Atei e agnostici a congresso

Domenica 27 e lunedì 28 marzo si svolgerà a Parma l’XI Congresso dell’Uaar.

Preceduto il giorno 26 dall’assemblea nazionale dei circoli, il Congresso traccerà un bilancio degli ultimi tre anni, ma sarà anche occasione per riflettere sulle sfide future in materia di laicità.

Cresce infatti l’associazione e cresce il successo delle iniziative messe in campo in questi anni — basti pensare ai numeri registrati dallo sbattezzo nel 2015; alla raccolta firme per l’abolizione del Concordato; alla nascita dell’Uaar Giovani e al crescente seguito della pagina Facebook dell’associazione che ha ora 115.000 “mi piace” — ma l’obiettivo di un Paese laico è ancora lontano dall’essere realizzato.

I circa 130 delegati dei circoli che converranno a Parma da tutta Italia saranno tra l’altro chiamati ad eleggere il nuovo segretario. Due i candidati: Stefano Incani di Cagliari e Carmela Sturmann di Livorno.

«L’associazione — questo il bilancio del segretario uscente, Raffaele Carcano — si è continuamente rafforzata in questi anni ed è ora una solida realtà, ma deve fare ancora numerosi passi avanti per raggiungere gli ambiziosi obiettivi che si è data. Il Congresso è un’occasione per fare il punto della situazione e individuare azioni sempre più efficaci per conseguirli».

Comunicato stampa Uaar