…

Francesco S.

Se parti da una grave insufficienza, anche un 6 è un risultato accettabile, su cui lavorare per migliorare di più.

mafalda

Francesco s.
Se un ragazzo in difficoltà parte dall’insufficienza e arriva a 6 è un conto, ma se un normodotato esulta per una sufficienza il giudizio di solito è: poteva fare di più.

Tiziana

Mafalda

Non credo che i commentatori di questo blog siano contenti o felici. Solo che sono razionali, così come recita il logo, cioè intelligenti e conoscono il pregresso. Alfano conta pochissimo.

Sandra

Beh ma un diritto (di veder riconosciuta la propria unione) non si dovrebbe ottenere per merito come i voti!

Francesco S.

Mafalda
In italia abbiamo il Vaticano, un concordato e una chiesa che ancora esercita un forte potere sulla politica, siamo oggettivamente in una situazione di difficoltà sul piano laico, inoltre ci sono anche gli utili idioti che remano contro. Non esulto, ma neanche dispero, ci sono i presupposti giuridici per migliorare la legge. E’ più dura ma si può fare.

Frank

Per Mafalda.
Se la sufficienza ti serve per essere promosso e i tuoi compagni di classe sono raccomandati si. 😉

mafalda

Onestamente, se invece delle unioni civili ci fosse stata in ballo l’abolizione del concordato e come unico risultato avessimo ottenuto la rimozione dei crocefissi dalle aule, saremmo così ottimisti?

Sandra

Bisognerebbe poter determinare la proporzione, non sono sicura che gli stralci dalla Cirinnà rispetto alla legge originale pesino tanto quanto la rimozione dei crocifissi sulla rimozione del concordato. Se in questo caso siamo a bicchiere mezzo pieno, non è che con la rimozione dei crocifissi saremmo a bicchiere quasi vuoto?

mafalda

I vescovi sapevano che non si poteva ulteriormente procrastinare una legge sulle unioni civili, i loro pianti e i loro allarmi sulle devastazioni che avrebbero provocato i matrimoni gay erano all’ordine del giorno non per evitarli, ma per ottenere che passassero col minimo sindacale. Ci sono riusciti, Bagnasco tira un sospiro di sollievo. Intanto le famiglie che contavano sulla stepchild dovranno pagare i loro avvocati e ricorrere al tribunale.
Razionalmente, non si può chiamare vittoria.
Francesco s.
Lo spero anch’io.

Shiva101

Volete aiutare la laicità?

Benissimo: avete contatti con praticamente tutti gli intellettuali schiarati per ora a vedere libri.

Avete contatti, quanto meno potete raggiungere anche traite Micromega granparte della società civile.

E avete noi. Ora: vogliamo fare una lista, un movimento qualche straccio d’iniziativa per cambiare le cose, grazie alla visibilità degli intellettuali di cui sopra?

Si o no?

firestarter

Quando sento “societa’ civile” scappo a gambe levate, visti i precedenti disastrosi.

sumadarto sono

@firestarter:
.
Avvertimi quando hai qualche cosa di propositivo da dire che tale giorno sarebbe buono per tentare di azzeccare un terno al lotto 🙂 .
.
Per il resto quando anche io sento la parola soCCieta` civile e poi sono sempre i soliti intellettuali e/o amici degli amici del sottobosco del piddi`cicci` mando subito aff@@@ulo senza nemmeno passare dal via e ritirare le venti carte !!!
.
.
firmato: Mago Sumadarto Sono (grande studioso di italiottologia)

firestarter

Gli amici del piddi cicci come Ingroia? O come l’eroe della ggente Tsipras che governa con la destra e ha passato una legge sulle unioni civile praticamente uguale alla nostra? Oppure come il protogrillino Tonino “noi dell’Italia dei Valori”? Non importa la petinenza, basta sparare frasi a caso che contengano le parole chiave.

mafalda

Shiva
È finita l’era dei movimenti e dei girotondi; creare un altro movimento che una volta raggiunto il potere politico scende a patti coi preti è inutile. La laicità va perseguita con altri mezzi.

ΔΙΩRAMA

@ mafalda
Sono finite tante ere, ho smarrito l’almanacco e mi chiedo che ora è.
Faccio parte di una generazione nata morta politicamente e la difficoltà sta nel costruire uno strumento per incidere efficacemente. Se per premessa le ere non si ripetono, di questi strumenti non ne vedo.

Se hai un blog o simile ti vengo a trova’ che almeno se ne chiacchiera di là.

alfredo

La legga Cirinnà è quanto di meglio si potesse ottenere in questo paese e in questo parlamento. Per quanto riguarda l’adozione, verrà presentata una nuova legge che rivedrà completamente il meccanismo delle adozioni estendendole a gay e single.

Murdega

I vescovi sapevano che non si poteva ulteriormente procrastinare una ….
Ammiro la tua lungimiranza, sono d’accordo, vedrai che piutosto che
rinunciare a qualcosa divideranno con le altre religioni , i prodromi sono
sui fatti di cronaca.

mafalda

Murdega
È vero, e comunque non abbiamo intellettuali laici capaci e coraggiosi. La stragrande maggioranza apprezza il gesuita, anche se magari ha capito che è una patacca.

Commenti chiusi.